COME LA DITTATURA DELL’ ANORMALITA’ OPPRIME I NORMALI

Londra. A genitori cristiani vietato adottare figli. Alle coppie pedofile vengono dati senza problemi. Ecco i risultati.

(MB. Ormai questo tipo di notizie sono troppo numerose per parlare di rari  incidenti: coppie gay approfittano  delle leggi che consentono loro l’adozione di bambini per scopi ripugnanti, o mostrano una totale insensibilità  “materna”   verso i loro bisogni (“Si è scolata mezzo litro di latte, vuole solo ciuccio e attenzione”, così il 31  enne ha sbattuta la bimba adottata sulla parete spaccandole il cranio), o mostrano un  livello morale abietto,   hanno comunque comportamenti distorti, spietati e malati, com’è logico:  sono “contro natura” nel più evidente e pacchiano senso della parola.)

Invertiti sfruttano “loro” figlio  adottivo in rete pedoporno

Dai media:

“Mark J. Newton e il suo compagno Peter Truong, due esperti informatici, facevano parte di quell’anello pedopornografico definito Boy Lovers Network, una rete internazionale di pedofili.

La coppia in prima istanza aveva prima cercato una madre surrogata negli Stati Uniti, senza riuscirci, poi avevano deciso di rivolgersi a una donna russa che aveva accettato, dietro pagamento di 8000 dollari, di prestare l’utero per poter mettere al mondo il “loro” bambino. Il padre biologico del piccolo Adam è Mark Newton, mentre Peter Truong era considerato il padre adottivo. Il neonato è stato consegnato alla coppia solo cinque giorni dopo il parto, nel 2005.

I due cari papà con il bambino adottato per “usarlo”.

Una volta rientrata negli USA la coppia ha riempito le reti televisive con le loro interviste in cui raccontavano la storia di come erano riusciti, attraverso la rete, a trovare la madre surrogata che aveva permesso loro di coronare il sogno di diventare papà.

Il bambino aveva solo 22 mesi quando venne abusato dai ‘genitori’ per la prima volta. Da quel momento in poi gli abusi si sono susseguiti e quello che accadeva in quella ‘famiglia’ sui generis veniva videoregistrato e immesso nella rete del circolo pedopornografico.

In un momento successivo il bambino è stato anche messo a disposizione di altri membri dello stesso circolo di pedofili in Australia, Francia, Germania e negli Stati Uniti.

Il primo arresto di Newton e Truong è avvenuto nell’estate del 2011 dopo che la polizia australiana aveva scoperto del materiale pedopornografico che ritraeva la coppia con il bambino, materiale che era stato trovato in possesso di cultori australiani dello specifico orientamento sessuale.

All’inizio i due avevano affermato che il loro arresto era legato solo al fatto di essere una coppia gay, affermazione prontamente smentita dall’ispettore Jon Rouse che dirigeva la task force antipedofilia Argos, il quale ha dichiarato all’emittente Seven News: “Se si fa del male a un bambino, non mi interessa il genere di chi compie l’azione. Il nostro interesse è il bambino e non la vostra preferenza sessuale”.

Mark Newton è stato condannato a 40 anni di carcere per abusi sessuali commessi su un bambino russo adottato, mentre il suo compagno Peter Truong è stato condannato a 30 anni di reclusione, sempre negli Stati Uniti.

“Essere padre è stato un onore e un privilegio che ha scandito i migliori sei anni della mia vita”, ha affermato Newton poco prima della lettura della sentenza che lo condannava.

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/pedofilia-che-non-fa-notizia-se-non-coinvolge-i-preti/

 

________________________

Due gay e due lesbiche si contendono per sei anni due bambine. Giudice: «Il caso più brutale al quale abbia mai assistito»

“L’infanzia di due bambine di 9 e 13 anni è stata «irrimediabilmente rovinata» dalla follia di quattro adulti nel caso più «teso e brutale» al quale il giudice inglese Justice Cobb abbia mai assistito. Così si è espresso lo stesso Cobb, chiamato a decidere della potestà di due bambine contesa da sei anni da una coppia di gay e una di lesbiche (le cui generalità sono tenute segrete anche alla stampa britannica).  [la  loro privacy prima di tutto]

IL CASO. Gli uomini avevano deciso di donare alle donne il proprio sperma per permettere loro di avere figli. Ne sono nate le due bambine in questione, figlie geneticamente di uno dei due uomini e di una delle due donne. La causa è cominciata quando i due uomini hanno rivendicato il diritto di essere presenti nella vita delle due minori ma le madri gliel’hanno negato. Per il processo le due coppie hanno speso in avvocati mezzo milione di sterline e coinvolto una sfilza di giudici che hanno emesso più di 30 ordinanze.

VITE DISTRUTTE. Il giudice dell’Alta corte ha stabilito definitivamente che gli uomini hanno diritto a vedere la bambina più piccola in poche occasioni, rigidamente stabilite, mentre possono solamente scrivere alla più grande. La lunga causa ha avuto «un effetto distruttivo sulle parti», scrive il magistrato nella sentenza. La madre genetica entra ed esce da anni da una clinica psichiatrica, è diventata in tutto dipendente dalla «partner», che nei suoi confronti è però diventata «indifferente e spietata».
Le donne inoltre, affermano gli assistenti sociali che seguiranno l’educazione delle bambine, hanno separato le figlie dal mondo, costruendo «un alto muro» per escludere chiunque non la pensi come loro”.

 

INVERTITO-MOGLIE UCCIDE LA BIMBA ADOTTATA (18 MESI)

 

“E’ Satana, VUOLE SOLO CIUCCIO E ATTENZIONE. Una vera diva. S’è appena scolata mezzo litro di latte….”. È questa la motivazione-choc che
Matthew Scully-Hicks dietro l’omicidio della piccola Elsie, adottata insieme
al “marito”  e morta ad appena 18 mesi.

http://www.ilgiornale.it/sites/default/files/styles/large/public/foto/2017/1
1/07/1510058064-untitled-design-2.jpg

 

Lo scorso maggio  racconta il Corriere,

(http://www.corriere.it/esteri/17_novembre_07/padre-gay-uccide-figlia-adotti
va-gb-condannato-638d0548-c39c-11e7-8679-22cd098c4574.shtml>)

il 31enne ex istruttore di educazione fisica del Galles ha preso
la bimba e l’ha sbattuta più volte contro la parete, fratturandole diverse
parti del corpo e il cranio. Poi l’ha lasciata – agonizzante – per quattro
giorni prima di portarla in ospedale. Ospedale dover per altro era già stata
portata almeno altre quattro volte in passato per fratture e abrasioni. In
quelle occasioni, però, i medici avevano creduto alle bugie raccontate dal
genitore. E nemmeno i servizi sociali avevano mai sospettato degli abusi, al
punto che solo due settimane prima che la bambina morisse avevano approvato
l’adozione definitiva per la coppia gay (che ha adottato anche un altro
bambino).

Il “mammo” e la bambina che ha adottato e massacrato.

