Non chiamateli “crimini radicali”. Chiamateli “crimini cattolici”.

(MB  – Nè il titolo né l’articolo sono miei. Perché li pubblico  in posizione centrale?

Dopo la caduta a Washington dell’asse Obama-Clinton,  come chi “sa di avere poco tempo”  (Apocalisse 12:12),  Bergoglio sta accelerando in modo decisivo indicato dalle note e-mail di John  Podesta,  il capo dellacampagna di Hillary e della rete pedofila  Pizzagate : dissolvere la specificità cattolica liquefacendola in una “religione cristiana generale”  come richiesta dal globalismo.

E’ essenziale l’abolizione del Sacrum, ultimo  argine  alla piena manifestazione dell’Uomo di Iniquità.

Bergoglio ha fulmineamente creato una commissione per adeguare   la Messa al cosiddetto ecumenismo,  ossia giungere ad una Messa che sia accettabile per luterani ed anglicani.  I  particolari e  i partecipanti a questa  commissione vengono tenuti segreti.  Ma il suo scopo è reso evidente dal fatto che El Papa ne ha escluso l’africano  cardinal  Sarah, che in quanto segretario della Congregazione   competente  (quella per il Culto Divino e la  Disciplina dei Sacramenti), ne  avrebbe dovuto essere il presidente. Ma Sarah aveva espresso speranze di una “riforma della riforma” della messa postconciliare; per  questo Bergoglio lo ha esautorato,  e in modo brutale per umiliarlo.  Perché  questo è l’uomo “della misericordia”:  uno  che ama insultare e umiliare.

http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=118691

https://www.lifesitenews.com/news/is-cardinal-sarah-being-silenced

Ai commissari El  Papa ha dato istruzioni  per  la modifica della liturgia eucaristica  in modo da fabbricare una messa che possa essere celebrata “in comunione” coi luterani. Se –  come è da ritenere, i protestanti non chiedono di meno – ciò comporterà  il cambiamento del testo della Consacrazione, la Messa sarà invalida per i credenti cattolici rimasti.

Infatti è con   le precise parole che Cristo usò nell’Ultima Cena  che il sacerdote ordinato, ossia innestato nella successione apostolica,  transustanzia il pane e il vino nel Corpo e Sangue di Cristo realmente presente.  Una Presenza Reale che è “scandalo per i giudei” e ancor più  per ogni setta che si rifà a Lutero. Ma senza la  quale non arriva ai veri cristiani la Grazia che santifica per la  vita eterna.  E una volta privatone il mondo, si apre l’ultima porta al malvagio.

I lettori non credenti sono liberi di  schernire  o di fregarsene. Mi  basterebbe che si rendessero conto del sopruso totalitario,  dell’oscuramento che  ciò  produce  sui nostri tempi.   Mi basterebbe si rendessero conto  che ciò  è  l’inizio per una persecuzione  – che potrà sfuggire perché sarà selettiva.

Incombe l’ultima persecuzione

Prevedo  che chi si rifiuterà di celebrare con questo “nuovo rito” sarà considerato fuori dalla Chiesa. […] Per quanto mi riguarda, essendo io un sacerdote, mi rifiuterò di celebrare questo tipo di liturgia. E vi dico che si tornerà ad essere cristiani delle “catacombe”.  Così   dichiara un fra Cristoforo nel blog

“Spifferi da Santa Marta sull’intercomunione” di Fra Cristoforo

Un altro sacerdote, di cui esito a fare il nome per non esporlo alla persecuzione, mi ha scritto:

In ogni caso, benedico Dio di una cosa: sono stato consacrato sacerdote validamente da un Vescovo che con tutti i suoi pregi e difetti era un autentico credente a sua volta consacrato Vescovo da tre Vescovi che erano a loro volta dei credenti  [ecco la successione apostolica, ndr.] Pertanto seguiterò per tutta la vita a celebrare il Sacrificio Eucaristico, il memoriale vivo e santo dell’altare, attraverso il quale si realizza ogni giorno con la transustanziazione il miracolo del Corpo e del Sangue di Cristo.

“E mi atterrò sempre e con scrupolo a quanto mi comanda il Vangelo ed a ciò al quale ci esorta il Beato Apostolo Paolo: «Se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anàtema!» [cf. Gal 1, 8]. Infatti, l’obbedienza cessa sempre e da sempre laddove comincia l’eresia”.

Questi preti saranno perseguitati, mentre gli altri – temo, la maggioranza – obbedirà volentieri al “rinnovamento” e celebrerà con chitarre e battimani la messa luterana senza Grazia.  Il modo della persecuzione è facile e semplice: sarà tolto ai preti fedeli il piccolo stipendio, li  si  ridurrà  alla fame.

Secondo l’Apocalisse (13: 17), per cui “Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome”.

Non solo: questi preti e i loro fedeli saranno additati al linciaggio dai media,  bollati con tutti gli insulti e  le calunnie che El Papa stesso ha escogitato per loro, tradizionalisti, corrotti, pedofili, nemici della Misericordia e dal papa più  misericordioso mai esistito…e voi non credenti parteciperete sicuramente al linciaggio,   dico voi come massa orwelliana di questi tempi  orwelliani: è facile, come massa, contagiarvi con i Due Minuti dell’Odio.

