UN VIRUS ETNICO MOLTO INGEGNOSO

La Casa Bianca ha chiesto al mondo  scientifico di stabilire se il nuovo coronavirus è  stato ingegnerizzato per farne un’arma  biologica – voce  che sta correndo nel web e bollata di complottismo.  Lo scopo pare quello di accusare Pechino: “che una versione armata del coronavirus (quella che potrebbe essere stata originariamente ottenuta dal Canada ) , fu rilasciata dall’Istituto di Virologia di Wuhan (presumibilmente per caso) , l’unico in  Cina  ad avere  livello 4 laboratorio a rischio biologico, che studiava ” i patogeni più pericolosi del mondo “.

Ora, sarebbe da controllare bene lo studio pubblicato da scienziati cinesi – e purtroppo basato su pochi individui malati –  secondo cui  il nuovo coronavirus si aggrappa a recettori nei polmoni – recettori che sono cinque volte più presenti nel maschio asiatico che nel bianco e  nell’africano.

Come si legge  nel testo:  Un confronto tra otto singoli campioni ha dimostrato che il maschio asiatico ha un numero estremamente elevato di cellule che esprimono ACE2 nel polmone. Questo fornisce un background biologico per l’indagine epidemica della malattia da infezione 2019-nCov e p

(ACE2  indica l’enzima 2 di conversione dell’angiotensina )

E per di più, i bianchi dispongono di un “inibitore dell’acetilcolinasi” che li rende  non  immuni, però “statisticamente meno suscettibili di essere infettati” e probabilmente evita a loro le gravissime complicazioni polmonari  letali che vediamo in Cina.

Bisognerebbe controllare se lo studio cinese (qui: https://biorxiv.org/content/10.1101/2020.01.26.919985v1.full…) viene confermato, perchè se hanno  ragione  loro, siamo di fronte ad “un’arma etnica”, concepita contro i maschi asiatici  e tragicamente efficace.  Sarà dunque facilissimo accusare il regime cinese di  aver creato un’arma che sembra fatta apposta per colpire il suo popolo e la sua razza  e  non rappresenta un vero  pericolo per i bianchi. ..

Che dunque questo ingegnoso virus si sia sviluppato da sé in natura, perché un cinese ha mangiato un pipistrello o un pangolino infetto?

“il   virologo Dr. James Lyons-Weiler dell’Institute for Pure and Applied Knowledge , ha mostrato e spiegato in che modo la sequenza genetica del coronavirus – che è stata pubblicata  dalla Cina – contiene un  insolito  “frammento medio” che codifica una proteina di picco SARS (sindrome respiratoria acuta grave) che, secondo la sua analisi genomica, sembra essere stata inserita nel virus 2019-nCoV usando la tecnologia “pShuttle”. Questa tecnica può essere eseguita solo in laboratorio, poiché non si è mai verificata naturalmente in natura .

“Questa non è una” teoria del  complotto”, è una teoria scientifica e medica”, afferma Del Bigtree, produttore vincitore di Emmy e fondatore di Informed Consent Action Network (ICAN) senza scopo di lucro.

https://www.zerohedge.com/health/white-house-asks-scientists-investigate-whether-2019-ncov-was-bio-engineered

 Quindi  alla fine  ha avuto ragione Benjamin Fulford, un mega-complottitsta giustamente screditato, che già giorni fa aveva scritto:

“Il “romanzo coronavirus” che ora infetta le persone in Cina è progettato per lasciare incolumi quelli di origine europea, secondo fonti del massoneria  P3 [Fulford si vanta di avere “fonti” delgenere..]. In precedenza abbiamo fornito ampie prove per dimostrare che ciò era vero anche per la SARS. Ricorda, i neocon  che salirono al potere con George W. Bush Jr. dichiararono nel loro   progetto per il  manifesto del Nuovo Secolo Americano che le bio-armi etniche specifiche sarebbero stati un “utile strumento politico”.

https://www.fbcoverup.com/docs/library/2018-11-20-US-Pat-No-10130701-CORONAVIRUS-Assignee-THE-PIRBRIGHT-INSTUTUTE-Woking-Great-Britain-funded-by-Wellcomme- trust-e-Gates-Fondazione-USPTO-Nov-20-2018.pdf

Un altro screditato   complottista dice che  già dal 2005…

Paul Furber
@paul_furber
·
“Rilasceranno un virus simile all’influenza che prenderà di mira geneticamente  la popolazione cinese …” Bill Ryan del Project Avalon parla di un resoconto dei testimoni oculari di un incontro del 2005 tra massoni senior nella City di Londra:
Print Friendly, PDF & Email