Elmetti Bianchi: macabro vilipendio di piccoli cadaveri. Niente lacrime per questi bambini?

L’organizzazione non governativa  Dottori Svedesi per  i Diritti Umani ha analizzato alcuni video  diffusi dagli Elmetti Bianchi che mostrano quelli che i detto Elmetti vogliono  far credere siano i primi soccorsi sui bambini gasati dal  malvagio Assad.

Orbene: secondo questa  Swedish Doctors For Human Rights (swedhr.org), i video sono contraffatti, e  i “soccorsi” avvengono su  corpicini di bambini già morti – o se non sono morti, questo tipo di “terapie” li avrebbe  uccisi.

 

Ho esitato molto prima di postare questi video – attenti, sono immagini terribili per chiunque non sia abituato alle atrocità dei jihadisti; mi mi sono deciso dopo aver saputo che una soubrette,  Elena Santarelli, ha lanciato un hashtag “ogni bambino è il mio bambino”   –  #EveryChildisMyChild –   per  invocare il rovesciamento di Assad e l’intervento occidentale in Siria: “”Basta con la guerra in Siria. Adesso non si può più tacere perché ogni bambino è il nostro bambino”. E alla campagna hanno aderito persone dello spettacolo, “da Alessia Marcuzzi a Vanessa Incontrada, da Emma ad Alessandra Amoroso, da Fabio Volo a Pierfrancesco Favino. E ancora Miriam Leone, Elena Santarelli, Giuliano dei Negramaro, Martina Colombari, Luciana Littizzetto, Niccolò Fabi, Luca Argentero, Edoardo Leo, Anna Foglietta”.

Se “ogni  bambino è il vostro bambino”, o spettacoliere tv, guardate quello  che fanno i noti ausiliari mediatici dei jihadisti ai bambini.  Anche quello è vostro?

 

 

Il video è uno di quelli che gli Elmetti Bianchi hanno diffuso riguardo ad un altro attacco chimico  che avrebbe perpetrato Assad,  quello sul villaggio di Sarmin nell’aprile 2015.  Per video come questi i “soccorritori jihadisti” sono stati premiati nella serata degli Oscar, e prima hanno anche ricevuto un “Premio Nobel  alternativo” in Svezia.  Qui sotto potete informarvi su chi sono davvero:

Chi sono (davvero) gli elmetti bianchi

All’esordio  del video, due individui che dicono di essere abitanti di Sarmin, raccontano che hanno sentito “elicotteri sorvolare” il villaggio, e “nessuna esplosione”: era il periodo in cui si diceva  che le forze armate siriane, non avendo vere bombe chimiche, lanciavano dagli elicotteri barili di cloro o altra sostanza del genere. Uno dei due testimoni è un elmetto bianco di nome Leith Fares.  Il video non mostra alcuna scena di esterno  che renda visibili i danni del presunto attacco coi barili; ciò che mostrano  è un interno che è o sembra un pronto soccorso d’emergenza.

 

 

Qui i  “soccorritori” Elmetti Bianchi manipolano senza riguardo i corpi flaccidi e senza vita di tre  piccini.   I piccoli corpi sono nudi e non hanno alcun segno esterno di danni o ferite; e non rispondono alle “terapie  salva-vita” che i soccorritori e i loro  “medici” eseguono, con la pretesa di rianimarli

Visto il video,  il dottor  Leif Elinder,  noto pediatra in Svezia, dichiara: “Ritengo che le misure inflitte a  quei bambini, alcuni  morti, siano bizzarre, non-mediche, non salva-vita, anzi contro produttive allo scopo di rianimazione”.

Sull’iniezione di adrenalina  direttamente nel cuore, che  i “medici” jihadisti  fanno nel piccolo cadavere, la dottoressa Lena Oske, medico generico, spiega: “Certo,  l’iniezione di adrenalina può essere usata se ogni  altra misura di rianimazione non riesce, specie in condizioni di  guerra.

“La tecnica è semplice.  Ago lungo,   siringa con un milligrammo di adrenalina; trovare il  quarto o quinto spazio intercostale, e  inserire l’ago molto vicino alla sterno a sinistra; premere dentro il farmaco dopo essersi assicurati che l’avete infilato nella posizione giusta (la siringa  aspira sangue, e non c’è resistenza) , tira fuori l’ago e cominciare immediatamente la CPR (rianimazione cardio-polmonare)!