“La bimba era vulnerabile e senza difese”, ha ricostruito in aula il pm Paul
Lewis Qc, spiegando che la piccola è morta a causa delle “ferite
catastrofiche” inferte dal papà adottivo. Scully-Hicks ha negato l’omicidio,
ma i vicini di casa lo hanno sentito urlare parolacce nei confronti della
figlia e in alcuni sms inviati al marito la definiva “Satana vestito da
bambina”: “Si è appena scolata mezza bottiglia di latte e ora strilla che ne
vuole ancora”, scriveva Matthew al partner, “Si sveglia ogni notte ad
intervalli regolari, vuole soltanto il ciuccio e attenzione, è una vera e
propria diva”.

Scully-Hicks è stato condannato oggi all’ergastolo con almeno 18 anni di carcere da
scontare.

 

Inghilterra:  a coppie di coniugi che si professano cristiani  interdetti  l’adozione e l’affido di minori, 

Da La Nuova Bussola Quotidiana 11 marzo 2011.

L’Alta Corte di Giustizia d’Inghilterra e Galles ha emesso una sentenza in base alla quale a una coppia di coniugi cristiani, appartenente alla comunità pentecostale, è stato confermato il divieto di affidamento di bambini. Ciò,  a causa dei loro principi morali in materia di educazione sessuale e omosessualità. L’Alta Corte ha di fatto stabilito che i principi morali basati sulla fede dei coniugi sono «ostili» per l’educazione dei bambini. I coniugi, Owen e Eunice Johns, in particolare, avrebbero espresso – secondo quanto stabilito dalla Royal Courts of Justice – opinioni contrarie all’omosessualità, violando per questo il rispetto dell’«Equality Act» 2010 (la legge che punisce discriminazioni sulla base del sesso) che condensa una serie di normative che tutelano i diritti degli omosessuali. La legislazione in materia, risalente al 1965, si era infatti notevolmente arricchita nel tempo anche in attuazione di alcune direttive europee. I coniugi – che nel passato avevano già ricevuto in affidamento una quindicina di minori – si erano appellati all’Alta Corte contro un provvedimento del municipio di residenza (Derby), con il quale era stata bloccata la loro richiesta di accogliere e assistere per brevi periodi nella propria abitazione anche bambini e bambine al di sotto dei dieci anni di età, senza famiglia naturale o con problemi psichici, in quanto si erano rifiutati di aderire all’Equality Act.

‘Equality Act vieta qualsiasi discriminazione nei confronti delle coppie omosessuali e prevede, fra l’altro, anche la possibilità, per queste, di adottare bambini. In pratica, le agenzie britanniche di adozioni che ricevono finanziamenti pubblici, non possono fare differenza sulla base degli orientamenti sessuali delle persone che chiedono di poter avere cura dei bambini, ma questo ha implicato per diverse strutture cattoliche la chiusura delle attività. […]

I coniugi hanno sottolineato che la propria fede cristiana non ha comportato alcuna discriminazione.”.

 

MB:  No, sono i giudici che stanno facendo una discriminazione odiosa –  dovrebbe essere vietato per leggere escludere  una famiglia da un qualunque diritto per  il tipo di religione che professano. Generalmente, i giudici non vanno a sindacare  sulla religione – anzi, recentemente hanno dato in affido una bambina cristiana ad una coppia  musulmana, proprio  esponendo questo motivo per la loro decisione.  E’ vietatissimo discriminare in base agli “orientamenti sessuali”  dei genitori adottivi; come mai invece dei magistrati possono  e devono discriminare in base agli “orientamenti religiosi” di una coppia? Anzi:  come vediamo, lo fanno  solo se questi hanno “orientamenti” cristiani. E  corrono il rischio di educare bambini a valori cristiani, invece che omo-pedo-porno,  o  come musulmani.

Perché solo in quel caso possono sindacare quale religione professano, ficcando il naso nelle coscienze e nella loro libertà di coscienza? Non è all’opera evidentemente un esecrabile e abietto  “pre-giudizio”?  Non dovrebbe essere odioso giudicare in  base a “pre-giudizi”?  E’ evidente qui il pregiudizio:  ciò che è “cristiano”, per definizione, è  male ed esclude dalla società?  E’ la  conseguenza speculare della “liberazione” omosessuale: loro non hanno da essere discriminati, ma  i cristiani  devono esserlo.

Chi non   riconosce che viviamo sotto una dittatura occidentale, un totalitarismo LGBT, non ha capito nulla.  Come  ogni totalitarismo,  anche questo ha le sue vittime.  Bambini adottati.

 Nel caso di cristiani, invece, il pregiudizio odioso  della discriminazione per motivi religiosi si può praticare senza nessun timore di violare una regola. Perché  il politicamente corretto (diventato legislazione) che punisce chi osa chiamare “anormali” gli invertiti,  approva  l’emarginazione dei normali, con idee e fedi normali.

 

Peggio  della tecnocrazia è  la tecnocrazia incompetente

 

Di fronte allo spettacolo di  tecnocrati di Bankitalia che si scontrano cui tecnocrati di Consob scaricandosi il barile della loro colpa di non aver vigilato e di aver coperto luridi banchieri e predare i risparmiatori loro clienti,  i casi sono due:  o sono  disonesti, o sono incompetenti.

Ora, viene la domanda: com’è che questa tecnocrazia è così incompetente? Con quali concorsi, quali titoli ed esami, quali pubblicazioni su riviste di economia,  hanno raggiunto queste poltrone strapagate, senza averne le capacità tecniche? Il dubbio è che non ci siano stati concorsi, esami e  pubblicazioni. Che questi siano stati cooptati, incompetenti da  altri incompetenti; disonesti da altri disonesti; che il problema siano proprio   quegli stipendi pubblici milionari, che attraggono  gente che fa parte di cosche pubbliche che i posti se li spartisce, di cordate  conniventi di cui nulla sappiamo – se non di danni che producono.

Infatti apprendiamo che “aleggia  inquietudine”  lassù   ai   “vertici istituzionali”, ossia Mattarella non vuole che si processino i tecnocrati incompetenti:la loro immunità e insindacabilità   che viene insieme agli alti stipendi  come fringe benefit.  Nessuno li  può giudicare, altrimenti si danneggia, “la credibilità complessiva del paese., e si rischia di “tirare in ballo in questo processo sommario, politico e mediatico, “l’uomo che ha salvato l’Italia”  (Sic lo Huffington Post) – Mario Draghi,il Venerato Maestro, l’Intoccabile Divinità, la Riserva della Repubblica  che ci hanno  già preparato a governarci.  Quello che – ricordiamolo  da Goldman Sachs  – ha suggerito alla Grecia i trucchi rovinosi per entrare nell’eurozona senza averne  i requisiti – e poi, da banchiere centrale europeo, ha gestito la depredazione, oppressione e spoliazione della Grecia   che paga colpe sue.

Draghi era governatore di Bankitalia  quando autorizzò il Monte dei Paschi di Siena di comprare Antonveneta per 17 miliardi di euro, quando MPS aveva solo un capitale di 5;  qui, dire che fu incompetente è adottare la tesi più benevola.

