Lynn Forester Rothschild, la Papessa della chiesa bergogliana del Sacro Great Reset?

https://www.veritasliberabitvos.it/index.php?paginacentrale=xpagine/news.php&idopere=698

Il gruppo di multimiliardari che gestisce 10 trilioni di dollari, chiamato “Guardiani per un capitalismo inclusivo”, firma una partnership con il Vaticano

Allo scoperto! Senza vergogna! ll gruppo di multimiliardari che gestisce 10 trilioni di dollari si allea apertamente con Papa Francesco.

Bergoglio in simbiosi con il gruppo Rothschild e col piano globalista del “Capitalismo Inclusivo” di Lynn Forester Rothschild.  Non ci sono solo i messaggi di collaborazione e complicità col gruppo del World Economic Forum di Davos – l’amico di Bergoglio, Klaus Schwab. Non ci sono solo  i tentativi di distruggere la Chiesa dall’interno con l’imposizione dall’alto di un neopaganesimo. Non ci sono solo i vari culti panteisti. C’è anche la punta di diamante dell’oligarchia internazionale, Lyn Forester Rothschild! Già nel 2015, solo due anni dopo le dimissioni di Benedetto XVI, Bergoglio inviava un entusiastico messaggio di congratulazioni alla conferenza dei neopagani dell’Inclusive Capitalism attraverso il Card. Vincent Nichols. Vedi

https://www.inc-cap.com/videos/his-holiness-the-popes-statement-delivered-by-cardinal-nichols

Lynn Forester Rothschild, moglie del boss della famiglia, Evelyn Rothschild, è stata la consigliera (serva padrona) e l’eminenza grigia di Hillary Clinton. Ma anche consigliera di Bill Clinton. Lynn e Evelyn si erano conosciuti grazie ad Henry Kissinger e, dimostrando disinvoltamente il loro potere, avevano passato la prima notte della luna di miele alla Casa Bianca ospiti dei Clinton! Lynn Forrester Rothschild è anche famosa per i suoi stretti contatti con l’ora defunto capo pedofilo e ricattatore globale, Jeffrey Epstein da lei presentato al famoso avvocato (poi difensore di Epstein) Alan Dershowitz.  Lynn Rothschild, incontro’ Bill Clinton nel 1995 appunto  per discutere di Jeffrey Epstein.

La Lady è impegnata in un blitz politico finanziario per circuire la leadership della Cina. Il nostro sito approfondirà questo tema che, secondo alcuni, porterebbe ad una comprensione piu’ profonda dei legami tra oligarchia finanziaria internazionale, distruzione della sovranità nazionale, pratiche sataniche, sovversione della Chiesa cattolica, e Frode elettorale negli Stati Uniti…

https://www.dailymail.co.uk/news/article-7283825/Jeffrey-Epstein-injured-jail-cell-following-possible-suicide-assault.html

Epstein was also mentioned in a 1995 letter sent to Clinton by businesswoman Lynn Forester de Rothschild.

‘Dear Mr President: It was a pleasure to see you recently at Senator Kennedy’s house. There was too much to discuss and too little time. Using my fifteen seconds of access to discuss Jeffrey Epstein and currency stabilization, I neglected to talk to you about a topic near and dear to my heart. Namely, affirmative action and the future,’ she wrote.

Oggi le “notizie daranno ai teorici della cospirazione un sostegno totale”

… Questa settimana è stato annunciato che è stata ufficialmente lanciata una “nuova storica partnership” tra il Vaticano e “alcuni dei maggiori leader mondiali in materia di investimenti e imprese” denominata “Consiglio per il capitalismo inclusivo”. Oh, e abbiamo già detto che viene aiutato da un membro della famiglia Rothschild, Lynn Forester de Rothschild? Il “consiglio” afferma che la sua formazione “indica l’urgenza di unire gli imperativi morali e di mercato per riformare il capitalismo in una forza potente per il bene dell’umanità”, secondo un comunicato pubblicato martedì. “Sotto la guida morale” del Papa, afferma che “invita le aziende di tutte le dimensioni a sfruttare il potenziale del settore privato per costruire una base economica più giusta, più inclusiva e sostenibile per il mondo”. E capisci: il consiglio è guidato da un “nucleo centrale di leader globali chiamato “Guardians for Inclusive Capitalism.