 

Quando altre vie più sicure di somministrazione non sono possibili (endo-tracheale, intravenoso, intra –osseo)    sono difficili o non praticabili, si  può; ma non nel modo mostrato nel video…

“Per fare l’iniezione, bisogna prima interrompere la rianimazione cardio-polmonare, e poi riprendere questa rianimazione immediatamente dopo: ciò che non viene  fatto  in questo video.  La pratica che si mostra qui  avrebbe ucciso il bambino, se non fosse stato già morto”.

Oltretutto, al rallentatore, si vede bene che il cosiddetto medico non sta iniettando nulla, infatti non  preme sul pistone col dito. E se si guarda meglio, nella siringa non c’è  alcun liquido.

Questo video  è importante per un motivo: è quello che fu mostrato dagli elmetti  bianchi all’intero Consiglio di Sicurezza ONU in seduta  a porte chiuse.  Secondo Samantha Power, allora ambasciatrice Usa alle Nazioni  Unite,   queste scene   l’hanno fatta piangere (risultato  notevole, trattandosi di  una delle Arpie di Hillary).  Anzi, ha detto: “Non ho visto nessuno nella sala chhe non avesse le lacrime agli occhi. Se  c’era, non l’ho visto”.

( Nick Logan, “UN officials in tears watching video from alleged chlorine attack in Syria”. Global News, 17 April 2017).

Gli astanti erano così commossi e sconvolti, che non hanno chiesto una traduzione dell’audio che accompagna il macabro video. Sennò avrebbero sentito quel che hanno sentito i Medici Svedesi : al minuto 1:16, un  “medico”  in camice verde dice all’operatore  video: “Dentro il film, facci stare anche la madre… La madre deve  star sotto e i  bambini sopra  di lei! Ehi, assicuratevi che la madre stia sotto!”. Strano che un medico in piena  emergenza   da aggressivo chimico, abbia tempo e modo di impartire consigli da regista  su come posizionare i cadaverini.

 

Magari i membri del Consiglio Onu avrebbero intuito di trovarsi non davanti a una scena sconvolgente, ma a una macabra messinscena con vilipendio di cadaveri di infanti, giusto per offrire all’Onu  un teatro macabro, con il solito scopo: ottenere una No-Fly Zone sulla Siria, contro l’aviazione siriana e russa, per dare mano libera ai tagliatori di teste wahabiti a cui l’America, anzi l’Occidente intero,  vuol  dare il  martoriato paese.  Invece la Samantha Power   ha   commentato:

“Questo documento che depositiamo agli atti un giorno sarà usato  in un tribunale come prova d’accusa; i perpetratori del crimine lo tengano a mente!”.

Per intanto il video  è servito ad aggravare le sanzioni contro la Siria, che “provocano gravi sofferenze ai siriani ordinari”, fra cui milioni di bambini,  a cui non possono giungere il più basilare aiuto umanitario, fra cui i medicinali veramente salva-vita.  Lo dice il fondatore dello Swedish  Doctors for Human Rights, Marcello Ferrada de Noli:  un  medico cileno riparato in Svezia ai tempi della dittatura Pinochet, celebre epidemiologo ed esperto di medicina sociale al Karolinska Institutet.

https://it.wikipedia.org/wiki/Marcello_Ferrada_de_Noli

 

White Helmets Movie: Updated Evidence From Swedish Doctors Confirm Fake ‘Lifesaving’ and Malpractices on Children

Il medico è ricercato in Gran Bretagna per terrorismo

Il medico   che ha testimoniato sull’attacco chimico del 4 aprile scorso,   quello che ha provocato la punizione di Trump  e la ricacciata di Assad nella schiera dei  mostri da eliminare, si chiama Shaul Islam –è ricercato nel Regno Unito per atti di terrrorismo. Di fatto è uno dei jihadisti di Al Qaeda, oggi Al Nusra, domani chissà. Ma per i media e i politici è un eroe  umanitario, ed è Assad che è un mostro.

 

 

 

 

 

 

 

Qui Le Parisien che posta  il messaggino del terrorista come prova del delitto di Assad:

 

 

 

 

 

 

 

 

Menzogna, come sempre Libé il giornale della gauche.
Print Friendly, PDF & Email
  • giuseppe formica

    Caro Direttore, ho solo paura di come sarà terribile la punizione che “ci” aspetta quando dentro Sodoma e Gomorra non ci sarà più nessuna famiglia di Lot da salvare. Che il Signore ci doni la forza di perseverare in questa lotta fino al nuovo diluvio che ci aspetta. Grazie delle sue controinformazioni.
    Giuseppe

