Pezzi che ci sono piaciuti

(Post di Arturo) mercoledì 13 febbraio 2019

  1. In occasione del centenario della fondazione del Partito Popolare si fa un gran parlare sui media di un rilancio dell’impegno politico dei cattolici, in particolare in chiave “sturziana”.

Per esempio un osservatore acuto, anche perché interessato, delle correnti profonde della politica italiana come Ernesto Galli della Loggia ritiene la situazione sia matura per una svolta cattolico-liberale:

Oggi la morte delle antiche culture politiche di destra e di sinistra, la crisi evidente del

Leggi tutto

Michel Onfray, filosofo e saggista francese, confronta la risposta, brutale, del regime di Macron nei confronti del movimento dei gilet gialli con l’atteggiamento tenuto da Polizia e ministero dell’Interno in occasione della rivolta delle banlieue del 2005. La strategia della repressione brutale fin qui seguita da Macron – contrapposta a quella di allora, di contenere le violenze e attenersi al mantenimento dell’ordine –  tradisce la volontà politica di fomentare i disordini per poter scatenare la violenza di Stato in

Leggi tutto

Ettore Livini per “la Repubblica”

La tragedia del Ponte Morandi (con annessa minaccia di revoca alla concessione dei Benetton) è ormai quasi uscita dai fari della cronaca. Le polemiche sull’ Autobrennero in tilt per una nevicata nei giorni della merla paiono già in naftalina. E le autostrade tricolori festeggiano un 2018 da record confermandosi un bancomat più sicuro di un Bot per i loro soci: il traffico di veicoli, salito circa dello 0,5%, è tornato ai livelli pre-crisi.

E i

Leggi tutto

La Rai intervista in ginocchio Henri-Lévy

Una tournée europea contro i populismi, un monologo «a difesa delle élites buone», cioè di quelli di cui si considera «parte, come dovere repubblicano». Con la camicia sbottonata sul petto glabro e i capelli scompigliati come al vento della Croisette, l’intellettuale engagèe francese, Bernard Henri-Lévy, è stato ospite, domenica scorsa, di Lucia Annunziata, a Mezz’ora in più, su Rai3, per raccontare l’ennesima barricata su cui si è issato, in vista delle prossime elezioni europee.

Lui, l’uomo che ha fornito una

Leggi tutto

Thierry Meyssan

Gli Stati Uniti si preparano a organizzare il Medio Oriente Allargato facendo a meno delle truppe. Dovrebbero riuscire, capitalizzando gli errori commessi dall’Iran negli ultimi cinque anni, a formare un’alleanza militare ebreo-sunnita contro gli sciiti, che la stampa chiama “NATO araba”.

 | DAMASCO (SIRIA) 

 Casa Bianca si accinge a riorganizzare nella regione i propri alleati. È questo il motivo della «Riunione ministeriale finalizzata a promuovere un avvenire di pace e sicurezza

Leggi tutto

Il codice non scritto prevede “vivi e lascia vivere”. Decisivi gli appoggi politici al Csm

Quando entri in magistratura, è come dischiudere uno scrigno segreto e misterioso. Hai l’impressione d’essere stato ammesso in un regno proibito. Con le sue leggi, i suoi codici di comportamento.

Rigorosamente non scritti, prima regola. Nulla di ufficiale. Quello che è ufficiale è demandato a Note, Circolari, Protocolli, utili per giustificare l’esistenza di un grande apparato.
Quando entri in magistratura, resti allibito; poi, lentamente, ne

Leggi tutto

La partita delle nomine è fondamentale, per sbloccare la casella a cui tiene di più, quella dell’intelligence informatica, di Marco Carrai. Ma chi c’è dietro Carrai? Quali sono i suoi soci? E soprattutto: perché Renzi non può rinunciare alla sua nomina? La risposta è proprio nella rete di rapporti, soldi e uomini, legati a doppio filo con Carrai. Una rete che il Fatto Quotidiano è in grado di rivelare. Grandi imprenditori delle infrastrutture pubbliche, consiglieri di Finmeccanica, capi di importanti

Leggi tutto