Il cardinal Pell è chiuso in isolamento, gli viene proibito celebrare la Messa

….LifeSiteNews ha contattato l’ufficio del premier Victoria Daniel Andrews, che rappresenta il partito laburista di sinistra nel parlamento statale. L’avvocato che ha difeso Pell durante le ultime fasi del processo è stato contattato, così come l’arcidiocesi di Melbourne. Nessuna risposta è stata ricevuta da nessuno dei tre dal momento della stampa.

[Dunque  non risponde al telefono nemmeno il valido  avvocato Robert  Richter,  il cosiddetto  “difensore” che con uno strano lapsus (di cui si è tanto scusato e addolorato…) ha inchiodato alla croce il cardinale, dicendo   ai media che monsignore è stato riconosciuto colpevole   soltanto di un  “semplice caso di penetrazione sessuale in cui il bambino non partecipa attivamente”. Non rispone al telefono.  La sua bio ci informa che “suo padre, Berek, era un ebreo polacco e sua madre, Sofia,  ucraina. Dopo aver vissuto per dieci anni in Israele , la famiglia di Richter si trasferì a Melbourne, in Australia, seguendo uno zio  che era nel business del commercio degli stracci …]

L’Avvocato Robert Richter, il bravissimo difensore di Pell, ospite d’onore al pranzo di Purim dei Chabad Lubavitcher di Melbourne

“Al premier Andrews, LifeSiteNews ha chiesto via email se negare a Pell il diritto di amministrare la messa può essere una violazione della Carta dei dirittiumani delle Nazioni Unite , di cui l’Australia è firmataria. La Carta garantisce, come fa la Dichiarazione dei diritti nella Costituzione degli Stati Uniti, il libero esercizio della religione e di cambiare religione o credo

[….]  a Pell non è permesso di celebrare la messa ed è proibito consumare vino. Da parte sua, John Macauley – che una volta era un chierichetto del cardinale Pell – ha detto che a Pell è vietato anche avere un breviario , un libro di preghiere usato dai preti cattolici. Una revisione dei regolamenti carcerari per Victoria ha rivelato che ai prigionieri è permesso avere una Bibbia e altri libri, incluso il Corano.

https://www.lifesitenews.com/news/cardinal-pell-prohibited-from-celebrating-mass-while-he-remains-locked-up-in-solitary-confinement?utm_source=LifeSiteNews.com&utm_campaign=eb2f5004dd-Catholic_3_21_2019&utm_medium=email&utm_term=0_12387f0e3e-eb2f5004dd-402246365

Adesso   abbiamo    la certezza che il cardinale è innocente, e  un martire della fede

“Beati sarete voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli, poiché così hanno perseguitato i profeti che furono prima di voi».

Print Friendly, PDF & Email