“L’intelligence americano aveva fornito dati erronei secondo cui ‘i russi stavano invadendo l’Ucraina”: lo ha rivelato al Parlamento francese il capo delle spionaggio militare (DRM, Direction du Renseignement Militaire) generale Christophe Gomart .   Come ha già avvertito un nostro precedente articolo, il generale lo ha spiegato durante l’audizione avvenuta il 25 marzo,   notando che nella NATO “è troppo preponderante l’intelligence americana”. Per esempio, ha aggiunto, “la NATO aveva annunciato che i russi stavano invadendo l’Ucraina mentre, secondo le

Leggi tutto

“Armeni, il primo genocidio del ventesimo secolo”: applausi dei media atei (come al solito) alle parole del loro caro ‘Papa Francesco’.     Poi si sono prodotti nello spiegare che gli armeni, nel 1915, furono sterminati dallo “impero ottomano”.

L’impero Ottomano non poteva ordinare nessun genocidio, perché allora – tra il 1915 e il ’18 – era vittima di un colpo di stato militare. A governare era una giunta che si era data il nome (massonico) di Comitato di Unione e Progresso

Leggi tutto

Mentre Obama si accanisce contro Putin, la Cina...

“La Cina ha fatto storia militarmente tre volte nella settimana”, ha titolato il Financial Times.
Giovedì, la fregata lanciamissili Lin Yi attracca nel porto di Aden, la città assediata dagli Houti dove infuriano i combattimenti, e imbarca 225 civili stranieri, cinesi e di un’altra decina di nazioni – rigorosamente asiatiche – e li porta in salvo a Gibuti: un’operazione ad alto rischio, coi militari cinesi in assetto di difesa bellica che si sono piazzati sul molo, brillantemente completata in 75

Leggi tutto

 

Dall’inerzia alla frenesia. I cristiani sono perseguitati, ha detto il Papa, che è simpatico ai media, e allora tutti i media si son messi l’elmetto. Prima, non se n’erano accorti.    E danno gran risalto ai politici: “l’opzione militare”, dice Gentiloni, è possibile per proteggere i cristiani perseguitati dal Califfato ed altri islamisti. Anche la opinione pubblica, o meglio “la ggente” se devo giudicare dai tweet eda ltri messaggi istantanei che arrivano a Radio Rai, Radio 24 eccetera, sono tutti

Leggi tutto

Dice da qualche parte Ortega y Gasset che la politica è lo strato superficiale della vita comune civile, allo stesso modo che l’epidermide è la superficie dell’organismo umano: le affezioni che si manifestano nella pelle, eruzioni, bolle, foruncoli, papule, eritemi, sono spesso solo sintomi di mali più profondi, interni e “centrali”, dalla sregolazione dell’apparato digestivo fino alla sifilide o alla lebbra. Allo stesso modo in politica. Sicché è sconfortante e risibile lo spettacolo del varo del “decreto anticorruzione”, con cui

Leggi tutto

L’informazione che viene dalla Russia disturba la verità ufficiale eurocratica. Russia Today e l’agenzia Sputnik hanno troppo seguito in Occidente. Il 19-20 marzo, nella riunione dell’Eurogruppo, – riferisce la Reuters – “i leader europei hanno incaricato l’alta rappresentante Mogherini di preparare, per il prossimo vertice di giugno, un piano d’azione per difendere la libertà dei media e i valori europei in Russia”.

Conquistare i russi ai “nostri valori”: deve trattarsi di diritto a propagandare la vita omo-sex, nozze gay, bestemmia

Leggi tutto

E’ stata tutta una corsa, una gara. Con sgomento dispetto e incredulità di Washington, tutti i suoi alleati si son precipitati ad entrare nella Banca Asiatica di Investimento e Infrastrutture (BAII) creata da Pechino: Germania, Francia, (incredibile) Italia, e persino il Regno Unito . Il governo americano ha “privatamente” rimproverato Londra per questo tradimento. Pubblicamente o quasi, ha espresso il dubbio che Stati non appartenenti al G-7 (ossia al Regno del Bene globale) siano capaci di operare prestiti e investimenti

Leggi tutto

putin_oppositors

Capisco che questo titolo può far trasecolare. Ma come? Da George Soros al National Endowment for Democracy, da Washington a Londra e a Parigi, dalla BBC alla CNN, dal Corriere a Repubblica, non fanno che promuovere, citare, intervistare gli oppositori di Putin. E spesso, finanziarli, addestrarli, prepararli ideologicamente nella speranza che un giorno accendano una Maidan russa. Per l’oscuro omicidio del povero Nemtsov hanno riempito pagine e speciali tv colme di dolore e di sdegno, implicando – o anche dichiarando

Leggi tutto