Hamas arresta cellule dell’ISIS che operavano per Israele

dal Jerusalem Post:

I servizi di sicurezza di Hamas avrebbero scoperto un “piano pericoloso” dell’intelligence israeliana “operante sotto la copertura di cellule affiliate all’ISIS”.

Di LEON SVERDLOV
8 LUGLIO 2020,

Hamas ha arrestato diversi “elementi” salafiti nella Striscia di Gaza con il sospetto di operare per l’intelligence israeliana, secondo quanto riferito dal quotidiano libanese Al-Akhbar (The News) affiliato a Hezbollah .

Secondo una “fonte di sicurezza” citata da Al-Akhbar , i servizi di sicurezza di Hamas hanno scoperto un “piano pericoloso” dell’intelligence israeliana “operante sotto la copertura di cellule affiliate all’ISIS”, finalizzato a “dirigere attacchi di sicurezza verso le infrastrutture governative e militari. ”

Le cellule salafite avrebbero pianificato di eseguire attentati suicidi nella Striscia di Gaza contro “sistemi strategici nella resistenza”. Secondo quanto riferito, Hamas è entrato in una “emergenza di secondo grado” dopo che gli interrogatori degli arrestati avrebbero concluso che il piano per eseguire gli scioperi “sarebbe stato presto attuato”.

Gli scioperi, secondo la fonte citata da Al-Akhbar , dovevano essere eseguiti da agenti su motociclette, simili ai precedenti attacchi dell’ISIS contro l’infrastruttura di Hamas nella striscia. Lo scorso agosto, Hamas ha arrestato una cellula dell’ISIS per aver diretto una serie di attentati suicidi contro la polizia di Gaza.

L’IDF ha negato di essere stato coinvolto negli attacchi di Gaza, secondo Walla, dal momento che il Ministero degli Interni di Gaza, controllato da Hamas, ha affermato che i bombardamenti hanno avuto luogo poco dopo una scaramuccia di Hamas con le truppe dell’IDF.

A ottobre, Hamas ha accusato Israele di “arrivare ai giovani con pensieri salafiti estremisti”, contattandoli e guidandoli per compiere attacchi suicidi contro gli obiettivi di Hamas ad agosto, secondo Al-Akhbar .

Secondo quanto riferito, il ministero degli Interni di Gaza ha rilasciato una dichiarazione nel fine settimana, affermando che le forze di Hamas “hanno scoperto movimenti sospetti di un certo numero di persone,” iniziando “ampie indagini” che hanno portato ai loro arresti nei giorni seguenti.

I sospetti, secondo quanto riferito dall’affiliata di Hezbollah, “erano in procinto di compiere altre azioni di sabotaggio contro la resistenza con il seguito diretto dell’intelligence dell’occupazione”.

Lunedì, i media arabi hanno riferito che il leader di Hamas Ismail Haniyeh ha invitato il segretario generale di Hezbollah Hassan Nasrallah a “unire i ranghi” nel tentativo di contrastare l’attesa annessione di Israele in aree in Cisgiordania.

Print Friendly, PDF & Email