11 Settembre: l'uomo  di Washington accusa Israele

Accusa   i neocon con nomi e  cognomi:  Paul Wolfowitz allora  viceministro al Pentagono, l’israelo-americano Michael Chertoff, il rabbino Dov Zakheim (numero 3 al Pentagono) di essersi infiltrati nel governo Bsh jr. e di aver organizzato, su istigazione di Israele,  il mega attentato dell’11 Settembre 2001.

E non è un complottista marginale: è stato  un alto funzionario del Dipartimento di Stato da Nixon a Carter a Bush-padre, esperto in guerra psicologica,  attore in operazioni coperte (come l’uccisione di Moro) per

Leggi tutto

Onu s'indigna a comando. Per Aleppo, non per i morti del Donbass

Bombe del governo siriano su Aleppo. Colpito un ospedale, molti morti civili.  Insorge, s’ indigna il segretario generale dell’ONU  Ban  Ki Moon:  “E necessario che venga fatta giustizia di questi crimini”.  Il responsabile del gruppo di lavoro dell’Onu per l’assistenza umanitaria, Jan Egeland, ha detto che ‘le prossime ore’ saranno cruciali per il futuro di ‘milioni di persone’ che dipendono dagli aiuti umanitari .

Si  configura il casus belli tanto atteso  da Washington per un “intervento umanitario” contro Siria

Leggi tutto

Noi, "verità per Regeni".  Mentre Hollande fa' grandi affari

 

Dunque, siamo ai ferri corti con l’Austria. La Boldrini ha tuonato, atteggiando la nobile boccuccia a furioso patrittismo anti-imperiale.  Forse manderemo truppe al Brennero (un déjà vu): i telegiornali soffiano sul fuoco, gli ascoltatori  Rai sono infiammati di odio per gli egoisti viennesi, fascisti, che non obbediscono a papa Francé.   Con l’Egitto siamo già praticamente in guerra – “Verità per Regeni”, lo chiede  la mamma del medesimo con tutti i media – anche se proprio adesso che (su ordine

Leggi tutto

PERSINO LONDRA E' CONTRO IL TTIP.  E NOI INVECE, OBBEDIAMO.

La buona notizia: subito dopo la visita di Obama che ha ordinato di non uscire dall’Europa, il numero degli inglesi che voteranno il Brexit è diventato maggioranza. E’ la prima volta, secondo i sondaggi. Ma non è tutto ‘merito’ del mezzo-kenyota (come l’ha chiamato il sindaco della capitale Boris Johnson). E’ che è ora pubblico il rapporto della London School  of Economics sugli effetti del TTIP, il trattato transatlantico. Lo studio l’aveva commissionato Cameron, sperando di trovarvi argomenti per la

Leggi tutto

Grande innovazione del capitalismo avanzato: gli schiavi

Quasi ogni giorno parlo con degli schiavi. Sicuramente capita anche a voi, non vi dico niente di nuovo.  E’ la signorina con accento albanese o romeno che propone mirabolanti risparmi sul telefonino (“Torna a Telecom!”), assicurazioni auto competitive rispetto a quella che avete, un altro fornitore di elettricità. Con quelli butto giù  il più rapidamente possibile, cercando di essere gentile (non sempre ci riesco) perché so che sono schiavi, pagati a cottimo, licenziabili ad libitum: un economista francese li ha

Leggi tutto

Il capitalismo che uccide ogni speranza

I suicidi negli Stati Uniti sono saliti ad un livello mai visto; in tutte le classi di età (salvo gli anziani); fra le donne specificamente la crescita è più improvvisa e rilevante.  Fra gli americani di mezza età, il cui tasso di suicidi era stabile o in discesa dagli anni ’50,  si nota ora una crescita sostanziale.

speranza no

Per le donne di mezza età (fra i 45 e i 64) rispetto al 1999, il balzo è stato del 64 per cento;

Leggi tutto

11 Settembre: Trump adotta la nuova versione ufficiale. Ed è nuovo anche lui.

Dai giornali americani:  “Il genero di Donald Trump pubblica un articolo  sui cospirazionisti sull’11 Settembre: ‘Idioti deleteri, scemi e ciarlatani che teorizzano su Internet su come le Twin Towers siano stata ‘in realtà’ distrutte dagli ebrei, dagli Illuminati,o dagli extraterrestri”.  Notizia che assume il suo sapore se si viene informati che il genero di Trump (che ha sposato sua figlia Ivanka) si chiama Jared Kushner, e (da Wikipedia)  “è cresciuto in una famiglia ebraica nel  New Jersey,  s’è diplomato alla

Leggi tutto

Usa vuole basi nel Sinai (e  noi,  “verità per  Regeni”)

Poiché  su vari social appaiono numerosi giovani che mostrano il cartello “verità per Giulio Regeni”; e poiché dalle  facce si vede che si tratta di ragazzi della Erasmus Generation, per i quali il mondo è un luogo di vacanze-studio, Medio Oriente compreso, dove al turista-studente non deve accadere niente, tocca ricordare qualche “verità  per Regeni”.

La prima verità:  in Egitto infuria un guerra civile, cari ragazzi Erasmus. Ferocissima,   oscura, piena di attentati i cui mandanti stanno nell’ombra. Dove ogni qualche

Leggi tutto