I pezzi miei

Perché si crea uno Stato parallelo ebraico in Patagonia ?

Il 6 dicembre scorso, alcuni media hanno  riportato questa notizia:

“Cristina Fernandez de Kirchner, ex presidente dell’Argentina e ora senatrice, è stata incriminata da un giudice federale che ne ha chiesto l’arresto preventivo.  L’inchiesta in cui è coinvolta riguarda un memorandum d’intesa firmato fra il suo governo e l’Iran nel 2013: l’accordo era stato fatto nell’ambito delle indagini di Buenos Aires sull’attentato contro l’associazione ebraica Amia del 1994, in cui morirono 85 persone.

Due anni dopo, il procuratore che indagava

CON GRASSO PARTITANTE, SI CORONA LA STRANA DITTATURA ITALIOTA

Pietro Grasso, ex magistrato,  resta presidente del Senato e contemporaneamente  “scende in politica” a fianco di D’Alema e Bersani. La Boldrini resta presidenta della Camera, manco pensa a dimettersi, e “scende in campo” con D’Alema e Bersani.

Abbiamo il caso delle due più importanti cariche istituzionali che, come  ha scritto Stefano Folli su Repubblica, contemporaneamente “si candidano in un partito di estrema sinistra” e non sentono il minimo scrupolo relativo a un conflitto d’interesse.

Pietro Grasso ex magistrato,  può anche

I COLTIVATORI SUICIDI. PER LA NOSTRA INGRATUDINE.

Gli agricoltori americani si suicidano cinque volte di più che la popolazione generale. In alcuni Stati, i tassi di suicidi fra i lavoratori dei campi supera anche quello, già orrendo, dei soldati tornati dalle guerre americane:  i reduci giovani e maschi (fino al 29 anni) si tolgono la vita   al ritmo dei 85,64 per 100 mila abitanti  (fra la popolazione generale la percentuale è poco  più  di 15  su 100 mila).

https://www.cdc.gov/mmwr/volumes/65/wr/mm6525a1.htm

 

Ma non è una tragedia esclusivamente americana. 

Italia costruirà gasdotto a Israele (per  rubare il greggio  palestinese, conferma Gilad Atzmon)

“Non   esiste ancora una pipeline così lunga e così profonda”, esulta il ministro dell’energia sionista Juval Steinitz.  L’Italia e la Grecia (ma soprattutto l’Italia) gli costruiranno il gasdotto che costerà 6 miliardi e sarà completato nel 2025, che pomperà gas e greggio del  grande giacimento davanti a Gaza, che ovviamente i sionisti si sono accaparrati, rubandolo ai palestinesi,  in condominio con  Cipro (che ha perfettamente diritto, perché il giacimento è nelle sue acque territoriali). Il memorandum in questo senso è

Polonia ha premier ebraico. Per eccessivo patriottismo?

Quella grande commemorazione di popolo per la ritrovata indipendenza polacca l’11 novembre a Varsavia, decisamente è stata deplorevole: “Slogan che rinnegano di fatto i valori democratici, liberal, europeisti e di tolleranza e non violenza”, ha scritto Repubblica.  Uno “slogan era “Europa bianca di nazioni fraterne”, un chiaro no sia ai migranti – la Polonia rifiuta le quote di ripartizione decise dall´Unione europea, e non ospita praticamente nessun migrante nordafricano o arabo”.

Decisamente da correre ai ripari. Forse è questo  il

IL SUPERSTATO CANAGLIA. MA BERLINO (forse) SI SMARCA.

“Non accetteremo mai  l’occupazione e  la tentata annessione della Crimea”, ha scandito Rex Tillerson a Vienna: “Le sanzioni resteranno fino a quando la Russia restituirà il pieno controllo  della penisola all’Ucraina”. Poche ore dopo, volato a  Parigi, vi ha incontrato il premier libanese  Hariri, che aveva ritirato le dimissioni date a Ryad sotto costrizione del reuccio saudita.  Tillerson ha “Incoraggiato il governo libanese e altri stati ad agire in modo più aggressivo per  limitare l’attività destabilizzatrice  di Hezbollah nella 

COME COSTRUIRE I NEMICI DEL POPOLO

Comincio ad aver paura davvero. Non  c’è più nulla da ridere quando il quotidiano israeliano La Stampa lancia in prima pagina e  in apertura una menzogna oltraggiosa, impudente e senza la minima vergogna:

 

 

Ricordiamoci che questi sono quelli che  Israel Shamir chiama “I Padroni del Discorso”; allora c’è da tremare perché questa  sta per essere imposta come la verità ufficiale  di un regime totalitario in formazione.

 Biden: “Il Cremlino interferì in Italia sul referendum costituzionale”

La denuncia dell’ex

L'ISRAELIANO CHE USA IL VOSTRO SMARTPHONE. E SI FA PAGARE  PER QUESTO.

Ahmed Mansur è un militante per i diritti umani che vive negli Emirati. Un giorno dello  scorso agosto ha ricevuto un SMS da un numero di telefono sconosciuto. Il  testo prometteva “nuovi segreti sulla  tortura nelle prigioni degli Emirati”  dava un link  su cui cliccare per conoscere i segreti. Un sito mai conosciuto.

Mansur è sospettoso: non  per natura, ma perché pochi mesi prima, a  marzo, era stato  arrestato e tenuto in isolamento del suo governo con l’accusa di “delitti