COMMANDOS? E I NEMICI INTERNI. ANTI-TRUMP

Copio-incollo, per rapidità. Alcuni hanno già capito quello che posso dirvi io:
La foto – che non può essere stata fatta se non da un carabiniere presente – è stata fatta per poter invalidare la “confessione” e rimandarli a casa, dal momento che non sono stati loro”.
“Scoprirete gli italiani al soldo del profondo stato Usa perché saranno quelli che aiuteranno la scena, stracciandosi i vesti per la “tortura” della benda.

(Subito serviti)

L’assassino ha usato il metodo da  commando:  agguantare la vittima per il collo ed affondare ripetutamente il pugnale ai reni   – il dolore provocato dalla rottura di  un rene rende impossibile alla vittima gridare.

lo  ha detto il Corriere:

Il carabiniere ucciso con un’azione da marine: ma dal coltello ai buchi nelle immagini, ecco cosa non torna
Com’è nato lo scontro fra studenti e carabiniere? L’autopsia rivela che le coltellate sono state undici con una manovra più da marine che da studente con un fisico nella norma

…..

(Esempio:  o così o in basso, alle reni. Richiede esercizio e addestramento)

Aggredito alle spalle
L’autopsia sul vicebrigadiere rivela la presenza di undici coltellate, sferrate da Elder mentre abbranca da dietro Cerciello. Un’azione più da marine che non da studente di 19 anni con un fisico nella norma. Elder sostiene di aver agito per paura di avere di fronte i pusher. Ma [….]  , resta da capire come né Cerciello né il collega Varriale, tenuto fermo da Natale (anche lui esile), riescano a difendersi. Da dove spuntano fuori gli aggressori? Perché salta lo scambio con Brugiatelli funzionale all’arresto in flagranza?

Il coltello a baionetta

(Così?)

Elder Lee impugna un coltello “a baionetta” che il pm Calabretta e l’aggiunto D’Elia descrivono nel decreto di fermo «per tipo certamente idoneo a cagionare grave offesa». Di più, a sostegno della pari colpevolezza dei due, i magistrati annotano che «l’arma, per le sue dimensioni, non poteva non essere vista dal Natale», che pure sostiene questa tesi. Sembra ormai chiaro che Lee abbia imbarcato il coltello nella stiva dell’aereo alla partenza da San Francisco, in modo da aggirare i controlli. Ma perché lo aveva con sé? Che uso pensava di farne? I due carabinieri non sfoderano le loro pistole, né prima (e non ce ne sarebbe stato motivo) né dopo la rissa, quando Varriale si concentra sul collega ferito. Sull’occultamento del coltello «i due protagonisti rendono versioni contrapposte, accusandosi a vicenda». Una stranezza che gli stessi pm evidenziano annotando, poche righe più avanti: «l’esistenza di un accordo anche nella fase post delitto che non consente di apprezzare atteggiamenti di resipiscenza».

28 luglio 2019 | 22:34

Questo è quello che conta, il resto è arma di distrazione di massa: i due “studenti americani”  sono due ex Marines?   Perché la presa alle spalle per uccidere, anche se si vede nei film, per essere eseguita richiede esercizio  per poterla eseguire d’impulso.  Si tratta  di una qualche “operation” a cui elementi del deep state italiota hanno preso parte.

Alti ufficiali dei carabinieri si affrettano a dire che la bendatura è non solo “grave”, ma “illegale”, preparando il terreno agli avvocatoi – che non ne hano certo bisogno – per invalidare l’intera indagine.

Quello che sembra essere il fine generale: guastare i buoni rapporti fra il governo italiano attuale e il governo Trump. Con analogie col  caso Regeni,  il giovanotto spendibile mandato dai servizi britannici a spiare i sindacati egiziani, e farsi ammazzare e torturare dal deep state del Cairo.

Questa è guerra ibrida, in cui i peggiori nemici sono quelli interni, che hanno la legge e i media.

Solo poche ore fa davamo la notizia:

L’ex capo dei Servizi tedeschi accusa la SeaWatch3: “Sulla nave c’era la Tv tedesca. È stato un attacco preparato contro l’Italia”.  Secondo Hans-Georg Maassen (foto), è stata una sceneggiata messa su dalla tv pubblica Ard: cioè dal governo Merkel per mettere in difficoltà Salvini

 

La “operation”  può essere  IN RELAZIONE  con il caso  dei due fratelli  Occhionero :

“Ma i fratelli, che fanno questo servizio [insertmento d i trojan] per clienti istituzionali, hanno affermato di essere stati “incastrati”e coinvolti senza volere nel complotto per “dimostrare” che Trump era un agente di Putin.

’ingegner Occhionero dice:

Membri dell’intelligence italiana sono stati contattati da Hillary Clinton, dall’Amministrazione Obama e dal Deep State allo scopo di invischiare Trump piantando false prove sui server americani per costringere Trump a dimettersi dall’incarico.
In altre parole, i membri dell’intelligence italiana avrebbero preso di mira Occhionero perché era un simpatizzante repubblicano ed aveva due server per la sua compagnia, Westland Securities, con sede in America. Uno era nello stato di Washington e l’altro in West Virginia.

RENZI AIUTO’ OBAMA CONTRO TRUMP – Nel Russiagate

Qui sotto GEorge PApadopoulos, un attivista pro-Trump  “incastrato” anche lui,  rivela che il 28 luglio erano in Italia altissimi esponente del partito Democratico USa.

 

·

Alti esponenti  democratici sono in Italia oggi dopo Obama, Putin ha visitato e Salvini era a Washington. Molta attività per la piccola Italia. Sai perché all’improvviso l’Italia è diventata così popolare tra le grandi potenze? Mifsud stava lavorando per conto di agenzie di spionaggio italiane e poi coltivò.

Il MIfsud di cui parla è George Mifsud, maltese, al servizio di molti servizi, stanziato a Roma alla  Link Campus university , che  è l’uomo chiave della trappola anti-Trump. Trappola che adesso si sfalda, e i Democratici USa hanno ragione di temere  la galera, come ha ventilato Trump:
“Ora che la mia collusione con la Russia è stata dimostrata una menzogna, quando è che cominciano i processi per tradimento?”  Perché Mifsud ha confessato….

La situazione è in evoluzione; ai prossimi sviluppi

Forse il povero carabiniere va aggiunto ai Body Counts di Hillary, dopotutto.

Print Friendly, PDF & Email