Siate  almeno coscienti di questo: che anche voi  non ne sarete indenni.  La società intera viene coinvolta nei tempi ultimi.  Questa non è una questione cattolica; è una questione di civiltà, del nuovo  inaudito totalitarismo che avanza.  “..obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei” (Apocalisse 13:16-18)

In questo senso pubblico  qui l’allarme di Danilo Quinto,  il grande convertito che per 20  anni è stato nella dirigenza del Partito Radicale, diventandone Tesoriere.  Perché  mostra i riflessi immediati sulla società  dell’impostura anticristica clericale.  Perché l’Anticristo, dovreste ricordarlo, sarà “religioso”)

 

 

 

Non chiamateli “crimini radicali”. Chiamateli “crimini cattolici”.

di Danilo Quinto (*)

 

RADIO SPADA   8 febbraio 2017

Prologo

La nuova carta deontologica degli operatori sanitariapprovata dal papa, afferma sull’eutanasia: “Deve essere sempre rispettata la ragionevole volontà e gli interessi legittimi del paziente, ma il medico non è comunque un mero esecutore, conservando egli il diritto e il dovere di sottrarsi a volontà discordi dalla propria coscienza”.

Il significato politico di questa frase è chiaro: Bergoglio, che proclama di essere contro l’eutanasia, da un lato tende due mani alla larghissima maggioranza parlamentare che nelle prossime settimane approverà la legge sul testamento biologico, che sancisce il diritto all’eutanasia e dall’altro chiede che in quel testo sia inserita l’obiezione di coscienza. Per tentare di salvare – si fa per dire – la parvenza della morale cattolica e della dottrina di sempre della Chiesa.

Sull’idratazione e l’alimentazione artificiale, la nuova carta dice che vanno considerate tra le cure di base dovute al morente,quando non risultino troppo gravose o di alcun beneficio.

Il significato politico è anche qui preciso: non è una disposizione contro l’accanimento terapeutico. E’ una disposizione che introduce, di fatto, l’eutanasia.

Aveva ragione Marco Pannella. Hanno riferito che prima di morire ha pronunciato queste parole: Tranquilli, compagni. Abbiamo vinto.

Perchè Pannella sentiva di aver vinto? Perché sapeva che la sua ideologia era divenuta di massa. Egli aveva fatto il suo mestiere ed aveva agito politicamente, con grande intelligenza e maestria, nel ventre molle della società italiana. Lui lo chiamava il fiume carsico. Una società inquinata dal punto di vista religioso e, quindi, civile, da sessant’anni di pastorale post-conciliare che si è posta – come aveva dichiarato Paolo VI nel discorso conclusivo del Concilio Vaticano II  al servizio del mondo, dei suoi bisogni e dei suoi desideri, eliminando Gesù Cristo e la Sua Regalità, dalla vita delle persone. Pannella ha vinto perché altri non hanno fatto il loro mestiere. Ha vinto insieme alle decine di milioni di cattolici che in questi anni hanno divorziato, hanno abortito, hanno usato i sistemi anti-concezionali. Insieme ai parlamentari che si definiscono cattolici che in Parlamento hanno votato le leggi proposte dai radicali. Insieme ai Presidenti  della Repubblica e del Consiglio e ai Ministri cattolici che le hanno firmate. Insieme a quella Nuova Chiesa”, che invece di combattere quell’ideologia, l’ha assecondata.

Ora, Bergoglio porta a termine questo percorso e stravolge la legge immutabile della Chiesa, di cui dovrebbe essere custode. Lo fa ogni giorno, signori cardinali! Altro che Amoris Laetitia” e “Dubia“! Le sue responsabilità sono immense, come quelle dei suoi corifei.

 

Appendice

Nel corso dell’Assemblea del Popolo della Famiglia, che si è tenuta a Roma due sabati fa, ho ascoltato Mario Adinolfi che ringraziava Radio Radicale della registrazione che effettuava e ho visto Gianfranco Amato che applaudiva. Non mi sarei meravigliato neanche se avessero ringraziato Bonino e Pannella, perchè ormai non mi meraviglio più di niente.

Per vedere l’effetto che fa, suggerirei ai partecipanti a quella manifestazione di chiedere ad Adinolfi la promozione di una campagna per l’abolizione di quella legge che elargisce a Radio Radicale 10 MILIONI DI EURO ALL’ANNO DI DENARO PUBBLICO. I radicali usano molto bene questo denaro: diffondono l’ideologia che Adinolfi e Amato dichiarano di combattere.

Suggerirei la medesima cosa a coloro che seguono Massimo Gandolfini, che il 20 maggio scorso, così diceva di Pannella, sempre a Radio Radicale: «Ho un ricordo sul piano umano molto buono e molto bello».

