gianfranco.cei

Middle East Monitor. Di Asa Winstanley. (Da Zeitun.info). Proprio come i bianchi sudafricani, gli ebrei israeliani non rinunceranno mai volontariamente alla loro condizione privilegiata di coloni.

L’importante studio accademico dell’intellettuale dissidente Nurit Peled-Elhanan, La Palestina nei libri di scuola israeliani [vedi la recensione su zeitun.info], è una lettura essenziale per chiunque voglia comprendere alcune importanti realtà dello Stato e della società israeliani.

In quanto entità di insediamento coloniale, un vero cambiamento della società israeliana non potrà mai provenire

Leggi tutto

 

Lo scorso 8 agosto TPI ha pubblicato un articolo dal titolo “Sea Watch, Carola Rackete alla tv tedesca: ‘Berlino ci disse che dovevamo registrare i migranti in Italia’”. L’articolo riporta il contenuto di una intervista rilasciata il 7 agosto da Carola Rackete, ex capitana della Sea Watch, all’emittente tv tedesca Zdf. Nell’intervista Carola riferisce che, lo scorso giugno, mentre la nave della Ong tedesca, carica di migranti, era bloccata in mezzo al mare in attesa di

Leggi tutto

Ancora una volta l’ombra dello speculatore ungherese George Soros si staglia dietro un importante appuntamento elettorale italiano.

Su queste pagine abbiamo già denunciato le ripetute intromissioni del finanziere negli affari politici italiani, incominciate in quel lontano 1992 con la spaventosa ed immotivata operazione di speculazione finanziaria sulla lira, fino ad arrivare all’inchiesta giornalistica di qualche mese fa che smascherò il sollecito di Soros per far commissariare l’Italia dalla Troika.

Tutto questo spregiudicato attivismo

può essere tranquillamente spiegato senza dover

Leggi tutto

Enzo Bianco e Orazio Licandro, rispettivamente ex sindaco ed ex assessore di Catania, sono indagati nell’inchiesta Università Bandita sui concorsi truccati per ottenere un incarico nell’ateneo siciliano.

Enzo Bianco e Orazio Licandro, rispettivamente ex sindaco ed ex assessore di Catania, sarebbero stati coinvolti nell’inchiesta “Università Bandita”. A rivelarlo il quotidiano La Sicilia, secondo cui ieri la Digos ha notificato su disposizione della Procura quattordici nuovi avvisi di conclusione indagine. Tra gli altri, ci sarebbe quello nei confronti dell’ex primo

Leggi tutto

Cassazione penale, sez. V, sentenza 11/01/2019 n° 1275

Con la sentenza 11 gennaio 2019, n. 1275 la Corte di cassazione ha sposato un’interpretazione estensiva del concetto di stampa di cui alla L. 8 febbraio 1948, n. 47, articolo 1, in linea con la evoluzione degli attuali mezzi di informazione.

Con la sentenza 11 gennaio 2019, n. 1275 la Corte di cassazione ha sposato un’interpretazione estensiva del concetto di stampa di cui alla L. 8 febbraio 1948, n. 47, articolo

Leggi tutto

di Bruno Tinti ( Ex Magistrato)

Nel mio articolo sugli errori giuridici contenuti nell’ordinanza del gip di Agrigento per il caso Sea Watch, ne ho trascurato uno molto importante che è stato rilevato da alcuni colleghi. Ripeto qui di seguito il commento di uno di questi. Mi pare molto importante per valutare non solo l’erroneità dell’ordinanza ma soprattutto il pregiudizio ideologico che, a questo punto, è difficile escludere.

«La Corte di cassazione dice che in sede di convalida il
Leggi tutto

Accoglienza migranti. 640anni di carcere a clan Arena. Gestiva Cara calabrese

Flussi migratori e criminalità organizzata. Ecco come i clan “mangiano” dalla gestione migranti. Il caso esemplare dell’hub Sant’Anna di Crotone.

di Antonio Amorosi

 

Diamo da mangiare ai poveri migranti! 

Si sono sprecati per mesi i servizi giornalisti e tv sul Cara calabrese considerato il più grande centro d’accoglienza per migranti d’Europa, l’hub Sant’Anna di Crotone.

Oggi, dalle cronache nazionali, è sparita ogni traccia. 

Una sentenza di queste ore del Tribunale Ordinario di Catanzaro, Sezione Gip/Gup, racconta come il centro procurasse

Leggi tutto

Le bugie della Sea Watch. Tutte le bufale per favorire lo sbarco di immigrati in Europa

 

Roma, 18 giu – In seguito al dissequestro tempestivo deciso dalla Procura di Agrigento, la nave battente bandiera olandese Sea Watch 3 della Ong tedesca, Sea Watch, è ripartita veloce da Licata verso la zona “ricerca e salvataggio” della Libia. Il 12 giugno, appena giunta in acque di competenza della Guardia Costiera libica, Sea Watch riceve una segnalazione dall’aereo da pattugliamento Colibrì di Pilotes Volontaires, in merito ad un gommone casualmente prossimo alla sua

Leggi tutto