Eccesso di mortalità nell’EU di Luglio: raggiunge il +16%, rispetto al +7% di Maggio e Giugno.

Italia fra i peggiori

L’eccesso di mortalità raggiunge il +16%, il valore più alto del 2022 finora

16/09/2022

L’eccesso di mortalità nell’UE è salito a +16% a luglio 2022 dal +7% di giugno e maggio. Questo è stato il valore più alto mai registrato finora nel 2022, pari a circa 53.000 decessi aggiuntivi nel luglio di quest’anno rispetto alle medie mensili per il 2016-2019.

Questo è stato un valore insolitamente alto per questo mese. Il tasso di mortalità in eccesso è stato del +3% a luglio 2020 (10.000 decessi in eccesso) e del +6% a luglio 2021 (21.000 decessi in eccesso). Sulla base delle informazioni disponibili, parte dell’aumento della mortalità nel luglio 2022 rispetto allo stesso mese degli ultimi due anni potrebbe essere dovuto alle ondate di caldo che hanno colpito parti d’Europa durante il periodo di riferimento.

Queste informazioni provengono dai dati sull’eccesso di mortalità pubblicati oggi da Eurostat, sulla base di una raccolta settimanale di dati sui decessi. L’articolo presenta una manciata di risultati dagli articoli più dettagliati di Statistics Explained sull’eccesso di mortalità e sui decessi settimanali .

L’eccesso di mortalità ha continuato a variare tra gli Stati membri dell’UE, con otto Stati membri che hanno registrato valori superiori alla media dell’UE. I tassi più alti nel luglio 2022, più del doppio della media UE, sono stati registrati in Spagna (+37%) e Cipro (+33%). Segue la Grecia con un +31%. Nel frattempo, solo la Lettonia (-0,5%) non ha registrato decessi in eccesso, rimanendo al di sotto delle medie mensili per il 2016-2019.

Diversi Stati membri hanno registrato un aumento del tasso di mortalità in eccesso nel luglio 2022 rispetto al mese precedente, l’aumento più elevato si è verificato in Grecia (+24 punti percentuali (pp) ), Spagna (+21 punti percentuali) e Italia (+20 punti percentuali. L’indicatore è tuttavia diminuito in sette Stati membri e le maggiori diminuzioni rispetto a giugno sono state registrate in Lettonia (-7 punti percentuali), Estonia (-5 punti percentuali) e Lituania (-4 punti percentuali).

L’UE ha registrato in precedenza importanti picchi di decessi in eccesso ad aprile 2020 (+25%), novembre 2020 (+40%), aprile 2021 (+21%) e novembre 2021 (+27%).

In risposta a una richiesta FOI, uno dei maggiori assicuratori tedeschi ha rivelato un aumento del 2.937% degli effetti avversi relativi ai vaccini Covid lo scorso anno rispetto al 2019-20.

“In Pronto Soccorso vedo un aumento delle morti improvvise, delle ischemie e degli infarti nei giovani”: Agostino Ciucci, il medico chirurgo intervistato da Giorgio Bianchi

“Non è esagerato dire che c’è stato un aumento delle morti improvvise. La maggior parte di queste morti sono legate all’infiammazione del tessuto cardiaco, alle aritmie. Molti pazienti muoiono per questo. La proteina Spike e l’Ace2 si ritrovano un po’ dappertutto ma è chiaro che se colpiscono alcuni organi come il cervello e il cuore il rischio di morte diventa molto alto. Sto vedendo un aumento delle ischemie cerebrali sotto i 50 anni, infarti nei pazienti giovani, problemi di origine nervosa: retiniti, infiammazioni di altre strutture nervose. C’è stato un aumento di osservazione di alcune patologie che prima si vedevano molto meno”.