L’IDF promuove il suo primo grande generale apertamente gay, Sharon Afek

L’alto avvocato dell’esercito riceve un rango più elevato alla luce della crescente importanza del diritto internazionale nella guerra moderna, dice il militare

L’avvocato generale Sharon Afek riceve il grado di generale maggiore durante una cerimonia nel quartier generale dell’IDF a Tel Aviv il 12 luglio 2018. (Israel Defence Forces / Twitter)

Le forze di difesa israeliane hanno promosso il maggiore avvocato, Sharon Afek, al maggiore generale giovedì, rendendolo la prima persona apertamente gay del paese a ricoprire quel ruolo e rafforzare il significato della sua posizione nell’esercito.

“La promozione di grado esprime la grande responsabilità del difensore militare generale di agire, spalla a spalla con i comandanti, al fine di garantire che l’IDF sia in grado di raggiungere il suo obiettivo e vincere, senza rinunciare allo stato di diritto”, ha detto Afek durante la cerimonia.

“Anche nei tempi dei combattimenti più complicati e difficili, l’IDF è stata severa, è severa e resterà severa nel rimanere nei limiti della legge e della giustizia. Questa dedica dell’IDF alla legge e alla giustizia è una fonte di forza e non di debolezza. Ci consente di operare come esercito popolare in uno stato democratico e di preservare la fiducia del pubblico “, ha affermato.

L’avvocato militare generale ha ricevuto la sua promozione durante un piccolo evento presso il quartier generale dell’IDF a Tel Aviv, noto come Kirya. Le insegne sono state poste sulle sue spalle da suo padre e dal capo di stato maggiore IDF Gadi Eisenkot.

La decisione di promuovere Afek al grado di generale maggiore è stata presa all’inizio di quest’anno, poiché i militari hanno determinato che era più adatto per la posizione di avvocato generale militare.

Nel 2015, i militari hanno cambiato la posizione da quella detenuta da un generale maggiore a quella detenuta da un generale di brigata come parte di uno sforzo di riduzione del bilancio da parte dell’IDF. All’inizio di quest’anno, l’IDF ha annunciato che stava annullando quella decisione e stabilendo anche un mandato fisso per la posizione, che in precedenza non era stata specificata. Alcuni generali dei difensori militari mantennero la posizione per quattro anni, altri per otto.

The Military Attorney, Sharon Afek, speaks at the Military Lawyers Conference, in Tel Aviv, on April 25, 2017. Photo by Roy Alima/Flash90

La posizione di avvocato militare generale ha ora un mandato di cinque anni, con l’opzione per un sesto, “a seconda delle esigenze del capo di gabinetto dell’IDF e dell’accordo con l’avvocato generale militare”, ha detto l’esercito all’epoca.

In futuro, i generali dei difensori militari non riceveranno immediatamente il grado di generale maggiore, ma lo riceveranno solo dopo aver prestato servizio nella posizione per circa tre anni, come nel caso di Afek.

Il capo dell’IDF Eisenkot ha deciso di invertire la politica, con l’approvazione del ministro della Difesa, alla luce della crescente importanza del diritto internazionale nella guerra moderna, secondo l’IDF.

“Queste raccomandazioni mostrano la posizione centrale e significativa del MAG nell’esercito”, hanno detto i militari.

Ciò potrebbe essere visto chiaramente nelle recenti discussioni sulla legittimità dell’uso della forza letale da parte dell’IDF negli scontri lungo il confine di Gaza, che ha raggiunto l’Alta Corte di giustizia.

I militari hanno aggiunto che la promozione e il mandato prolungato sono stati incoraggiati dalla Commissione di Ciechanover, una sonda di inchiesta avviata a seguito della guerra di Gaza del 2014 per indagare su come i militari hanno gestito la campagna da una prospettiva di diritto internazionale.

Afek ha prestato servizio nell’esercito in posizioni di legge per 25 anni prima di essere nominato avvocato generale militare nell’ottobre 2015, subentrando per il maggiore generale (res.) Danny Efroni.

Durante i suoi quasi tre anni in carica, Afek ha affrontato una serie di casidi alto profilo , in particolare le cosiddette sparatorie di Hebron, in cui il soldato Elor Azaria ha sparato a morte un attaccante palestinese sottomesso.

Quando nel 2015 Afek è subentrato come difensore generale militare, è diventato il primo membro apertamente gay dello Stato Maggiore dell’IDF.

In un’intervista con l’Associazione degli avvocati israeliani l’anno scorso, Afek ha affermato che si tratta di un passo importante nel mostrare ai membri della comunità LGBT che l’esercito li accetterà.

“Per me è importante agire come un modello di riferimento”, ha affermato. “Ancora oggi, nell’anno 2017, incontriamo ancora manifestazioni di ignoranza e odio verso gli altri. Per me è importante che giovani uomini e donne sappiano che non ci sono soffitti di vetro nell’IDF che li limitano “.

FONTE: https://www.timesofisrael.com/

Print Friendly, PDF & Email