UN  TENTATIVO RUSSO DI SEDARE LO STRESS PRE-TRAUMATICO DI BIBI

Diversi lettori sono allarmatissimi  per il titolo apparso su SputnikNews: “La Russia sarà al fianco di Israele in caso di attacco da parte dell’Iran”.  Cosa succede? Un rovesciamento di alleanze?

A parte che non credo ci sia un’alleanza formale fra Teheran e Mosca, il vice-ambasciatore a Tel Aviv Leonid Frolov ha voluto chiaramente cercare di  sedare la più recente manifestazione  parossistica  del  noto disturbo psichiatrico ebraico. Intendo quella che Gilad Atzmon ha genialmente identificato come “Sindrome da Stress PRE

CI SONO CASCATO ANCH'IO  NELLA PROPAGANDA, SCUSATE.

Nella notte, ho  creduto che i video inviatimi da persona “fidata” (mai fidarsi) si riferissero al supposto massacro di Deir Ezzor per  mano americana. Non  ho considerato che, come hanno segnalato alcuni lettori, il paesaggio  del  video che ho postato  non corrisponde a quello siriano (anche se l’area di DEir Ezzor è verdeggiante lungo l’Eufrate) ed è quasi certamente un episodio della guerra del Donbas.

Deir Ezzor prima della guerra.

Sulla questione dei mercenari russi, riporto qui, a mia

Quei paradisi fiscali chiamati Germania, Lussemburgo, USA...

Dimenticate Vanuatu, Antigua e Bermuda: sì, sono i paradisi fiscali più chiusi, “riservati” per i loro clienti  e coi prelievi fiscali minimi (o zero). Però,  se alle loro legislazioni di opacità fiscale  concepite per attrarre capitali sporchi   unite anche  la loro importanza nella finanza mondiale – come ha fatto un centro studi chiamato Tax Justice Network (TJN) questi minuscoli paradisi tropicali scendono molto nella classifica. E al primo posto sale la Svizzera. Al secondo, gli Stati Uniti,  per cui

DOMANDA AI GRILLINI: MA COME  CAVOLO FATE LA "SELEZIONE DELLE ELITES"?

Uno preferirebbe continuare ad occuparsi delle gravissime crisi geopolitiche in corso; ma un senso di umana compassione spinge a dare il conforto di qualche buona parola a Luigi di Maio, sulle cui spalle grava la leadership del  Movimento 5 Stelle. Gracili spalle, bisogna riconoscere. Sono – quante? – Tre? Quattro?  settimane   che invece di far campagna elettorale s’è  incartato nella  faccenda delle indennità  che i suoi parlamentari non hanno versato a non so quale fondo dal 5 Stelle creato, consentendo

LE NUOVE DIRETTIVE UNESCO PER CORROMPERE I BAMBINI

L’UNESCO (che è l’agenzia “culturale”” dell’ONU) ha appena pubblicato le direttive globali per i nuovi standard di educazione sessuale da impartire in tutte le scuole ed asili infantili dell’Occidente. Firmata dalla direttrice generale dell’UNESCO, l’ebrea francese Audrey Azoulay, che è stata ministra della “cultura” per Hollande, che l’ha piazzata all’ONU prima della caduta.
Fra le cose curiose del testo, c’è che la direttive della “nuova educazione sessuale” , l’UNESCO dice che s’inserisce nel programma politico dell’ONU per il 2030 sullo

Misterioso assalto alla sede della NSA, "cancellato" dalla  strage in Florida

Un giorno prima della strage nella scuola della Florida ad opera del consueto  assassino solitario segnalato per disturbi psichiatrici, suprematista bianco  ed armatissimo, un’altra, enigmatica sparatoria era avvenuta davanti ai cancelli d’entrata della sede della National Security Agency, la celebre NSA, a  Fort Meade, Maryland.

Tre uomini non identificati hanno lanciato un SUV nero contro l’entrata; le guardie hanno  sparato.  Alcune persone sono state portate all’ospedale per ferite ma, a quanto pare, non d’arma da fuoco. Dei tre occupanti

USA: NUOVE SANZIONI ANTI-PUTIN.  E I RUSSI PENSANO UN  PRESIDENTE NAZIONAL-COMUNISTA.

“Stiamo lavorando attivamente a queste sanzioni; aspettatevele nel … [prossimo] futuro”, ha detto il Segretario al Tesoro Usa Steven Mnuchin al Comitato Finanze del Senato degli Stati Uniti.   Si tratta della conseguenza  della cosiddetta “Lista del Cremlino”, emanate a gennaio dal governo USA, che colpisce 114 politici russi, fra cui  lo stesso Lavrov, e 96 uomini  d’affari. Benché Putin ci abbia scherzato sopra, questa lista, come ha illustrato bene Paul Craig Roberts, da una parte è un insulto allo stesso

IMMINENTE OFFENSIVA CONTRO IL DONBAS

I difensori del Donbass secessionista hanno osservato importanti rotazioni di truppe di Kiev dall’altra parte del fronte: dovunque, i soldati del (cosiddetto) esercito regolare, poco motivati e ancor meno equipaggiati, sono stati arretrati in seconda linea, mentre in prima linea sono stati posizionati i battaglioni speciali neo-nazisti:  Aidar, Azov, Pravi Sektor (Settore Destro),  “Donbass”, “le mitragliatrici di Maidan”.   Per i secessionisti (Repubblica Popolare del Donbas, RPD) è la conferma di un’imminente offensiva;   come l’escalation in corso in Siria (100 russi