Giuriamo di non aver rubato questa narrativa da un film Marvel. Questo gruppo, di cui probabilmente non avete mai sentito parlare fino ad oggi, apparentemente “si incontra ogni anno con Papa Francesco e il cardinale Turkson” e rappresenta “più di $ 10,5 trilioni di asset in gestione, società con oltre $ 2,1 trilioni di capitalizzazione di mercato e 200 milioni di lavoratori in oltre 163 paesi”. Papa Francesco ha detto nel comunicato stampa del Consiglio: “Un sistema economico che sia giusto, affidabile e in grado di affrontare le sfide più profonde che l’umanità e il nostro pianeta si trovano davanti è urgente. Avete raccolto la sfida cercando modi per far diventare il capitalismo un strumento più inclusivo per il benessere umano integrale”. E tutto questo collegando quelle che sembrano essere le persone più potenti della Terra, che gestiscono una quantità di denaro empia, al Vaticano. Possiamo ottenere un Amen? Lynn Forester de Rothschild, Fondatore del Consiglio e Managing Partner di Inclusive Capital Partners, ha commentato: “Il capitalismo ha creato un’enorme prosperità globale, ma ha anche lasciato troppe persone indietro, ha portato al degrado del nostro pianeta e non è ampiamente ben visto nella società. Questo Concilio seguirà l’avvertimento di Papa Francesco ad ascoltare “il grido della terra e il grido dei poveri” e rispondere alle richieste della società per un modello di crescita più equo e sostenibile”. Tra la lista dei “Guardiani” ci sono:

  • Ajay Banga, presidente e amministratore delegato di Mastercard
  • Oliver Bäte, presidente del consiglio di amministrazione, Allianz SE
  • Marc Benioff, presidente, amministratore delegato e fondatore, Salesforce
  • Edward Breen, presidente esecutivo, Dupont
  • Sharan Burrow, Segretario generale, Confederazione sindacale internazionale
  • Mark Carney, Consigliere finanziario COP26 del Primo Ministro e Inviato speciale delle Nazioni Unite per l’azione per il clima e le risorse finanziarie
  • Carmine Di Sibio, Global Chairman e Chief Executive Officer, EY
  • Brunello Cucinelli, Presidente Esecutivo e Direttore Creativo, Brunello Cucinelli S.p.A.
  • Roger Ferguson, Presidente e Amministratore delegato, TIAA
  • Lady Lynn Forester de Rothschild, Fondatrice e Managing Partner, Inclusive Capital Partners
  • Kenneth Frazier, presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato, Merck & Co., Inc.
  • Fabrizio Freda, Presidente e Amministratore Delegato, The Estée Lauder Companies
  • Marcie Frost, amministratore delegato, CalPERS
  • Alex Gorsky, presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato, Johnson & Johnson
  • Angel Gurria, Segretario generale, Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE)
  • Alfred Kelly, Presidente e Amministratore delegato, Visa Inc.
  • William Lauder, presidente esecutivo, The Estée Lauder Companies
  • Bernard Looney, amministratore delegato, BP
  • Fiona Ma, Tesoriere, Stato della California
  • Hiro Mizuno, membro del consiglio di amministrazione, Principles for Responsible Investment
  • Brian Moynihan, presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato, Bank of America
  • Deanna Mulligan, Presidente e Amministratore delegato, Guardian Life Insurance Company of America
  • Ronald P. O’Hanley, Presidente e Amministratore delegato, State Street Corporation
  • Rajiv Shah, Presidente, The Rockefeller Foundation
  • Tidjane Thiam, membro del consiglio, Kering Group
  • Darren Walker, Presidente, Ford Foundation
  • Mark Weinberger, ex presidente e CEO di EY, e membro del consiglio di J&J, MetLife e Saudi Aramco.

