E ADESSO, IL TERZO TEMPIO

Israele è stato proclamato stato indipendente il 14 maggio 1948: esattamente settanta anni dopo l’élite impazzita degli Stati Uniti ha riconosciuto Gerusalemme come sua capitale: in un giorno solo oltre 50 persone sono morte, e 2.000 sono state ferite. Secondo Israele, è “un giorno glorioso”. Questo non include coloro che sono già morti sotto i bombardamenti illegali israeliani in Siria. C’è chi ritiene che Israele sia uno stato fantoccio degli Stati Uniti; altri ritengono che gli Stati Uniti siano uno Stato fantoccio di Israele.

Perché l’élite americana ha fatto questo, sapendo che Israele ha occupato illegalmente Gerusalemme, mettendosi contro il mondo musulmano? Può essere solo perché una volta che Israele controllerà Gerusalemme con il supporto della sola superpotenza del mondo, potrà finalmente iniziare a costruire il terzo Tempio in modo che l’Anticristo vi possa essere intronizzato. Le sue corna sono già visibili nel globalismo, sia politico che elettronico, che è solo la preparazione per il suo dominio globale, e nell’accettazione di perversioni disumanizzanti che distruggono la vita familiare e aumentano così la dipendenza dall’Anticristo.

C’è chi dice che tutto ciò è inevitabile perché gli ultimi cristiani fedeli rimasti sono pochi. E allora? L’Impero romano pagano fu abbattuto da dodici uomini. I resti dell’Impero cristiano, la santa Rus’, stanno risorgendo nonostante la cultura sovietica che aveva cercato crudelmente di soffocarli. La santa Rus’ esiste per contrastare la crescente cultura dell’Anticristo, per essere un luogo di rifugio per coloro che fuggono dal mondo esterno, tutti coloro che credono ancora nel vero Cristo.

La responsabilità della santa Rus’ per il futuro dell’umanità è enorme. Per prima cosa le terre russe devono essere completamente trasfigurate, gettando via la vecchia cultura materialistica sovietica. Solo allora la sua influenza potrà diffondersi altrove. Solo allora si potrà scegliere il prossimo tsar cristiano. La sua venuta era già preparata dal sacrificio di sé dell’ultimo tsar e della sua famiglia, che sono stati glorificati. Solo la presenza di un nuovo imperatore cristiano, che rappresenta il Messia, può fermare l’Anticristo, il falso Messia. Il compito ortodosso è l’opposto di quello del team genocida Israele-USA.

Il futuro imperatore cristiano, lo tsar restaurato, continuerà il lavoro dei suoi antenati spirituali. Riunirà tutte le terre e i popoli ortodossi insieme, opponendosi alla nuova Sodoma e Gomorra, proposta da quegli stessi agenti che hanno costruito un’ambasciata a Gerusalemme e dal nuovo euro-ordine che ha scacciato Cristo per proteggere i suoi cambiavalute e che racconta odiose bugie sulla Russia. L’imminente imperatore cristiano e il suo popolo pentito saranno in grado di contrastare l’Anticristo. Così egli servirà tutti i popoli della terra che cercano rifugio dal dominio demoniaco che siederà sul suo trono nel Tempio di Gerusalemme, la capitale del Nuovo Ordine Mondiale.

http://www.ortodossiatorino.net/DocumentiSezDoc.php?cat_id=35&id=6463

Print Friendly, PDF & Email