Nessuno doveva sopravvivere

Era disarmato, aveva le mani alzate, urlava no. Non  opponeva resistenza. L’uccisione non sembrava affatto necessaria.  Ma evidentemente questi terroristi devono sempre morire. La  loro sopravivenza non è contemplata.  ” (Alba Giusi)

http://www.altreinfo.org/terrorismo/11721/video-di-uno-dei-cinque-terroristi-uccisi-a-cambrils-era-disarmato-aveva-le-mani-alzate-e-urlava-no-alba-giusi/#comment-3688

 

Il video è stato pubblicato da El Pais e mostra l’uccisione del  “quinto terrorista” a Cambrils.

 

Altri amici mi mandano questo: i vu’cumprà che di solito occupano lo spazio pedonale alla Rambla, quel giorno erano scomparsi prima.

 

SINTOMI DI GUERRA CIVILE AMERICANA 2.0

“Donald Trump darà le dimissioni entro l’anno  in cambio dell’immunità in relazione all’interferenza della Russia nelle elezioni presidenziali”: è previsione doppiamente  solida, perché l’ha pubblicata l’israeliano JewsNews, e perché a   rivelarla è Tony Schwartz (j) :  che è  il   suo ghost-writer, in pratica quello che veramente scritto il libro e best-seller di The Donald, “The Art of Deal”:    uno che Trump lo conosce bene, avendolo frequentato a lungo. E che adesso è diventato uno dei suoi acerrimi nemici.

IL RABBINO DI BARCELLONA: “L’EUROPA E’ PERDUTA”. PROPRIO COME DICE NETANYAHU.

Questo è il rabbino-capo di Barcellona, Meir Bar-Hen. Dopo  l’attentato alla Rambla, ha fatto appello agli ebrei  di Spagna: comprate un terreno in Israele e andate ad abitarci, prima che sia troppo tardi: “L’Europa è perduta”.

Se lo dice il rabbino…

Strano, è  la stessa espressione che un mese fa ha adoperato Netanyahu, durante un incontro a porte chiuse (ma qualche microfono era aperto) con i governanti del Gruppo di Visegrad:

Da sinistra: Bohuslav Sobotka della Repubblica Ceca, Benjamin Netanyahu

JIHAD IN SPAGNA. LA COSTRUZIONE DELLA NARRATIVA.

Notate la data: il 19 settembre 2016. Titolo: “Stan preparando un attentato a bandiera falsa in Barcellona?”.  Lo prospettava un sito  spagnolo, El Robot Pescador.  Quasi un anno prima, gli estensori del sito  si sono allarmati per come  “l’idea viene inoculata nell’immaginario pubblico”  attraverso   gli articoli di grandi  giornali iberici.

¿ESTÁN PREPARANDO UN ATENTADO DE FALSA BANDERA EN BARCELONA?

El Mundo, il 31 gennaio 2016: “IS avverte che la Spagna pagherà molto  cara l’espulsione dei musulmani da El Andalus”. Da

I cinque terroristi uccisi a Cambrils dalla polizia avevano cinture esplosive -  finte

Peccato che  siano stati tutti ammazzati: sarebbe interessante sapere per quale  stortura mentale degli islamisti  si erano rivestiti di cinture esplosive   innocue.  O qualcuno  gliele aveva fornite facendo loro credere che erano vere?

Anche i tre terroristi dell’attentato al ponte di Londra il giugno scorso indossavano cinture esplosive finte, fatte  da bottigliette d’acqua ricoperte di nastro opaco argenteo. Peccato che i tre, Khuram Butt, Rachid Redouane and Youssef Zaghba,  siano morti anche loro.

Le false cinture esplosive dei terroristi del

“Questo  abbattere statue  è uguale ai roghi di libri”

Condivido coi lettori questa osservazione del  saggista ed amico Nicolas Bonnal. Dovunque nelle città americane, di punto in bianco, si abbattono o violano monumenti  di personalità confederate; dopo un secolo  e mezzo  che sono lì, improvvisamente gli “Antifa” non  le tollerano: sono “schiavisti”.  Sindaci e governatori eseguono, anzi precedono le folle nelle opere di abbattimento.  In odio a Trump, naturalmente. Ovviamente  s’intravvede  un  freddo,   deliberato ed organizzato tentativo di innescare la guerra civile razziale, neri contro bianchi.

A Charlottesville, poco

USA:  LA NUOVA PESTE STERMINA  L'UOMO BIANCO. ORMAI SUPERFLUO.

E’ ormai la prima causa di morte   per gli americani sotto i 50 anni, quindi in età produttiva.  91 americani  muoiono  ogni giorno per overdose da fentanyl, un oppioide sintetico, antidolorifico,   che crea forte dipendenza.  La  chiamano “opioid epidemic”:  52 mila morti nel 2015, 59 mila nel 2016 (più 19%),  già oltre 60 mila ad agosto 2017, saranno almeno 65 mila a  fine anno. Aumenti spaventosi.

Gli Stati Uniti sono il paese con più morti per overdose del mondo per

ADESSO SAPPIAMO  CHI HA MANDATO A  MORTE REGENI.

Il giorno in cui finalmente il governicchio Gentiloni rimanda l’ambasciatore al Cairo, ecco che il New York Times, nientemeno,  esce con la  notizia presunta bomba,  che  i nostri media servizievoli titolano così:

 “Obama diede le prove a Renzi sul ruolo dell’Egitto nell’omicidio di Giulio Regeni”.

Prove “incontrovertibili”, secondo Repubblica. Poi, leggendo si scopre che i servizi Usa non diedero alcuna prova.  Dissero che “non c’era dubbio”, ma per evitare di identificare la fonte, gli americani non condivisero per