QUANTO CI E’ COSTATO L’EURO

“L’Italia  in 30 anni di euro (1989-2008) a valore 2018.

Lo Stato ha realizzato un attivo di bilancio di 994 miliardi (record europeo), mentre il debito è raddoppiato, da 1200 miliardi a 2.318. Il rapporto debito-Pil è passato da 90% a 132%. In totale, lo stato ha pagato 3.154 miliardi di interessi sul debito.

Il divorzio di Tesoro e Bankitalia del 1981 ha fatto esplodere la spesa per interessi reali. Lo Stato è stato obbligato di trasferire miliardi dall’economia reale alla rendita finanziaria”

(Luca Mussati, curatore Scenari Economici – qui sotto l’integrale  dell’inchiesta che ha riassunto in poche righe :

STUDIO ESCLUSIVO: l’Italia ha pagato 3.900 miliardi di interessi dal 1980 (219% del PIL)

SIMULAZIONE di GPG: tenendo fermi i saldi primari ed i valori di PIL dal 1993 in poi, abbiamo visto l’evoluzione del Debito Pubblico dal 1993 ad oggi. Se nel 1993 il Debito Pubblico fosse stato del 60% oggi sarebbe al 27%, e pagheremmo circa 13 miliardi di interessi anziché 64. Avanzerebbero dal bilancio annuale dello Stato 40 miliardi, con i quali si potrebbe ad esempio abbassare la pressione fiscale dal 42,5% al 40%, oppure lanciare un piano colossale di investimenti pubblici, o dotare il paese di un welfare all’avanguardia.
Print Friendly, PDF & Email