Pezzi che ci sono piaciuti

Nel cuore di Gerusalemme esistono ebrei che non riconoscono lo stato di Israele, che si rifiutano di servire nell’esercito e che considerano il sionismo una ideologia perversa, supportano attivamente la causa palestinese e si rifiutano di pregare al Muro del Pianto. Sono i Neturei Karta, letteralmente “I Difensori della Città”.

Raramente capita di vederli al di fuori della loro roccaforte: il quartiere ebraico ultra-ortodosso di Mea Shearim. Ufficialmente a nessuno è impedito l’ingresso, ma più mi addentro nel quartiere più

Di Marcello Foa

Il Corriere del Ticino, principale testata del gruppo che dirigo, ha pubblicato questa mattina un documento riservato del Bundeskriminalamt (BKA) la Polizia criminale tedesca. Si intitola «Come agire in presenza di attacchi terroristici” e contiene le linee guida sulle informazioni da trasmettere alla stampa in queste circostanze. L’intenzione è lodevole: evitare il diffondere di allarmismi, ma le conseguenze pratiche sono sorprendenti. E inquietanti.

La premessa dà già il tono:

“Nell’anno elettorale 2017 non ci sarà alcun

di Robi Ronza

A chi avesse ancora qualche dubbio sulla distanza siderale che separa le urgenze concrete del nostro Paese e quelle dell’élite borghese progressista oggi al potere, suggerisco la lettura e l’analisi di due articoli apparsi di recente su la Repubblica. Il primo è un editoriale dello stesso direttore del quotidiano, Mario Calabresi, dal titolo Sei riforme da non tradire (31.V.2017). “Approvarle prima di andare alle urne”, si spiega nel sommario, “sarebbe un atto di sensibilità

Ninco89

Un colonnello israeliano catturato in Iraq con miliziani dell’Isis, e un dossier ufficiale dell’Onu che denuncia il ruolo di Israele nel supporto al Califfato. Motivo? Mettere le mani sul petrolio siriano, dopo che la società Genie Energy, in cui figura anche Dick Cheney, ha scoperto nel Golan un immenso giacimento. Ma nulla di tutto ciò affiora sui media mainstream, protesta il professor William Engdhal, consulente strategico e docente universitario negli Usa. Clamorosa la cattura dell’ufficiale israeliano, il

Francia e Germania piangono non sul clima ma sull’Unep. Un gran bel gruzzolo.
Giuseppe Sandro Mela.

La Bbc si è fatta portavoce dello sdegno mondiale, che poi vedremo in cosa si concretizza.

Paris climate deal: Dismay as Trump signals exit from accord

«France’s President Macron calls on the world to “make our planet great again”»

*

«There has been widespread international condemnation of President Trump’s announcement that the US is withdrawing from the 2015 Paris climate agreement.»

*

«UN chief

Franco Battaglia – Sab, 03/06/2017

Se c’è qualcuno che sta salvando il pianeta, questo è Trump. La politica energetica degli ultimi 20 anni adottata dall’Europa, prima, e dall’America di Gore e Obama poi, lo sta invece distruggendo.

Ha creato povertà nei Paesi ricchi, e reso più poveri quelli poveri. Per darvi contezza del problema e farvelo toccare con mano, v’invito all’esercizio che segue. Se le conservate, prendete le vostre bollette elettriche del 2007 e confrontatene la somma con quella delle

La politica moderna contro quella classica e scolastica
~
Quinta ed ultima parte

 

Le qualità del buon governante

Il governante cristiano deve avere ben formate in sé le 4 Virtù Cardinali (Prudenza, Giustizia, Fortezza e Temperanza), che formano i 4 cardini su cui poggia e si muove il mondo morale individuale e sociale. Perciò deve esercitarle non solo come individuo o privatamente, ma anche come governante, ossia pubblicamente e politicamente, e perciò deve far leggi che siano fondate su