IL GIUDIZIO DI DANILO QUINTO SUL VOTO

La Vittoria del si al referendum e’ dovuta all’incapace, inetta e inesistente opposizione al Governo, che si e’ schierata – come avviene sul Covid19 da 9 mesi – con il potere comunista e del M5S, che ora, anche con l’esito delle elezioni regionali, puo’ andare ben oltre le elezioni presidenziali del 2023. Salvini e Meloni, mi spiace dirlo, sono l’altra faccia della stessa medaglia.

5 milioni di test rapidi nelle scuole! –

Danilo Quinto – 21.09.2020

Il “piano del Governo”, dicono i giornali, è quello di effettuare 5 milioni di test rapidi nelle scuole. A parte la forte dose di inattendibilità di questi test rapidi – quelli che si effettuano sulla saliva e danno il risultato in pochi minuti – chiediamoci quale può essere il senso di questo “piano”: Non sarà forse quello di individuare bambini e ragazzi “positivi”, di metterli in quarantena, in molti casi di allontanarli dalle loro famiglie e di mettere le rispettive famiglie in quarantena, oltre alle persone che hanno frequentato? Di svolgere, insomma, un “lockdown strisciante”, in attesa di codificarlo tra qualche settimana, dopo la vittoria del sì al referendum e l’esito delle elezioni regionali, che consolidano un potere che ormai può fare dell’Italia quello che vuole e andare ben oltre l’appuntamento delle elezioni presidenziali del 2023.

L’altro giorno, presentando un libro nel corso di una trasmissione televisiva su Rai3, Corrado Augias ha affermato: “Dobbiamo smetterla di avere nostalgia di quel tempo in cui pensavamo che l’uomo è fatto a immagine e somiglianza di Dio”.

Ecco, che cosa è avvenuto: abbiamo smesso di credere in Dio e abbiamo smesso di avere nostalgia di Lui. L’abbiamo definitivamente e inesorabilmente abbandonato. Non viviamo “giorno dopo giorno”, come ci ha insegnato Dio con le Sue leggi, che ci danno la possibilità – se usiamo fede e ragione – di distinguere oggettivamente il bene dal male, in attesa di poter vivere il bene in eterno, nella nostra vera Casa, che è quella Celeste. Viviamo “alla giornata”, in mano al potere terreno degli uomini, ai loro desideri, ai loro “disegni”, che si contrappongono a quelli di Dio e di Suo Figlio.

“Altari pagani” governano le nostre vite, ne fanno quello che vogliono, perchè noi disprezziamo il dono della libertà che Dio ci ha concesso: scegliere di stare con Lui o scegliere di stare con il Suo nemico. L’abbiamo già fatta questa scelta, l’hanno fatta i nostri progenitori, disobbedendo a Dio e alle Sue leggi, creando leggi “umane”, contrarie al volere di Dio, che per noi aveva previsto un “destino” diverso. Aveva fatto una “cosa buona”, come Egli stesso disse compiuta la Creazione e noi, con il peccato originale, abbiamo trasformato quella “cosa buona” in un anticipazione terrena delle fiamme dell’Inferno. Avevamo la possibilità di vivere su questa Terra, che Dio ci ha affidato, un’anticipazione del Paradiso ed invece abbiamo preferito vivere nell’angoscia, nel dolore, nella morte. Il male che è il padrone del mondo – con il quale Gesù, l’Uomo-Dio, ha combattuto durante l’intera Sua vita terrena, fino al Suo sacrificio – ha tentato in tutti i modi, nel corso dei secoli, di sottrarre l’uomo al suo Creatore. L’ha fatto, nel corso dell’ultimo secolo, dalle apparizioni di Fatima in poi, in maniera sempre più incalzante: attraverso dittature feroci, come il comunismo e il nazismo; guerre innumerevoli, come la prima e la seconda guerra mondiale; piani di sostituzione della popolazione occidentale con masse umane provenienti da altri continenti, facilmente governabili; stermini di massa provocati dagli aborti e dai sistemi di contraccezione; sovvertimento dei principi dell’ordine naturale, avvalendosi della cultura del gender, ormai dilagante. Tutto ciò non è bastato. Ora, la presenza di un virus – di cui non si conosce nulla a distanza di 9 mesi dalla sua “comparsa”, come sostengono unanimi tutti i clinici che non fanno parte delle istituzioni burocratiche che dettano le regole; che ha già subito decine e decine di mutazioni (rispetto alle quali, qualsiasi vaccino sarebbe del tutto inefficace); che miete vittime soprattutto nella popolazione anziana del pianeta (quella che costituisce per la cultura perversa che viviamo solo un “peso sociale); che tutto porta a ritenere sia un prodotto di laboratorio – viene usato per decretare una “dittatura sanitaria” strisciante, che incide in maniera irreparabile sulle singole vite delle persone.

Cristo dovè? Nessuno lo invoca. Neanche chi dovrebbe farlo per suo mandato “istituzionale”. Non lo fa perchè non crede in Cristo. Crede nell’uomo, nella desolata e arida Terra, in cui non può germogliare nulla senza l’amore di Dio.

Cristo, la Sua vita e la Sua morte, rimane vivo nel cuore e nella mente di quegli uomini e di quelle donne che restano – soffrendo, come mai è accaduto nel passato dell’umanità – nella Sua sequela, che non si piegano come foglie al vento, che combatteranno fino alla fine dei loro giorni nel Suo nome, senza mai temere nessun uomo.

https://gloria.tv/post/EEAF9wKty1An6Nw31EZei8jNN

——————–

Se volete acquistare il mio ultimo libro, “Maria e il serpente”, scrivete il Vostro indirizzo all’email pasqualedanilo.quinto@gmail.com. Lo spedirò a casa.

La donazione e’ di 18 euro. Si puo’ effettuare con:

– PAYPAL, al link PayPal.Me;
– BONIFICO su carta POSTEPAY intestata Pasquale Quinto
IBAN IT 54 Y 36081 0513820 1764601769 (Codice BIC/SWIFT PPAYITR1XXX per i versamenti dall’estero)
– RICARICA da un tabaccaio o alle poste su carta POSTEPAY intestata Pasquale Quinto numero 5333 1710 7086 6807 – Codice Fiscale QNTPQL56B10A662I

Print Friendly, PDF & Email