    • David Herzog

      Carissimo fratel enrix ,
      posso desumere che da quel ch’ ella scrive a nulla crede di quel ch’e’ nella Bibbia e’ scritto ?
      Credo proprio di si .
      Dunque non crede nel male che Dio avrebbe fatto .
      E allora , perche’ tanto fervore per cose a suo dire mai accadute ?
      Quel che accade oggi , e nello specifico quello che denuncia l’articolo e l’organizzazione medica svedese , e’ reale e a noi contemporanea .
      E gli autori di tante e tali atrocita’ , sono proprio esseri che come lei non credono a cio’ che racconta la Bibbia !
      Mi saprebbe spiegare il perche’ ?
      E stia sereno ! Quello che si bevono di tutto , dall’alcool alle fake news non sono certo qui !
      Strano che uno sveglio e perspicace come lei non se ne sia affatto accorto…….
      E’ SOLO quando si finisce di credere in Dio che si finisce di credere a tutto ( perfino all’ evoluzione e alla fantomatica caccia alle streghe….) …….

  • ho letto solo l’articolo e il video non riesco ad aprirlo….mi bastano quegli innocenti sul titolo……che Dio possa punire questo marciume di umanita’ fanatica ….che Dio aiuti la Siria repubblicana ed unica.

  • rino

    Se Salvini non ha ancora letto questo articolo bisognerebbe inoltrarglielo al più presto. Così dopo l’accusa all’osservatorio siriano per i diritti umani potrebbe girare un altro video accusa che questa volta prenda di mira gli elmetti bianchi.
    In Salvini vedo un uomo sinceramente interessato alle sorti del paese e che sta cominciando a incastrare tutte le tessere al posto giusto. Tra poco scoprirà chi c’è dietro il marciume e si pentirà di alcune scelte fatte nel passato.
    Scusate se sono fuori tema..

  • Antonoi51

    Ho dei seri dubbi sulla veridicità del presente articolo. Non dubito assolutamente di Blondet ma la notizia è stata presa dal sito “Oltre la linea” qui:
    http://www.oltrelalinea.news/2017/04/10/associazione-di-medici-svedesi-attacco-chimico-in-siria-e-una-fake-news/
    che a sua volta l’ha ripreso dal sito Veteranstoday qui:
    http://www.veteranstoday.com/2017/04/06/swedish-medical-associations-says-white-helmets-murdered-kids-for-fake-gas-attack-videos/

    Ora Veteranstoday, lo dico per esperienza, è un sito di fake news e le spara a mitraglia. Può anche essere che la presente notizia sia vera, ma come diceva Andreotti: a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca.

    • Maurizio Blondet

      HO PRESO CONTATTO CON LA ONG SVEDESE – che nega quel che ha scritto VETERANS Today, ossia che i wh hanno ucciso quei lattanti – ho riportato solo il rapporto direttamente emanato dai medici svedesi.
      Non sono nato ieri, sayan…

  • Che il popolino beota creda a questa messinscena, beh, non mi stupisce. E’ il grande inganno di questo mondo, la Menzogna con la M maiuscola.
    Tuttavia, è lecito chiedersi perché vi credano coloro che non fanno parte della massa beota.
    Ovviamente, fanno finta di crederci.
    Che i nostri governanti italioti facciano finta di crederci, anche questa è cosa che non mi sorprende: sono vili traditori.
    Ma chi sta ancora più in alto? Parlo di Trump, ad esempio.
    Perché Trump fa finta di credere a questa menzogna?
    Per opportunità politica? Per avere una scusa per andare contro Assad? Eppure solo pochi giorni prima diceva il contrario.
    Quindi, cosa è successo nel frattempo perché Trump cambiasse idea, o fingesse di farlo, così repentinamente?
    Ho il sospetto che l’attentato a San Pietroburgo sia stato un messaggio mafioso diretto non tanto a Putin, quanto a Trump.
    Allo stesso modo, può essere che i vili attentati ai poveri cristiani egiziani, veri martiri, siano stati un messaggio criptico non tanto verso Al Sissi ma verso lo stesso Trump?

    • rino

      Trump ha il referente del sinedrio direttamente in casa: il genero Kushner. Non serve che glielo mandino a dire in modi obliqui..

      • E’ questo che non mi torna.
        Non ci sarebbe, apparentemente, questa necessità, eppure a me pare che ci siano concretamente questi modi obliqui.
        Lo scontro tra la Clinton e Trump è stato sin troppo aspro per pensare che fosse tutto una pantomima.
        Se la massa beota si beve questo fake dell’attacco chimico di Assad, che bisogno c’era di inscenare uno scontro tanto aspro tra la Clinton e Trump? Bastava molto di meno che tanto il popolino si sarebbe comunque bevuto tutto.
        A me pare che questo scontro in seno al deep state sia reale, e non di facciata.
        Forse Kushner serve solo per controbilanciare.
        In fin dei conti, si dice che anche in Russia vi sia un confronto tra i sovranisti di Putin e gli atlantisti di Medvedev, e che quest’ultimo serva come garante, per così dire, degli interessi degli atlantisti verso i sovranisti.
        Magari, sotto sotto, Trump non è così legato al genero e lo ha dovuto accettare perché costui è garante degli interessi di Sion.

