Friends

 

di Roberto PECCHIOLI

Diceva Mark Twain che è più facile ingannare la gente che convincerla di essere stata ingannata. L’autore delle (censuratissime!) Avventure di Huckleberry Finn, nel XIX secolo non poteva conoscere la potenza di fuoco del dispositivo mediatico di informazione e deformazione della verità. Il problema della verità e della menzogna è diventato centrale nella “società dello spettacolo”, delle news che si rincorrono e della post –verità, diventata il nome d’arte della menzogna.  In fin dei conti, tutte … Leggi tutto

Ormai anche i più scettici stanno capendo che non si torna più indietro. Ci dicono tutti media già da tempo che, con l’emergenza epidemiologica, dobbiamo abituarci al passaggio dalle cose alle e-cose a distanza, e-things in inglese. Ce lo ha detto chiaramente il guru di Davos, Klaus Schwab, nel suo libro sul Great Reset nella primavera del 2020: Netflix in luogo del teatro, lo smart working al posto del lavoro in presenza, l’e-learning (o Didattica a distanza – DaD) invece … Leggi tutto

 

di Roberto PECCHIOLI

L’officina della cultura della cancellazione è aperta ventiquattro ore tutti i giorni dell’anno. Nulla sfugge all’immenso apparato di riconfigurazione mentale di cui è banditrice. Dobbiamo cominciare a negare lo statuto di cultura a ciò che cancella anziché incrementare la conoscenza. Apprendiamo che una grande università tedesca boccia gli studenti di biologia se affermano che in natura i sessi/generi sono due. I gestori di blog e siti in rete mettono in guardia chi scrive persino dall’utilizzare il vocabolo … Leggi tutto

(è la profezia di Dostoevskij )

Gentile Blondet,

le invio in allegato un articolo di oggi della Gazzetta di Modena che riporta il caso allarmante di due bambini che “non potranno più frequentare l’asilo nido e la scuola dell’infanzia fino a data da destinarsi” in quanto i genitori sarebbero stati fotografati senza mascherina “durante una manifestazione no-mask dei negazionisti” [probabilmente la manifestazione anti-lockdown tenutasi a Modena due weekend fa]. A quanto pare è stata la stessa polizia … Leggi tutto

 – Danilo Quinto – 8 aprile 2021

Non siamo nel periodo post-bellico. Allora, i vincitori – che per molti versi avrebbero meritato anche loro un processo – s’inventarono Norimberga, dove portarono a giudizio i vinti.

Oggi, non ci sono né vincitori, né vinti. Da una parte, c’è un élite che ha un piano e per piano qui s’intende un programma e un progetto d’ingegneria sociale, di distruzione della civiltà occidentale come l’abbiamo conosciuta fino ad ora. Da oltre un anno, … Leggi tutto

TI SCOPPIA IN FACCIA La bolla continua a gonfiarsi

ANDREA CECCHI

Partiamo subito con una considerazione: quand’è che almeno una sola volta, i giornali ci hanno detto la verità? Non dico per i fatti leggeri e ininfluenti, ma sulle cose serie, tipo: 11 settembre, i suicidi di Davide Rossi, Raul Gardini, Roberto Calvi, Antonio Catricalà, ecc, gli omicidi di JFK e Aldo Moro, Mattei,  le malattie, il riscaldamento globale, il terrorismo, la corretta alimentazione, il sistema economico che è in realtà un debito perpetuo, e chi più ne ha … Leggi tutto

di Roberto PECCHIOLI

Un luogo comune del giornalismo sostiene che la notizia è quando un uomo morde un cane. Più o meno ci è capitato davvero.

Non abbiamo riconosciuto una persona che conosciamo da qualche mese, con cui scambiamo qualche commento all’edicola dei giornali. Lo abbiamo sempre visto con la mascherina tirata sopra il naso, ma stavolta non la portava e ha salutato con un sorriso. L’inversione è compiuta: la maschera è diventata volto e la prima riflessione, dopo le … Leggi tutto