L'Euro sta distruggendo l'Europa.Europeisti sveglia.

Mentre l’Italia   dovrebbe mandare  le truppe a Claviére per bloccare  i gendarmi francesi che discaricano in terra nostra i clandestini loro,  e ciò con la complicità attiva dei “No Borders” di Clavières  che sono una ONG francese, la quale opera  nel nostro territorio e sta occupando anche le chiese nostre per metterci i clandestini loro –

http://m.dagospia.com/migranti-scaricati-da-gendarmi-francesi-in-territorio-italiano-il-video-della-digos-185444

perché la  UE unisce i popoli” – come no. 

Illuminante saggio di  Jacques Sapir che  dovrebbero leggere i filo-europeisti: “Sveglia!  Non

Leggi tutto

Liberismo globale è il vero nazismo di oggi.

Diversi amici segnalano indignati e stupefatti il fondo di Sallusti sul Giornale di Berlusconi:

Il Giornale domenica 14 ottobre

Questa gravissima e falsissima equazione: governo giallo verde eguale nazionalsocialismo segnala che anche Berlusconi e quel che rimane del suo partito-escort, dopo esitazioni, si allinea alla “narrativa ufficiale” dettata dalle oligarchie eurocratiche e delle sinistre globaliste. Il cui scopo è evidentemente non solo quello di demonizzare; è la delegittimazione radicale di qualunque movimento “sovranista”e “populista” che avanzi in Europa, in vista della sua eradicazione. Se è

Leggi tutto

Macron vuol creare la  "FranGermania". Difficile...

La  Francia metterà in comune con la Germania la sua forza di dissuasione nucleare? Potrà essere questa la sorpresa che Macron farà a  Berlino  il  prossimo 22 gennaio 2019, quando i due stati firmeranno un nuovo “Trattato dell’Eliseo”,  sul modello di quello stipulato fra De Gaulle ed Adenauer 55 anni fa.  Una forma decisiva di “collaborazione bilaterale” che tende a diventare “fusione” tra i due stati, per iniziativa de  macroniani sempre più disperati di legare la Germania ad una “vera”

Leggi tutto

Madame Lagard ospite del re sega-giornalisti.  Ma non è contro i valori UE?

Il 2 ottobre, il giornalista saudita Jamal Kashoggi, presentatosi al  consolato saudita di Istanbul per un documento, è stato ucciso  e tagliato a pezzi  nei locali stessi del consolato (hanno  una stanza apposita)  da una squadra di specialisti  inviati specificamente dal reuccio (principe ereditario) Mohamed Bin Salman.   Se ne è sicuri  perché i servizi turchi (che hanno i video) hanno identificato 8 dei 15  uomini della squadra come militari reali sauditi, e tre come guardie del corpo dell’impulsivo Bin Salman.

Leggi tutto

Come ho imparato ad amare  i BTP e smettere di preoccuparmi

Stamattina sono andato in banca ed ho fatto una cosa sconveniente: “Voglio comprare 5 mila euro di BTP”, ho detto alla mia – come chiamarla? – gestrice del mio (come chiamarlo?) patrimonio.
La gestrice è una signora palestrata ed aitante. Non l’ho scelta io per farmi “gestire il patrimonio” (essenzialmente i soldi della liquidazione da Avvenire e la (s)vendita del  monolocale  storico che avevo a Viterbo); è lei che periodicamente mi telefona e mi dice: ha troppa liquidità, ho un

Leggi tutto

NIKKI HALEY   fuori, KAVANAUGH dentro  -  rottura del fronte anti-Donald?

Dunque Nikki Haley ha dato le dimissioni da ambasciatrice USA all’Onu. La stupida, poco istruita,  anti-putiniana fanatica,  super-israeliana e neocon Nikki Haley, creatura del Deep  State che cercava di fare le scarpe al presidente Trump già da aprile, quando annunciò  nuove sanzioni alla Russia  con la scusa che sue aziende avevano   collaborato con  Damasco  a fabbricare le armi chimiche –   prima di Trump e contro le sue intenzioni, e nacquero voci che  Nikki intendeva  candidarsi lei alla Casa Bianca con

Leggi tutto

IN ATTESA DEL  "RITORNO" DI PADRE PIO

Forse saprete che subito dopo la sua morte, le piaghe delle stigmate che avevano trafitto Padre Pio per 52 anni scomparvero dalle mani, dai piedi e dal costato. “Impostore, ci inganna anche da morto!”, esclamò “un autorevole personaggio cappuccino  presente” al fenomeno. Riferisce questo episodio  il volume di Gedeone La Spada, Padre Pio, le verità  nascoste, Effedieffe. Non saprei confermare la circostanza, perché l’autore non dice il nome dell’autorevole cappuccino.  Ma dell’odio implacabile che una parte della gerarchia nutrì 

Leggi tutto