ANCHE ELISABETTA "VEDE" LA  GUERRA.  MONDIALE

“Sta arrivando una tempesta, che la Gran Bretagna non ne ha mai viste di eguali.  La seconda guerra mondiale sembrerà una buca sulla strada in confronto a questa”, sussurrò la  regina.

Un sensazionale, inquietante  fuori-onda  ha colto di sorpresa la troupe della BBC intenta a posizionare telecamere e microfoni per riprendere il rituale discorso di Elisabetta al parlamento, il 18 maggio.

Come da obbligo costituzionale (“il re regna ma non governa”)  l’annuale discorso di apertura del parlamento è scritto  dal

MISSION ACCOMPLISHED

Il coro ufficiale di compianti, all’unisono, senza nemmeno una voce discordante, ci dice che Marco Giacinto Pannella aveva ormai completato la sua missione. Qui non glli restava da fare più niente.  Divorzio, aborto, droga libera,  nozze omosessuali,  sono ormai solida parte del costume di tutti: tutti i partiti, di ‘destra’ e ‘sinistra’, tutti i media,  Confindustria, Unione Europea,   persino il Vaticano ormai le considera “battaglie liberali e di civiltà”.  Padre Lombardi,  il capo della sala stampa vaticana,  si è inchinato

Basta coi populismi: Roundup è buono e fa' bene

Chi oserà  dire che  non avvengono più miracoli? Ne ha appena fatto uno la globalizzazione: il diserbante glisofato, prima indicato come probabile cancerogeno, non lo è più. Lo hanno stabilito, unite,  l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e le Nazioni Unite, attraverso la sua organizzazione per l’agricoltura e l’alimentazione, la FAO.

Queste due entità  globali, insonni nel  perseguire il bene dell’umanità, hanno unito le loro immense forze. Hanno costituito un comitato scientifico congiunto, Joint Meeting on Pesticides Residues (JMPR) che  ha

Ha ragione Johnson: la UE è il Reich.  A sua insaputa.

Come ormai sapete, l’ex sindaco di Londra Boris Johnson, che è a favore del Brexit, ha paragonato l’Unione Europea a  qualcosa che “Napoleone e Hitler hanno provato, ed è finita tragicamente:  l’Ue è un tentativo di fare lo stesso con metodi diversi”. Ora,  il fatto che l’Europa a trazione germanica sia un mostro oppressivo, dovrebbe essere ormai constatazione comune.  Invece si è assistito agli strilli indignati,  allo scandalo mediatico, in cui s’è distinta (come sempre) la “sinistra” nelle sue varie

Il  sangue siriano è  sulle tue mani, Europa.  E "Francesco"?

“Ai politici europei dico: se avete un po’ d’umanità non rinnovate le sanzioni alla Siria”:  così il vescovo maronita di Aleppo, monsignor Joseph Tobji, intervistato  da L’Antidiplomatico. 

Che differenza con El Papa:  “Accogliamoli tutti, l’Europa apra le porte, scusate immigrati per la nostra chiusura…”.  Però come se quelli fuggissero da una catastrofe naturale. Mai una parola sulla  guerra scatenata – ormai è provato – per istigazione Usa e francese su un paese inoffensivo. Soprattutto, mai un invito ai poteri forti