Maurizio Blondet

PREVISTO IL CORONAVIRUS? I segreti di KOONTZ

 

Ricevo questa provocazione da una lettrice:

Gentile Blondet, mi pacerebbe conoscere la sua valutazione o l’autore (edizione del romanzo 1981 quando ancora il lab di Wuhan non esisteva) era un visionario oppure  trattasi di un vero “agente segreto” (nel suo “Gli Adelphi della dissoluzione”  Ed. ARES, nella parte finale il misterioso interlocutore allerta di come  proprio leggendo i “romanzacci” si trovano per chi sa cercare  gli scenari organizzati dagli ingegneri sociali  artefici occulti del nuovo mondo)

e se

Leggi tutto

Zagami

Leo Lyon Zagami mi dedica un attacco sul suo blog. Ecco  il titolo:

Blondet, noto giornalista antisemita e membro dell’Opus Dei, chiede al Vaticano di intentare un’azione legale contro Zagami

Uno vorrebbe occuparsi di personaggi meno bassi  – ma  ora almeno abbiamo la certezza  che  questo Zagami  diffonde notizie false  di quinta mano. In  un solo titolo ne affastella tre contro di me: dandomi del “noto  giornalista”,  soprattutto  attribuendomi  una fantastica appartenenza all’Opus Dei, e ovviamente  l’essere “antisemita”,   cosa

Leggi tutto

"FLIP-FLOP SALVINI", e non fara' come gli inglesi

Due giorni fa è stato: “O cambiano le regola [della UE] o facciamo come  gli inglesi”.  Siccome poche ore prima Giorgetti aveva detto al Corriere “”Noi non vogliamo uscire”, per qualche ora i media  hanno esultato, capendo che il Capitano  avesse  polemizzato con Giorgetti.  Poi  lui stesso ha detto che dice, invece, la stessa cosa: anche Giorgetti ha detto che la UE deve cambiare e regole.

Orbene: come minimo, Salvini è  come uno  di  quei cantanti stonati di

Leggi tutto

(In fondo,ho aggiunto pillole rieducative pop)

                                                       di Roberto PECCHIOLI

La ricognizione, nel linguaggio militare, è un’attività volta ad accertare le reali condizioni del nemico. Sfogliare i giornali, ascoltare le notizie televisive e utilizzare la rete a scopo informativo è diventata una pericolosa ricognizione quotidiana. Richiede ardimento, fortezza d’animo, sprezzo del pericolo e qualche volta del ridicolo. La speranza che accompagna l’autore di queste note nella Via Crucis di ogni giorno è quella di sbagliare tutto, di essere l’ultimo dei Mohicani.

Leggi tutto

...E  L'EUROPA PASSA A 33 (per  coazione a ripetere)

In risposta  al Brexit, far accedere i nuovi stati “è un priorità assoluta”  per la UE (Macron sconfitto)

Qui il tasso di disoccupazione dei prossimi entranti; supeirore perfino della Grecia:

 

https://twitter.com/EricNoirez_UPR/status/1229202403645366272

🇪🇺

. Taux de chômage du

 

 

Discussion «franche» entre l’UE et les Balkans
Dimanche, six dirigeants des Balkans ont entamé des discussions avec l’Union européenne pour une possible adhésion.
tdg.ch
16
159
161

🇪🇺

, avec un taux de 18,1%. Et seule la Serbie fait (à peine) mieux

Leggi tutto

(un grandissimo  filosofo,  Marcello Veneziani)

 

Ma cos’è esattamente il politically correct? Lo citiamo ogni giorno senza magari coglierne tutto il significato. Provo a offrire una breve guida, un sunto critico e un succo concentrato.

Per cominciare, il politicamente corretto è un canone ideologico e un codice etico che monopolizza la memoria storica, il racconto globale del presente e prescrive come comportarsi. Nasce dalle ceneri del ’68, cresce negli Usa e nel nord Europa, si sviluppa sostituendo il comunismo

Leggi tutto

Due secoli insieme. Ebrei e russi prima della rivoluzione (recensione)

di Giuseppe Giaccio – 25/07/2007

Aleksandr Solgenitsin, Due secoli insieme. I. Ebrei e russi prima della rivoluzione, Controcorrente, Napoli 2007, pagg. 629, euro 30.

 

Aleksandr Solgenitsin, Due secoli insieme. II. Ebrei e russi durante il periodo sovietico, Controcorrente, Napoli 2007, pagg. 635, euro 30.

 

La drammatica esperienza del totalitarismo sovietico è all’origine delle carriere letterarie di scrittori che altrimenti avrebbero forse preso strade diverse (va da

Leggi tutto