Paolo Sensini

PAOLO SENSINI – Matteo Renzi si crede un vero genio: vuole “realizzare una rivoluzione copernicana” basata su “percezioni future”, non più su quelle passate com’era avvenuto finora. Tanto non costa nulla edificare castelli immaginari che però avranno l’effetto concreto di blindarti al governo per 5 anni senza mai essere stato eletto da nessuno. Qualche esempio? “Nel 2016 abolizione della tassa sulla prima casa, nel 2017 intervento Ires e Irap e nel 2018 interventi sugli scaglioni Irpef e sulle pensioni”.

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Radio Radicale può essere definita a tutti gli effetti un network compiutamente OGM e Gender, il massimo per i tempi attuali. OGM perché a chiacchiere è “libberale, libberista e libbertaria” e allo stesso tempo “servizio pubbllico”, ma è interamente finanziata dallo Stato con centinaia di milioni di euro fin dai suoi esordi quarant’anni fa. Libberale con squadra e compasso e, al contempo, radio della Casta. Un mostro genetico. Neanche la Monsanto avrebbe potuto far di meglio. Ma

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Lo Stato ha debiti nei confronti degli imprenditori per oltre 90 miliardi di euro, ma si guarda bene dal saldarli. Dice di avere difficoltà a reperire quei soldi, così le imprese falliscono sommerse dalle tasse che comunque devono periodicamente versargli. Ogni giorno, però, il medesimo Stato riesce a corrispondere 35 euro a persona per decine e decine di miglia di clandestini sbarcati in I-Taglia. Con permanenze per i “richiedenti asilo” che, in attesa dei dovuti “accertamenti” del

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – “Sarebbe illusorio pensare che l’uscita dalla moneta unica, o il rifiuto dell’Europa, siano una liberazione gioiosa. Contro la dura logica di Berlino e di Bruxelles si sono scontrati tutti i governi italiani… [come] quelli presto diventati impopolarissimi e condannati alla damnatio memoriae (Amato 1992, Monti 2012), chiamati a porre rimedio ai disastri altrui”.
In altre parole Aldo Cazzullo ci dice che Giuliano Amato e Mario Monti, ossia i governi più proni e zelanti ai desiderata della UE,

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Un tempo per i comunisti – italiani e non – sembrava scolpito nella pietra il seguente principio: “Da ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni”. Questa frase, resa celebre da Marx (via Louis Blanc) nella “Critica del programma di Gotha” (1875), è in realtà presa dagli Atti degli apostoli (At 4, 35). Al termine di una parabola storica che ha visto i Partiti comunisti passare da sovvertitori della “civiltà borghese” a nomenklatura che

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – I campioni dei “diritti umani” non si smentiscono mai, soprattutto quando c’è da inventare pretesti o fare da megafono per scatenare “guerre umanitarie” da gettare in pasto alle plebi televisive. Ma anche, bisogna riconoscerlo, per procacciare affari con Paesi che sono esempi conclamati delle più disumane satrapie sul pianeta nonché organizzatori-finanziatori-sostenitori del “terrorismo internazionale”. In questo caso non gli sorge allcun problema di “coscienza”, anche perché a dover subire le ricadute di tali magheggi non saranno certo

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Faccio una previsione: entro breve tempo l'”intesa” sul programma nucleare tra Stati Uniti (P5 + 1) e Iran diventerà carta straccia. A questo sta lavorando alacremente l’AIPAC, l’organizzazione lobbistica che pianifica la politica estera statunitense da lungo tempo e che, come sottolineano compiaciuti loro stessi, riesce “più di ogni altro gruppo di pressione a imporre l’agenda del governo israeliano agli Stati Uniti”. Tutti i suoi uomini presenti al Congresso sono mobilitati in tal senso, ed è noto

Leggi tutto

PAOLO SENSINI – Israele è un paese veramente unico al mondo, oltre a essere, va sans dire, “L’Unica-Democrazia-del-Medio-Oriente”. Da solo totalizza una quantità talmente alta di “primati” da non avere eguali a livello planetario. Esso, infatti, fonda la sua presenza e “legittimità” sul suolo della Palestina unicamente sul passo biblico della Genesi (15,18-21), che recita: “In quel giorno il Signore strinse un’alleanza con Abramo, in questi termini: ‘Alla tua discendenza io do questo paese, dal torrente d’Egitto fino al

Leggi tutto