La Carta della Coercizione di Biderman

Adesso è metodo di governo.

“Negli anni Cinquanta, lo psicologo Albert Biderman sviluppò un modello descrittivo detto “Diagramma di Biderman”: uno strumento che illustra i metodi coercitivi della pressione manipolatoria esercitata sui prigionieri di guerra, e non solo: anche dai capi delle sette “religiose” e persino dai perpetratori di abusi domestici. Lo scopo è distruggere la volontà degli assoggettati ed esercitare il controllo mentale totale”.


Isolamento

“Distanziamento sociale”, mascherine, allontanamento dalle famiglie

Ilaria Capua e la riapertura: Nonni e nipotini dovranno stare distanti, difendiamo i più deboli

https://www.oggiscuola.com/web/2020/06/12/ilaria-capua-e-la-riapertura-nonni-e-nipotini-dovranno-stare-distanti-difendiamo-i-piu-deboli/

Il primo ministro francese: i nonni non dovrebbero prendere i nipoti a scuola

Le sette pauso-religiose “lavorano per isolare le persone dagli amici e dalla famiglia”

Gli assoggettati “diventano iper-vigilimolto timorosi se dovessero sostenere la disapprovazione del gruppo, che ora offre l’unico supporto disponibile”

Biderman: I gruppi settari ” possono rimuovere i bambini dai loro genitori, controllare tutti i soldi del gruppo, organizzare matrimoni, distruggere oggetti personali dei membri “.

Monopolizzazione della percezione

  • Elimina gli stimoli in competizione con quelli controllati dal carceriere (tg parlano totalitariamente, ossessivamente, solo di covid, focolai, non danno spazio alle opinioni in dissenso)
  • Frustra tutte le azioni non coerenti con la conformità, punisce l’indipendenza e la resistenza.

“Monitorano le apparenze dei membri (“Non portano la mascherina in modo corretto!”). All’inizio, i nuovi membri possono pensare che queste siano irragionevoli, ma in seguito, perché vogliono essere in pace o perché hanno paura, o perché tutti gli altri le stanno rispettando, cercano di soddisfarle. Preoccupazione per le banali esigenze della vita quotidiana (riduzione a “bisogni animali”), esigendo il rigoroso rispetto delle norme di apparenza, codici di abbigliamento….sensazione di essere monitorato, guardato costantemente da quelli del gruppo o dai leader.

Umiliazioni degradazioni

Rende la resistenza più costosa che la conformità… Sensazione di essere colpevole se uno dice di no a una richiesta o va contro gli standard. Essere intimiditi o costretti a fare volontariato e sottoposti a disprezzo o ridicolizzazione quando non si “fa volontariato”.

Esaustione indotta

“….C’è la sensazione di camminare sulle uova. Tutto diventa importante in termini di come il gruppo o i suoi leader risponderanno… privazion del sonno, del cibo… serve a indebolire la capacità mentale e fisica di resistere.

Dal web: “Maestra lascia la cattedra, non vuole fare la Kapò: “Non possono toccarsi, scambiarsi il pennarello, accumulare i libri uno sopra l’altro, alzarsi per giocare con i loro amichetti, fare gruppi di lavoro, aiutarsi a vicenda, abbracciare la maestra”.

Un piccolo imprenditorter : “Sei a casa, per una banale influenza o raffreddore, chiami il tuo medico di base per un normale certificato malattia, e lui ti denuncia alla ASL! Scatta tampone e quarantena obbligatoria. Stanno creando cortocircuiti micidiali.

Minacce

Minaccia di rifiutarti le cure del servizio sanitario nazionale

Minacce di chiuderti in quarantena e non poter lavorare

“Qui in Trentino basta chiamare il medico per – ad esempio – un antistaminico per un raffreddore da allergia e dopo 10 minuti hai la mail dell’ASL che ti mette in isolamento fiduciario. Te e il tuo nucleo familiare.

“Vi ricordiamo che dovete avere paura, quando vi svegliate e anche quando dormite, di ogni cosa. Finché non vi sarete sbarazzati di questa irresponsabile libertà” (E. Pennetta).

Minacce vaghe e imprecisate

Cambiamenti di trattamento misteriosi

“Non volete un nuovo #lockdown? Bene, nessuno lo vuole. E allora rispettate le tre fottute regole: -Mascherina (con il fottuto naso dentro) -Distanziamento -Lavarsi le mani (ma anche il resto) Non è difficil” (Charlotte Matteini)

Indulgenze Occasionali

  • Fornisce motivazione alla conformità sociale

I leader di gruppi coercitivi possono improvvisamente offrire una sorta di indulgenza, amore o affetto, attenzione dove prima non c’era. La vittima spera che la situazione cambierà o si dubita di se stessi (“Forse sto solo immaginando che la situazione sia così brutta“)…

Dimostrazioni di onnipotenza

Messaggi in contraddizione – Esibire totale controllo sulla faccia della vittima

L’apparenza e la futilità dominano sulla profondità del conflitto delle idee.

“I morti per covid stanno aumentando!”

Imposizione di “regole” stupide e banali

  • Crea sentimenti di impotenza
  • Sviluppa mancanza di fiducia nelle capacità individuali

“… ridurre tutti a una sorta di minimo comune denominatore in cui nessun dono o abilità naturale viene valutato o apprezzato, ma sono molto più apprezzati il servizio, l’obbedienza, la sottomissione all’autorità e le prestazioni che non esaltino doni o abilità individuali.

Intimazione di esigenze stupide, assurde, contraddittorie, insensate… obbligo di mascherine all’aperto

imposizione di “regole” con la forza pubblica, misure fisicamente dolorose

A Roma vietata la Pizza Margherita

“…Una circolare firmata da Massimo Ancillotti, dirigente dell’unità Studi e Applicazione Normativa della Polizia Locale di Roma Capitale, spiega a tutti i vigili urbani come interpretare il decreto del Presidente del Consiglio per fronteggiare l’emergenza coronavirus”

continua su: https://roma.fanpage.it/coronavirus-roma-le-regole-per-i-forni-vietata-la-margherita-pizza-solo-bianca-e-rossa/
https://roma.fanpage.it/

https://roma.fanpage.it/coronavirus-roma-le-regole-per-i-forni-vietata-la-margherita-pizza-solo-bianca-e-rossa/

“La trasmissione di musica sulla pubblica via, o udibile sulla pubblica via, è vietata a Parigi”

#Francia https://twitter.com/AlessandroCere7/status/1309945929471066114?s=20

“….Altre undici metropoli, tra cui Parigi, sono state collocate in una “zona di allarme rafforzata”, il che implica in particolare la chiusura dei bar alle 22 e la limitazione degli incontri a 1.000 persone, contro le 5.000 attuali.

700 morti al giorno
Tassi di sopravvivenza da Covid, secondo le età. Dati ufficiali del Center for Diseases Control (CDC). Insomma solo lo lo 0,003% rischia di morire di Covid.
Il rischio che la Terra sia colpita da un asteroide è il doppio che morire di Covid. Grazie Marco Russo.
Print Friendly, PDF & Email