 

Considerazione finale

Questi, cari amici, sono tempi molto cupi, ma anche molto belli, perchè consentono – a chi vuole agire nelle maglie di questa dissoluzione – di percorrere il solco difficile, e insieme meraviglioso, della Verità. Che si paga sempre a caro prezzo, ma è un prezzo che vale la pena pagare.
(*) Danilo Quinto: Una lunga militanza nel partito Radicale di cui fu anche Tesoriere, vent’anni della sua vita dedicati anima e corpo a sostenere le idee di un partito, senza alcun guadagno personale e per  devozione alla causa. Poi la sincera conversione al Cattolicesimo grazie alla fervente fede della moglie.

Post Scriptum:  (Alcune delle immagini le ho tratte da un testo di cui consiglio la lettura: http://antimassoneria.altervista.org/difendersi-dalla-deriva-masso-protestante-domande-risposte-forma-catechismo/)

Print Friendly, PDF & Email

40 commenti

  1. andrea z.

    “La guerra a Cristo e alla Chiesa è l’elemento più importante del giudaismo. Dovunque attecchiscano gli ebrei, la Chiesa soffre, e viceversa. Israele, lo Stato degli ebrei, è stato creato proprio nella culla del cristianesimo non per un capriccio dei sionisti: a dire il vero il leader sionista Theodore Herzl fu chiamato per cercare un qualsiasi posto dove collocare uno stato ebraico, dall’ Uganda (il moderno Kenya) fino all’Argentina. Ma la lotta contro Cristo rese necessaria la scelta della Palestina, con le sue profonde radici cristiane.

    Un testo ebraico del primo medioevo glorificava Giuda per la sua vittoria su Gesù Cristo. La lotta contro la Chiesa e contro Cristo usa le armi degli ebrei: i media e il denaro. La Chiesa era un nemico degli usurai; gli interessi sui prestiti erano proibiti dalla chiesa, ma furono usati dagli ebrei per accumulare il loro enorme capitale che usano contro la Chiesa.

    Per quanto riguarda i media, la concentrazione di quasi tutti i mezzi di comunicazione nelle mani degli ebrei iniziò in Francia del 19° secolo, dove gli ebrei fecero una cospirazione per prendere il controllo dei media e li usarono con grande successo contro la Chiesa durante la Terza Repubblica, in particolare in occasione del caso Dreyfus. (Ho già scritto una recensione su questo argomento).

    Gli ebrei di solito hanno agito insieme ai protestanti, anche loro nemici della Chiesa. I Protestanti erano sicuramente convinti di usare gli ebrei a proprio vantaggio, ma alla fine, le diverse Chiese protestanti divise e reciprocamente ostili tra loro, furono sottomesse da una volontà unica di tutti gli ebrei. Questo è il motivo per cui la posizione degli ebrei è tanto forte negli Stati Uniti, perché non esiste una Chiesa nazionale. A giudicare da questa storia di migrazione, pare che gli ebrei credano di poter fare un altro passo avanti nella loro lotta contro Cristo: utilizzando i fanatici islamici come copertura, hanno in programma di far sparire la Chiesa della vista della gente”.

    1. rino

      Scusi, se non ho visto male ci sono delle virgolette nel suo intervento, ma manca la citazione. È possibile correggere? Grazie.

        1. rino

          Sì per coincidenza avevo appena finito di leggerlo. Come riesce a decifrare la (falsa) realtà dei regimi democratici e i loro reali obiettivi un ebreo convertito non ci riesce (quasi) nessuno.

        2. alvin

          Anch’io volevo associare l’articolo d Shamir su CDC, l’ho trovato illuminante e collegato all’articolo di Blondet

