Più immigrati meno figli. Ce lo chiede la UE - ed El Papa.

Il web è (giustamente) in ebollizione per quel che hanno detto, dopo aver firmato un accordo italo-tedesco sulla formazione, le due ministre dell’istruzione, Stefania Giannini e Johanna Wanka.  Prendo da IntelligoNews, il primo a dare l’allarme:

“L’Italia deve prendere spunto dalla Germania e colmare la discrepanza che ci divide dai tedeschi. L’accordo odierno è solo l’ultimo passo dopo il Jobs Act e La Buona Scuola per riformare radicalmente il nostro sistema”, secondo la Giannini. E ha dipinto, con la

Leggi tutto

Vi  piacerà la Dittatura degli Incorrotti

Lo so che  molti lettori detestano Renzi. E magari con qualche ragione. Ma cerchiamo di elevarci al disopra della “pancia”.   Quando  un membro del Consiglio Superiore della Magistratura, Piergiorgio Morosini, rilascia un’intervista in cui dichiara “Renzi va fermato”,  dovete vedere  ciò che questo significa: un’ingerenza brutale e gravissima del potere giudiziario sul potere esecutivo.  Ed un grave pericolo per tutti.

Lo so che l’abitudine alla politica di pancia ci ha disabituati a  ragionare in termini di istituzioni.  Ma pensate solo

Leggi tutto

CI PAGHERANNO TUTTI  IN BIT. CI PIACCIA O NO.

Un lunedì dello scorso aprile un centinaio di altissimi capi di  banche d’affari e “delle più grandi istituzioni finanziarie del mondo” si sono riuniti in un ufficio del Nasdaq a Times Square. In gran segreto. Lo scopo: una esercitazione, una simulazione riguardante trasferimenti finanziari con un nuovo metodo. Che ha avuto successo. Come ha notificato giuliva Bloomberg:

“Alla fine della giornata,   tutti loro avevano visto qualcosa di straordinario:  dollari americani trasformati in veri attivi digitali, utilizzabili istantaneamente fin dall’apertura di

Leggi tutto

Golpe contro Al-Sisi? Lo "prevedono" in USA

“Fonti Usa hanno lanciato un attacco   personale senza precedenti contro il presidente dell’Egitto”, rende noto DEBKA: “Sui media americani han cominciato ad apparire articoli   contro Al Sisi. Uno dice: ‘La decisione di trasferire le isole [Tiran e Sanafir,  cedute ai sauditi] è  probabilmente il chiodo finale sula bara di Al Sisi.  L’Egitto viene descritto come sull’orlo di una rivoluzione contro Al Sisi”.

Così  si comincia a intuire a che gioco si è prestata la sinistra italiana, dalla Cgil

Leggi tutto

"Senza Cristo crolla la civiltà. Solo Putin l'ha capito"

MB – Questo sopra è il titolo di un recente articolo di Pat Buchanan: grande giornalista, intellettuale, conservatore di vecchio stampo (quindi ostile ai neo-conservatives),  molti anni fa si  candidò anche alla Casa Bianca, naturalmente senza esito. Traduco qui questa sua limpida diagnosi della malattia   terminale dell’Occidente. Per molti motivi,  che alcuni capiranno,  e renderanno  altri lettori  rabbiosi: non ultimo movente di questo post, lo confesso. 

 

“In una  delle sue ultime colonne, Dennis Prager [un altro influente columnist

Leggi tutto

IRAK: QUESTO  MARTIRIO SENZA FINE, PERCHE'?

Cosa sta succedendo in Irak?, “Il  parlamento di Baghdad preso d’assalto da centinaia di manifestanti, attentati, morti a centinaia”.  Già, ci eravamo tutti dimenticati dell’Irak.  Qualche scarso telegiornale ci ha mostrato di questo  “assalto al parlamento”:  non le solite folle urlanti islamiche” sventolanti la bandiera nera,   ma uomini in abiti occidentali, che innalzavano la bandiera nazionale e che civilmente spiegavano ai giornalisti i motivi della  loro protesta  contro il loro governo. I media precisavano: sono sciiti, della “Armata del Mahdi”

Leggi tutto

Marò  uccisi in agguato in Libia? Roma smentisce.  Tutto previsto.

Convoglio militare italo-britannico cade in agguato in Libia

 

Lo ha affermato il sito ebraico DEBKA, notoriamente vicino al Mossad.

Rapida traduzione:

“Il convoglio di Marines italiani,  con le forze speciali britanniche e le truppe libiche era in viaggio dalla città nord-occidentale di Misurata verso la roccaforte ISIS di Sirte, che si trova 273 chilometri a sud-est, quando è caduto in un’imboscata e duramente colpito dalle forze ISIS.

Ci sono stati uccisi e feriti fra le  truppe italiane, mentre 

Leggi tutto

11 Settembre: l'uomo  di Washington accusa Israele

Accusa   i neocon con nomi e  cognomi:  Paul Wolfowitz allora  viceministro al Pentagono, l’israelo-americano Michael Chertoff, il rabbino Dov Zakheim (numero 3 al Pentagono) di essersi infiltrati nel governo Bsh jr. e di aver organizzato, su istigazione di Israele,  il mega attentato dell’11 Settembre 2001.

E non è un complottista marginale: è stato  un alto funzionario del Dipartimento di Stato da Nixon a Carter a Bush-padre, esperto in guerra psicologica,  attore in operazioni coperte (come l’uccisione di Moro) per

Leggi tutto