        • rino

          Credo che Trump avesse cominciato la campagna elettorale e poi la presidenza con dei propositi veramente nuovi. Ora stiamo assistendo alla sua ritirata. Strategica, reale?
          All’inizio pensavo che il genero fosse utile anche come polizza sulla vita e che magari anche lui era propenso per l’abbandono dell’ideologia globalista e per un ritiro dell’ebraismo nei confini di Israele. In realtà credo che non ci siano correnti tanto diverse nel giudaismo: tutti vogliono vivere alle spalle degli altri e possibilmente nella terra promessa.
          Però c’è una speranza per gli americani: se fallisce Trump che è stato il più odiato dai media, non resta loro che armarsi e cacciare i golpisti! Ora è più che mai evidente chi è la quinta colonna..

          • In quel caso Trump avrebbe comunque conseguito un effetto positivo, quello di portare gli americani alla rivolta.

  • C.Fidelium Terni

    “e mentendo faranno ogni sorta di prodigi…..”

  • Larry06

    Visto che quasi tutto il gotha dello spettacolo si è riunito all’unisono, oltre ai soliti noti pseudo-scribacchini di scarabocchi, per dar man forte alla versione ufficiale e pompare a tutto spiano la gracassa mediatica della orrenda macabra pagliacciata che è avvenuta in Siria (avevate dubbi che soubrette, nani e ballerine non avessero risposto alla chiamata!), ciò che non mi quadra è udite udite …il silenzio assordante del nostro Robertone Saviano.
    Che fine ha fatto il nostro valoroso cuore impavido cacciatore di camorristi??? Qualcuno ne ha idea? Non un commento, non una dichiarazione, non un trafiletto su qualche testata (Repubblica!) su ciò che successo l’altro giorno.
    Saviano, che fine hai fatto? Se ci sei batti un colpo! Ci mancano le tue denunce, i tuoi lucidi, coraggiosi e implacabili commenti su tutto lo scibile umano.
    …non è che forse è impegnato a scrivere il sequel di Gomorra mentre prende il sole nel suo attico di New York? Che, per caso ha voluto seguire le orme del radical-dirittoumanista-terzomondista-progressista Jovanotti in quel della Dolce Mela? Mah! Mistero. Chiederò notizie a Fabio Volo. Forse lui ne saprà qualcosa!
    Comunque mi rincuora sapere che alle sensibili soubrette italiote stia a cuore la causa dei pargoli siriani martoriati dal “feroce” dittatore Assad. E si che Littizzetto&friends non mi ricordo di averle sentite finora avere rimorsi di coscienza, strapparsi le vesti per le indicibili atrocità che si stanno compiendo in Ucraina, in Yemen, in Libia da anni.

    Ma tant’è. Mi starò sbagliando o saranno forse: (mere) Note invernali su… (mie) impressioni estive! Come scrisse Dostoevskij.

  • Larry06

    Dopo i fatti che si susseguono in modo confuso e incalzante da un paio di mesi/giorni a questa parte, l’unica conclusione, per quanto semplicistica e sbrigativa, a cui sono arrivato è che urge da parte di Nostro Signore un RESET del genere umano quantomai impellente in questo momento cupo e cruciale della storia.
    Io personalmente sto facendo fatica a riconoscere di vivere in questa Realtà. Ho come l’impressione che il tempo stia accelerando. Anche questo credo sia segno di tempi foschi.

  • Beh che la gentucola di spettacolo “impegnata” ,gli artisti de’ core” si mobilitino in sintonia con gli elmetti bianchi non deve stupire più di tanto. Come dice quel detto? Tra ca.. , pardon , tra colleghi non ci si mozzica!
    Direttore , scusi per qualche caduta di stile, ma certe cose fanno veramente rabbia di tipo umano non canino

  • bob-vi

    Premesso che ho guardato solo per un attimo il filmato, ma mi sembrano dei bambolotti, la carnagione è perfetta qundo dovrebbe avere qualche segnale di sofferenza, i lineamenti no sembrano di persone mediorientali. Come il caso del bambino ferito messo su una poltrona d’areo, con capelli castano chiaro.