Friends

Marcello Pamio

Cosa sta succedendo realmente in Italia? Siamo di fronte ad una vera emergenza sanitaria, o ci stanno prendendo ancora una volta per il didietro?Siamo veramente ad un passo dalla fine della civiltà umana, o il virus dagli occhietti a mandorla rientra nella classica manovra di controllo economico e sociale?Una cosa è certa: sono bastati pochi casi qua e là per innescare, come un effetto domino, la paura più recondita dell’essere umano.Per essere onesti, il “qua e là” non

Leggi tutto

L’ultima parte del segreto di Fatima: “… Un Angelo con una spada di fuoco nella mano sinistra; scintillando emetteva fiamme che sembrava dovessero incendiare il mondo…”. Questa visione ai pastorelli è avvenuta il 13 luglio 1917… In Italia, sei anni prima, nel 1911, padre Pio si trovava a Venafro, vicino a Montecassino, nel convento dei cappuccini, ebbe una visione, non di un Angelo ma di Cristo stesso con la spada di fuoco che voleva incendiare il mondo: dice Padre Pio

Leggi tutto

RITORNO “CORONOVIRALE” AL REALISMO POLITICO

Il coronavirus è dunque arrivato anche in Italia. Alcuni dicono che era prevedibile giacché i virus non conoscono barriere né statuali né culturali né etniche, e da ciò traggono argomentazioni favorevoli al globalismo. Un’età impolitica come la nostra, per la quale tutto si risolve nel mercato, nell’economia, nella scienza e nella tecnica, non può arrendersi all’evidenza che le barriere sono state per millenni la difesa dei popoli contro ciò che dall’esterno poteva sconvolgere le loro

Leggi tutto

 

di Costantino Ceoldo

 

Tradurre in italiano l’opera dello scienziato politico russo Leonid Savin Couching & conflicts è stata per me un’esperienza che ha suscitato emozioni contrastanti. Se da un lato infatti uno deve necessariamente affrontare opere simili per arricchire il bagaglio delle proprie conoscenze e la propria capacità di capire il mondo che lo circonda, dall’altro si espone al rischio, tutt’altro che meramente potenziale, del disincanto nello scoprirsi gabbato da coloro in cui riponeva fiducia: questo è quello

Leggi tutto

(In fondo,ho aggiunto pillole rieducative pop)

                                                       di Roberto PECCHIOLI

La ricognizione, nel linguaggio militare, è un’attività volta ad accertare le reali condizioni del nemico. Sfogliare i giornali, ascoltare le notizie televisive e utilizzare la rete a scopo informativo è diventata una pericolosa ricognizione quotidiana. Richiede ardimento, fortezza d’animo, sprezzo del pericolo e qualche volta del ridicolo. La speranza che accompagna l’autore di queste note nella Via Crucis di ogni giorno è quella di sbagliare tutto, di essere l’ultimo dei Mohicani.

Leggi tutto

Due secoli insieme. Ebrei e russi prima della rivoluzione (recensione)

di Giuseppe Giaccio – 25/07/2007

Aleksandr Solgenitsin, Due secoli insieme. I. Ebrei e russi prima della rivoluzione, Controcorrente, Napoli 2007, pagg. 629, euro 30.

 

Aleksandr Solgenitsin, Due secoli insieme. II. Ebrei e russi durante il periodo sovietico, Controcorrente, Napoli 2007, pagg. 635, euro 30.

 

La drammatica esperienza del totalitarismo sovietico è all’origine delle carriere letterarie di scrittori che altrimenti avrebbero forse preso strade diverse (va da

Leggi tutto

GIORGIA L’AMERICANA

SULLE AMBIGUITA’ CULTURALI E POLITICHE DEL CONSERVATORISMO NAZIONALE

Ero ancora adolescente quando, nella mia giovanile militanza politica, in polemica con il  liberalismo ed il comunismo, imparai a pensare la “patria”, l’“appartenenza”, l’“identità”, nei termini di una comunità nazionale organica e socialmente integrata nella equa redistribuzione della ricchezza tra tutti i ceti. Quella che, in quegli anni, imparai ad amare era la “patria di popolo”, la “patria comunità”. Nulla a che vedere, dunque, con l’aggressivo sciovinismo né con imperialismi

Leggi tutto

di Agostino Siccardi

Sono un imprenditore italiano e sono venuto in Ethiopia alla ricerca di nuove opportunità, consapevole dello sviluppo dinamico che oggi sta interessando il Continente Africano; sono stato accolto molto bene e ormai sto entrando nel 5° anno di frequentazione del paese, con cadenza pressoché mensile. Si legge da più parti che il 2020 sarà per l’Ethiopia l’anno della svolta: sono state indette le Elezioni Politiche, che inizialmente avrebbero dovuto svolgersi a Maggio, e che di mese in

Leggi tutto