Maurizio Blondet

di ROBERTO PECCHIOLI

 

Allegria ! direbbe Mike Bongiorno. A Pinerolo verrà celebrata la prima unione civile , termine light e politicamente corretto per non chiamare matrimonio le nozze omosessuali di due monache. Suor Federica e Suor Isabel, 44 anni, francescane fino a poco tempo fa, missionarie e con titoli accademici in filosofia diventeranno moglie e moglie, o come diavolo si chiama il legame introdotto dalla signora Cirinnà ( madre , tra l’altro, di figli “non umani”, come scrive nel

Leggi tutto

ESCALATION!  Sofri e Goracci si son già arruolati. E voi cosa aspettate?

Martedì 27,   la NATO ha annunciato l’invio di aerei-radar AWACS sul cielo siriano:  una chiarissima misura di  minaccia bellica contro la Russia, e di sostegno ormai spudoratamente aperto ai terroristi dell’IS  contro Damasco:  gli  AWACS servono infatti a dare la caccia agli aerei nemici, di cui lo  Stato Islamico è sprovvisto, e non alle sue Toyota pick-up.   Da notare: l’annuncio non è stato dato dagli Usa impegnati con la loro “coalizione” contro Damasco, ma direttamente dal segretario della NATO, Jens

Leggi tutto

Marco Tosatti

 

 

Per la nuova Bibbia dei vescovi tedeschi Maria era un po’ vergine, forse.Lifesitenews ha un articolo di cui mi sembra interessante dare conto, per capire come sensibilità e modo di presentare dogmi e questioni di fede stiano cambiando.

 

la Conferenza episcopale tedesca ha presentata una nuova “traduzione unificata” (Einheitsübersetzung) della Bibbia che rappresenta una modernizzazione significativa, e diventerà il testo di riferimento dal 2017 per tutta l’area germanofona: Germania, Austria, una parte del Belgio,

Leggi tutto

CHI HA FAVORITO LA STAMPANTE DI DRAGHI? INDOVINATE....

 

Sono diciotto mesi che la BCE “crea denaro”, e  niente: né rilancio dell’economia, né crescita  del credito,  né l’auspicato aumento dell’inflazione, che in questa fase è necessario perché l’inflazione è come il lubrificante nel motore. Diciotto mesi di interessi negativi sui depositi, acquisto a manetta di titoli di debito pubblico e privato, rifinanziamento a lungo termine di banche,  e  la ripresa economica non c’è. O, diciamo, è timida, ineguale (l’Italia resta a zero), insufficiente e  imperfetta.

Oggi il denaro

Leggi tutto

Pubblicato il maggio 7, 2016

PREMIO KALERGI 2016 A PAPA FRANCESCO 1°

Premio Carlo Magno o KALERGI 2016 a papa Francesco, Merkel e Renzi alla cerimonia in Vaticano

Il premio è un “tributo al Suo straordinario impegno a favore della pace, della comprensione e della misericordia” gds.it

********

CITTA’ DEL VATICANO. È stato ufficialmente conferito a papa Francesco il premio internazionale Carlo Magno 2016. A consegnare l’attestato nelle mani del Pontefice, durante la cerimonia nella Sala Regia in Vaticano, il

Leggi tutto

SCHAUBLE HA UN PROBLEMA

deutrsche

Se collassa Deutsche Bank, e  lui – secondo dottrina austeritaria che ha imposto nella UE  – impone il bail-in – ossia che partecipino al salvataggio gli investitori e i depositanti tedeschi sopra i 100 mila  euro, collassano  miriadi di piccole imprese tedesche, i risparmiatori tedeschi si incavolano,  e addio governo Merkel. Se ricorre al Bail-out, ossia  all’aiuto di Stato,  al salvataggio coi  soldi dei contribuenti,  infrange la dottrina di cui lui, Merkel e il trisomico di Bundesbank  sono impositori e

Leggi tutto

ALEPPO:  SOTTO IL SISTEMA DELLA  MENZOGNA, QUALCHE VERITA'

 

Il Financial Times e il Wall Street Journal  scrivono, come fosse cosa provata, che sono stati i russi incenerire il cosiddetto convoglio umanitario  verso Aleppo:  fatto sul quale il ministro russo Lavrov ha chiesto all’Onu un’inchiesta indipendente, sapendo benissimo che la Russia non è stata . Richiesta  non solo rigettata, ma di cui i media italiani non vi hanno dato notizia.

I media italiani in compenso riportano l’accusa di Samantha Power, ambasciatrice americana all’Onu: “Mosca commette crimini di guerra”,

Leggi tutto

Roberto Ortelli,  giornalista italiano che lavora  alla tv svizzera, ex  direttore di Radio Padania, sul voto  ticinese, che i media italiani hanno commentato con furore e digrignando i denti politicamente corretti: svizzeri xenofobi, e via insultando.

Due riflessioni, strettamente personali, su quanto la popolazione ticinese ha legittimamente deciso domenica sono doverose. Innanzitutto, ieri in Ticino non si è tenuto nessun referendum, ma l’elettorato ha deciso, con il proprio voto di modificare la costituzione cantonale, tutelando i propri cittadini, esprimendosi su

Leggi tutto