LA PROFEZIA DI GAETANO RASI SULL’EURO

Il breve filmato di cui al link è relativo all’interrogazione parlamentare che nel 1998 il prof. Gaetano Rasi, docente universitario di economia nonché teorico del corporativismo democratico moderno, scomparso nel 2017, fece al governo Ciampi a proposito dell’ingresso dell’Italia nell’euro. Dall’interpellanza si comprende come tutti i problemi che sarebbero poi arrivati per l’Italia erano già chiari agli esperti e che Ciampi, Prodi, D’Alema, ossia i maggiori esponenti della sinistra globalista e filocapitalista del tempo, traditrice dei lavoratori e della nazione, avevano fretta di entrare per “riformare” l’Italia secondo le regole franco-tedesche pensate, come sottolinea Rasi, proprio per far fuori la concorrenza italiana. Roba da aprire un processo per alto tradimento per quei figuri ancora viventi e per la damnatio memoriae di quelli tra essi, come Ciampi, passati si spera a, scusateci la cattiveria, peggior vita! Inutile ricordare il fatto che i media, gli stessi che oggi inveiscono contro il pericolo sovranista, a quei tempi dileggiavano, con l’accusa ostracista di “euroscetticismo”, le non poche voci profetiche come quella di Rasi o, giusto per fare un altro nome culturalmente quotato, l’antropologa Ida Magli. Guardate, guardate, il filmato.

Print Friendly, PDF & Email