    2. Flavio Dalassio -Illiberal-

      Comunque, la feralis secta juadaica (termine ufficiale, così come stabilì San Costantino Magno) è, appunto, solo una setta. Non sono un popolo e non presentano connotazioni etniche ben precise. O meglio, mi correggo: presentano senz’altro una certa unità etnica, la quale però non è in nessun modo riconducibile al popolo omonimo che dimorava nella provincia di Palaestina Prima. L’ebraismo “storico” è stato annientato a più riprese da Tito (amor et deliciae humani generis),Traiano (contro quella che potremmo definire “diaspora”), Adriano (pacifico Imperatore filosofo. Ne sterminò 400.000?) , Zenone (contro i samaritani), Heraclio il Grande (ristabilì tutte le precedenti sanzioni. Infatti quando Gerusalemme fu presa da Cosroe II, in una guerra che lasciò ambo gli imperii esangui, gli unici abitanti ad essere rimasti in vita furono i fiancheggiatori ebrei. In seguito, rendendosi conto della loro bestialità, anche Cosroe li perseguitò fino a quando la città non fu ripresa dall’Imperatore Romano. La distruzione del Santo Sepolcro è probabilmente da addebitarsi alla setta judaica). Il grosso della popolazione judea era già esigua in tempi antichi e si dissolse ben presto in quel mare pansemitico che era la Syria del tempo. Gli ebrei furono da sempre una civiltà ininfluente e mediocre, persino all’interno del panorama delle civiltà semitiche. L’ebraico non era parlato dai judei, se lo sono inventati i sionisti partendo da una lingua liturgica obliata da tempo. I residuati di tale cività vennero ben presto assorbiti dal cristianesimo romano prima e dall’islam poi, decretandone così la fine. Gli attuali “ebrei” sono i discendenti di una popolazione barbara frutto di un procedimento di etnogenesi, molto comune nella steppa e nel “Barbaricum” in generale. Essi sono una popolazione di ceppo turcomanno e mongolico, inizialmente adoratori del Dio Tengri, lo stesso dio venerato da Gengis Khan. Si narra che i Kazari si convertiriono al judaismo per sfuggire all’influenza bizantina ed araba. Li ritroviamo inizialmente alleati a Justiniano II (che ovviamente tradirono) Imperatore molto astuto(ma crudele) e molto attivo in Italia, il quale minacciò l’esistenza stessa della piccola nazione Kazara. Successivamente si incistarono nella corte della dinastia Isaurica provocando, probabilmente, la crisi iconoclasta (credo a questa versione, non alla balla dell’influenza araba). Sono, nei fatti, una delle tante popolazioni barbariche che affollavano la steppa, nata dal miscuglio di più genti germaniche e non (come i turchi). L’Yddish, a quanto pare, sarebbe la diretta discendente dell’antico gotico parlato nella Crimea da quei Goti che il Divo Claudio (Claudio II Gotico) sterminò a Naisso nel 269. In breve, miscuglio barbarico turco-germanico e non popolo eletto. Kazari: Sintesi di tutte le barbarie e di tutte le eresie, dalla disumanità di Attila, alla perfidia di Alarico financo alla blasfemia ebraica.

  2. Diego Grandi

    Chiedo: “Abominio della desolazione”?

    1. Maurizio Blondet

      Abominio della desolazione ha probabilmente a che fare con la ripetizione del rito ebraico (sgozzamento dell’agnello) sulla Roccia di Abramo, che spunta dal pavimento della Moschea d’Oror, HAram es-Sharif, che la protegge (fino ad oggi) dall’atto sacrilego.

      1. Diego Grandi

        Grazie mille per la cortese risposta. Mi restano comunque le gambe tremanti.

      2. rino

        Direttore il suo intervento mi apre uno scenario di domande che tosto Le rivolgo. Siccome nulla è semplicemente come appare – e specialmente in terrasanta se non sbaglio – ma tutto sembra avere anche una dimensione simbolica, cosa significa in tal senso che la moschea protegge un luogo santo dalla ripetizione di un atto sacrilego? C’è un ruolo nell’Islam o quella moschea è solo un ammasso di pietre? L’ermeneutica cristiana (quella tradizionale s’intende..) si rapporta felicemente con l’ebraismo ma molto meno con l’islam. Scusi se esco fuori tema ma è una domanda che mi balena per la testa già da alcuni mesi in seguito ad alcuni articolo pro o contro l’islam che Lei ha scritto e che tanto hanno fatto discutere. Grazie.

        1. Maurizio Blondet

          La chiusura della Roccia di Abramo nella moschea d’Oro non è una usurpazione. Gli arabi beduini sono figli di Abramo attraverso Ismaele, figlio della schiava Agar e loro capostipite
          “Egli sarà come un ònagro nella steppa; la sua mano sarà contro tutti e la mano di tutti contro di lui e abiterà di fronte a tutti i suoi fratelli» (Genesi 16,1-6).
          Si sa l’importanza dei lignaggi di sangue per i giudei. Infatti secondo le Midrash ebraiche, Avraham fu sepolto insieme da Isacco (il legittimo) e ISmaele (che era stato legittimo fino alla nascita di Isacco).
          Anche i sacerdoti sono del sangue di Levi, e solo Cristo (sangue di David, regale ) ha rotto la linea, perché è “Sacerdote secondo l’ordine di Melchisedek”.
          Il sacerdozio cristiano non dipende dai lignaggi, e per questo nemmeno da un luogo. Per questo la pretesa cristiana su Gerusalemmefu alquanto debole. Il titolo di “protettori della Terra Santa”, se lo guadagnarono gli arabi nelle Crociate.
          Ed ora i beduini palestinesi fanno onore al titolo. Quando i Khazari (pseudo-giudei) si impadroniranno della roccia, unico luogo dove il loro rito è “valido”, compiranno una violazione contro Cristo (l’ultimo Agnello), contro l’Islam, e contro lo stesso ebraismo, perché col rito vogliono obbligare JHVH ad esaudire la Sua parte del Patto: un atto di hubrys più radicale non si può immaginare.

          1. Tibidabo

            Molto interessante.
            Si può avere qualche riferimento bibliografico su questa pretesa dei Khazari?

            Ma sta forse dicendo che gli ebrei di discendenza non Khazara sono contrari?

            Nei due lonri che ho letto di Ariel Toaff c’era una forte vena polemica contro gli ashkenaziti.

