Friends

Bielorussia, la tv di stato insulta i Maneskin: “Pervertiti, degenerati: preferiamo la dittatura”

Insulti ai Maneskin ed esaltazione della dittatura. Nella tv di stato bielorussa CVT il propagandista filogovernativo bielorusso Azarenok apostrofa così i vincitori di Eurovision: “Un bestiario dei pervertiti, degenerati, spazzatura che sa di AIDS”.

Ed esalta la dittatura del proprio paese: “Per fortuna non l’hanno trasmesso in Bielorussia. Il mondo moderno della democrazia e del progresso sta avanzando con successo verso la demenza totale, verso le perversioni … Leggi tutto

Roman Protasovich, chi è

  –  ricerca Freedom of Information Act (FOIA)  traduzione automatica
17 agosto 2020-Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2021

Roman Protasevich è uno degli agenti chiave per il cambio di regime nella rivoluzione colorata bielorussa del 2020. Il suo nome è apparso nel contesto di un canale Telegram chiamato Nexta che dall’oggi al domani è diventato la voce dell’opposizione bielorussa.

Secondo un articolo ucraino che simpatizza con le attività di Protasevich [Alexander Shakhov, “The two ‘nextas’ from Warsaw. , 2020, https://strana.ua/news/283607-nexta-chto-izvestno-o-telehram-kanale-nekhta-kotoryj-upravljaet-protestami-v-belarusi.html.”Leggi tutto

Per il Dossier L’Europa verso la catastrofe? pubblichiamo una intervista di Claudio Messora  a Nino Galloni, economista, ex direttore del Ministero del Lavoro. Nino Galloni è figlio di Giovanni Galloni amico e stretto collaboratore di Aldo Moro

MESSORA:  Nino, buongiorno.

GALLONI: Buongiorno!

MESSORA: Benvenuto su byoblu.com, a queste interviste volute dalla rete. Io ero rimasto molto colpito dalla tua affermazione in un convegno che ripresi e misi su Youtube, intitolando il video “Il funzionario oscuro che fece paura a Leggi tutto

La funivia sul Mottarone era stata appena revisionata con il costo di ben 4 milioni e 400 mila euro. Si è spezzata la fune di trazione vicino alla stazione d’arrivo. Le nostre manutenzioni quando vengono effettuate (formalmente) e quando non vengono effettuate, come il ponte Morandi, hanno lo stesso risultato: un disastro. Il prevalere del potere degli amministrativi e degli incompetenti in Italia non è più materia di codice penale, che per l’inerzia e la partigianeria della magistratura viene applicato … Leggi tutto

di Roberto PECCHIOLI

Il progressismo contemporaneo è diventato un pensiero tribale, nel senso che crea ogni giorno nuovi gruppi, minoranze l’una contro l’altra armate alle quali attribuisce lo statuto di vittime per “proteggerle” dalle discriminazioni, creando così- più o meno consapevolmente- ingiustizie di segno nuovo. Pensiero tribale unito a un puritanesimo di fondo sempre più riconoscibile da chi abbia un minimo di dimestichezza con la storia.

Il puritanesimo originario- al di là della banalizzazione del termine – fu un movimento … Leggi tutto

(Perché questo non-popolo si lascia brutalizzare?)

Leggi tutto

di Roberto PECCHIOLI

La finanza ha superato da tempo il limite delle decenza. L’assoluta mancanza di senso morale dell’economia finanziaria globale non è bilanciata da nessun governo, da nessuna spinta di opinione pubblica, da nessuna visione del mondo alternativa. Tutti tacciono e anche movimenti come Occupy Wall Street sono falliti miseramente. Da poco, la roulette criminale ha oltrepassato un’altra frontiera: sono sul mercato i “futures” legati al prezzo dell’acqua.  L’acqua è vita; adesso la vita non è solo in … Leggi tutto

di Roberto PECCHIOLI

“Povera patria schiacciata dagli abusi del potere, di gente infame, che non sa cos’è il pudore;
si credono potenti e gli va bene quello che fanno, e tutto gli appartiene. “

Trent’anni fa aveva capito tutto Franco Battiato, probabilmente l’ultimo grande di un’Italia tanto decadente da non accorgersi più del suo declino. Povera patria e povero mondo, a cui sono sottratte libertà, giustizia e verità. Che importa, siamo (ancora) vivi, vaccinati e il coprifuoco è stato posticipato … Leggi tutto