Pezzi che ci sono piaciuti

Nella guerra mediatica in atto, con infiniti talk show ad ogni ora del giorni, e con servizi giornalistici che sono veri e propri imbonimenti della popolazione sotto occupazione militare con l’esercito occupante nascosto nelle campagne e con funzioni di governo demandate a collaborazionisti locali, si sente ora l’argomento pensioni. Finora l’argomento principe per convincere i riottosi, le “bestie”, era di natura etica, morale, religiosa, di carità cristiana… Ma come? Non ti commuovi? Così duro è il tuo cuore? E ti

Leggi tutto

 

 
      
Ni Lampedusa, ni Bruxelles, être Européen !

 

 

“L’Europa è tradita dalla neolingua. La parola Europa è molto spesso utilizzata a torto per qualificare l’Unione europea, cioè quella organizzazione mondialista e filo immigrazionista con sede a Bruxelles.

In questo vidéo di cui qui sotto forniamo ai nostri lettori la traduzione, l’Istituto Iliade ricorda che l’Europa  è per prima cosa il continente degli europei, ma soprattutto è una identità ideologica alla base

Leggi tutto

dal blog di  Costanza Miriano

Da questo segno li riconoscerete,dalla rovina e dal buio che portano;
da masse di uomini devoti al Nulla, diventati schiavi senza un padrone.
(G.K. Chesterton)

Andreas Hofer

Alcuni anni fa una nota soubrette confessò d’aver abortito. Il suo compagno, ricco rampollo di un magnate cinematografico, non aveva accolto con entusiasmo, diciamo così, la notizia della gravidanza. Tanto che il suo primo pensiero era stato: come avrebbero fatto ora, con un neonato in fasce, ad andare

Leggi tutto

WASHINGTON NERVOSA: CHE  CI FANNO I RUSSI IN SIRIA?

 

Nervosität in Washington: Was machen die Russen in Syrien?

Deutsche Wirtschafts Nachrichten  |  Veröffentlicht: 04.09.15 00:55 Uhr

 

 

 

Le recenti attività della Russia in Siria suscita timori al governo degli Stati Uniti: La Casa Bianca sta esaminando se i russi siano già intervenuti nei combattimenti in Siria. Washington minaccia i russi in via preventivaa. Il ministro della Difesa ceco ritiene che i russi   abbiano già iniziato le puntate offensive. La situazione è confusa – e potrebbe essere

Leggi tutto

Gilad Atzmon

 

Ieri la Germania se lè presa con la Gran Bretagna per la crisi dei migranti . La Germania si prepara ad accettare 800.000 richiedenti asilo entro la fine dell’anno . Anche la Gran Bretagna  si sta preparando per il disastro di rifugiati in crescita: ha chiuso le porte .  Il richiamo tedesco ha un certo senso, devo ammettere . Dopo tutto , è stato Tony Blair e il suo governo laburista che ha lanciato la guerra criminale

Leggi tutto

27/8/2015 SCENARIECONOMICI.IT

Le ragioni monetarie della crisi sono sempre più evidenti a chi ha saputo aprire gli occhi informandosi e studiando il contenuto dei trattati europei. Sappiamo che la BCE (la banca centrale europea) crea denaro dal nulla, ma non può fornirlo agli Stati. Crea e presta moneta, nelle quantità ed ai tassi da essa sovranamente determinati, unicamente in favore delle banche commerciali con la conseguenza che la quantità di spesa pubblica necessaria alle nostre economie non è più sotto

Leggi tutto

Cedere la sovranità fiscale residua? Suggerimenti di scriteriati che, non fidandosi più del Paese, ammesso che mai se ne siano fidati, lo vogliono colonizzare

Caro Presidente,
per il rispetto che porto all’istituzione che presiede e a Lei personalmente, è con molta ansia che Le indirizzo questa lettera aperta riguardante una scelta che 
considero fondamentale per il futuro dell’Italia: la cessione della sovranità fiscale per far funzionare la sovranità monetaria europea, dato che questa è stata ceduta dagli Stati-membri senza

Leggi tutto

Dall’intervista di Giorgio Squinzi (Confindustria) sul Corriere della Sera, 15 agosto.

“Bisogna fare le riforme”, dice Squinzi. Quali? Risposta:

 

«Partirei dalla riforma della pubblica amministrazione.Bisogna semplificare drasticamente le procedure per fare impresa. I tempi per le autorizzazioni sono allucinanti. Le faccio un esempio che riguarda la mia azienda. Dovevamo modificare una finestra a Milano, abbiamo chiesto l’autorizzazione nel 2004, è arrivata adesso. In Italia per aprire o ampliare uno stabilimento del mio gruppo (Mapei, ndr ) ci vogliono 7-8

Leggi tutto