Papa chiede ai centri di formazione e alle università di diffondere la sua tesi che “la diversità delle religioni” è “voluta da Dio”

 

…….Il vescovo Miguel Ayuso Guixot, segretario del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, per espressa volontà del papa, in una Lettera datata 21 febbraio, ha chiesto ai professori, a sacerdoti, alle religiose e alle istituzioni universitarie di “favorire la distribuzione, lo studio e l’accoglienza” del Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune, aggiungendo che il Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso: “vi sarà grato fin da ora per ogni possibile iniziativa, nell’ambito della vostro istituzione, per la diffusione di questo documento”.
(Da Chiesa e Postconcilio)
http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/03/clamoroso-il-papa-chiede-ai-centri-di.html?m=1

…..La lettera cita anche alcuni passaggi del documento di Abu Dhabi, in cui entrambi i firmatari si impegnano “a trasmettere questo documento alle autorità, ai leader influenti, alle persone di religione di tutto il mondo, alle organizzazioni regionali e internazionali appropriate, alle organizzazioni all’interno della società civile, alle istituzioni religiose e i firmatari:
“la Chiesa Cattolica e al-Azhar, attraverso la comune cooperazione, annunciano e promettono di portare questo Documento alle Autorità, ai Leader influenti, agli uomini di religione di tutto il mondo, alle organizzazioni regionali e internazionali competenti, alle organizzazioni della società civile, alle istituzioni religiose e ai leader del pensiero; e di impegnarsi nel diffondere i principi di questa Dichiarazione a tutti i livelli regionali e internazionali, sollecitando a tradurli in politiche, decisioni, testi legislativi, programmi di studio e materiali di comunicazione.
Al-Azhar e la Chiesa Cattolica domandano che questo Documento divenga oggetto di ricerca e di riflessione in tutte le scuole, nelle università e negli istituti di educazione e di formazione, al fine di contribuire a creare nuove generazioni che portino il bene e la pace e difendano ovunque il diritto degli oppressi e degli ultimi.”
Ulteriore scopo è quello di “educare le nuove generazioni” nel senso di questo documento per la pace e la fraternità mondiale tra popoli e religioni.

Qualche volta si lascia baciare l’anello

* * *

Print Friendly, PDF & Email