UN METEORITE HA PRODOTTO UN TERREMOTO. E’ POSSIBILE?

Martedì 16 sul  Michigan sud-orientale, una meteorite   esplode con una forte luce e scuote il terreno sotto i piedi degli abitanti.   La sua luce viene vista fino a New York e parti del Canada.

Lo United States Geological Survey  comunica: la meteora “ha causato un terremoto di magnitudo 2.0. L’epicentro del sisma è a circa cinque miglia  da New Haven, circa 40 miglia  a nord-est di Detroit”.

Meteore provocano terremoti? O questo è un fatto senza precedenti? Sono le domande di un inesperto.

Ed è normale che una quantità eccezionale  di meteoriti particolarmente luminosa sia sfrecciata nei cieli, fra dicembre e gennaio,   in modo abbastanza  impressionante  da indurre gli spettatori a scambiarsi i video che hanno ripreso?  E i telegiornali a aprirci i notiziari?

2  dicembre: la polizia del New Jersey filma un meteorite estremamente luminoso”

Il 5 dicembre una palla di fuoco traversa il New Jersey e poi “c’è stata come un’esplosione”, secondo i testimoni.

8  dicembre: meteorite brillante sopra Tucson, Arizona, con esplosione finale.

https://fr.sott.net/article/31544-Une-meteorite-brillante-avec-son-explosion-finale-capturee-au-dessus-de-Tucson-en-Arizona

Il 15 dicembre sopra Denver:  gli astanti vedono il bolide “rompersi in pezzi”..

Denver, lampo accecante.

 

 

 

 

 

 

17 dicembre:  un meteorite “frammentato” viene filmato  sopra Soci in Russia.

Il bolide di Sochi, frammentato.

https://fr.sott.net/article/31564-Une-meteorite-fragmentee-filmee-au-dessus-de-Sotchi-en-Russie

Il 18  dicembre un bolide luminosissimo traversa il cielo d  Madison, capitale del Winsconsin,  circa a mezzanotte.

31 dicembre: “abbagliante meteorite verde” sul cielo di Petersborough, Gran Bretagna.

https://www.sott.net/article/372756-Dazzling-green-meteor-fireball-seen-flying-above-Peterborough-UK

29 dicembre: “brillante meteora verde-gialla” sulla Pennsylvania.

https://www.sott.net/article/373166-Bright-green-meteor-fireball-startles-viewers-in-northeastern-Pennsylvania

 

3 gennaio: impressionante meteorite  di colore blu-verde  su Manitoba, Ontario. “Mi ha accecato”, “Il fenomeno più eccezionale che abbia mai visto”. Lo stesso giorno una  meteora sul Nord Dakota, tanto luminosa che ne parlano i tg locali.,

https://www.sott.net/article/373156-Brilliant-blue-green-meteor-fireball-lights-up-sky-in-Manitoba-northwestern-Ontario

https://www.sott.net/article/373087-Several-reports-of-a-bright-flash-of-light-in-the-skies-of-North-Dakota-Minnesota

7 gennaio: meteorite dalla luce verde su Dubai.

https://www.sott.net/article/373755-Green-comet-spotted-in-Dubai-skies

7   gennaio:   per un attimo, su una vastissima area  della Russia ,  la notte diventa pieno giorno. La meteora è accompagnata da una esplosione che fa’ tremare la terra ed è vista in tre repubbliche,  Bashkortostan, Udmurtia, and Tatarstan.

https://www.sott.net/article/373564-Very-bright-bolide-turns-night-into-day-over-vast-area-of-Russia

10 gennaio: “lampo di luce e sonic boom” su Dallas. “Una grossissima esplosione” dicono i testimoni.   – una meteora che esplode, spiegano gli astronomi .

qui

Quello  di dicembre può essere il passaggio delle Geminidi, uno sciame meteorico attivo dal 3  al 19.  A gennaio, possono essere le Quadrantidi, un altro  importante sciame meteorico. Ma sembra trattarsi di “pezzi” particolarmente grossi, e resta la domanda: un meteorite può produrre un sisma?