          2. rino

            Grazie mille al direttore per la puntuale risposta. Probabilmente in altre occasioni proverò a chiedere lumi sul rapporto tra cristianesimo e islam soprattutto sul tema dei giorni ultimi. Per oggi sono più che soddisfatto.
            Questa che viviamo è l’era degli usurpatori: nell’ebraismo sionista, nell’islam degenerato del wahabismo e, ahinoi, nell’ecumenismo piatto e buonista del cristianesimo post conciliare. Che tutte e tre le tradizioni siano degenerate è un chiaro segno di aiuto rivolto al Signore. Sempre per chi sa intenderli..

  3. Piero61

    salve
    se si arrivasse davvero a questo dove potremmo sentire Messa e comunicarci ?
    Forse, per la prima volta nella mia vita, ho paura… basterà continuare a pregare ? e a non sottomettermi ( con la mia famiglia) a questo delirio ?
    saluti e grazie
    Piero e famiglia


  4. Ho inviato un messaggio sul profilo FB di Costanza Miriano taggando Mario Adinolfi perchè possa leggere e rispondere, di solito quando mi collegavo per il Vangelo da lui spiegato mi citava con nome e cognome e rispondeva, ora risponderà a questo messaggio?
    “Ero presente all’ultima manifestazione del Popolo della Famiglia, mi sono fidato, chiederei però ad Adinolfi la promozione di una campagna per l’abolizione di quella legge che elargisce a Radio Radicale 10 MILIONI DI EURO ALL’ANNO DI DENARO PUBBLICO. I radicali usano molto bene questo denaro: diffondono l’ideologia che Adinolfi e Amato dichiarano di combattere…. Mario Adinolfi, mi rispondi ?”
    Aspettiamo e vediamo, mica puo’ esistere in questo mondo un inganno del genere????

  5. luca

    Per la precisione, e non solo, ricordo che Pannella era massone. Lo dichiarò lui stesso a Radio Yes di Roma, in una trasmissione condotta da David Gramiccioli. Noi complottisti lo sapevamo già, da anni, dopo le rivelazioni di Leo Zagami e di Magaldi. Sappiamo anche che la massoneria, in silenzio e nel segreto, ha infiltrato tutti i gangli del potere. Sappiamo anche che i Gesuiti sono sempre stati il tramite tra Chiesa Cattolica e massoneria. Bergoglio è pericoloso solo per il fatto di essere Gesuita. E’ il “Papa Nero” della profezia?
    Cordialità


  6. Finalmente si comincia la guerra!
    Ero stufo di tutta questa pre-tattica.
    Oggi come non mai si riconoscono i nemici… Alea iacta sunt.
    Non mi importa di me. Spero solo per i miei figli, che resistano.


    1. Guerra! Questa parola incomincia ad ossessionarmi, non perchè mi fa paura, ma perchè non vedo chi si preoccupa di prepararsi ad essa sia per scongiurarla (vuoi la pace, prepara la guerra!) sia per vincerla qualora si dovesse combatterla per davvero. I fronti di guerra si sono ormai definiti. Ecco un attacco pesantissimo del Washington post al cardinale Burke e tramite lui a Salvini e ai razzisti, fascisti europei. Si invita il Bergoglio, massone obamiano, a prendere azioni più pesanti contro Burke che sarebbe sulla stessa linea politica di Salvini.
      “Benito Mussolini fan Matteo Salvini, of Italy’s Northern League, and Muslim-baiting far-right Catholic poster girl Marion Le Pen, the National Front “rising star” niece of party leader Marine Le Pen in France. As the Italian press first revealed, Burke held a long meeting last week at his Vatican home with Salvini, a fierce critic of the pope who wants to push refugees back into the sea and close all mosques in Italy. It was a flagrant political intervention on the side of the extreme-right racist grouping ahead of the Italian elections. “

  7. andrea z.

    Il tentativo di arrivare ad un’unica religione globale è parte del folle progetto di NWO attuato dalle elite finanziarie transnazionali.
    E’ un antico progetto della massoneria, infiltrata già nel XVIII secolo da esponenti di una setta eretica ebraica che ha riconosciuto nella figura di Jacob Frank il nuovo messia e profeta di un’era in cui la legge divina e morale è superata.
    Sull’argomento è molto interessante il libro: “Cronache dell’anticristo” di Maurizio Blondet e anche: “Il messia militante o la fuga dal ghetto” di Arthur Mandel.
    Tutta quella parte dell’alta finanza che vediamo in prima linea a combattere contro gli Stati nazionali, le loro culture e istituzioni religiose e a favore dell’immigrazione destabilizzante, sono probabilmente eredi e adepti di questa corrente eretica legata al misticismo ebraico.
    L’annientamento della religione cattolica e, soprattutto, di quella ortodossa è sicuramente un obiettivo imprescindibile dei fanatici della globalizzazione neofeudale, come anche la distruzione delle vestigia pagane del mondo greco-romano(vedi Palmira), reo di aver cacciato dalla terra promessa il popolo eletto.