(Il Quirinale preoccupato che Draghi possa essere tirato in ballo per l’operazione Mps-Antonveneta

http://www.huffingtonpost.it/2017/11/09/il-timore-che-londa-arrivi-a-francoforte-il-quirinale-preoccupato-che-draghi-possa-essere-tirato-in-ballo-per-loperazione-mps-antonveneta_a_23272298/)

Nessuno che sollevi il  problema centrale: che noi come popolo italiano abbiamo rinunciato alla sovranità politica, per demandarla a questi tecnocrati tecnicamente incompetenti, malvagi, ingiudicabili, superiori alla legge e al diritto, difesi dai “vertici istituzionali”. La pericolosità di un simile regime – che si può solo definire dittatura- è  ovvia. Ma non viene discussa pubblicamente – il che comprova, se fosse possibile, la sua natura totalitaria.

Per esempio, tutte le colpe vengono gettate su Matteo Renzi, che ha osato chiedere la non-riconferma di Visco, il pagatissimo, incompetente (se non peggio) tecnocrate della  Banca d’Italia.

La convocazione in commissione parlamentare dei due incapaci tecnocrati di Consob e Bankitalia, scrive il sito di cui sopra, “dopo la riconferma di Ignazio Visco alla guida di Bankitalia, il che sembra suonare quasi come una vendetta dell’ex premier, per la serie: se fosse stata recepita l’indicazione del Pd a sostituirlo, le cose sarebbero andate diversamente”- Ora, vi sia pure antipatico Renzi, ma ha avuto ragione su Visco.   Il suo solo torto è di averlo detto;  tutto il sistema, a cominciare dai suoi piddini, stava per non riconfermare Visco.  L’ha riconfermato  non perché lo ritenga competente, ma per  contraddire Renzi – che fa quasi tenerezza per come ha  torto anche quando ha ragione.  Adesso abbiamo un incapace (ipotesi più benevola: l’altra è che sia un  complice) per altri sei anni.

A Ostia c’è la Mafia? Anche all’ATAC, e alla RAI…

Sia consentito unire la mia vocina a canea  ululante che va avanti da giorni da  parte dei giornalisti perché uno di loro s’è beccato la  testata da quel tale Spada. Molti abitanti del luogo hanno applaudito e approvato il picchiatore: non perché sono mafiosi come hanno ululato i media, ma perché la gente del luogo ha capito benissimo che ai  giornali e tv che ci sia  la mafia ad Ostia non importa un fico; lo sanno da anni e mai ci hanno fatto un servizio nazionale;  che se sono accorsi a squadroni, è perché Casa Pound ha preso il 9% in  una elezione   poco  significativa (con il 60% di astenuti, le percentuali sono ingigantite), hanno fatto scattare  la tromba dell’antifascismo, innescato il riflesso condizionato della Resistenza avanti al “pericolo nero” , e volevano a tutti i costi dimostrare che Casa  Pound “è”  contigua alla Mafia, che  “il fascismo” è  parte integrante del “degrado  della città”.

La domanda invece è: come mai ad Ostia ci sono famiglie mafiose indisturbate? Peggio: come mai a Roma domina una cosca mafiosa degli zingari Casamonica? Come mai sono i veri padroni della città?   Come mai i “vertici delle istituzioni”, che non tollerano critiche ai tecnocrati incapaci, tollerano la presenza vergognosa dei Casamonica  nella capitale: questo non lo inquieta per l’immagine che dà dell’Italia?  Non  fa vergogna al  Quirinale di  avere tali vicini  di casa?

Come mai  i procuratori, così pronti ad  aprire  fascicoli e sbattere in galera preventiva, qui non riescono a  liberare la Capitale da una famiglie di farabutti da  opera buffa? Come mai la polizia non  ripulisce?

“I pm non hanno strumenti”,    si lagna  Alfonso Sabella sul giornale di categoria dei giudici, Il Fatto Quotidiano. Questo Sabella è “stato sostituto procuratore del pool antimafia di Palermo di Gian Carlo Caselli”,  con l’aggravante di essere stato pure  Assessore alla legalità del Comune di Roma  con delega sul litorale di Ostia.

 

Dunque è lui il tecnocrate,  il competente, il responsabile  – si può  dire   senza essere arrestati?  – della “legalità” vigente a Roma.  Non ha strumenti?  Il pool antimafia di Caselli di cui ha fatto parte è famoso per essere fra i più  manettari   d’Italia, e  gli strumenti se li creava o faceva dare dalla politica, quando servivano  per le sue persecuzioni e i suoi teoremi, tipo l’accusa   falsa  ad Andreotti, e la persecuzione  giudiziaria di Bruno Contrada:   il superpoliziotto che, non aderendo   ai teoremi  del PCI , è stato ingiustamente sbattuto in galera per “concorso esterno in associazione mafiosa” (un  orrore giuridico , e uno “strumento”   che i pm si sono fatti forgiare quando hanno voluto  per  abusarne). Solo dopo otto anni di persecuzione, la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha restituito l’onore a questo servitore dello Stato: mostrando  “che non poteva essere processato perché il reato contestato – concorso mafioso esterno, appunto  – non era previsto dall’ordinamento all’epoca dei fatti. Nullum crimen, sine lege. L’Abc del diritto”.

Perseguitateli come perseguitate gli artigiani!

Capito? I tecnocrati dell’accusa si sono inventati lo “strumento” per perseguire  e distruggere  Contrada; e non sanno trovare uno “strumento” per liberare la Capitale dai  Casamonica.   Non  trovano “prove” per condannarli? Ma scusate, le intercettazioni telefoniche 24  ore  su 24, per i Casamonica non si fanno?  E l’uso dei pentiti   di cui tanto si sono serviti, qui non vale?

Ma non c’è bisogno. Ci sarebbero mille modi per, semplicemente, rendere scomodo e  sgradevole il domicilio dei Casamonica a Roma,  rendergli invivibile il soggiorno,   e convincerli, almeno, a traslocare altrove.

Senza essere un tecnocrate, il vostro cronista si sente di dare un suggerimento: utilizzi, lo Stato,   le ispezioni a  sorpresa della Guardia di Finanza,   gli accertamenti a tappeto della Agenzia delle Entrate, le ingiunzioni di pagamento  milionarie, le cartelle pazze – insomma tutti i metodi  e strumenti persecutori   che lo Stato incompetente sa usare benissimo per stroncare  le modeste attività economiche commerciali, punire ed asfissiare, quando non indurre al suicidio, i piccoli imprenditori e artigiani, rassegnarli come minimo a ritirarsi e chiudere.  La nonna salumiera multata dalle Fiamme Gialle per aver dato il panino al prosciutto  al nipotino senza fare  lo scontrino, potrebbe aggiungere altre  idee, altri “strumenti”.  Tempo fa un piazzaiolo è stato multato di 2 mila euro perché gli agenti l’hanno beccato – farabutto – a farsi aiutare dalla moglie nella pizzeria, senza averla assunta.  Si è tolto la vita.  Com’è che invece i Casamonica sono lì,   allegri e  protervi, ricchissimi,  il capostipite è stato celebrato come il Re di Roma,  e possono esibire le loro ricchezze?

Non ci sono gli strumenti, per i disonesti veri. Per  le persone normali, gli strumenti ci sono. E’ la conferma della teoria: una sistema del diritto che impone il rispetto della “anormalità”,   opprime i normali.

E ai colleghi giornalisti ululanti per la  testata di Spada: avete scoperto che a Ostia c’è la mafia?  Ma anche all’ATAC c’ è la Mafia –anzi è una mafia. Anche all’AMA è mafia. Anche l’Alitalia.  Anche la Rai   ci sono le mafie altrimenti non si spiega Fabio Fazio.

