Jerusalem Post: i bombardamenti americani sull’Iran “saranno massicci ma saranno limitati a un obiettivo specifico”

The Jerusalem Post - Notizie di Israele

Edizione di stampa

Segretario di Stato Mike Pompeo. Un “sionista cristiano” –  (Foto  REUTERS)
Funzionari delle Nazioni Unite: gli Stati Uniti pianificano un “assalto tattico” in Iran
Di SHLOMO SHAMIR / MAARIV ONLINE
17/06/2019
L’azione militare in esame sarebbe un bombardamento aereo di una struttura iraniana legata al suo programma nucleare, hanno affermato i funzionari.

Scritto da Michael Snyder tramite il blog The End of The American Dream,

Scrivo questo articolo con un cuore pesante. Nelle scorse settimane ero giunto alla conclusione che probabilmente non ci sarebbe stata una guerra con l’Iran nel 2019, ma ora devo ammettere che ho sbagliato. I funzionari degli Stati Uniti sono stati molto veloci nel dare la colpa all’Iran per l’attacco a due petroliere nel Golfo di Oman, e i consiglieri del presidente Trump avrebbero stoltamente fatto pressione su di lui per colpire l’Iran.  Il presidente Trump era stato riluttante a impegnare militarmente l’Iran, ma ora sembra che darà ai falchi della guerra nella sua amministrazione esattamente quello che vogliono. 

Secondo  il Jerusalem Post , è in programma una campagna di bombardamenti che “sarà massiccia ma sarà limitata a un obiettivo specifico” …

Secondo i funzionari, da venerdì la Casa Bianca ha tenuto discussioni incessanti che hanno coinvolto alti comandanti militari, rappresentanti del Pentagono e consiglieri del presidente Donald Trump.

L’azione militare in esame sarebbe un bombardamento aereo di una struttura iraniana legata al suo programma nucleare, hanno affermato i funzionari.

“Il bombardamento sarà massiccio ma sarà limitato a un obiettivo specifico”, ha detto un diplomatico occidentale.

Se questo accade, inizierà una guerra.

L’Iran è la patria di oltre 81 milioni di persone, è armato fino ai denti, ed è l’hub centrale globale per l’Islam sciita.

Sarebbe la più grande guerra che gli Stati Uniti hanno combattuto dalla seconda guerra mondiale, e gli iraniani avrebbero combattuto fino alla morte e avrebbero buttato tutto ciò che hanno a nostra disposizione. Ciò includerebbe la liberazione di tutti gli agenti iraniani e di Hezbollah nel Nord America per condurre operazioni terroristiche diffuse. Il sangue verrebbe versato su vasta scala e ci sarebbe un grande caos all’interno della nostra nazione.

Print Friendly, PDF & Email