L’EFFETTO GRETA: ANCORA PIù DEFLAZIONE (e miseria)

(A  commento dell’articolo “Perché la truffa di Greta è un crimine contro l’umanità, un lettore mi invia questo commento – che è un’aggiunta preziosa):

da Lei evidenziata in merito al movimento di “Greta&co”, globalmente
> sponsorizzato dalle elite-dem.
>
> Mi permetto solo di porre un accento per quanto all’ulteriore effetto
> collaterale che il tutto andrà a provocare nel nome della difesa
> dell’ecosistema e dell’ambiente-terra: ovvero un’ulteriore ondata
> legislativa, maggiormente restrittiva, che andrà ad accelerare il
> processo di “decrescita infelice”, per quanto ad interi reparti di
> economia reale oggi esistenti, sebbene claudicanti, e a discapito di
> chi oggi ne trae sostentamento e reddito.
>
> Non si creda a movimenti di transizione “economico-sociali” di tale
> portata a costo e impatto “0”, non ve ne sono, sarebbe un’utopia
> crederlo!
>
> Un esempio che vale per tutti a modello replicabile: l’automotive e la
> contrazione €uropea in doppia cifra percentuale degli ultimi 12
> mesi…(in un contesto già fortemente provato per altri motivi, sempre
> di derivazione finanziaria-speculativa in ragione di doping
> finanziario) …contrazione che comporterà un’ulteriore riduzione dei
> ricavi, perdite di bilancio per le big-company, taglio agli
> investimenti strutturali e…un’ondata di disoccupati e di fallimenti
> nell’intera filiera, sia produttiva che commerciale!
>
> … ma ovviamente la colpa di tutto ciò verrà imputata a “the Donald”
> ed alla guerra dei dazi USA-CINA!
> Of course!
> Oltre al calo dei consumi, la riduzione dell’imponibile fiscale e
> quindi del gettito erariale…da cui l’aumento delle accise sul costo
> unitario per cercare di “compensare” le maggiori perdite…impossibile
> credervi!!!
> In una parola semplice (ma dagli effetti letali) che ben sintetizza il
> tutto: DEFLAZIONE!
>
> Esattamente la deflazione, che di fatto è già ciclica da almeno due
> lustri!…ma non si può dire, neppure pronunciare!
>
> La lotta che si andrà ad innescare in favore del clima andrà in primis
> a favorire un’ulteriore ondata deflativa nei mercati economici reali
> ed evoluti (industria-produzione-salari-consumi) in favore di
> un’utopistica economia circolare, €green e nature-friendly (ovviamente
> DEM), €inomane ed €dipendente, che beneficerá di ingenti stock
> monetari investiti (a tassi negativi) in pittoreschi-utopici progetti
> eco-green-compatibili, in realtà speculazioni finanziarie travestite
> da “eco-bond”, quindi immateriali per la maggior parte delle masse, ma
> che in realtà produrranno ondate deflative reali che porranno nuove
> basi e nuovi confini per hedge-founds e NPL dei prossimi decenni!
>
> Questi eco-bonds saranno di fatto strumenti finanziari che favoriranno
> altri strumenti finanziari (questi altamente aggressivi e speculativi)
> che andranno a “spaccare” altri settori dell’economia reale (già
> terminale) come fossero nuovi cavalli di Troia dei “mercati”, vittime
> e carnefici al contempo della globalizzazione multinazionale
> selvaggia, così impostata esclusivamente su meccanismi di
> impoverimento economico-sociale-culturale di massa!
>
> Questi sono meccanismi già noti e ben impostati, ampiamente rodati e
> testati nella loro devastante efficacia, meccanismi ad altissimo
> indice speculativo, nonché ad alto coefficiente remunerativo, sistemi
> “dolby-surround” finanziari che colpiscono ad alta frequenza in ogni
> senso, direzione e flusso economico-sociale immaginabile!
>
> Mi scuso per averLa magari tediata un po’, ma cordialmente La saluto.
> Daniele B.

Bruegel: Il trionfo dell’economia circolare.
Print Friendly, PDF & Email