MACRON: "LA FRANCIA BOMBARDERA' LA SIRIA". E LO STRANO GIOCO DELLA UE

Di punto in bianco, Emmanuel Macron  ha voluto far sapere, in una grandiosa intervista congiunta a Le Figaro, Le Temps, Le Soir, Süddeutsche Zeitung, The Guardian, Corriere della Sera, El Pais et Gazeta Wyborcza, che la Francia non esiterà a bombardare la Siria anche da sola, “se avverrà che armi chimiche siano utilizzate sul terreno”, allo scopo di “distruggere i magazzini di armi chimiche”. Anche da  sola ‘intende che la Francia  sarà perfettamente allineata agli Stati Uniti”. Ovviamente. E’ in

IL NUOVO RE DELL'ARABIA SAUDITA.

Questo nella foto è il super-yacht Serene, proprietà dell’appena nominato principe della Corona, e presto re del regno saudita, Mohammed ben Salman Al Saud  di anni 31. Un acquisto famoso  per il seguente motivo: Bin Salman, tanto amato ed apprezzato dal re papà, l’ha comprato usato per mezzo miliardi di euro, laddove era costato 330 milioni di euro a  chi l’aveva comprato nuovo sei anni prima a Fincantieri,  l’oligarca russo (j) della vodka Yuri Scheffler.

Questo acquisto dipinge il personaggio:

NOTIZIE FRESCHE DAL SODOM-TOTALITARISMO

Bisognerà pensare ad una rubrica fissa, tante sono le sentenze, normative, leggi, diktat che   stringono la morsa totalitaria-sodomita sulla libertà.

L’Ordine dei Giornalisti sospende Padre Livio per sei mesi – per lesa Cirinnà.

Sulla condanna, ovviamente, i media mainstream  danno la seguente versione:; “Augurò la morte a  Cirinnà su Radio Maria, don Livio sospeso” (La Stampa).  Altre versioni dicono che Padre Livio disse rivolto a Cirinnà: “ricordati che devi morire”, cosa che un buon prete dovrebbe ripetere speso a tutti.

DALL'UCRAINA A BERLINO, AVANZA LO STATO TOTALITARIO DEL KULANDRO

“Ucraina finalmente europea!”,mi scrive un lettore. E mi manda le foto della prima sfilata pederastica avvenuta a Kiev.

Il lettore ha creduto di fare una battuta sarcastica. Invece posso assicurare che non è uno scherzo. Riservatamente, fra le condizioni poste al regime di Kiev per “entrare in Europa”, è stato chiesto di far approvare al locale  parlamento  la legge sul matrimonio  dei  pervertiti, detto “unioni civili”.  Di fronte al primo agghiacciato rifiuto della sbalordita  giunta di Kiev –  impossibile strappare

“Israele vuole uno scontro Usa-Iran. E lo avrà”

E’  il   titolo dell’ultimo articolo di MK Bhadrakumar, e va al cuore della questione, apparentemente caotica e incontrollata.  Bhadrakumar è un ex diplomatico indiano, a lungo ambasciatore  a Mosca e in Medio Oriente, ed uno dei più lucidi analisti della situazione dell’area.  Egli richiama l’attenzione sul dispiegamento  Usa dei lanciarazzi multipli  HIMARS (High Mobility Artillery Rocket System) “in territorio siriano, nella base militare [americana] di Al Tanf presso la frontiera tra Siria e Irak,  nel sud-est, che è

CINA E IRAN: MANOVRE NAVALI CONGIUNTE AD ORMUZ. Risposta all'Escalation Usa.

Il 18 giugno navi da guerra iraniane e  cinesi hanno compiuto manovre militari congiunte nello stretto di Ormuz, passaggio strategico posto al sud dell’Iran e a nord degli Emirati Arabi Uniti. Queste esercitazioni avvengono nel pieno dello scontro diplomatico tra Teheran e Washington  e di una crisi maggiore che scuote la penisola arabica,  e che oppone il Qatar ai suoi vicini, specie l’Arabia Saudita.  Il contrammiraglio cinese Shen Hao, citato dall’egenzia iraniana IRNA,  ha spiegato che  tali manovre  congiunte  hanno

Un "segno"  della Vergine Theotokos in Crimea?

MB .  Ho ricevuto quel che segue da un blog greco. Non sono in grado di controllare l’informazione, né so altro oltre a quello che dice il testo – tradotto dal greco col traduttore automatico. Lo posto senza commento).

Russia: dodici  delfini hanno portato su dal mare l’immagine della Vergine!

Christos Michaelides 

https://proskynitis.blogspot.it/2017/06/12_15.html?m=1

 

L’icona sulla spiaggia in Crimea.

 

“Un evento insolito  e meraviglioso è avvenuto a  Sochi, in Russia.  Un branco di delfini (12 secondo i testimoni) hanno

MERKEL: NO A NUOVE SANZIONI ANTIRUSSE.  DANNEGGIANO "NOI"

Mai visto prima: Berlino e Vienna hanno  criticato le nuove sanzioni americane alla Russia. Insieme, i due ministri  degli  esteri, stentoreamente, ufficialmente,  hanno minacciato addirittura contro-sanzioni  a danno degli Stati Uniti.

Il motivo è presto detto: che le nuove sanzioni – emanate dal Senato  Usa –  colpiscono direttamente gli interessi germanici. Precisamente, impongono multe, ammende e sanzioni alle aziende  che partecipano alla costruzione, o al finanziamento,  del Nord Stream 2, il gasdotto che porta il gas russo alla Germania e