  8. Capire che lo Sguardo di Dio ci alimenta in vita è già un significato eucaristico, ma, temo, che il concetto sacrificale talmudico preveda sangue, uccisione rituale, visione impersonale di Dio, e quant’altro di sviante ci sia. Poiché le due posizioni, profetica e rabbinica decadente rispettivamente, non si possono accordare fra loro, in quanto inconciliabili, ecco che, agli incontri cosiddetti ecumenici, il diavolo si traveste da intellettuale di larghe vedute, sapendo celare forca e zampe da capra. Il concetto di Comunione con Dio ha a che vedere con la transustanseazione e con la trasfigurazione per chi ha occhi spirituali. Ma, per i ciechi, sembra proprio che il sangue fisico sia prescritto dalle scritture…..dei lupi rapaci.

  9. Tibidabo

    Non mi pare che Francesco abbia dato segnali che si accinge a negare la transustanziazione.
    Sarah è stato messo in riga per altri motivi.
    Certo cambiare il senso più profondo dell’Eucaristia sarebbe grave ma non credo stia per succedere.

    Però viene da chiedere al signor Blondet se la funzione del Katechon ormai non si sia esaurita.
    Non lo dico à la Cacciari o à la Calasso cioè “sperando” di poterne approfittare.
    Le domando se abbia senso difendere il “Trattenere” se si sa per le profezie che questo baluardo dovrà necessariamete cadere.
    A meno che non abbia capito male io, l’Anticristo “deve” trionfare perché poi avvenga la Parousia quindi che può fare il cristiano o la persona che comunque ne condivide gli ideali di bene e di bontà?
    Niente, apparentemente…e allora che significato avrebbe agitarsi?
    È un aspetto che mi sembra molto strano della religione cattolica.
    Si dicesse che la preghiera dei fedeli fosse in grado di impedire per sempre la venuta dell’Antikeimenos…invece no, è inevitabile e per di più nessuno può fare alcunché per anticipare la successiva Parousia…che senso ha?

    PS: ho letto quella intervista con Cacciari e anche il suo libro che è molto interessante.

  10. alvin

    Mi sembra si attagli bene a El Papa (i cattivi pastori) questo messaggio di Anguera del 7/2:
    “La Chiesa del Mio Gesù sarà indebolita e i fedeli berranno il calice amaro della sofferenza. I cattivi pastori agiranno senza pietà e i veri difensori della fede saranno disprezzati. Annunciate Gesù e non permettete che il demonio vinca. Dopo tutta la tribolazione, la Chiesa del Mio Gesù tornerà ad essere come Gesù l’ha affidata a Pietro. La falsa chiesa spargerà i suoi errori e contaminerà molti, ma la Grazia del Mio Signore sarà con la Sua Vera Chiesa e Lei sarà vittoriosa. “


  11. Bergoglio e’ un vecchio bacucco sopravvalutato e noiosissimo e questi non sono i tempi dell’abominio della desolazione.Anzi,non stancarsi e non annoiarsi di seguire questo ne’ carne ne’ pesce e’ un segno di poca vitalita’.Una sorta di psicastenia depressiva.Da ragazzi se parlava uno cosi’,si usciva e si andava a giocar a pallone ai giardini pubblici con un’ora o piu’ di anticipo.Il direttore Blondet ha chiarito in una risposta qua sopra, ma nel post il riquadro sulle parole riportate da Bruno Cornacchiola c’entra solo come anticipazione, caparra non dello Spirito Santo ma di quello satanico,collegato al mondialismo imperante che pero’ sara’ sconfitto.Iproblemi materiali verranno da false rivoluzioni trozkiste dopo crisi economica e dalle immigrazioni di conquista che il mondialismo sta preparando contro l’Europa.Invece i problemi spirituali,che sono alla base anche di quelli materiali,sono il frutto di un lungo processo storico,di cui il Vaticano II non e’ affatto una svolta nefasta, ma anzi la profezia di una svolta benefica.Quella prevista fin da giovane da Ratzinger, in cui la Chiesa perdera’ per strada tutto quello che la appesantisce(e chi piu’ pesante di un kasper,un bergoglio,un Marx)e guardera’ a cio’ che la ringiovanisce e la unisce nello Spirito,p.es i veri credenti ortodossi.il vaticano II e’ stato disatteso perche’ la corrente nefasta era cresciuta da due secoli,ma nessuno l’ha ammazzato perche’ nessuno puo’ ammazzare lo Spirito.Questo e’ lo Spirito del Vticano II.bergoglio si curi la prostata:me la curo anch’io,figuriamoci se non deve curarsela lui. […………………].stargli dietro ,gtazie a dio, non e’ la mia vocazione. Neanche la vostra.

  12. lady Dodi

    Comedonchisciotte?

  13. lady Dodi

    È talmente evidente che si vuole una guerra fra Cristiani e Mussulmani!!!!
    E fra i due litigandi il terzo gode.
    Solo che lo vedevo solo qui, in Europa. Non sapevo che anche Trump….
    Grazie per il Donchisciotte. Letto tutto.


