PERCHÉ LA MASSONERIA È LUCIFERINA. UN LIBRO DI SERGE ABAD-GALLARDO, CHE È STATO MASSONE PER VENTIQUATTRO ANNI.

MARCO TOSATTI

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, oggi vorrei offrirvi un’intervista apparsa su Famille Chretienne e che riguarda la Massoneria e alcuni rivolti inquietanti di quella organizzazione. Serge Abad-Gallardo è stato massone, in Francia, per ventiquattro anni, prima di mettere nel cassetto il suo grembiulino in seguito a una conversione al cattolicesimo. Ha scritto un libro per raccontare la sua esperienza, Je servais Lucifer sans le savoir (Servivo Lucifero senza saperlo).

Nella sua intervista, Gallardo spiega che “La Massoneria è molto calorosa. Si è accolti a braccia aperte. Ci si entra per trovare delle risposte, perché pretende di portare la luce. Ma contrariamente alla Chiesa, dove le risposte sono comprensibili in maniera semplice, la massoneria offre risposte alambiccate che hanno parecchi significati, perché difende una verità proteiforme”.

Alla domanda se si può parlare di manipolazione, Gallardo risponde in maniera affermativa. “Penso che si possa parlare di manipolazione. E sfortunatamente molti massoni non hanno coscienza. La massoneria utilizza un linguaggio esoterico. Le risposte che da sono accettate tanto più se vengono date sotto il sigillo del segreto. E se non si capisce qualche cosa, ti viene detto: capirai meglio al grado successivo”.

Ma che cosa permette a Gallardo di affermare che la massoneria è al servizio di Lucifero, come indicato dal titolo del libro?

“Ci sono da una parte i rituali ai quali ho partecipato, ma quello non è l’essenziale. Quello che è importante, è quello che non si vede o che non si legge, ma che è fra le righe. Dei simboli massonici fanno implicitamente riferimento a Lucifero. Quando si cerca un po’, si finisce per scoprire questo legame”.

Gallardo afferma di averlo scoperto presto. “Me ne sono reso conto molto rapidamente, dal grado di apprendista, cioè qualche tempo dopo l’iniziazione nel corso di una cerimonia che glorificava esplicitamente Lucifero. Ma mi hanno detto che non era il Lucifero a cui pensavo, che si trattava in realtà del portatore di luce. Il che non è peraltro interamente falso! Non è che molto più tardi, quando ho cominciato a ritrovare il cammino della fede che mi sono posto delle belle domande. Nello stesso modo durante la cerimonia di elevazione al magistero mi è stato mormorato all’orecchio il termine “Tubal Caïn” che rimanda a un’influenza satanica ed è utilizzato nella maggior parte dei riti massonici”.

Alcuni rituali secondo Gallardo non lasciano alcun dubbio. Al trentesimo grado del rito scozzese antico, per esempio, il partecipante deve pugnalare una tiara papale. Se si rifiuta, gli si spiega che non è un gesto cotnro la Chiesa, ma contro Gregorio V, il papa che ha perseguitato i templari e che questo non ha niente a che vedere contro l’anticlericalismo.

E secondo l’autore “La massoneria è di sua natura luciferina nel senso dell’orgoglio luciferino. Non ci si celebrano messe nere, non a mia conoscenza, ma il suo obiettivo è di sviluppare un’autonomia esacerbata nel massone, a partire da cui è incline a credersi egli stesso dio. Contrariamente alla Chiesa, che difende il principio di una legge, di una morale naturale, la massoneria professa che non esiste che una morale contingente e fluttuante e favorisce un nuovo ordine sociale dove predomina la libertà individuale, dove la legge sarà l’espressione della società senza rifermenti a una morale o a una legge divina. Il relativismo è la chiave di voltadella sua dottrina”.

Ma esistono logge cristiane? “Sono un’impostura. Alcune logge si dicono persino cristiche, perché il ‘maestro venerabile’ spezza il pane e lo condivide. Poco importa il nome che portano, guardiamo i rituali che praticano: tutti esoterici e dunque occulti. Ora, tutto ciò che è occulto, magico, divinatorio, è condannato dall’Antico testamento fino a San Paolo. Ricordiamoci che la massoneria è stata condannata a più riprese dalla Chiesa cattolica, ma anche dalla Chiesa presbiteriana di Scozia, daii metodisti americani e inglesi. La Chiesa ha ragione a dire che i due cammini sono antinomici: non si può servire a due padroni. Queste logge si dicono cristiane per attirare i cristiani, ma mirano in realtà all’apostasia dei fedeli di ogni religione, e in particolare a quelli di religione cattolica. Quando un cristiano diventa massone, abiura il suo battesimo senza saperlo dalla cerimonia di iniziazione. L’obiettivo della massoneria, di tutte le obbedienze, è di distruggere la cristianità per sostituirle la religione massonica e i suoi dogmi”.

Sull’influenza della massoneria Gallardo non ha dubbi: “Dal XIX secolo è all’origine di tutte le leggi societarie su divorzio, aborto, eutanasia, matrimonio per tutti. Sono state preparate, scritte e portate in Assemblea dalla massoneria in cui obiettivo è stabilire un ordine contrario all’ordine divino. Il fatto che avanzi sempre meno mascherata è la prova della sua potenza. Oggi le nostre società nuotano nell’ideologia massonica, cioè il relativismo”.

