“LA CLOROCHINA FA MORIRE”, parola dei media. In sincronia.

Succede questo: improvvisamente, tutti – ma proprio tutti – i media mainstream americani, nello stesso momento, si sono messi a informare che con la clorochina raccomandata da Trump si hanno “più  morti, nessun beneficio” nel trattamento del CoV-19.

Ciò risulta – dicono  gli articoli  – da “uno studio condotto dalla Veterans Authority”  su 368  pazienti a livello nazionale.  Gli articolisti  spesso, probabilmente vergognandosi   un po’,  premettono  che questo studio “was  not a rigorous experiment”, ossia non   risponde  ai criteri di rigore necessari una simile prova,  e che è stato “postato online in un  sito per ricercatori e  non è stato rivisto da altri scienziati” ( has not been reviewed by other scientists),   ed è stato finanziato da “donazioni del National Institutes of Health” , quello dove è capo Anthony Fauci,  e  “la University of Virginia .  Qui  il twitterologo che ha  raccolto tutti  gli attacchi dei media al farmaco :

Come vedete, ormai il  mestiere di complottista è diventato impossibile: fanno tutto loro.   La clorochina sta rovinando la narrativa  “aspettate il vaccino  di Bill Gates  che ci renderà liberi”,  ed  evidentemente devono ricorrere a questi mezzi rozzi e che mostrano la trama.

Tra  l’altro, questo goffo tentativo consente ai blogger alternativo di ricordare che Big Pharma,  ossia le undici  multinazionali farmaceutiche dai profitti più colossali   (Johnson & Johnson, Pfizer, Merck, Eli Lilly, Gilead, Bristol MEyers Squibb  eccetera) hanno tutte –diconsi tutte – un loro rappresentante nei consigli d’amministrazione dei maggiori media tv e cartacei, che finanziano  generosamente coprendone le perdite.

“Secondo uno studio del 2009 di Fairness and Accuracy in Reporting, ad eccezione della CBS, tutti i principali media negli Stati Uniti condividono almeno un membro del consiglio con almeno una società farmaceutica. Il che significa :  questi membri del consiglio si svegliano, vanno a una riunione a Merck o Pfizer, e poi il loro autista li porta ad una  riunione della   la NBC per decidere che tipo di programmazione diffonde  quella rete. Per quei membri del consiglio   del network capiscono ancora che non possono essere onesti e obiettivi nei confronti del grande settore farmaceutico perché il grande settore farmaceutico paga i propri conti. Le   società  farmaceutiche spendono circa 5 miliardi di dollari all’anno in pubblicità con questi media, quindi quando Pfizer, Merck o Eli Lilly…”.  Credo che basti. Chi voglia leggere il resto, qui:

https://trofire.com/2017/04/11/big-pharma-owns-corporate-media-americans-waking-fighting-back/

Eppure questi signori lo sapevano dallo studio del Natiuonal Institute of Health del 2005  che “La clorochina è un potente inibitore dell’infezione e della diffusione del coronavirus SARS”

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1232869/

Che dire? Lorsignori non hanno avuto l’accorta previdenza del governo francese che, secondo  Lucien Cérise,  il 13 gennaio ha tolto la idrossiclorochina (che era un prodotto da banco)  dalla libera vendita, e l’ha fatta classificare  come “sostanza tossica”, facendola praticamente sparire dalla circolazione in  tempo per la grande segregazione, confinamento e terrorismo mediatico da CoV-19; anche se anche  Oltralpe il microbiologo Didier Raoult ha mezzo rovinato la narrativa facendo sapere che la clorochina funzionava.

https://strategika.fr/2020/04/21/geopolitique-du-coronavirus-xi-entretien-avec-lucien-cerise/

Ci sarebbe molto da scrivere su quel che sta accadendo, fra cui l’enorme trafugamento di  mail della  Fondazione Bill e Melinda Gates, l’OMS, il laboratorio di Wuha, in cui sarebbero le prove che non corona è stato inserito artificialmente uno spezzone di HIV… ma di questo domani. Adesso mi sembra urgente capire se è vero che la idrossiclorochina e  l’eparina sono diventate introvabili.  Ci sono voci in questo  senso.  “In Italia i farmaci x la cura parziale del covid-19, sono spariti letteralmente dalle farmacie o online”, dice un twitterologo. E se li fa comprare da una corrispondente che sta in Montenegro, dove sono in libera vendita.

E’ vero? Qualche medico o ospedaliero può smentire?

https://twitter.com/i/status/1252877754204209152

Qualche medico può confermare o smentire? Perché oltretutto,  la clorochina viene usata normalmente da decenni  per trattare il lupus eritematoso, certe forme di artrite, l’amebiasi. Se fisse  fatta sparire deliberatamente, sarebbe un delitto aggiunto al delitto.

Print Friendly, PDF & Email