Pezzi che ci sono piaciuti

 

La lettera, per volontà dell’Autore, è stata pubblicata sul sito Revisionist History, del giornalista storico revisionista Michael Hoffman

La stessa è stata ripresa dalla rivista Chiesa Viva,
che l’ha pubblicata sul numero di aprile 2016

————————————————————————————————————————————————–

.

A Sua Santità, Papa Francesco
Città del Vaticano
Gennaio 2016

 

Sono un Ebreo. Ho la certezza, come Menachem Mendel Schneerson di Crown Heights, Brooklyn, di discendere direttamente da Re Davide per parte di mio padre (mia madre, mi è … Leggi tutto

Hassakè (Agenzia Fides) – Il percorso che ha portato l’Amministrazione Usa a riconoscere come “genocidio” le violenze perpetrate dallo Stato Islamico (Daesh) sui cristiani rappresenta “una operazione geopolitica” che “strumentalizza la categoria di genocidio per i propri interessi”. Così l’Arcivescovo siriano Jacques Behnan Hindo, alla guida dell’arcieparchia siro cattolica di Hassakè-Nisibi, commenta per l’Agenzia Fides le dichiarazioni rilasciate ieri dal Segretario di Stato Usa John Kerry in risposta alla mobilitazione di gruppi e istituzioni che da tempo sollecitavano la leadership … Leggi tutto

La bimba che durante la sua grave malattia esclamava “Gesù, quanto sei buono!” sta rivoluzionando le cliniche abortive

(MB: Di Mari Carmen ho parlato in un articolo: “La bambina che vinse la guerra civile di Spagna”)

 

Ottobre 2014. Una giovane coppia agiata esce da una clinica abortiva di Madrid. È il suo primo figlio. Alla porta della clinica ci sono i “soccorritori San Giovanni Paolo II”, che lavorano con l’Associazione Más Futuro, un’organizzazione che aiuta le donne incinta … Leggi tutto

Bruxelles:  False Flag di Cia, Mossad e Gladio

Aurorasito – Aanirfan

Il 22 marzo  2016, il ministro degli Esteri palestinese Riyad al-Malqi doveva comparire dinanzi alla commissione affari esteri di Bruxelles per discutere come riavviare il processo di pace in Medio Oriente. EP. Così, il 22 marzo era il giorno giusto per il Mossad per colpire Bruxelles? Gli attacchi terroristici a Bruxelles saranno utilizzati per giustificare un’invasione della Siria? I presunti attentatori di Bruxelles del 22 marzo 2016, i fratelli Qalid e Ibrahim al-Baqrawi, e Najim Lashrawi, … Leggi tutto

L’Antidiplomatico 23 – 3- 2016

In un’intervista rilasciata il 25 aprile 2014 a Silvia Cattori, alle domanda specifica se sostenendo la “ribellione” in Siria, l’Unione europea non avesse incoraggiato migliaia di giovani a partire per combattere Bashar al-Assad e se i servizi segreti dei paesi europei avessero lasciato partire questi giovani con la piena consapevolezza delle dimensioni del fenomeno, lo scrittore belga Bahar Kimyongür rispondeva:

“Del fenomeno “euro-jihad” ne parlo costantemente dall’inizio dello scorso anno. All’epoca i media tradizionali erano Leggi tutto

John Kerry, segretario di Stato Usa, chiede inchiesta internazionale per le milizie islamiche radicali, che hanno trucidato yazidi, cristiani, sciiti in Siria e Iraq. La politica estera Usa ha però aiutato lo Stato islamico emarginando i sunniti amici di Saddam Hussein in Iraq, “contenendo” senza combattere lo Stato islamico, vendendo armi all’Arabia saudita, passate poi alle milizie in Siria. L’Iraq è oggi il secondo Paese al mondo dove la persecuzione contro i cristiani è più acuta.

Roma (AsiaNews) – Il … Leggi tutto

«Morti sospette», ombre sul convento in Campania

(MB: Pubblichiamo questo pezzo del Mattino di Napoli perché illustra bene il livello di bassezza ripugnante a cui si riducono i nemici dei Francescani dell’Immacolata. Adesso spuntano “morti sospette” in convento. La “fonte”, sarebbe un dossier di padre Volpi, il commissario vaticano, “misteriosamente” morto lui stesso anzitempo: morte di cui ovviamente si adombra che i colpevoli siano i francescani azzurri, senza alcun indizio. Un rapporto che l’avvocato Sarno – il legale dei nemici – ha consegnato alla Procura di Avellino: Leggi tutto

La mattina dopo l’omicidio, Prato ha tentato il suicidio rivelando in alcune lettere il desiderio sempre nutrito di operarsi e “diventare” donna. Lo psichiatra Massimo Di Giannantonio, docente presso l’Università di Chieti, ha spiegato che «in questi casi ci troviamo di fronte ad un disturbo grave dell’identità di genere unito a una omosessualità egodistonica, elementi che incidono sull’equilibrio psicopatologico e possono portare l’individuo a un tentativo di ‘automedicazione’ con sostanze psicoattive come la cocaina». Sempre su DagospiaLeggi tutto