l capo di Stratfor, ‘CIA privata’, dice che Overthrow di Yanukovich fu ‘il più clamoroso colpo della storia’

 In un’intervista del 19 dicembre sulla rivista russa Kommersant , George Friedman, fondatore e CEO di Stratfor, l’azienda “Shadow CIA”, parla del rovesciamento del presidente ucraino Viktor Yanukovych avvenuto il 22 febbraio 2014: “È davvero è stato il colpo più clamoroso della storia. “Forse lo sta dicendo a causa dei video che sono stati caricati sul Web che hanno dimostrato che è così, ma questa dichiarazione da parte sua contraddice la descrizione che è affermata dalla Casa Bianca degli Stati Uniti e dall’Europa L’Unione e la stampa occidentale, la cui descrizione è che il rovesciamento di Yanukovych è stato invece solo il risultato della spesa di 5 miliardi di dollari del governo USA dal 1991 per stabilire la “democrazia” in Ucraina .

Friedman afferma inoltre che “Le autorità russe non possono tollerare una situazione in cui le forze armate occidentali saranno [in Ucraina] a cento chilometri da Kursk o Voronezh [in Russia]” e che l’obiettivo degli Stati Uniti è “mantenere l’equilibrio” del potere in Europa, aiutando il partito più debole “, che lui dice essere l’Europa. Dice inoltre: “Gli Stati Uniti considerano la potenziale alleanza potenzialmente più pericolosa tra Russia e Germania. Questa sarebbe un’alleanza della tecnologia e del capitale tedesco con le risorse naturali e umane della Russia. “Quindi: gli Stati Uniti stanno cercando di antagonizzare i tedeschi contro la Russia. Questo indebolirà entrambi. Tuttavia, questo non sarebbe un “equilibrio di potere” ma un crescente squilibrio di potere a favore degli Stati Uniti. L’intervistatore russo non è riuscito a cogliere la sua incoerenza su questo.

Friedman era coerente con la linea del governo degli Stati Uniti secondo cui la Russia è una minaccia per gli Stati Uniti; ha detto: “Nessun presidente americano può permettersi di rimanere seduto pigramente se la Russia diventa sempre più influente.” Ha detto che questo è particolarmente vero nel Medio Oriente e per quanto riguarda la Siria. Ma poi si è chiarito: “Non sto dicendo che l’intervento della Russia nel conflitto siriano è stata la causa della crisi ucraina, sarebbe sbagliato”. Per quanto riguarda l’Ucraina, ha affermato: “La linea di fondo è che gli interessi strategici di gli Stati Uniti devono impedire che la Russia diventi un egemone. E gli interessi strategici della Russia non sono di permettere agli Stati Uniti di avvicinarsi ai suoi confini “. Ha evitato perfino di menzionare gli Stati Uniti come possibilmente essendo un” egemone “stesso, uno che sta provando, insieme ai suoi alleati NATO.

Il presidente Obama ha avuto qualcosa da dire su questa stessa domanda parlando a West Point il 28 maggioe asserendo (con pretese anti-russi caricate e accuse false false): “L’aggressione della Russia nei confronti degli ex Stati sovietici innervosisce le capitali in Europa, mentre l’ascesa economica della Cina e le truppe militari preoccupano i suoi vicini. Dal Brasile all’India, le classi medie in aumento competono con noi. … Gli Stati Uniti sono e rimangono l’unica nazione indispensabile. Ciò è stato vero per il secolo passato [sp .: past [[qualcuno alla Casa Bianca non sapeva nemmeno la differenza tra “passato” e “passato” e ancora non lo fa, sei mesi dopo]] e sarà vero per il secolo a venire. “Quindi: il presidente degli Stati Uniti stava dicendo ai cadetti laureati di West Point che gli Stati Uniti sono gli unici egemoni e rimarranno così per almeno cento anni. Questo era il loro ordine di marcia, dal Presidente degli Stati Uniti in persona, il loro stesso Comandante in Capo.

Friedman ha concluso dicendo: “La Russia non farà concessioni in Crimea, questo è ovvio. Ma credo che potrebbe affrontare gravi problemi con le forniture alla penisola. Eppure Mosca non può ritirarsi da alcune delle sue esigenze per quanto riguarda l’Ucraina. Non si può permettere che l’esercito occidentale appaia in Ucraina. Questo è un incubo a Mosca. … Questo sta già accadendo, lentamente ma si verifica. E sarà qualcosa che la Russia non accetterà … Gli Stati Uniti non mirano a un controllo sull’Ucraina, ma è importante che non sia controllato dalla Russia. “Ripeteva la sua idea che l’America non stesse cercando di ottenere un vantaggio rispetto alla Russia – che gli Stati Uniti non hanno intenzioni egemoniche, solo “equilibrio di potere”, nonostante le accuse del comandante in capo, mesi prima, alle sue truppe.

Ha detto che questo rovesciamento in Ucraina è stato un colpo di stato diretto contro la Russia, ma poi ha chiuso con questa affermazione che la Russia è egemonica ma che gli Stati Uniti non lo sono, il che lo contraddice.

Apparentemente, il signor Friedman era preoccupato di perdere gli affari del governo degli Stati Uniti perché era troppo onesto, ma era già stato troppo onesto riguardo al colpo di stato, e le sue auto-contraddizioni non lo aiutavano affatto. Forse credeva che la stragrande maggioranza delle persone potesse essere ingannata , dato che gli americani lo sono stati circa “le armi di distruzione di massa di Saddam” e si riferiscono ancora a ” torture volte a trovare la verità, “Nessuno dei quali era mai vero, ma tutto ciò che l’aristocrazia voleva che le persone credessero fosse vero. La loro regola sembra essere: gli sciocchi non imparano mai, è quello che sono e continueranno a esserlo, non importa quante volte sono stati ingannati in passato. Forse George Friedman si basava su questa regola. Ma perché allora ha detto cose vere ma che i suoi padri dicono di no? Dopo tutto, questo “esperto di intelligence” potrebbe non essere intelligente? Se è così, ha ingannato il governo degli Stati Uniti a pensare che lo sia: è riuscito.

Ecco un tentativo di affrontare gli stessi problemi che Friedman ha fatto, ma senza contraddizioni interne.

written by: Eric Zuesse

http://washingtonsblog.com

Print Friendly, PDF & Email