BERGOGLIO: UN “PATTO GLOBALE PER IL NUOVO UMANESIMO”

(titolo originale)

Reinventare l’alleanza educativa globale

Paul Bois

Dailywire

Sa Defenza 

 

Segna ulteriormente la sua accettazione del globalismo durante un’epoca di accresciuto nazionalismo, Papa Francesco ha ora invitato i leader a firmare un “Patto globale” per creare un “nuovo umanesimo“.

L’evento globale, che si svolgerà in Vaticano il 14 maggio 2020, è incentrato sul tema Reinventare l’alleanza educativa globale “”, riferisce LifeSiteNews . “Il Papa sta invitando rappresentanti delle principali religioni, organizzazioni internazionali e varie istituzioni umanitarie, nonché figure chiave del mondo della politica, dell’economia e del mondo accademico e importanti atleti, scienziati e sociologi a firmare un” Patto globale sull’istruzione ” come “tramandare alle giovani generazioni una casa comune unita e fraterna“.

Il 12 settembre, il Santo Padre ha affermato in un videomessaggio che la “solidarietà universale” può essere raggiunta solo attraverso un “patto di educazione globale“.

LifeSiteNews ha osservato che papa Francesco ha emesso un “messaggio straordinariamente secolare” sul patto che conteneva solo un riferimento a Dio e ha persino fatto eco alla frase preferita dell’ex First Lady Hillary Clinton: ” Ci vuole un villaggio per crescere un bambino “.

Questo [Patto globale] si tradurrà in uomini e donne che sono aperti, responsabili, preparati ad ascoltare, dialogare e riflettere con gli altri e in grado di intrecciare relazioni con le famiglie, tra generazioni e con la società civile, e quindi creare un nuovo umanesimo “, ha detto papa Francesco.

Il Papa ha aggiunto che deve essere formata una “alleanza” tra gli abitanti della terra e la nostra “casa comunedi cui siamo tenuti a prenderci cura e rispetto. Un’alleanza che genera pace, giustizia e ospitalità tra tutti i popoli della famiglia umana, così come il dialogo tra le religioni “.

L’invito del Papa a un “Patto globale” fa eco alla  sua recente dichiarazione che il “bene comune è diventato globale” mentre critica lo stato-nazione per non essere in grado di soddisfare questo bisogno umano.

Tuttavia, non ha lanciato un appello per un governo mondiale. [Ma quasi,ndr.]

Nell’attuale situazione della globalizzazione non solo dell’economia ma anche degli scambi tecnologici e culturali, lo stato-nazione non è più in grado di procurarsi da se stesso il bene comune della sua popolazione “, ha detto Papa Francesco alla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali a maggio . “Mentre, secondo il principio di sussidiarietà, le singole nazioni devono avere il potere di operare per quanto possono, d’altra parte, gruppi di nazioni vicine – come già accade – possono rafforzare la loro cooperazione attribuendo l’esercizio di determinate funzioni e servizi alle istituzioni intergovernativeche gestiscono i loro interessi comuni“.

In quella che fu vista come una critica velata alla posizione del papa, il cardinale Raymond Burke in seguito disse al Rome Life Forum che la legge naturale consente il patriottismo “in accordo con l’ordine scritto sul cuore umano” e “non rende giusto e legittimo un unico governo globale “.

Prima delle sfide del nostro tempo, ci sono quelli che propongono e lavorano per un singolo governo globale, cioè per l’eliminazione dei singoli governi nazionali, in modo che tutta l’umanità sia sotto il controllo di una singola autorità politica“, ha detto Burke. “Per coloro che sono convinti che l’unico modo per raggiungere il bene comune sia la concentrazione di tutto il governo in un’unica autorità, la lealtà verso la propria patria o il patriottismo è diventato un male“.

*****

https://sadefenza.blogspot.com/2019/09/papa-francesco-invita-i-leader-politici.html

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email