I pezzi miei

Ci mancava solo una  guerra  civile. Magari ce la regaliamo.

Calma, non ci sarà nessuna “secessione dei ricchi”, nessuno “Spacchitalia”, nessuna autonomia delle regioni del Nord.  Se c’era un tentativo, è già stato bloccato.  Ma soprattutto perché cosa volete che faccia questo  governo? Non è  riuscito a  togliere ai Beneton il losco affare delle autostrade. Nemmeno a cambiare  un nome a Bankitalia, hanno solo abbaiato facendosi nemico il potente che hanno osato criticare e resta al suo posto anzi è promosso.  Ormai dobbiamo saperlo: questo governo abbaia e non morde.

Leggi tutto

PUTIN RESPINGE LE MIRE DI ERDOGAN SULLA SIRIA

Lo ha fatto  giovedì  a Sochi durante un incontro bilaterale con il turco: la Turchia non ha il diritto di stabilire una zona-tampone in Siria senza il consenso di Damasco e l’invito del presidente siriano Assad.

Da notare: prima di entrare nella riunione a due, Erdogan aveva espresso davanti a giornalisti   che contava di ottenere da Mosca (e  dall’altro alleato, l’Iran) il coordinamento per ritagliarsi una zona di sicurezza in una fetta del territorio siriano  a Nord.

Il bilaterale  è

Leggi tutto

Bibi Netanyahu ha prima scritto, poi cancellato in fretta, un twitter

PM di Israele
✔@IsraeliPM

• 12 ore

Rispondendo a @IsraeliPM
Da qui andrò ad un incontro con 60 ministri degli esteri e inviati di paesi di tutto il mondo contro l’Iran.

PM di Israele
✔@IsraeliPM

Ciò che è importante in questo incontro – e non è in segreto, perché ce ne sono molti – è che questo è un incontro aperto con i rappresentanti dei principali paesi arabi, che

Leggi tutto

L'INDIPENDENZA DI BANKITALIA  E' SACRA. TRANNE UNA VOLTA.

(MB. Copia e incolla)
Per apprezzare la notizia, il lettore tenga presente la deificazione in corso da anni, ed ora all’apice, di Mario Draghi, la sua sacralizzazione mediatica e politica: l’infallibile, il perfetto, depositario di una carica eccelsa, pontificale, a cui nessuno deve mancare di rispetto. Tenga presente le urla e le minacce di tutti gli ambienti politici e mediatici quando il governicchio ora presente ha provato a discutere le nomine direttive a Bankitalia (per poi rimangiarsi vilmente il tutto):

Leggi tutto

LA "SUPERCLASSE" E I SUOI CRITICI (in USA)

Abolire i miliardari”:  quando un  titolo così appare   sul New York Times, il quotidiano più  autorevole dei “liberal”  e della “superclasse progressista”,  bisogna riconoscere  che è un evento in sé. L’autore del pezzo, Farhad Manjoo  (sudafricano di origine indiana, 40 anni, espertissimo delle nuove tecnologie, “un campo che crea e uccide un miliardario all’anno”) dice che in questa veste ha  accumulato un a  vera conoscenza antropologica  del miliardario.  E  va giù duro: “ Possedere un miliardo di dollari

Leggi tutto

LA CAUSA è LA STESSA

Si chiama deflazione da grande depressione di lunghissima durata, mancanza di reddito, super-indebitamento dei produttori  agricoli.  Il capitalismo la chiama “sovrapproduzione”, non perdita di potere d’acquisto.  Avviene quando sono le banche che creano il denaro indebitando i produttori.

“Durante i primi anni della Depressione, i prezzi del bestiame crollarono.  Il governo del  New Deal ritenne che i prezzi fossero bassi perché gli agricoltori producevano ancora troppe merci come maiali e cotone. La soluzione proposta la Legge  di adeguamento agricolo (

Leggi tutto

NOSTRI SUCCESSI  (INVOLONTARI)  IN POLITICA ESTERA.

Da Sputnik News: “Il  presidente [Putin]  ha ricevuto un invito per una visita in Italia che  è stato “accettato con piacere”,ha dichiarato l’ambasciatore russo a Roma”. La  data non è ancora fissata,  avverrà “nel primo semestre del 2019”.

L’ambasciatore russo Sergei Razov ha ricordato come già il primo ministro Conte sia  stato in  visita ufficiale a  ottobre. Come alla presidente del Senato Casellati  sia stato concesso l’onore (“che non accade spesso”) di parlare alla Camera alta; e a

Leggi tutto

IL PARTITO DELLE BANCHE ALLA BASE DELLA CRISI ECONOMICA 2018/2019

(MB oggi copia e incolla: )

attacca Bankitalia con parole inaccettabili per un vicepremier. L’intolleranza verso le autorità indipendenti qualifica una maggioranza arrogante e incompetente. Una democrazia è fatta di controlli e bilanciamenti. Chi vince non può fare tutto ciò che vuole.

Vediamo:

CRISI ECONOMICA? IL GOVERNO NON C’ENTRA NULLA, È COLPA DEL PARTITO DELLE BANCHE (ED È UN GIOCHETTO A FAVORE DEL PARTITO DEI FRANCESI (PD)

Leggiamo dal pezzo:

Leggi tutto