Ritratti compiaciuti della suburra.

Che poi, film e serie televisive    come “La Piovra”,    film come “Gomorra”,  “Suburra”   eccetera  glorificano   capetti mafiosi, eroi negativi, e  ne fanno  modelli per questi Spadaro. Poi è colpa di Spadaro se agisce da piccolo mafioso. Ma ha imparato  dove?

Ho saputo che, dopo 10 anni di rovinosa gestione tecnocratica della crisi,  sotto il tallone di un regime anormale che ha lasciato distruggere il 25% delle nostre industrie e perdere 850 mila  posti di lavoro,   l’Italia è  ancora la settima potenza industriale  mondiale, ed è la seconda potenza in Europa, dopo la Germania; la Francia resta sempre   dopo di noi.   Di cosa saremmo capaci, se non avessimo da subire  il peso morto di questi poteri parassitari,  con la  palla al piede di  tre Regioni malavitose da mantenere. 

Print Friendly, PDF & Email

28 commenti

  1. Manuela Pirnet

    Il suo superbo dire dovrebbe esser gridato nelle strade e nelle piazze,dar modo alle menti di pensare,togliendo la ruggine dai neuroni, far trasalire le anime drogate dal neolinguaggio.”Tutto va ben Madama la Marchesa..va très bien”.Dal piccolo al grande,dal grande al piccolo le infamie si moltiplicano .Gli zombies applaudono,gli innocenti vengono eliminati.Lumini,nastrini peluches per cancellare anche il ricordo che esiste la Memoria.

  2. Flavio Talassio

    Elezioni, concorsi e meritocrazie sono favole per i mangiapatate.
    Ogni civiltà è governata da una elite e di essa soltanto ne è l’espressione più o meno conscia.
    E’ nell’ordine delle cose che ogni civiltà, prima o poi, esaurisca la propria linfa vitale e si irrigidisca fino ad essiccarsi totalmente. Perché ciò avvenga, da un punto di vista “nomotetico”è del tutto irrilevante. Ciò che è importante è constatare l’ineluttabilità di un tale destino e provare a preconizzarne il definitivo compimento nel caso di specie.
    Una civiltà si dilegua dal palcoscenico della storia quando l’elite che le ha infuso, ai suoi primordi, la propria infa vitale, soprintendendo successivamente con zelo al delicato meccanismo di riproduzione delle “forme” che la animano, dispare.
    La capacità di sopravvivenza di una civiltà è sancita dall’ abilità dell’elite che la regge di rinnovarsi “ex sese” tramite il sistema della cooptazione, unico e solo strumento dimostratosi valido nell’adempimento di un simile compito ( che la si mascheri da libera elezione o che si utilizzino le solennità di un’investitura, non cambia il fatto che di cooptazione si tratta! Mera questione di “stile”.). Il fatto che l’elite tecnocratica recluti solo imbecilli costituisce semplicemente l’ennesimo sintomo della sua decadenza, insieme alla crisi religiosa e morale che la pervade, alla scelta del sistema di governo democratico, alla “parità di genere” etc.
    L’unico problema è che, nonostante sia già morta interiormente ed esteriormente, per essere definitivamente estirpata dal terreno che ha contribuito a rendere sterile, essa dovrà per forza di cose essere soppiantata dal sorgere di una nuova elite, di cui, a tutt’oggi, non se ne intravedono neanche i germogli…
    Sarà quindi una civiltà esterna, cioè una civiltà che non aderisce al suo sistema valoriale ( e ricordo che la Cina lo fa), a scalzare la tecnocrazia mondialista ed ONUsiana.
    Se una simile civiltà dovesse oggi emergere repentinamente dalle acque salmastre della storia, e talvolta accade ( invasione araba del VII secolo contro gli Imperii classici), la parabola della (In-)Zivilisation ONUsiana si concluderebbe nell’arco di settant’anni. In caso contrario, l’Anti-civiltà potrebbe vegetare sotto forma di scoria per altri mille…

    1. Backward

      @Flavio Talassio
      Precisamente così! E purtroppo non vedo all’orizzonte alcuna elite portatrice di valori tradizionali, probabilmente nemmeno nel mondo islamico. La Modernità sembra aver distrutto non solo il presente, ma anche il futuro.


      1. per ora Bashar Al Asad resiste e il Cristiano Greco ortodosso Putin pure. In Egitto Al Sisi ha messo in carcere quel Morshi della confraternita massone anglogiudea ed è difeso dal cristianesimo copto. Ottimismo, almeno nel mondo Islamico. La penisola italica invece ha 113 basi ameri cane …

        1. Backward

          Purtroppo Putin, Assad o Al Sisi non sono anti-moderni, sono solo versioni meno virulente della Modernità. Tutti mirano ad estendere l’industrializzazione anziché ad umanizzarla, tutti agiscono in funzione dell’economia anziché dell’uomo. Beninteso, nel mondo moderno il vero tradizionalista non ha alcuna probabilità di accedere al potere, tantomeno di conservarlo, quindi la mia non è una critica ai quei tre leader ma una constatazione del fatto che la Modernità non lascia scampo.


  3. Tre articoli folgoranti in uno. Colpiscono la testa del sistema (potere finanziario), il cuore del sistema (potere mafioso, ubiquitario e neurale) e il corpo (potere sessuale). In una parola L’ANTITRINITA’


  4. la “norma” da cui deriva il comportamento “normale” è un concetto statistico… diversamente da come si usa nel linguaggio comune, dire normale o non normale è un po come dire alla moda o non alla moda… è un concetto che segue l’opinione diffusa; il discriminante è fra giusto e sbagliato, purtroppo tante cose sbagliate sono diventate normali e l’opinione pubblica e la politica tendono a perseguitare quei comportamenti giusti ma anormali; oltre alla magistratura ai corrotti e incompetenti alla polizia europea , la psichiatria è il formidabile strumento di persecuzione dei comportamenti giusti ma divenuti anormali perche devianti dalla norma seguita dai più …mentre la sociologia riconosce il ruolo creativo e di rinnovamento sociale della devianza, la psichiatria e la psicologia mirano a soffocare la devianza e normalizzare tutti, senza porsi minimamente il problema se su comportamenti giusti o sbagliati) tutte queste cose sbagliate si possono affermare perche le masse sono ossessionate dall’idea di essere “normali” fino al punto di non opporsi a comportamenti sbagliati, perchè cosi fanno anche gli altri… Luer King diceva “non temo il fracasso dei malvagi ma il silenzio dei giusti” e i giusti stanno in silenzio perche ossessionati dal’essere come gli altri, dalla paura di essere ritenuti anormali fuori dalla moda e dal tempo.


  5. La campagna mediatica e giuridico-giudiziaria diretta all’eliminazione della legittimità del ruolo di padre di famiglia è passata troppo a lungo impunemente. Un errore veniale di un padre naturale di famiglia onesto è condannato per direttissima, depravazioni mortali contro la legge vera vengono promosse, l’un aspetto comporta l’altro. Così che, senza più prole perché la falcidiamo fisicamente e moralmente, veniamo invasi.


