GUERRA ALL'IRAN:  SI COMINCIA CON UNA FAKE NEWS

dal Giornale:

“Tra l’Iran e Al Qaida vi è da anni una solida alleanza”

L’alleanza tra Iran e Al Qaida sarebbe iniziata negli anni dei conflitti interetnici nell’ex Jugoslavia

Un ex membro delle forze armate iraniane ha in questi giorni denunciato l’esistenza di solidi legami” tra Teheran e Al Qaida. Said Qasemi, ex portavoce dei Guardiani della rivoluzione khomeinista, è stato di recente intervistato dall’emittente di Dubai Al Arabiya e ha

Leggi tutto

ORGOGLIO DI ESSERE LOMBARDO

Confesso che, quando ho visto che la procura si è ridotta a indagare il governatore della Lombardia Fontana per “abuso d’ufficio” ( che è cosa diversa dalle “tangenti”, titolo generale sotto cui Il Fatto mette l’intera vicenda) per aver  dato  al suo socio avvocato Marsico un incarico di membro esterno del Nucleo Valutazione Investimenti Pubblici,  da   11.500 euro l’anno –  l’ANNO! –  e 180 a seduta, mi sono sentito orgoglioso della mia Regione, e di essere lombardo.  Non l’ho mai

Leggi tutto

Nuova Tangentopoli: i Grillini sapevano prima, ed esultano.

Tutti i dettagli della nuova “Mani Pulite”  in Lombardia, l’ondata di  arresti, le intercettazioni , “l’ombra sul governatore Fontana”  (della Lega)  come ha anticipato Mentana,  vi saranno imboccati a palate sui media ufficiali, ufficiosi  e manettari.

Il poco che posso dirvi io è:  l’ambiente dei 5Stelle sapeva tutto gà prima.

Qui c’è  https://twitter.com/valemameli

Un personaggio  che già avevo visto molto  ben informato di certe cose, e  che si dichiara “Fiera Cittadina in cerca di un Paese governato dall’#Onesta

Leggi tutto

GUERRA ALL'IRAN - SI PREPARA UN FALSE FLAG?

Domenica  John Bolton, il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, ha minacciato l’Iran di  “forza inesorabile” annunciando lo spiegamento dell’USS Abraham Lincoln Carrier Strike Group e di una task force per i bombardieri nella regione del Golfo Persico,  un messaggio “chiaro e inequivocabile” al regime iraniano.

La dichiarazione di Bolton ha  fatto riferimento a un “numero crescente di indicazioni preoccupanti” dall’Iran. A rincalzo, la corrispondente del Pentagono della CNN Barbara Starr ha precisato   che gli USA  sono al

Leggi tutto

La Giustizia:   efficace contro Siri,  meno con Camorra (e Casamonica)

A  Napoli la Camorra  spara alle bambine, e  in varie trasmissioni Rai e no provano a dire che in fondo è colpa di Salvini. Che “si fa i selfie”, “è in campagna elettorale”, “non è andato a Napoli.  Un  “esperto” di  non ho capito il nome, a domanda: se fosse lei al governo cosa farebbe, risponde: anzitutto bloccherei le  armi, come mai è facilissimo averle, come mai  anche i ragazzini hanno le armi? Un discorso a casaccio, come chi dice:

Leggi tutto

AH, SE AVESSIMO UN GOVERNO, cosa potrebbe fare!

Riporto qui da Zibordi   – spèero me lo consenta –  quello che lui definisce “il più importante articolo di economia  pubblicato quest’anno”.

Come risolvere il problema del Debito Pubblico italiano all’interno dell’Euro

E’ la soluzione di John Cochrane per il debito pubblico. Creare una Moneta Elettronica del Tesoro che paga interessi.  Una moneta elettronica dello Stato (“Treasury Electronic Money”) presso il Ministero del Tesoro (quindi non una moneta creata dalla Banca Centrale come le banconote e come le “riserve” con

Leggi tutto

IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO - E' MOLTO CAMBIATO

Pezzo di copia e incolla. Giusto per ricordare al pubblico, che è stato distratto da Conte  e grillini con il “caso Siri”, che nei pochi giorni scorsi il primo ministro Conte ha:

  • Fatto le nomine a Bankitalia mettendoci le persone indicate dal governatore Ignazio Visco, ossia gradite a lui, e dunque al Colle, e dunque a Mario Draghi.

https://www.huffingtonpost.it/2019/03/28/pronta-la-squadra-di-bankitalia-ignazio-visco-da-forma-il-nuovo-direttorio_a_23701872/

  • Ha avviato la privatizzazione della Sanità, grazie a ritocchi che passano inosservati. O così  almeno la giudica Il Fatto Quotidiano, che
Leggi tutto

UCRAINA  - SI CAMBIA SENZA DIRLO?

Improvvisamente, l’esercito di Kiev (formato dai neonazi con tanto di vessilli SS, ma filo-americani) ha intensificato i bombardamenti sul territorio della “Repubblica Popolare del Donetsk”,la zona russofona in secessione. Soprattutto, sta usando munizioni d’artiglieria o di mortaio di grosso calibro – di un calibro vietato dai famosi “accordi di Minsk”.

E’ la risposta dei miliziani a degli strani sviluppi che, secondo alcuni analisti, stanno portando alla silenziosa spartizione dell’Ucraina?

Gli ucraini hanno appena votato con margine enorme il comico Vladimir

Leggi tutto