    1. Questo fa ricordare quel che rispondeva Lucia di Fatima,quando le chiesero se il pericolo di una dittatura “comunista” riguardasse anche l’America.Rispose affermativamente,e questo fa ricordare anche la vicenda di Garabandal.Per non dire del famoso discorso di Jhon Kennedy in diretta sulle societa’ segrete,rivolto ai media.In bilico tra il riferimento al comunismo e quello alla massoneria interna.Si sentono forti e preparano un boccone molto grosso:che grazie a Cristo e alla Madonna restera’ loro in gola.L’empieta’ fa sempre l’errore di accrescere il suo appetito e di preparare bocconi troppo grossi,anche se apparentemente facilmente addomesticabili.


      1. Grazie a Cristo e alla Madonna, non certo grazie a Trump, i cui esordi al governo mi sembra abbiano analogie con le difficolta’ e le trappole che trovo’ Berlusconi in Italia.Giudici, media partiti e sindacati rimettevano in discussione provvedimenti gia’ avviati o decisi dalle amministrazioni precedenti.Quel governo serviva da carne da macello per portare in secca il malcontento elettorale iniziato a fine anni’80 verso i partiti tradizionali e per prepare la strada ai governi che dovevano portarci all’euro.A chi oggi hanno preventivato che debba preparare la strada Trump?E per dopo fare che cosa?Si sprecano gli stessi pronostci che furono fatti allora nel 1994,circa la breve durata del governo.Berlusconi si trovo’ presto piu’ solo di quanto avesse creduto e perse l’appoggio di quelli che un po’ erano stati a guardare e un po’ lo avevano promosso o almeno non contrastato.Bossi ebbe paura, perche’ capi’ che i poteri occulti avrebbero fatto qualunque cosa pur d’impedirgli di essere determinante in quel governo con quella maggioranza uscita dal voto del 1994.Dopo il 2000-2001 invece ebbe semaforo “verde”.

  14. lady Dodi

    Si signor Pegli, le analogie con Berlusconi sono di un’evidenza solare. E anche qui i comunisti NON vinceranno! Anche se si camufferanno sotto cento nomi, come sempre.

  15. Sonja

    Giuseppe Mazzini (Capo Massoneria Europea) a Albert Pike (Capo Massoneria USA)
    ” La Terza Guerra Mondiale dovrà essere fomentata approfittando delle divergenze suscitate dagli agenti degli Illuminati fra sionismo politico e dirigenti del mondo islamico. La guerra dovrà essere orientata in modo che Islam (mondo arabo e quello musulmano) e sionismo politico (incluso lo Stato d’Israele) si distruggano a vicenda, mentre nello stesso tempo le nazioni rimanenti, una volta di più divise e contrapposte fra loro, saranno in tal frangente forzate a combattersi fra loro fino al completo esaurimento fisico, mentale, spirituale ed economico.”
    Tutto previsto + di 100 anni fà

  16. Mauro Elia

    Non sono credente, non ho titolo nè conoscenza per esprimere una opinione su ciò, ma una cosa banale, dovrebbe essere questa: La parola del Signore (in quanto tale) non può essere modificata.

  17. lady Dodi

    No Sonja, non si stano affatto affrontando Islamici ed Ebrei. Si vuole che si scannino Cristiani ed Islamici e chi dei due rimane poi se la vede con gli Ebrei, che così hanno facilitato il loro “lavoro”.
    Mi sembrava di essere stata chiara. Ma più chiari di me sono i fatti: tutto questo buonismo accoglientista, da parte dei comunisti e del Piacione, è per fare uscire la gente dai gangheri e, appunto, provocare una guerra fra Cristiani e Islam. Io NON abbocco.

  18. lady Dodi

    Ma vi pare possibile che i Soros, i Bergolgio e & siano tanto buoni da voler “accogliere” qui e in usa gli Islamici dopo aver bombardato nell’ordine: Afganistan, Irak, Libia, Siria…..
    Insomma, bombe a loro e sfascio a noi. Una pacchia! Due piccioni con una fava.


  19. Ma io non intenderei per “islam” il concetto che gli attribuiscono i media deviati. “Islam” è la corrente profetica da Abramo in poi, fino agli imam ultimi. Neanche Gesù volle cambiare la Legge ed i profeti, cioè l’ “islam”. Quindi, cristianesimo ed islam, nella valenza giusta dei significati, si conciliano divinamente. Importante è tenere la Legge unita alla Rivelazione. Poi, le sintesi dovute verranno, e saranno, pure, ben guidate.

    1. Stefano

      Esattamente Vito,sottoscrivo il tuo intervento, ed infatti la Parusia nell’Islam prevede la discesa del Cristo insieme al Madhi per sconfiggere L’Anticristo(l’Avversario) e le forze “shaytaniche”… I Kazari ed i loro servitori potranno pure cercare di creare la guerra fra le due Rivelazioni divine,ma come dici te le sintesi dovute verranno e saranno ben guidate,MAdhi in effetti significa esattamente ben guidato, non so se il tuo riferimento era voluto… Cristianesimo ed ISlam sono le uniche due tradizioni viventi,le due pupille divine nel nostro mondo,non facciamoci ingannare dalle strategie e dagli inganni delle forze anti-tradizionali della sovversione universale…