    1. e allora è sempre tempo di una filiazione Divina procliva ad assolvere quelli che sono sempre stati palesi essere i limiti umani dello Stato. Se oggi la DC non c’è più è anche perché manca sempre più la religiosità. Uno sguardo al mondo Islamico, quello vero, non dei petrodollari sionisti, non credo possa rendere più ciechi di quanto già non si sia


  6. E’ un quadro a macchia di leopardo,come lo e’appunto la realta’,e lo sara’ ancora per anni(probabilmente non decenni,ma prima peggiorera’ e le macchie nere saranno piu’ grandi e piu’numerose).Finora a volte i reati vengono puniti,e i perseguitati alfine trovano un po’ di giustizia(Andreotti,Contrada).Ringraziamo Cristo per questo.Visco stava per essere sostituito,ma il sistema ha le sue leggi non scritte.Questi equilibrismi non sono novita’.Inquietanti le connivenze di una parte della magistratura con massonerie e delinquenti comuni.per un cristiano che ricopra alte cariche,gli equilibrismi di democristiana memoria non sono ignobili di per se’,ma anche necessari,perche’ non e’ facile e non lo e’ mai stato,anche se i piccoli palloni gonfiati non lo potevano e non lo possono capire ,e cosi’ creavano leggende metropolitane come quella su Andreotti.Famoso il racconto di Indro Montanelli su Evangelisti,collaboratore di Andreotti:a una riunione,quando uno dei partecipanti dette del figlio di..a un altro,lo ,interruppe e disse:”Amici,sia chiaro,qua figli di… lo siamo tutti”.Poi c’e’ di peggio,si capisce.Dispiace moltissimo per il pizzaiolo che si uccide:per “cosi’ poco” tra virgolette,che e’ anche moltissimo,tutto,e infatti uno a dire “poco”rischia di passare per snob o str.. insensibile:specialmente presso i sedicenti cristiani un po’ incoscienti e un po’ millantatori,ma molto demagogici e vittimisti,come lo sono le sciurette.Questa mancanza di cultura vera cristiana tra gli aspiranti cristiani e perbenisti,e’ forse la vera sconfitta,anche se la sofferenza la riscattera’.Aiutiamoci a diventare forti “dentro”,perche’ questo serve, e non vendere aria fritta e utopie,rubacchiando credito e fiducia di cui non si e’ all’altezza se non quanto a incoscienza(che e’ controproducente).Come cristiani nel mondo possiamo chiederci chi era veramente il Cristo:un perfettino ,del tipo di quelli odiati dall’inossidabile Borghini ,sindaco di Milano ai tempi di Ivo Chiesa,ma anche da Berlusconi e da trequarti d’italiani,praticamente un “disfattista”?Oppure uno che “lasciava passare”?Come in molte cose, nel Vangelo,il cristianeimo e’ la religione dell’et…et.. e in altre e’ quella dell ‘o.. o… A partire dal Dio Uno e Trino.Dal moscerino filtrato dai farisei e dalla pagliuzza e il trave.Eppero’ il fine non giustifica i mezzi,non e’ lecito compiere il male per trarne il bene ne’ fare un male minore per evitarne uno peggiore:lo sapeva il card. Caffarra ,bene, ma sono certo che non lo sanno certi suoi velleitari seguaci,che se fossero in posti e cariche delicati si dimostrerebbero inadeguati e contraddittorii o ipocriti senza neanche rendersene conto.Questo e’ il problema.Dice l’Apocalisse.”L’empio accresca la sua malvagita’ e i giusti si perfezionino”.Quando Cristo rispose al quesito sui tributi,non fece il furbetto dialettico.per portare a casa il risultato ma salvando la faccia,senno’ avrebbe portato a casa una refurtiva,parlandone come uomo: diede invece una risposta seria ,strutturale.Se vogliamo fortificarci interiormente,meditiamola,intendiamola,e una volta intesa,proviamo ad applicarla nella pratica nostra,quotidiana,e ,con l’aiuto della immaginazione,in quella dei cristiani che ancora hanno responsabilita’ in cariche alte e delicate,e dei cristiani che le ebbero.Cosi’,forse,ci togliamo un po’ di latte dalle labbra che ancora ne recano le tracce,e crescono l’umilta’ e la carita’ vere,che stanno alla base di tutto.Quel che e’ di Cesare passa,come la figura di questo mondo,e gli ultimi cristiani vivranno di miracoli e mangeranno Eucarestia.Per questo quelli che vogliono essere giusti filtrano il moscerino nella propria condotta,mentre i malvagi lo filtrano in quella degli altri,e le” sciurette” fanno loro codazzo.


  7. Il titolo dell’articolo delinea nettamente che sta imperversando il regno dell’Anti-Cristo,
    In ossequio alla summa dell’articolo precedente dove si parlava dell’apoteosi del male “per risvegiare le coscienze”sarebbe il caso che ci mobilitassimo tutti noi di varia destra sociale per combattere le forze del male che spadroneggiano impunemente. Mi permetto di riportare un mio commento dettato dalla furia e fretta su Face-Book in merito alla mobilitazione della destra in Lombardia con la Meloni e ….La Russa(non è russo) in fotoin primp piano.

    MAH! ad essere obiettivi FoRza Nuova ed il suo leader ,Massimo FIORE , rappresentano la migliore espressione per una rinascita nazionale intrisa di rispetto per i migliori valori di cui l’umanità possa usufruire: Dio ,Patria e Famiglia. Comunque va detto che l’Italia esssendo depositaria della tradizione cattolica , la migliore in ASSOLUTO, HA UNA POPOLAZIONE PROTESA NATURALMENTE AI VALORI SUDDETTI PER CUI RIMANE FONDAMEnTALMENTE ED ETERNAMENTE FASCISTA E PROLETARIA NEL SENSO NOBILE DELLA PAROLA E NON NELLA IMPOSIZIONE FALSA DEL MONDIALISMO MASSONE. Per questi motivi rimane oggetto di particolare attenzione ed aggressione da parte dei poteri sataNICI MONDIALISTI DI CUI LA NATO è il braccio armato.DETTO CIO, E’ CHIARO CHE SI FA DI TUTTO PER EVITARE CHE SI FORMINO GOVERNI DI “DESTRA ” Perchè sono obtorto collo ANTI -MASSONERIA pur avendo infiltrati della Massoneria. La Russa ebbe a dichiarare in tivù che noi andiamo in Afghanistan per evitare che loro vengano da noi….. Non so se mi spiego. E ultra.palese che i grillini sono certamente pappa e ciccia con la sinistra massone per cui scordiamoci le istanze paracule ed accattivanti con cui Grillo è riuscito a rompere l’ennesimo naturale approdo degli italiani, una popolazione unica nel mondo, verso la Destra Sociale . Unica compagine politica protesa al bene SOCIALE DOVE PER SOCIALE SI INTENDONO TUTTE LE CATEGORIE COMPRESI I PENSIONATI.Insomma, basta fare gli ipocriti moderati che poi significa inginocchiarsi alla usura mondiale perchè non ci tartassi piu di tanto. Siamo ai limiti dell’APOCALISSE. E ‘ GIUNTA L’ORA DI COMBATTERE IN CAMPO APERTO LE MENZOGNE GLOBALI che ci affligono. La cosiddetta sinistra è nuda nelle sue menzogne più spudorate . E ultra.palese che sono gli utili e consapevoli idioti del potere bancario , altro che il benessere degli operai. Signori è l’ora che il Destino a volte segna. Bando alle ciance ed avanti con la Rinascita Nazionale per il bene dell’Umanita’, anche dei nemici perchè non sanno quel che fanno.