Ricordiamo il meteorite di Celiabinsk, 15 febbraio 2013: un “pezzo”  di roccia   valutato di 10 mila tonnellate e  15 metri di diametro,  la cui onda d’urto ha rotto  i vetri di migliaia di finestre,  i cui frammenti hanno ferito  un migliaio di persone. Ebbene: l’arrivo di questo gigante non era stato visto né previsto, nonostante sia avvenuto 15 ore prima del passaggio dell’asteroide  367943 Duende  che ha sfiorato il nostro pianeta  da  27.700 chilometri di distanza.  Alcuni astronomi negano, altri ritengono che il bolide di CEliabinsk si sia staccato da questo asteroide.

Qui sotto una compilazione degli effetti della sua onda d’urto.

Print Friendly, PDF & Email
  • Hammurabi

    Io ho visto di persona il fenomeno del 31 dicembre in Inghilterra.
    Un’enorme palla infuocata dal color verde ha attraversato il cielo e pare che sia stato visto da migliaia di persone, essendo avvenuto alle 5:30 del pomeriggio.
    Non so cosa fosse, ma sembrava molto vicino, a bassa quota.
    Nulla di paragonabile, per esempio, alle stelle cadenti che si vedono a San Lorenzo, che appaiono molto piccole e lontane.

    • Francesco

      Dal cielo stanno aggiustando la mira,forse la prossima esploderà a Roma ormai diventata una spelonca di ladri e farabutti

  • Agas Gas

    L’aumento dei meteoriti e dell’ attività vulcanica precedono la fine dei tempi. Nibiru, il distruttore, sta perturbando la nube di Oort.

  • martini ermanno

    Un terremoto di magnitudo 2 è ben poca cosa. Ne avvengono centinaia al giorno. Il meteorite può provocare terremoti, purchè abbia una quantità di moto adeguata. Quantità di moto è massa per velocità. Ed è uguale all’impulso che è forza per tempo. L’impulso provoca terremoto percepibile soprattutto se agisce su rocce elastiche e compatte (cristalline piuttosto che sedimentarie) perchè in tal caso il tempo d’urto è brevissimo, e quindi la forza è maggiore.

    • GStallman

      Una 2 Mercalli è ben poca cosa, ma è comunque troppo.Che massa e velocità ci vorrebbero ?

      • martini ermanno

        Intanto la misura non è in scala Mercalli, che non misura energie ma effetti. Se la scala è Richter, una magnitudo 2 equivale, grosso modo a una tonnellata di tritolo, normalmente usata nelle cave. Tradotto in termini di energia cinetica = 1/2*m*v^2 (un mezzo emme vi quadro) è circa 400 milioni di chilogrammetri, che supponendo una massa di 10 t darebbe una velocità di impatto di circa 300m/s. Se si sente un forte botto, la velocità del bolide supera anche di qualche mach quella del suono, dunque il meteorite era sicuramente parecchio inferiore a 10 tonnellate.
        Non siate pignoli, i calcoli li ho fatti a mente. 🙂

        • GStallman

          E’ più che sufficiente Ermanno. Mi confermi ciò che già empiricamente immaginavo, e cioè che per provocare un terremoto in grado di propagarsi come quelli più distruttivi che oggi conosciamo ci vuole una massa molto più grande dei frammenti che abitualmente cadono sulla Terra, anche a parità di velocità di impatto. Quindi un terremoto non potrebbe che essere provocato da un meteorite eccezionale. E siccome un sismografo si muove anche per molto meno…

        • Giulio

          Un Richter magnitudo 2 corrisponde a circa 15 Kg di TNT e la velocità di impatto è di molto superiore a 300m/s (almeno 10 a 100 volte tanto) per cui la conclusione finale è corretta: la massa era di molto inferiore a 10 tonnellate (giusto pochi chilogrammi).

