Paolo Sensini

PAOLO SENSINI – Il Novecento è il secolo per antonomasia delle carneficine, ma solo di alcune è lecito e politicamente corretto parlare. Di altre bisogna invece solo tacere, perché così l’idiozia generale si governa meglio. Del cosiddetto Holodomor, che significa “infliggere la morte attraverso la fame”, nessuno sa praticamente nulla, anche se è una delle più efferate stragi compiute in un lasso di tempo brevissimo. Parliamo infatti di 6-8 milioni di contadini ucraini fatti morire tra l’autunno 1932 e la … Leggi tutto

PAOLO SENSINI – “Ancora una volta le misure di salvataggio concordate con i creditori serviranno solo a tirare a campare perché l’insolvenza della Grecia è strutturale. Non solo, l’insolvenza è strutturale anche per Portogallo, Spagna, Italia e Francia: ognuno di questi paesi ha debiti insostenibili associati alla mancanza di crescita per finanziarli. Il default greco è dunque l’ouverture di un disastro che si sta svolgendo lentamente sotto i nostri occhi. Si allargherà a tutti i paesi della periferia dell’unione, … Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Per provare a situare la “questione ebraica” in una prospettiva differente da ciò che oggi il politicamente-mediaticamente corretto consenta, vale forse la pena citare alcuni passi dell’ebreo anarchico e sionista Bernard Lazare, il quale nel suo libro L’Antisémitisme, son histoire et ses causes (Ed. L. Chailley, Paris 1894), avanzava alcune tesi che avrebbero fatto discutere a lungo:
“Se quest’ostilità e ripugnanza si fossero esercitate nei confronti degli Ebrei soltanto in un limitato periodo e in un solo

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – In attesa delle prossime elezioni presidenziali francesi, ecco che l’aspirante candidato Sarkozy scalda i motori per succedere alla “Pera”, in arte François Hollande. Immancabile dunque il viaggio-benedizione in Israele, come da rito consolidato. Tanto, prima o poi, tocca a tutti i “papabili” candidati presidenziali. Và dove ti porta… il voto.

http://www.lejdd.fr/Politique/Pourquoi-Nicolas-Sarkozy-se-rend-en-Israel-736330

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Più passa il tempo e più gli eventi storici o pseudo tali si scoloriscono inesorabilmente dalla memoria collettiva. Nulla può contro lo scorrere del tempo. Così accade in genere per tutto ciò che rientra sotto il capitolo “Storia”, eccetto uno: l’Olocausto o Shoah. In questo caso ci troviamo di fronte a un fenomeno esattamente inverso: più passa il tempo e più esso s’ingigantisce e si dilata nell’immaginario occidentale. Ma forse ciò accade perché abbiamo a che fare … Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Ogni giorno che passa l’Unione Europea si mostra come nient’altro che un progetto ideologico fondato sul nulla. O meglio, sull’utopia squisitamente massonica di creare un regno immaginario-paradisiaco sulla terra, un po’ come avvenne con l’Unione Sovitica, tramutatosi subito nel suo contrario. Tutta l’architettura istituzionale dell’Europa ne è un chiaro esempio, pervasa da modelli e simbologie tipicamente ispirati a quella vicenda. È solo questione di tempo, ma presto o tardi crollerà tutto. Dovunque se ne vedono le Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Che le Istituzioni i-tagliane siano monopolizzate e cannibalizzate dai Partiti politici è cosa risaputa ormai da chiunque. Non c’è bisogno di aver fatto studi politologici per saperlo. In sostanza non esiste carica, dalla più modesta fino ad arrivare ai vertici dello Stato, la quale non sia occupata dalla longa manus di quelle moderne associazioni a delinquere chiamate Partiti. Ora, dopo settant’anni di questo spudorato andazzo, sono state da un po’ introdotte nel “mercato politico” delle elezioni comunali … Leggi tutto

PAOLO SENSINI – “I governi sono degli esattori e, in quanto tali, non possono, in nessun caso, migliorare la vita di nessuno. Potrebbero migliorarla solo astenendosi dal trasformare l’esazione in rapina. Il fatto è che poiché i governi europei hanno creato sempre più debito, da parassiti si sono trasformati in predatori il cui unico scopo ora è di ficcare le mani in ogni fenditura della società per ghermire il reddito dei cittadini come fosse la loro preda. Così questi cittadini … Leggi tutto