  8. “Bando alle ciance”….. 🙂 :sono stato giovane anch’io e con un discorso cosi’ ci mettevo la firma e ci andavo a nozze,negli anni’70 che erano piu’ tosti di questi,e fatti da gente piu’ tosta,anche se questi sono piu’ apocalittici.Ho cercato di fare la mia parte,come anche adesso,andando a votare F.U.A.N. all’Universita’,quando rischiavi di farti rompere la testa,e per il referendum antiabortista di Gabrio Lombardi.Etc.etc.Da anni ho firmato per uscire dalla NATO,p.es.e da allora sono raddoppiate le firme.Piu’ di 6 volte quelli che hanno fatto la marcia a Roma con voi.Uno puo’ subito pensare:”Ecco il solito anziano rompipalle che parla di se’ “e invece non m’interessa parlare di me.Mi hai fatto divertire con l’accenno ai pensionati:tu credi che i pensionati hanno paura di perdere la pensione e quindi fanno i moderati… Anche io lo pensavo a quei tempi.Ero aggressivo e l sono ancora:e per questo ti dico:quindi,tu,se un anziano o semi anziano parla di questi temi,o deve darti ragione o e’ solo un rompipalle che ciancia oppure e’uno che ha paura di perdere la pensione e ci sta attaccato come alla gonna della mamma.Non ha niente da dire e niente da insegnare…nemmeno a te.Ti chiedo:e’ questa la tua educazione,sono questi i valori di cui cianci?Da cui aspetti la vittoria sul campo?O non e’ questo il degrado che avanza?Chiedilo a Blondet se ha paura di perdere la pensione,che pure e’ piu’ anziano di me.La rinascita ci sara’:studia ,invece di cianciare,e saprai come e perche’.Italia e Francia torneranno al ruolo che compete loro,e per abbastanza anni,sufficienti a formare una generazione(25 anni).Ma saranno ,magari saremo,chissa’,uomini veri,preparati da Dio e dalla Madonna al coperto, senza la foga del risultato,che viene da Dio,consci di essere servi inutili,che guardano al come fanno piu’ che al risultato da raggiungere,perche’ sanno che e’ quel che interessa a Dio.Il resto ce lo mette Dio stesso.Non ha bisogno di noi.Puo’ far nascere figli di Abramo anche dai sassi.Per questo,e solo per questo,la vittoria e’ immancabile e immarcescibile nell’eternita’.Il contrario di come ragionano quasi tutti i politici.Roba da guerrieri .Come voi ne ho visti molti,ignari di se’,ingenui e illusi.Intendiamoci:e’ giustissimo che viviate la vostra eta’:ma forse allora, una parte,anche se non lo facevamo vedere ,dentro avevamo ,a 20,anni un po’ di timore e soggezione positivi dei “grandi”,utili,nonostante la presunzione dell’eta’,peraltro utile anch’essa.Dio ricostruira’ la Chiesa,l’Italia,la Francia ,l’Europa,e oltre,a partire da pochi,gli basterebbe uno,non ha la fregola delle elezioni .Torneranno le monarchie,quelle vere.La vera democrazia e’ quella.Puo’ ben fare a meno non solo di te,che consideri ciance il Vangelo,base della vittoria,e fai analisi politiche da scuole elementari.Noi eravamo molto piu’ fisici di voi,come stile di vita.Nei boschi ,sugli Appennini,nella campagna,in cima agli ulivi alti come all’antica li tenevano,sul mare,all’aria aperta Dio si fa sentire,e senza poesia non c’e’ guerriero.Il guerriero e’ un sognatore,non gl’interessa convincere nessuno,ma solo testimoniare,non contare i voti e la gente.Seminare al vento e FREGARSENE.Si’..hai letto bene…ME NE FREGO!!!Non c’erano tante chiacchiere e tastiere:cortei si’:ma servivano poco perfino allora.


    1. Angiole’ scusa ma hai preso una cantonata , anzi più di una. Primo ci ho più di sessanta anni. In secundis il Vangelo , Gesù Cristo è in cima ai miei pensieri. In tertiis, ad onta della mia ….fasulla maturità, scrivo i miei pensieri affetto da una malattia che riguarda gli scogli e finisce come tutte le infiammazioni in ite “Il bando alle ciance” era riferito alle divisioni delle varie componenti della destra italiana. Era un appello all’unità delle varie anime della destra ( di cui preferisco quella cattolica di Forza Nuova) motivato dalla deriva apocalittica cui ci ritroviamo immersi tra dittatura del genderismo, gaysmo e menzogna spudorata a tutto campo. Occhei?


      1. Sono io che devo chiedere scusa,caro Nicola.Quello che hai scritto ti fa onore.Ti saluto calorosamente dalla patria di Garcia Moreno, martire e amico del beato PioIX.


    2. Dimenticavo. Al governo ci abbiamo l’orrore l’obbrobrio della Boldrini che mi risulta essere militante di Sinistra ecologica , o roba del genere , il partito di quel Niki Vendola che affitta uteri fa il mammo e si presenta pure come cattolico. Innanzi a questo schifo noi si dovrebbe temere un’alleanza delle varie anime della destra che abbiano come obbiettivi la ricostruzione dell’Italia o meglio il ritorno ai valori che, gira che ti rigira, vanno sintetizzati nel culto di Dio , Patria e Famiglia? Era questo il succo del commento scritto su Face Book


      1. Capisco Nicola,hai ragione,ma senza farsi illusioni, e senza farsi contagiare dalla logica dei compromessi,ne’ noi ne’ i giovani,perche’ anche loro non e’ detto che siano cosi’ distanti dal “giudizio particolare”, quello dopo il trapasso.Ormai piu’ che delegare a gente che poi a sua volta delega a Bruxelles e non solo Bruxelles,credo che sia importante organizzare realta’ locali,anche non politiche,su molti aspetti della vita civile.Lo dico pur essendo stato per decennni uno che andava a votare come un soldatino.Il naso ce lo turammo per decenni,e in questo senso adesso vogliamo,almeno io,un decennio sabbatico. Vorra’ dire che invece del naso ci tureremo le orecchie :-).La gente e’ sempre piu’ debole,se non cambio’ niente negli anni ’70,nella sostanza,anzi peggioro’,perche’ fino agli anni ’70 c’era anche gente che in economia ci portava tra le prime 4 al mondo,figuriamoci oggi.Buon proseguimento.