 

Print Friendly, PDF & Email
  • Nicola

    “Il fatto che avanzi sempre meno mascherata è la prova della sua potenza.
    Oggi le nostre società nuotano nell’ideologia massonica, cioè il
    relativismo”.

    Qualche bravo regista(votato al martirio ) potrebbe realizzare un sequel di Eyes Wide Shut. Titolo : -to the naked eye-

    • Armando Stavole

      Anche i cristiani, nella Roma antica, si nascondevano nelle catacombe. Poi sono venuti allo scoperto e poi si sono divisi in piu’ comunioni, ed allora?

  • Comes Carolus

    Mai lette tante scempiaggini una dietro l’altra, tali da ripercorrere la cosiddetta leggenda nera della Massoneria. Da sempre il potere clericale cerca di demonizzare e screditare la Massoneria, l’unica istituzione capace di farlo arretrare con tutti i suoi dogmi e crimini legati ad essi, nei secoli, in nome della libertà di pensiero, parola e azione. E quindi è del tutto evidente che vengano tuttora riproposte queste corbellerie che risalgono al XIX secolo e che ebbero in Léo Taxil uno dei maggiori capostipiti

    • XL

      Invece io, quando voglio leggere scempiaggini e idiozie ridicole, presuntuose e involontariamente comiche, leggo qualche testo massonico.

  • Andrea Palantir

    Quando leggo simili parti, dapprima mi vergogno di me stesso, perchè scopro di non aver mai capito, fin da apprendista, niente di niente. Poi mi desto; e provo con calma a rimeditare la mia vita, i miei convincimenti, i miei tanti dubbi e la buona fede delle mie scelte. E siccome un poco di sensibilità forse la possiedo; e siccome forse anche sono dotato di capacità di analisi e percezione (minimali eh! non esageriamo) allora un poco mi assolvo (ovvio…del resto non posso che essere il prete di me stesso) e torno a pensare da uomo libero. E rivendico la mia facoltà di percorrere un sentiero con le mie gambe; e all’allegria di un cammino autonomo.
    Calzante il richiamo a Taxil; ci sta tutto.
    Chiudo con un pensiero semplice: se su questa terra abbiamo lavorato, faticato, aiutato, salvato innocenti dalla prigione, estirpato tumori da un corpo, consolato un amico, amato una donna, protetto e cresciuto dei figli, soccorso un bisognoso…beh: forse non ci sono dogmi che tengono ed un grande architetto – chiunque sia e comunque sia – non ci riserverà gli strali che quaggiù ci riservano alcuni soggetti che, credendo di tutelarne l’essenza e non avendone compreso davvero l’infinità, si curano solo di un piccolo cantuccio della sua complessità e si dimenticano del resto.
    Orgoglioso della mia autonomia e della mia appartenenza, vi saluto. Buona giornata.

    • XL

      Uomo libero?
      “Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi”
      “Io sono la via la VERITA’ e la vita”
      “Chi fa il peccato è schiavo del peccato”
      (Gesù)

  • Ythoccor Sirboni

    Qualche massone si indigna, punto sul personale. Difendono un’appartenenza che si basa innanzitutto sul censo, altro che superiorità intellettuale o di spirito, se non hai soldi o non appartieni a certe caste allora… ciccia! Ho visto massoni imbarazzanti dal punto di vista culturale, che mi han fatto dubitare seriamente che abbiano mai frequentato la scuola, perfino quella dell’obbligo. Nessun dubbio, invece, sulla loro agiatezza economica. In ogni caso, è perlomeno sospetta una organizzazione verticistica che si basa sul segreto e sull’iniziazione progressiva alla conoscenza. La conoscenza dovrebbe essere patrimonio universale e accessibile a tutti, ma evidentemente i grembiulini predicano bene e razzolano male a questo proposito, altrimenti non si spiegherebbe il perché una persona con una eccellente istruzione, brillante intellettualmente e moralmente onesta, ma, del pari, assai precaria economicamente, non possa accedere ai saperi così riservatamente custoditi dalle varie fratellanze. Evidentemente i fini che si propongono i vertici di tali ramificatissime organizzazioni divergono considerevolmente da quanto apertamente sostengono di perseguire. Il messaggio evangelico è, al contrario, rivolto a tutti, gli insegnamenti del Cristo semplici e rivolti specialmente ai più modesti intellettualmente. Che poi la Chiesa cattolica abbia imboccato strade diverse, con una condotta opposta a quanto predicato e con l’adozione di simbologie, riti e saperi esoterici, estranei alla lezione del Cristo quando non palesemente in contrasto (il ché accomuna per certi versi chiesa e massoneria), esula dalla questione principale qui discussa.

  • Lara Fontana

    La storia di un altro uomo francese , Maurice Caillet , al servizio della Massoneria per 15 anni ed in seguito convertito al Cattolicesimo . http://www.youtube.com/watch?v=Y62cFFgmYEg

  • Stefano

    Tubalcain rimanda a un’influenza satanica? Ma la si conosce la Bibbia?