Beppe Grillo, un pericoloso mestatore

Autore <https://disinformazione.it/author/marceellopamio/>
marceellopamioPubblicato
<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/> 17 settembre 2018

<http://disinformazione.it/?p=934&preview=true>
http://disinformazione.it/wp-content/uploads/2018/09/beppe-grillo-1.jpgMarce
llo Pamio

Del Beppe nazionale e delle sue discrepanze ne ho scritto nel lontano 2007,
in tempi non sospetti
<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftn1> [1] (
<https://disinformazione.it/2018/01/09/beppe-grillo-e-libero-o-controllato/>
leggi qui), e ben due anni prima che nascesse il «Movimento Pentastellato»
(4 ottobre 2009).
Nell’ultimo periodo però, le piroette e il cambiamento a 360 gradi fatto da
Grillo è degno di un grande trasformista.
Va ricordato che è stato uno dei primi a sputtanare pubblicamente durante i
suoi spettacoli la «madre di tutte le zoccole»: il signoraggio bancario e la
truffa della creazione della moneta.
I banchieri diceva: «stampano le banconote e le prestano».
Per non parlare del debito nazionale: «a chi li dobbiamo due milioni e mezzo
di miliardi?» chiedeva al pubblico sempre più stranito dalle battute.
Nel 1998 a Milano durante lo spettacolo «Apocalisse Morbida», davanti a
migliaia di persone Grillo spiega a suo modo i vaccini: «Il principio del
vaccino è: prendi un bambino sano, che non ha neanche un anno. Con un
sistema immunitario perfetto. Gli inoculi un virusino piccolo in modo che lo
abitui un po’. Nel caso arrivi il virus più grosso, il virusino piccolo è
anni che gira e gli fa un culo così…
Se però il virus grosso non arriva, il virusino rimane lì, in giro. Poi
oltre a lui c’è anche un po’ di mercurio…»
<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftn2> [2]. Infine mostra nello schermo come hanno
manipolato i grafici dell’incidenza delle malattie infettive, il tutto per
osannare i miracolosi vaccini. Siamo nel 1998.

Nel 2013 urlava dalla piazza di Trento: «Vogliamo che ci sia uno stato in
Italia. Noi vogliamo sovranità monetaria. Vogliamo una banca di Stato. Ce
l’hanno messa in quel posto quando siamo entrati nell’euro e non ci hanno
chiesto neanche il parere»
<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftn3> [3]
Nulla di strano visto che ha lavorato, a suo dire, col grande Giacinto
Auriti
<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftn4> [4], la cosa molto strana è come mai ultimamente
questi argomenti sono diventati un tabù per lui e il Movimento.

Grillo & il complottismo
Se entriamo nel discorso dei complotti, il nostro ha le idee chiarissime.
«L’Italia è, si sa, un popolo di santi, navigatori ed eroi. Purtroppo ospita
anche una certa percentuale di coglioni, di una specie particolare: i
coglion-complottisti. I dietrologi dell’acqua fresca. Le tinche del fango
marcio. Questa razza italica non si arrende di fronte a nulla, tanto meno
all’evidenza…”.
I coglioni sarebbero tutti coloro che parlano di cose inutili come scie
chimiche, organismi geneticamente modificati, ecc.
Nel seguente video
<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftn5> [5] (
<https://www.youtube.com/watch?time_continue=42&v=XcHncy0MpQg> qui) in pochi
secondi Grillo riesce, mescolando ad arte (roba da far impallidire anche
Joseph Goebbels) a ridicolizzare temi delicatissimi come scie chimiche,
fusione fredda e ogm, confermando nella sua sputtanalisi finale che in
Italia: «siamo in una fase maniacale dell’ambientalismo…». Come dire: chi si
occupa di queste cose è un malato di mente…

Ultimamente, forse non contento di come stanno andando le cose, si accanisce
pure nei confronti dell’omeopatia
<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftn6> [6] (
<https://disinformazione.it/2018/08/15/beppe-grillo-e-il-paraculum-100-ch/>
vedi articolo).
All’appello mancava cosa, forse il microchip? Eccoci accontentati.
Qualche giorno fa, il 6 settembre 2018, nel suo blog se ne esce con un post
dal titolo «Impianti chip per i malati di Alzheimer».