  9. Sono perfettamente d’accordo con Blondet. La situazione descritta è chiara e inequivocabile. Il risultato di questa civilizzazione è inesorabile. La decadenza continuerà la discesa che sarà ovviamente sempre più veloce fino a quando qualche FORZA reattiva non comincerà a risalire la china. Dopo Caporetto, solo adesso gli storici se ne accorgono, ci fu una reazione POPOLARE impensabile fino a qualche mese prima. Reazione che fu propriamente popolare perché dal popolo italiano ( certamente NON dalle Classi dirigenti politiche post-risorgimentali) partì lo slancio della RISCOSSA. Non sappiamo se qualche decennio di sottili operazioni di ottundimento mentale e morale messe in piedi con tecniche molto evolute, sono riuscite a debilitare le generazioni più giovani ( quelle che fecero la rivolta del dopo Caporetto: VEDI: La Rivolta dei Santi Maledetti di Curzio Malaparte), mentre i vecchi, ormai la maggioranza nel paese, non possono avere le forze necessarie per combattere tutto l’establishment, compreso quello vaticanista, ormai invaso dall’omosessualità. Tuttavia possiamo ancora avere fiducia nel futuro per una serie di segnali positivi anche se discontinui, facilmente percepibili.Giorgio Vitali


  10. Se permettete batto ancora un poco il ferro di un concetto teologico finche’ e’caldo,perche’ ce l’ho chiarissimo nella testa e nel cuore.Questo:tutte le degenerazioni di questi tempi,come quelle del post,NON devono portarci nella direzione contraria a quella verso cui Cristo vuole spingerci,e proprio per spingerci permette anche questi obbrobrii,in modo che ci diamo di naso,o almeno ,ci chiede di ripararli con piu’ conversione personale eperfezionamento.Lo so che cosi’sembra che uno dia ragione al maniaco del titolo:per analogia,sembra quasi di finire sul discorso di Borges,relativo a Giuda Iscariota vittima sacrificale necessaria per la Passione di Cristo,e quindi si finisce su tesi protestanti,predestinazione etc.Non s’e’ inventato niente.Ma non e’ cosi’.La logica del Vangelo e’ camminare con Cristo verso Gerusalemme,cioe’ perfezionarsi.Vogliamo che le brutture di questi tempi ci portino a svendere la Fede in politica?come quasi sempre,del resto?Finiamo come la Minetti?(“Loro sono il peggio”…).poi Berlusconi le chiede”Senti,ci vediamo a fine settimana?”Lei.”Siiiii”.(Tanto gli altri sono il peggio…).Io non ci sto.Nessuna disciplina di partito,nessuno discorso vano mi deve ricattare,al ribasso,tra l’altro,perche’ gli altri sono cosi’ tanto il peggio che ci si puo’ rilassare…e senno’ il peggio e’ colpa tua che fai il difficile.No.Perche’ cosi’ finisce..a schifio.Non e’ perche ‘ noi ci facciamo ricattare o addirittura accusare ,e al ribasso,che Cristo permette che ci siano quelli che sono il peggio,ma lo permette per purificarci,farci procedere piu’ spediti,con sempre piu’ coscienza.Ma politica e religione non sono in antitesi solo quando c’e’ la forma istituzionale stabilita dal Padre per l’Umanita’ e dal Figlio per la sua Chiesa (Cattolica).Cioe’ la vera Monarchia.Considero p.es. la TDL,la teologia della liberazione:giustamente condannata.Ma l’errore di fondo di questa teoria qual’e’?Mica che e’ di sinistra,e quindi magari porta il gender e ogni altra schifezza.E’ l’antropocentrismo,Dio viene dopo l’uomo,e non al primo posto.Bene.Col Manzoni possiamo capire bene che pure da destra si puo’ fare lo stesso errore in politica,lo stesso tarlo di fondo.Percio’ DEVONO andare a spasso insieme se fanno lo stesso errore:sono di fatto sinergici,anche se il gender ce l’ha la sinistra,etc, e lavorano per Satana(anche se poi la sofferenza e la Grazia possono riaggiustare le righe storte).Quindi vietato abboccare alle finte da sinistra per poi prendere i ko da dx(e viceversa).Sappiamo cosa e chi aspettare e come farlo nell’attesa,senza stare con le mani in mano: non e’ che a ogni notizia scocca l’ora delle “decisioni irrevocabili”.Fermo restando che la legittima difesa e’ un diritto-dovere pe il cristiano,e ancora piu’ difendere i deboli,bambini in testa(ma quanti politici di dx finti perbenisti pucciano il biscotto sulla pedofilia etc ma non parlano dell’aborto…o ne parlano con sempre meno convinzione:su un tema cosi’ qualunque partito di dx che fosse un po’ cresciuto elettoralmente e parlamentarmente si spaccherebbe subito,perche’ nel Paese la posizione antiabortista e’ nettamente minoritaria.Ma forse per evitarlo rinuncerebbe a crescere?No.semplicemente tirerebbe la volata a quelli che poi farebbero la scissione,e poi ci darebbe la colpa di essere troppo pochi a sostenerlo.Ma…se la politica,che di per se’ e’ compromesso,non ottiene i fatti,a cosa serve?A riempire i sogni,a prendere voti,e a darci l’ennesima fregatura?No,grazie.Siamo stufi e non siamo gli utili idioti ne’ della sinistra materialista ne’ della destra velleitaria e brancaleonesca.Chi ha Dio nulla gli manca.Solo Dio,basta.Se c’e da fare legittima difesa,la facciamo,non aspettiamo i politici di dx coi loro discorsi,che magari sono distratti coi sondaggi e a contare i voti oppure con la Minetti di turno.

  11. Mirko G

    “… con la palla al piede di tre Regioni malavitose da mantenere. ”
    Buon giorno Sig. Blondet,
    io sono nato e vivo in una di queste regioni. Non ho mai ammazzato nessuno, derubato, estorto, stuprato, sequestrato ecc…
    Non ho mai fatto debiti che non siano stati ripagati, anche se lo Stato dice che sono nato con un quota di debito pubblico a mio carico che non ho mai contratto.
    Non sono un malavitoso né sono responsabile per chi lo è, così come non ho mai gasato nessun ebreo né ho fatto a pezzi nessun tusti, quindi non vedo perché dovrei sentirmi colpevole dell’olocausto o del genocidio del Rwanda.
    Ho sempre lavorato e lavoro tuttora – in proprio! – e ogni giorno faccio una fatica tremenda a tirare avanti e dare un senso dignitoso alla mia esistenza e a quella delle persone che dipendono da me.
    Non ce l’ho con lei. La leggo volentieri e apprezzo moltissimo le sue lucide analisi, le sue invettive e il suo modo di approfondire e collegare le cose.
    Non si preoccupi neanche di disturbarsi di giustificare o spiegare l’affermazione di cui sopra, magari con link su link su cui dovrei imparare chissà cosa (che sono un malavitoso e non lo so?).
    Affermazioni del genere le sento da quando sono nato e probabilmente mi fa bene sentirle ancora.
    Mi fanno capire quanto sono solo, quanto sia perfettamente inutile sforzarsi e spendere il 99% delle proprie energie a camminare sulla retta via, a “fare i bravi”.
    Perché? Perché se tanto resterai sempre una “regione malavitosa da mantenere”, un esponente di un “ceto parassitario” e altre stupende descrizioni collettive della mia persona, di estensioni arbitrarie di responsabilità che non sono mie e non lo sono mai state… beh, tanto vale esserlo davvero.
    Cordiali saluti.