    2. Tenere unita la Legge alla Rivelazione:cio’ che non fa il Talmud e quel che gli gira intorno,cioe’ protestantesimo e modernismo alla Kasper.Il fariseismo storico non e’ quello che ci contrabbanda il Papa della Riforma, come lo chiamano i suoi ultras(ironia di Dio,forse? ).Il fariseo di allora e di ogni tempo e’ quello che adatta la legge a se’ stesso,, per poter dire di essere nella Legge.Conquista il potere .o si fa seguace del potere per riuscire a fare questo(Logica mafiosa,lobbystica, ).L’idea adolescenziale che esista il malvagio privo di amore,che rispetta la Legge ma e’ cattivo dentro,detta a una certa eta’ per me,sbagliero’,e’ una coglionata offensiva verso Dio.Come la possa sostenere uno che ha l’eta’ di Bergoglio,e’ un mistero.D’altra parte ,cosa non aspettarsi da uno che accarezza una tigre alle spalle,e da uno che non conosce i ferri del suo mestiere(in una riunione diocesana disse che la Samaritana chiede a Cristo dove si debba adorare(secondo Bergoglio, lo chiede per tirarsela un po’) e Cristo le risponde “Tuo maritooooo”(n.d.r.prenditi cura di tuo marito,e non infastidirmi con domande petulanti sulla Dottrina).In realta’ La Legge e’ cosostanziale all’Amore di Dio,e chi non ama non ce la fa a rispettarla. Per questo Giovanni dice che i comandamenti di Dio non sono gravosi,e per questo san Paolo nella lettera ai Romani spiega da dove provengono le degenerazioni dei costumi morali.Il Papa della Riforma se la suona e se la canta, parla delle bubbole che ha nella sua povera testa,confusa da un’esperienza pastorale mal assimilata a livello dottrinale. Come si vede anche dal fatto che a volte parla come se l’Unita’ coi Protestanti fosse un fatto acquisito.Non aspetta le opere di Dio, ma le anticipa, fa l’errore del re Saul,e davvero un po’ della superbia diabolica del futuro Anticristo in questo c’e’,in forma di assaggio,cioe’ voler forzare la mano a Dio. Non che a Dio non piaccia che gli si forzi la mano,attraverso Maria, ma alla maniera dei santi, e non a quella dei cialtroni. La stessa dell’Iscariota e di tutti i maledetti della Storia,che vogliono mettere a tutti i costi i fatti per poter postulare le cause.Il tetto senza le pareti.Gli stolti.La stessa della massoneria,a ben vedere.la stessa di chi percorre vie sbagliate e pretende d’impore agli altri di seguirlo.La via dellaperversione della mente e dell’indurimento del cuore. ..ma ‘ndo’ sta’ la tua…


  20. La lettera citata da Sonja (depositata negli archivi di Temple House, la sede del Rito Scozzese di Washington, ma off limits cioè di consultazione vietata) e’ quella che contiene tre „profezie“ di cui la prima e la seconda riguardano le due guerre mondiali del secolo scorso, finanziate, provocate e portate a termine secondo copione.


    1. Mi pare che si tratti di un documento notoriamente falso. Mi sembra anche che al tempo di Mazzini e Pike non esistesse lo stato d’Israele e non sapessero nemmeno dove eventualmente farlo.

      1. Sonja

        Sarà falso ma se qualcuno lo ha scritto “ci sta prendendo”.
        Non è che nelle profezie bisogna per forza “centrarle”.
        Rimango sempre della mia opinione che prima o poi i Gog and Magog appariranno, magari con altri nomi e altre aree geopolitiche.
        Da 2000 e passa anni tutto ruota attorno a Gerusalemme, Israel.
        Damasco citata nella Bibbia.
        Iraq (dove più o meno esisteva il Garden of Eden e gli Adamiti nelle terre dei Sumeri.
        Abramo nacque in Iraq etc etc
        Gira gira dal 1992 (Desert Storm) siamo sempre in quelle zone.
        Qualcuno sta leggendo la Bibbia e la sta mettendo in pratica, come fosse la sceneggiatura di un film.

        P.S. C’è una ragione per cui i link ad altri sitii vengono cancellati ??

  21. Stefano

    Giusto per dovere di correttezza, anche in seno all’ebraismo ortodosso perlopiù deviato di oggi ci sono però piccoli gruppi che assolutamente disapprovano al condotta morale,religiosa, politica della comunità ebraica, prendiamo ad esempio i Neturei Karta(guardiani della Città) che da anni protestano al fianco dei palestinesi contro Sion… Del resto, la maggior parte dell’ebraismo dissoluto e dissolutore è erede delle eresie di JAcob Frank e di SAbbatai Zevi prima ancora,insomma anche l’Ebraismo ortodosso,come più antica tradizione abramitica, potrebbe essere visto da un certo punto di vista come la prima vittima della sovversione “satanica”, che poi da vittima sia diventata carnefice questa è storia nota a noi tutti…

  22. Massimo

    Il mondo combatte da sempre una sola guerra: quella contro Cristo.

Comments are closed.