Inoltre, nomi come Mohamed El-Erian e Larry Fink possono essere trovati nel Consiglio di amministrazione del gruppo. Puoi guardare il consiglio discutere la sua “missione” qui

https://www.youtube.com/watch?v=uySdMbZHjms&feature=emb_logo

>>>articolo originale online>>>

Utile lettura complementare:

ROTSCHILD E DEEP STATE – OBIETTIVO CINA

Lynn e
Sir Evelyn

(uno dei più ricchi membri della famiglia e consigliere finanziario della Regina) si erano conosciuti ad un meeting del
Bilderberg Club

il cupido che li aveva presentati, e aveva facilitato il colpo di fulmine, era stato
Henry Kissinger

Ritorneremo su questo…

I SOGNI A MANDORLA DI LADY LYNN

Lady Lynn era quindi partita lancia in resta alla conquista della Cina. La sua carta vincente? Una proposta mefistofelica, secondo la lady, irrifiutabile: faremo di voi la grande superpotenza planetaria, prenderete voi il posto degli Stati Uniti. Voi sarete il modello del nuovo capitalismo “inclusivo”, il capitalismo “buono”: il capitalismo made in Rothschild. In altre parole: sarete voi cinesi il nostro nuovo gigante scemo da mandare in giro per il mondo a fare i nostri interessi.

L’11 aprile del 2013, Lynn e Evelyn Rothschild, erano ospiti a Pechino della Cheung Kong Graduate School of Business (CKGSB) per presentare il loro piano di Inclusive Capitalism ad alcuni tra i più prominenti intellettuali cinesi. In una scena reminiscente del dramma dell’Eden, Lynn spiegava alla sua udienza che lei e Sir Evelyn erano lì per dare loro il “sogno cinese” che doveva sostituire il “sogno americano”.

Giulietto Chiesa – della cui assenza risentiamo grandemente tutti – aveva fotografato e dissezionato pezzo per pezzo questo disegno in una analisi magistrale e volutamente ignorata dagli “esperti” lo scorso settembre, (Quale Destino per l’Impero?), e sviluppato gli stessi concetti in un’intervista.

Giulietto spiegava, tra l’altro:

Come non notare che il governatore della Banca Centrale d’Inghilterra, Mark Carney, in prossima uscita dall’incarico, è andato a fine agosto al simposium dei banchieri centrali, a Jackson Hole, nel Wyoming, a proporre – molto applaudito – la creazione di una “moneta sintetica egemonica” (Synthetic Hegemonic Currency, SHC), destinata a ridurre il peso del dollaro, ormai “non più in grado” di favorire il mercato globale e, anzi, causa della sua “paralisi”?  

Una nuova moneta mondiale – ha precisato Carney – in cui il Renminbi di Pechino dovrà giocare un ruolo centrale. È una proposta alla Cina, palesemente. E Carney non è solo il governatore della banca d’Inghilterra. È anche una pedina, vicinissima al Rothschild, essendo uno degli sponsor della “Coalizione per un capitalismo inclusivo”, di cui è presidente e co-fondatrice, Lady Lynn Forester de Rothschild, amica e sodale tanto di Bill Hillary Clinton quanto del suicidato Jeffrey Epstein, insieme alla sovrana (in senso letterale) compagnia del principe Carlo d’Inghilterra, del Duca di York, Andrew e all’altrettanto augusta compagnia dei più importanti CEO delle big corporations mondiali (in compagnia di Christine Lagarde: Unilever, Dow Chemical, McKinsey, UBS, GlaxoSmithKline, Alcatel-Lucent, Google, Gic Global Investment, Honeywell etc).

I grandi padroni del mondo – come li bollava Giulietto Chiesa – gettano sulla bilancia il loro enorme peso strategico, mediatico e finanziario. La punta di diamante della famiglia Rothschild, Lynn Forester Rothschild, chiama questo “Inclusive Capitalism”. Lynn Forester Rothschild è la grande amica e protettrice di Hillary Clinton, e grande amica di Jeffrey Epstein, da lei introdotto nella Casa Bianca. Nel 2000, passò la luna di miele col marito Evelyn Rothschild alla Casa Bianca, ospite degli “amici personali” Hillary e Bill. Lady Lynn era stata (lo sapevate?) anche consigliere del presidente Bill Clinton.

Print Friendly, PDF & Email