Gli Stati Uniti consegnano 3.000 tonnellate di armi ad Al-Qaeda in Siria

Le richieste per il trasporto di armi in un sito web federale degli Stati Uniti rivelano come Washington continua ad inviare armi ad Al-Qaeda ed ad altri gruppi terroristici in Siria.
Il British Institute of Defense IHS Jane lo ha riportato ieri: la pagina ufficiale del Federal Business Opportunities (OSA) ha presentato, nei mesi scorsi, due richieste per cercare aziende che si occupano del trasporto di armi da Constanza (Romania) al porto giordano di Aqaba.
https://www.fbo.gov/index?s=opportunity&mode=list&tab=list&pageID=2
Il carico comprende “fucili AK-47, pistola PKM, DShK mitragliatrici pesanti, RPG-7 lanciarazzi e sistemi anti-carro 9K111M Faktoria” ha riferito IHS Jane.

Una barca con circa un migliaio di tonnellate di armi e munizioni ha lasciato Constanza a dicembre 2015 verso Agalar (Turchia) e poi a Aqaba.
Un’altra barca con più di due mila tonnellate di armi è partita alla fine dello scorso marzo e ha fatto lo stesso percorso per Aqaba.

“Sappiamo che i “ribelli “in Siria hanno ricevuto un sacco di armi durante il cessate il fuoco ufficiale. Sappiamo anche che questi “ribelli” ottengono periodicamente la metà delle loro armi provenienti dalla Turchia e dalla Giordania ad Al-Qaeda in Siria (noto anche come Al-Nusra)”, ha spiegato il redattore di IHS Jane.

 

Antidiplomatico, 10 aprile 2016

(doppiezza americana, MB)

Print Friendly, PDF & Email