    1. Massimo

      Brevi considerazioni sull’ultimo paragrafo…e su quanto scritto, con passione, da Mirko G.
      Premesso che siamo tutti, chi più chi meno, complici della nostra storia, almeno quella nella quale siamo “caduti”, il tempo nel quale stiamo vivendo, la nostra “colpa” è che non abbiamo saputo riconoscere, e non riconosciamo ancora bene, i volti dell’Avversario,
      i suoi travestimenti. La mediocrità, la doppiezza dei politicanti e, quella ancor più grave, di chi gli ha tenuto banco: gli imbonitori della fabbrica delle opinioni o del consenso, quella di chi continua la farsa “di destra e di sinistra”, degli illusionisti: giornalai, registi, psico-scrittori imbrattacarte, la sottospecie adottata per tenere a bada il gregge…
      Siamo stati “cristiani tiepidi”, non abbiamo saputo tenere a bada il Male, abbiamo guardato con rinnovato stupore il cavallo di Troia del “nuovo”, abbiamo creduto incantati, alle parole, ai racconti usciti delle tante bocche dell’Ingannatore, alle promesse fascinose del suo “progresso”, delle sue” libertà”, fino alla negazione di ogni Verità, di ogni Giustizia. C’è una complicità ormai palese del potere, di ogni istituzione che definiamo politica, sociale, della scienza, della cultura, con il Male. Se ci sono territori dove mafia e camorra dilagano, è perché qualcuno si serve di loro…il problema non è tanto la malavita del sud, ma la vita-mala che avanza…”sopra e sotto”…
      Abbiamo assistito impassibili, quando non complici, all’abbattimento delle statue delle Virtù per vedere erigere quelle ai più miserabili vizi…distruzione della famiglia, aborto, pornografia, pedofilia, corruzione, senza mai pretendere la testa, invocare la pena di morte per questi maghi neri, questi traghettatori nel nulla… Ma onestamente, si può mai essere sorpresi da tutto questo? Sorpresi da questi icaro con le ali di stracci, che utilizzano droni per nuovi sacrifici umani? Da questi prometeo con il cerino in mano, che stanno bruciando la casa dove abitiamo? Continuiamo, in una totale assenza di pudore e di disprezzo per ogni realtà vera e vissuta, ad esercitare solo un”arte”: l’ipocrisia, che assume l’aspetto della barzelletta, quando parlano gli eletti da nessuno che hanno distrutto l’Italia, o quelli del bla bla della hollywood degli “stupratori”…Ma per favore!
      Ci rimane poco tempo! Quando il risveglio? La rivolta a tutto questo?
      P.s. Un grazie di Cuore a Blondet, per gli “Adelphi della dissoluzione” che mi sono letto di fiato…straordinario!.(…è che a me sembra che il “frankismo” sia stato ormai, purtroppo, inoculato a tutto il genere umano…)


  12. Ismail-Roho sono d’accordo,e se ricorda gia’ glielo dissi,citando anche Enrico Mattei e Aldo Moro,ma avrei potuto citare anche La Pira,Fanfani,lo stesso Dossetti.Sono d’accordo restando cristiano contrario ai compromessi.Non a caso,quello che non era d’accordo con lei,per ragioni”teologiche”ha poi dimostrato,ai miei occhi,tutta la sua pulcinelleria.Chi non ha nemmeno le fondamenta,vuol essere il primo a mettere il tetto,e non si fida di voi perche’ non credete alla Santissima Trinita’,di cui certamente non capiva nulla.Ma tant’e’..bisogna darsi un tono e i sacchi vuoti di qualcosa devono riempirsi per stare diritti. I migliori dirgenti italiani del dopoguerra,hanno dialogato col mondo arabo,e non solo per interesse pratico.Ma non facciamoci illusioni:siamo dei Geremia, sia Lei che io,tra veri malandrini e finti perbenisti,che ci porteranno in guerra,seguiti da masse d’ignari aspirapolvere (come Gino Strada defini’ l’allora ministro della difesa Mauro,targato Comunione e Liberazione).Ignari ma non incolpevoli del tutto(del resto,nessuno lo e’ del tutto).Voi vincerete le prime battaglie,e c’invaderete;noi vinceremola guerra,e vi convertiremo al Cattolicesimo,ma non grazie alle armi,bensi’ perche’ cosi’ ha stabilitomGesu’ Cristo,e alla fine sara’ giusto cosi’.


    1. io dalla Provincia di Lecce, Due Sicilie, mi sono permesso d’invadere solo Milano, ma nemmeno per volontarietà, ma così decisero i miei genitori cristiani. Che non sono riuscito a convincere a riconoscere l’Islam. Chissà se vivremo abbastanza per vedere cosa dirà il Messia figlio di Maryam quando ritornerà …

  13. learco

    Il controverso comico Dieudonné, balzato recentemente in Italia agli onori delle cronache per il suo presunto antisemitismo dopo la strage contro Charlie Hebdo – e finito mesi prima nelle indagini della magistratura francese, che il settembre scorso ha ordinato il boicottaggio del suo spettacolo nei teatri delle più importanti città francesi – durante il suo show denunciava apertamente le reti dei pedofili che agiscono in Francia indisturbate grazie alle coperture della classe dirigente del paese.
    In seguito ad una circolare emanata dal Ministero dell’Interno, che imponeva lo stop allo show “Il muro” che il comico avrebbe dovuto recitare in tutto il paese, i teatri francesi hanno revocato uno dopo l’altro a Diuedonné il permesso di mandare in scena il suo spettacolo, in ottemperanza alla disposizione del governo francese.

    Durante i suoi spettacoli il comico francese ha parlato più volte dei bambini che vengono violati durante disgustosi rituali sessuali praticati dai Grandi di questo mondo.
    Vi è il legittimo sospetto che questa possa essere la vera ragione dell’interdizione degli suoi spettacoli in territorio francese.
    In particolare Dieudonné si è occupato del caso dei “fratelli Roche”. Si tratta di un caso di malagiustizia che in anni recenti ha suscitato molto clamore in Francia e che ha fatto venire allo scoperto le strette connessioni tra pedofilia e magistratura deviata.
    Due fratelli, Charles-Louis e Diane Roche, hanno denunciato il coinvolgimento di politici e magistrati francesi in pratiche pedofile controiniziatiche, a cui pare fosse legato anche il loro padre, il magistrato di Tolosa Pierre Roche, che poco prima di morire di cancro aveva confidato ai figli il segreto che per anni aveva custodito sull’esistenza di una costola deviata della magistratura, una vera e propria “magistratura nella magistratura”, ovvero un gruppo molto potente di magistrati e giudici il cui obiettivo segreto è di insabbiare tutte le inchieste e le indagini che provano l’esistenza delle reti pedocriminali e che tentano di fare luce sulle coperture istituzionali di cui i pedofili godono.

    http://lastragedegliinnocenti.blogspot.it/2015/03/diedonne-denunciava-le-reti-dei.html

    1. rino

      Credo che i potenti (potenti Sì, ma della caducità della vita terrena) innanzitutto paghino pegno al loro padrone – il principe di questo mondo – abusando dei bambini e contemporaneamente acquisiscano ancor più potere proprio perché perdono il salutare senso del limite e i freni inibitori che solo gli indifesi per antonomasia possono trasmettere. Abusare dei bambini diventa propedeutico all’abuso dell’altro.
      La gran massa di ricchi venuti dal nulla o poco più che infestano questo mondo sono forse la migliore conferma della diffusione del satanismo frankista.

Lascia un commento