http://disinformazione.it/wp-content/uploads/2018/09/Cattura.jpg

«Un’azienda statunitense ha prodotto dei microchip da impiantare sotto pelle
per i malati di Alzheimer. Ecco come funzionano. È questa la tecnologia che
amo».
Il microchip sarà il prossimo passaggio e non a caso la «
<https://disinformazione.it/2018/07/24/finestra-di-overton-sempre-piu-aperta
-sulla-pedofilia/> Finestra di Overton» si è aperta su tale dispositivo…
La propaganda ha iniziato a lavorare alacremente per far superare alla gente
la normale repulsione di farsi inoculare sottopelle un microscopico
impianto.
Ovviamente «non c’è nessun rischio e soprattutto i benefici superano
qualsiasi problema».
Sempre più articoli infatti stanno uscendo su aziende che hanno iniziato a
usarlo nei dipendenti (così evitano di timbrare il cartellino, possono fare
acquisti nelle mense senza contanti…); nei locali alla moda per evitare i
pagamenti con le antiquate banconote o con la vecchia carta di credito (lo
scanner sulla mano e il gioco è fatto). Articoli su bambini scomparsi che
miracolosamente vengono ritrovati nell’arco di qualche ora grazie al GPS
contenuto nel chip, ecc.
Pura propaganda.
Sembra finito il tempo delle rapine e degli scippi, della clonazione delle
carte di credito, perché il microchip non è estraibile, non è clonabile e
quindi rappresenta la manna dal cielo per la sicurezza.
Il passaggio nella tecnologia medica è stato immediato: nel chip infatti si
potranno registrare tutti i dati sensibili del paziente, oltre ai parametri
vitali, cosa questa molto interessante per le lobbies farmaceutiche e quelle
assicurative…
Il Regime controlla i media per cui passano solo i lati positivi del chip:
sicurezza, comodità, risparmio, controllo e prevenzione delle malattie, ecc.
Però non vengono spiegati quali sono i reali rischi, di questa inquietante e
oscura tecnologia!
Lavorano sempre e solo nell’aspetto emotivo, come nel caso di Grillo:
mostrando che il povero malato di Alzheimer non si perderà più con il Gps
contenuto nel chip impiantato.
Si investono soldi nella ricerca volta alla vera comprensione della cause
della demenza? Non serve perché la tecnologia (farmaci e microchip) ci sta
rendendo la vita meno amara e meno schifosa.
Beppe Grillo con il suo articolo sull’Alzheimer sta facendo proprio questo
gioco, anche perché non conoscerne i reali rischi…

I Grillo & i vaccini
Dopo aver sparato a zero sui vaccini nel lontanissimo 1998, l’8 settembre
2007, al «Vaffa day», Beppe Grillo lancia un’altra invettiva contro i
vaccini e, dal palco, convince le mamme a boicottare la chiamata dell’Asl.
«Siamo l’unico paese dove esistono 10 vaccini obbligatori. Ti dicono che sei
obbligato a curarti. Tra un po’ ti diranno che è obbligatorio anche giocare
al gratta e vinci e sosterranno che è un tuo diritto a vincere».
L’argomento vaccini sta(va) molto a cuore a Grillo perché sembra che uno dei
suoi figli (ne ha sei: due con la prima moglie, due con l’attuale che ne
aveva già due) sia affetto da autismo post-vaccinico. Più che valida
motivazione per la sua repulsione nei confronti delle vaccinazioni di massa,
ma nonostante una simile tragedia famigliare, e nonostante gli anni passati
ad attaccare anche violentemente vaccini e vaccinazioni, quasi
improvvisamente il genovese smette di parlarne, si disinteressa di tutto,
anche e soprattutto dell’autismo, e spinge il suo partito a fare
altrettanto. Come mai questo strano comportamento?

Come mai i pentastellati prima delle elezioni avevano una posizione
chiarissima sul tema, come pure le dichiarazioni dell’onorevole Giulia
Grillo prima dell’investitura di ministro e a distanza di un anno stanno
facendo dietrofront? Cos’è successo?
Come mai un personaggio famoso, potente e assai ricco come Beppe Grillo, e
tutto il suo partito (per voce del Ministro Giulia Grillo) hanno fatto una
spudorata quanto squallida marcia indietro nei confronti delle vaccinazioni?
E’ solo un problema di cognome, o c’è dell’altro?
Minacce, avvertimenti o sostituzione con cloni?
O dobbiamo parlare di vera e propria possessione, anche perché stando alle
immagini di alcuni personaggi, prima e dopo il cambio, una simile ipotesi
diventa molto realistica…
La Lorenzin era quasi umana prima di entrare al ministero, e si è
trasformata in un vero e proprio mostro. Per non parlare di Beppe Grillo
stesso.
Staremo a vedere dove arriverà la trasformazione del Ministro Giulia Grillo…

<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftnref1> [1]
<https://disinformazione.it/2018/01/09/beppe-grillo-e-libero-o-controllato/>
https://disinformazione.it/2018/01/09/beppe-grillo-e-libero-o-controllato/

<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftnref2> [2] Beppe Grillo, monologo del 1998 a Milano.

<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftnref3> [3] Video Byoblu
<https://www.youtube.com/watch?v=C-Dcu33UPzQ>
https://www.youtube.com/watch?v=C-Dcu33UPzQ

<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftnref4> [4] Giacinto Auriti (1923-2006), giurista e
saggista italiano, uno dei personaggi più critici nei confronti del sistema
monetario e bancario

<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftnref5> [5]
<https://www.youtube.com/watch?time_continue=42&v=XcHncy0MpQg>
https://www.youtube.com/watch?time_continue=42&v=XcHncy0MpQg

<https://disinformazione.it/2018/09/17/il-grillo-e-il-microchip-la-grillo-e-
i-vaccini-per-tutti/#_ftnref6> [6]
<https://disinformazione.it/2018/08/15/beppe-grillo-e-il-paraculum-100-ch/>
https://disinformazione.it/2018/08/15/beppe-grillo-e-il-paraculum-100-ch/

Print Friendly, PDF & Email