Friends

 

di Paolo Borgognone

 

Premessa. L’eurasiatismo come teoria filosofica e geopolitica conservatrice

Nell’epoca della mondializzazione e della disarticolazione su base individualistica e consumistica delle identità collettive, la democrazia organica è la più innovativa, interessante e radicalmente alternativa allo stato di cose presenti, forma di organizzazione del consenso e della società in quanto, come scrive Gennaro Sangiuliano citando, nel suo libro Putin. Vita di uno zar (Mondadori, Milano, 2015), il politologo tradizionalista russo Aleksandr Dugin, essa «deve essere intesa “come comunità

Leggi tutto

CRONACHE DAL MONDO IN DEFLAZIONE – di Luigi Copertinoquarta parte

Ma c’è chi dice “no!”

Intanto, in questi giorni, è giunta la buona notizia che in sede Ecofin (Consiglio Europeo dei ministri delle finanze) la Germania ha avuto un vistoso stop nelle sue pretese autoreferenziali ispirate ad un dogmatico e cieco ordoliberalismo. Da parte tedesca, infatti, è stata avanzata la proposta di porre alle banche commerciali un limite al quantitativo di titoli di Stato che esse possono possedere.

Leggi tutto

Di monsignor Luigi Villa  – Omelia per l’Ascensione, 31 maggio 1987

Cristo ha lasciato la terra ed è asceso al Cielo. Stupore e dolore degli Apostoli che si vedono sottratto il Maestro tanto amato. E l’assicurazione dell’Angelo che ripete loro la certezza che il Signore ritornerà. La fede è la pienezza della capacità umana come orientamento costante all’essenziale. È la corrente profonda del destino realizzato. Difficile è credere, perché più facile è amare il mondo, come fosse la nostra stabile

Leggi tutto

Cronache dal mondo in deflazione – di Luigi Copertino – terza parte

Germania, la svolta: dal mercatismo alla leva della spesa pubblica

Soprattutto per Paesi come l’Italia – che non ha affatto, come troppo facilmente si dice e si fa credere, un problema di debito pubblico ma invece ha un problema di bassa crescita che, poi, crea quello dell’alto debito – serve maggiore flessibilità di bilancio ma, attenzione!, al solo scopo di aumentare la spesa di investimento e non per

Leggi tutto

 

Caro Maurizio,

> Mi giunge voce secondo cui in un tuo articolo, che a onor del vero non  ho visto, avresti alluso al fatto che mi sono trasferito a New York  con un’amante.

L’Italia è costruita sulle voci e non dubito della tua buona fede. Ti  prego però di voler precisare, per amore di verità, che non mi sono trasferito a New York: vivo a Torino, dove insegno regolarmente ogni  settimana e svolgo una serie di altre attività professionali.

Leggi tutto

di Paolo Borgognone

Premessa. La FPÖ, il “diavolo”?

Le elezioni presidenziali austriache tenutesi il 24 aprile 2016 segnarono un punto di svolta nell’ambito delle relazioni politiche interne ai Paesi della Ue. Il primo turno di queste elezioni, infatti, fu connotato dalla vittoria, nemmeno troppo a sorpresa, del candidato del Partito della Libertà Austriaco (Freiheitliche Partei Österreichs, FPÖ), Norbert Hofer, e dal simultaneo crollo di consensi dei due partiti “istituzionali” (democristiani, ӦVP, e socialdemocratici, SPӦ) dominanti la politica interna

Leggi tutto

CRONACHE DAL MONDO IN DEFLAZIONE – di Luigi Copertino – seconda parte

Le conseguenze dell’indipendenza delle Banche Centrali (ma la soluzione non è quella di Milton Friedman)

A proposito del problema dell’indipendenza della Banche Centrali, Maurizio Blondet, su questo stesso sito, ha di recente (“Draghi ha fallito. Ma non è colpa sua, dopotutto”, 11 marzo 2016) scritto un interessante intervento che è bene rammentare. «Milton Friedman – scriveva dunque Blondet – è stato il guru supremo del liberismo e

Leggi tutto

CRONACHE DAL MONDO IN DEFLAZIONE – di Luigi Copertino

prima parte

 

«Il mondo è sull’orlo di un precipizio

di disoccupazione, miseria, guerre,

 con segni negli astri»

Amparo Cuevas, veggente spagnola,

a proposito delle rivelazioni

 di Maria Vergine all’Escorial (anni ’80)

 

Euro, l’esperimento fallito dell’egemonia disaggregante della Germania

«Le prospettive per l’economia mondiale sono circondate da incertezza. Dobbiamo fronteggiare persistenti forze disinflazionistiche. Si pongono interrogativi riguardo alla direzione in cui andrà l’Europa e alla sua capacità di tenuta a

Leggi tutto