PERCHÉ LA MASSONERIA È LUCIFERINA. UN LIBRO DI SERGE ABAD-GALLARDO, CHE È STATO MASSONE PER VENTIQUATTRO ANNI.

MARCO TOSATTI

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, oggi vorrei offrirvi un’intervista apparsa su Famille Chretienne e che riguarda la Massoneria e alcuni rivolti inquietanti di quella organizzazione. Serge Abad-Gallardo è stato massone, in Francia, per ventiquattro anni, prima di mettere nel cassetto il suo grembiulino in seguito a una conversione al cattolicesimo. Ha scritto un libro per raccontare la sua esperienza, Je servais Lucifer sans le savoir (Servivo Lucifero senza saperlo).

Nella sua intervista, Gallardo spiega che “La Massoneria è molto calorosa. Si è accolti a braccia aperte. Ci si entra per trovare delle risposte, perché pretende di portare la luce. Ma contrariamente alla Chiesa, dove le risposte sono comprensibili in maniera semplice, la massoneria offre risposte alambiccate che hanno parecchi significati, perché difende una verità proteiforme”.

Alla domanda se si può parlare di manipolazione, Gallardo risponde in maniera affermativa. “Penso che si possa parlare di manipolazione. E sfortunatamente molti massoni non hanno coscienza. La massoneria utilizza un linguaggio esoterico. Le risposte che da sono accettate tanto più se vengono date sotto il sigillo del segreto. E se non si capisce qualche cosa, ti viene detto: capirai meglio al grado successivo”.

Ma che cosa permette a Gallardo di affermare che la massoneria è al servizio di Lucifero, come indicato dal titolo del libro?

“Ci sono da una parte i rituali ai quali ho partecipato, ma quello non è l’essenziale. Quello che è importante, è quello che non si vede o che non si legge, ma che è fra le righe. Dei simboli massonici fanno implicitamente riferimento a Lucifero. Quando si cerca un po’, si finisce per scoprire questo legame”.

Gallardo afferma di averlo scoperto presto. “Me ne sono reso conto molto rapidamente, dal grado di apprendista, cioè qualche tempo dopo l’iniziazione nel corso di una cerimonia che glorificava esplicitamente Lucifero. Ma mi hanno detto che non era il Lucifero a cui pensavo, che si trattava in realtà del portatore di luce. Il che non è peraltro interamente falso! Non è che molto più tardi, quando ho cominciato a ritrovare il cammino della fede che mi sono posto delle belle domande. Nello stesso modo durante la cerimonia di elevazione al magistero mi è stato mormorato all’orecchio il termine “Tubal Caïn” che rimanda a un’influenza satanica ed è utilizzato nella maggior parte dei riti massonici”.

Alcuni rituali secondo Gallardo non lasciano alcun dubbio. Al trentesimo grado del rito scozzese antico, per esempio, il partecipante deve pugnalare una tiara papale. Se si rifiuta, gli si spiega che non è un gesto cotnro la Chiesa, ma contro Gregorio V, il papa che ha perseguitato i templari e che questo non ha niente a che vedere contro l’anticlericalismo.

E secondo l’autore “La massoneria è di sua natura luciferina nel senso dell’orgoglio luciferino. Non ci si celebrano messe nere, non a mia conoscenza, ma il suo obiettivo è di sviluppare un’autonomia esacerbata nel massone, a partire da cui è incline a credersi egli stesso dio. Contrariamente alla Chiesa, che difende il principio di una legge, di una morale naturale, la massoneria professa che non esiste che una morale contingente e fluttuante e favorisce un nuovo ordine sociale dove predomina la libertà individuale, dove la legge sarà l’espressione della società senza rifermenti a una morale o a una legge divina. Il relativismo è la chiave di voltadella sua dottrina”.

Ma esistono logge cristiane? “Sono un’impostura. Alcune logge si dicono persino cristiche, perché il ‘maestro venerabile’ spezza il pane e lo condivide. Poco importa il nome che portano, guardiamo i rituali che praticano: tutti esoterici e dunque occulti. Ora, tutto ciò che è occulto, magico, divinatorio, è condannato dall’Antico testamento fino a San Paolo. Ricordiamoci che la massoneria è stata condannata a più riprese dalla Chiesa cattolica, ma anche dalla Chiesa presbiteriana di Scozia, daii metodisti americani e inglesi. La Chiesa ha ragione a dire che i due cammini sono antinomici: non si può servire a due padroni. Queste logge si dicono cristiane per attirare i cristiani, ma mirano in realtà all’apostasia dei fedeli di ogni religione, e in particolare a quelli di religione cattolica. Quando un cristiano diventa massone, abiura il suo battesimo senza saperlo dalla cerimonia di iniziazione. L’obiettivo della massoneria, di tutte le obbedienze, è di distruggere la cristianità per sostituirle la religione massonica e i suoi dogmi”.

Sull’influenza della massoneria Gallardo non ha dubbi: “Dal XIX secolo è all’origine di tutte le leggi societarie su divorzio, aborto, eutanasia, matrimonio per tutti. Sono state preparate, scritte e portate in Assemblea dalla massoneria in cui obiettivo è stabilire un ordine contrario all’ordine divino. Il fatto che avanzi sempre meno mascherata è la prova della sua potenza. Oggi le nostre società nuotano nell’ideologia massonica, cioè il relativismo”.

 

Print Friendly, PDF & Email