Pezzi che ci sono piaciuti

Ultime notizie sulla crisi internazionale tra Siria-Turchia- Stati Uniti

The Moscow Times- Il presidente russo, Vladimir Putin, ha rotto il protocollo diplomatico convenzionale ed ha convocato personalmente l’ambasciatore turco a Mosca, Sr. Ümit Yardim, per avvertirlo che la Federazione Russa intende rompere nell’immediato le relazioni diplomatiche con la Turchia a meno che il presidente turco, Recep T. Erdoğan, metta fine al suo sostegno fornito all’ISIS ed ai ribelli in Siria, dove la Russia dispone della sua ultima base navale nel

Leggi tutto

DEUTSCHE WIRTSCAFTS NACHRICHTEN

Le distorsioni dovute alla crisi greca hanno lasciato segni profondi in Francia. Per le élites francesi ci sono solo due possibilità: il ritiro ordinato della Germania dall’euro o il caos economico .  La questione sarà pposta quando Francia o un altro stato del sud fossero costretti a lasciare l’area dell’euro

 

Mentre il problema- Grecia si trascina, le élite politiche francesi stanno già discutendo i prossimi passi. Hanno perso la fiducia nella Germania, così come Angela Merkel

Leggi tutto

Di Tyler Durden 08.01.2015 (traduzione Milena Spigaglia)

“Credevo che chiunque, avendo un lavoro, fosse in grado di procurarsi il sostentamento necessario: cibo, un tetto, e dei vestiti. Io non riesco a fare neanche questo”.

A pronunciare queste tristi parole ai microfoni della CBS è Rebecca Cornick, una nonna di sessantuno anni. Rebecca è impiegata di lungo corso da Wendy’s, la catena di fast food, dove lavora da nove anni ed è pagata nove dollari l’ora. La sua drammatica situazione rappresenta

Leggi tutto

di Michael Snyder, 5 maggio 2015

Se sei un americano, hai una possibilità su tre di avere un cancro nel corso della tua vita. Se sei un uomo, la possibilità diventa una su due. E praticamente chiunque in America conosce qualcuno che ha il cancro o che ne è già morto. Ma non è sempre stato così. Negli anni Quaranta, a sviluppare il cancro era un americano su sedici. Deve essere accaduto qualcosa che ha provocato questa crescita esplosiva, e

Leggi tutto

http://deutsche-wirtschafts-nachrichten.de/2015/07/25/geheim-plan-bruessel-bereitet-verfahren-zum-geordneten-eu-austritt-vor/

 

La Commissione europea lavora, ovviamente dietro le quinte, ad un piano per consentire ai membri riluttanti a lasciare la Comunità in modo ordinato . Poiché uno sfratto è giuridicamente impossibile , l’Unione europea ha in programma una sorta di ” procedura di divorzio ” , specularee a quella di adesione. Come questa, , dovrebbe essere finanziato dalla uscita per i contribuenti .

 

La fonte è Euractiv, il sito di solito molto ben informato sui corridoi eurocratici, citando

Leggi tutto

(MB) – L’autore, padre Giovanni Scalese, un barnabita, mi è doppiamente caro: perché mostra la libertà di spirito del vero cattolico nell’esprimere la sua critica alle versioni “concordate” dei testi sacri, e perché vive attualmente a Kabul. E’ il cappellano della piccola chiesa che stà dentro l’ambasciata italiana, unico luogo in tutto l’Afghanistan dove si consacra la Presenza Reale, e dove potei ricevere la Comunione circa 15 anni fà….   E’ il privilegio che chiese il regime fascista quando il re

Leggi tutto

Aspettiamoci valanghe di commenti soddisfatti, rituali, di prammatica dopo la lunghissima maratona negoziale che in 17 ore consecutive (record europeo indiscusso) ha portato a quello che è stato definito l’ “accordo” fra il governo greco e le Istituzioni europee. Aspettiamoci l’ondata tropicale di tutta la retorica e la fuffa del caso, i commenti soddisfati di destra e sinistra: tutti hanno vinto e nessuno – lo dice un’autorità morale ed un raffinato diplomatico del livello di Jean-Claude Juncker – è stato

Leggi tutto

A Roma da giorni c’è “lo sciopero bianco” dei tranvieri dell’ATAC. Motivo: non accettano di timbrare il cartellino, inaudita violenza che l’amministrazione cerca di mettere in atto per controllare la puntualità (come avviene in tute le aziende normali, specie pubbliche). Ma l’ATAC non è normale. E’ una ditta di cui i dirigenti hanno falsificato i biglietti per non si sa quanti anni, li hanno distribuiti ad edicole compiacenti attraverso la SIPRO, la società cui è stata affidata la consegna di

Leggi tutto