La verità sul sito “giletjaunes.com” registrato a Denver

Ho cominciato a sentire su Rai3 la menzogna complottista diffusa dalla  dittatura del Kulatoncino francese:  c’è un sito “giletsjaunes.com” registrato a Denver  subito dopo l’elezione di  Macron all’Eliseo, il 15 marzo 2017.

Dunque c’è un complotto intenzionale che ha creato il movimento dei Gilet Gialli.  Eè stato Bannon! (d’accordo con Putin).

Il sito esiste effettivamente.   In realtà, è stato registrato il 28 aprile 2016(quasi un anno prima dell’elezione di Macron) ed è stato  solo  rinnovato poco dopo la sua elezione.

Però è  completamente inattivo e lo è stato (ovviamente)  anche nei mesi precedenti l’insurrezione,  e nei giorni delle rivolte,   dunque non ha guidato alcun  complotto. Il proprietario sta mettendo in vendita online il nome.Poi l’ha ritirato dalla vendita, forse nella speranza di fare qualche soldo in più visti gli eventi francesi.

In realtà, era un sito creato per protestare contro “la riforma dei ritmi scolastici”; ma apparentemente è stato pochissimo usato anche per quello.  Nessun archivio è stato caricato sul sito nel 2017. Il che significa che era inattivo.

Una coincidenza.

I globalisti diventano complottisti quando fa loro comodo. Ma devono imparare meglio l’arte.

(Qui potete verificare tutte   le fonti:

http://lesmoutonsrebelles.com/pourquoi-le-nom-de-domaine-giletsjaunes-com-a-ete-depose-le-lendemain-de-linvestiture-de-macron/

Print Friendly, PDF & Email