          • martini ermanno

            Non sono affatto sicuro sulla equivalenza di 15 kg TNT con il Richter di magnitudo 2, dato che il Richter, se ben ricordo, assume come base un effetto misurato alla distanza del sismografo, con correzioni empiriche legate alla zona d’ombra e alla distanza stessa, nonchè alla durata dell’oscillazione. Tutti dati ignoti. Conoscere il tempo dell’oscillazione potrebbe darci indicazioni sulla ripartizione dell’influenza tra l’effetto dell’onda sonora e quello dell’impatto. La stima da me fatta si basa su ricordi degli effetti sulle case di un paese vicino, quando si facevano brillare in miniera (a cielo aperto) esplosivi per abbattimento di minerale. Quindi penso che 1000kg di tritolo sia un valore accettabile prudentemente. Anche la velocità è difficile stimarla: parlano di 20-30000 km/h, senza dire a che altezza e angolo di incidenza rispetto all’atmosfera, mentre la velocità di impatto è quella che conta, e bisogna tener presente che un meteorite che cade, giunto in atmosfera si dissolve in gran parte per attrito (di qui la scia luminosa) e che comunque, contrariamente a quanto sosteneva Galileo, la velocità di caduta dipende anche dalla massa.

          • Giulio

            Avevo preso il dato da internet, ma mi fido di più della sua stima basata su esperienza personale.

  • Più che di terremoto sarebbe meglio parlare di onda d’urto.
    Sembra una pignoleria ma la differenza è grande: il terremoto è causato da movimenti interni alla crosta terrestre mentre l’onda d’urto causa vibrazioni superficiali nel terreno a seguito della violenza dell’impatto. Il secondo fenomeno ha durata molto limitata e difficilmente causa danni ingenti (se lo facesse vorrebbe dire che gli effetti in superficie, cioè calore ed onda d’urto nell’aria, sarebbero estremamente più preoccupanti).
    Si stima comunque che la Terra sia colpita ogni anno da almeno un centinaio di meteoriti che il pianeta “raccatta” lungo il suo percorso. Bisogna ricordare che non solo la Terra ruota attorno al sole ma anche che l’intero sistema solare ruota nella galassia e contemporaneamente si muove localmente (verso Vega se non ricordo male). Insomma la possibilità di finire in mezzo a qualche rottame cosmico è abbastanza alta.
    Speriamo di non incrociare mai qualcosa di grosso.

    • martini ermanno

      L’onda d’urto (dovuta alla compressione dell’atmosfera per effetto della gran velocità del meteorite), è l’unico effetto nel caso di meteorite sufficientemente piccolo, tale da disintegrarsi in gran parte, o tutto, per attrito atmosferico. Il terremoto è “misurato” dai sismografi, che non fanno differenza se l’energia comunicata al terreno, varia al variare della profondità (zero per l’impatto di un meteorite, 4 km nel caso di Amatrice ecc). Anzi, le triangolazioni dei sismografi danno la posizione dell’epicentro che è la proiezione sulla superficie terrestre dell’ipocentro. Nel caso di un meteorite che impatta la superficie terrestre ipocentro ed epicentro coincidono.

      • martini ermanno

        E detto tra noi, sommessamente, (per non incorrere in dichiarazioni di eresia scientifica) non è affatto sicuro che la terra ruoti attorno al sole, (verificare l’esperimento di Michelson Morley…).

        • Giulio

          Esatto.

  • Ricky Raider

    L’onda d’urto prodotta dall’esplosione di un meteorite nell’atmosfera può provocare effetti sismici? Assolutamente sì… ma, alla luce della frequenza e del numero di tali fenomeni registrati ultimamente e qui riportati, la domanda, che nessuno sembra porsi, è:
    “Cosa diavolo sta succedendo?”
    Chi sa ce lo dica!
    Proviamo a ragionare su questo quesito, diversamente, è disperdere l’attenzione…

  • GStallman

    Non è semplicemente possibile che un meteorite provochi un terremoto.

  • Nicola

    Mi pare che sia in progetto la ricostruzione del Tempio a Gerusalemme. Hai visto mai che ricomincino a fioccare sfere di fuoco per l’evento?

  • ania aziz

    Vorrei solo suggerirvi un sito:
    http://www.royaldevice.com/lettere23.htm
    Ognuno tragga le sue conclusioni

  • Mikahel

    I meteoriti si frantumano all’altezza delle fasce di van hallen e non esplodono solitamente.