BULLISMO E GENDER (Tout se tient)

di Patrizia Stella

Tutti i media si dimostrano preoccupati del bullismo e delle continue offese o minacce ai docenti da parte di alunni idioti, ma si rifiutano di andare alla radice del problema perché dovrebbero ammettere che è frutto della teoria criminale del gender che si vuole imporre nelle scuole come grande conquista. Quando si insegna a un alunno sin dall’infanzia come programma scolastico a seguire la propria tendenza sessuale senza alcun freno, addirittura spingendolo a cambiare sesso anche più volte nella vita come si cambiano le scarpe, questa teoria orrenda sconvolgerà come un fiume in piena anche tutti gli altri aspetti della vita delle persone, non solo quello sessuale. Infatti il ragazzo e poi l’adulto non sarà più in grado di dominare tutti i suoi istinti più bassi, le sue pulsioni primordiali e si abbandonerà, impotente, a tutte le aberrazioni, cioè ai cosiddetti vizi capitali: offese, bestemmie, ira, invidia, avarizia, lussuria, superbia, odio, violenza ecc. Vizi che poi sfociano inevitabilmente nei crimini peggiori quali omicidi con molta faciloneria o suicidi per disperazione. Bloccare con dei farmaci lo sviluppo sessuale dei maschi e delle femmine nell’età dell’adolescenza perché possano scegliere il loro sesso è di una gravità demenziale! Ha delle conseguenze psico-fisiche incalcolabili sugli adolescenti perché rovinano irreversibilmente l’uomo nel corpo e nell’anima. E’ peggio di uno stupro continuo e ostinato!

 

Al di là del danno morale che ne deriva, paragonato alla peggiore delle bombe atomiche, anche questa teoria tradotta in prassi ha dei costi altissimi che fino a poco tempo fa erano tutti a carico delle famiglie interessate a questo ignobile procedimento, mentre adesso dicono che è tutto gratuito (bontà loro! Somministrare veleno gratuitamente a degli adolescenti col consenso dei genitori, è da “criminal mind”). In realtà siamo sempre noi cittadini a pagare con i soldi delle tasse che versiamo allo Stato. Con i nostri soldi lo Stato finanzia da decenni l’aborto che ha seminato milioni di vittime innocenti; con i nostri soldi lo Stato finanzia il gender, attraverso la somministrazione di farmaci costosissimi, o la preparazione di docenti, convegni, cattedre ecc.; con i nostri soldi lo Stato finanzia l’immigrazione selvaggia favorendo l’ingresso di tutti gli stranieri con una spesa di oltre 5 miliardi l’anno, dicono, costringendo gli italiani a emigrare per sopravvivere o a lavorare per una miseria se vogliono rimanere in patria. Questi procedimenti iniqui che hanno dei costi altissimi tutti sottratti alla sanità, alla scuola, al lavoro, alle infrastrutture ecc. derivano dal cosiddetto “piano Kalergi” dal nome dell’ideatore, un tedesco di origine ebraiche che, da perfetto massone, ha studiato il modo di inebetire o sostituire gli abitanti del vecchio continente, l’Europa e soprattutto la cattolica Italia, che puzzano ancora troppo di cristianesimo, con la realizzazione di una sorta di “meticciato” afro-europeo senza più cultura, né religione, né cervello, né radici, né progetti, né futuro…in balìa del delirio di onnipotenza dei poteri occulti.

 

Anche il gender fa parte di questi progetti criminali, perché una volta che abbiamo annullato nell’uomo la consapevolezza della sua identità e dei suoi rapporti familiari e relazionali, lo abbiamo reso un povero imbecille, solo, manipolato e telecomandano dai potenti di questo povero mondo perverso. IL GENDER È SATANICO. È IL PADRE DI TUTTI I CRIMINI proprio perché ha la capacità luciferina di plagiare il cervello dei più deboli in nome di un falso concetto di libera scelta. Libera scelta di che? di essere maschio, o femmina, o neutro, o “mix”? E perché non spaziare oltre l’umano per entrare anche nel mondo animale diventando magari cane o elefante? O uomo-uccello che vola senza aereo? O uomo-pesce che scende nelle profondità degli abissi marini? Una volta varcata la soglia imposta sapientemente da madre natura, non c’è più limite alla fantasia più morbosa.

 

Amare la propria identità sessuale che ci siamo trovati fin dalla nascita accettando anche i nostri limiti è segno di saggezza e felicità. Le nostre insoddisfazioni o inquietudini non saranno risolte con nessun cambiamento esterno, se non con la conversione del cuore. E’ dentro il cuore dell’uomo che si annidano le cose più sublimi o quelle più perverse che solo Dio potrà risanare. La recita umile e fiduciosa della preghiera del Padre Nostro e dell’Avemaria che ci fa sperimentare la forza e la bellezza dell’amore paterno e materno assai carente al giorno d’oggi in cui spesso manca la presenza della famiglia a risanare tante ferite, è la soluzione di tutte le crisi. La preghiera cristiana è sempre vincente perché Dio ci ama e vuole sempre e solo il nostro bene, anche nella prova, e non permetterà che l’uomo, fatto a sua immagine e somiglianza, venga deturpato nel corpo e nell’anima per tutta l’eternità.

 

patrizia@patriziastella.com

Print Friendly, PDF & Email