UN CULTO DI LUCIFERO NELL’ALTA FINANZA.

Vedo che alcuni blog  italiani hanno già postato parziali traduzioni di   questo video.  Non so chi  sia quello che parla, se davvero si chiami Ronald Bernard, sia olandese, e sia come dice un professionista interno all’alta finanza. Non so se quando dice che  in quegli ambienti alti si pratica  un culto luciferino, sia vero. Non ho prove. Solo che, quando comincia a  raccontare “sono stato invitato a  partecipare a dei sacrifici…all’estero…”,  gli occhi gli si  riempiono di lacrime. “…Bambini…”. E’ davvero sconvolto al ricordo.

“Ti è stato chiesto di farlo?”, gli chiede l’intervistatore. “Sì, e io non potevo”. S’interrompe, non riesce  quasi più a parlare . Ma si sforza e continua.  Non sta mentendo, Ronald Bernard.

Quindi, traduco anch’io una parte (di 8 minuti:  l’intero video dura 40 minuti) delle confessioni di quest’uomo in cui la coscienza, come dice, “si è scongelata”.

Quando l’intervistatrice  gli chiede di ricordare qual è la cosa peggiore che ha vissuto  in  quell’ambiente di alti poteri, e cosa ha provocato il suo rigetto, lui dice:

“Questo è solo l’inizio della fine. Deve capire che  quando entrate così profondamente  in queste cerchie,  vi fanno firmare un contratto a vita,  di non divulgare i nomi delle imprese, delle organizzazioni o delle persone..Penso sia per questo che  sono ancora in vita. Ci si deve attenere”.

“Vi dico quello che ha scongelato la mia coscienza…Andiamo”, dice con un evidente sforzo su se stesso, e   comincia a  commuoversi. “Sono stato addestrato per essere uno psicopatico;  non è riuscito, perché non ho terminato  la mia ‘formazione’, la mia coscienza è tornata. E’ stato difficile  per me, perché avevo successo, un ottimo status  sociale,  avevo la fiducia della  gente che naviga a quel livello..”.

Si ferma a riflettere.

“Per essere precisi, la  maggior parte di quelle persone aderisce ad una religione speciale.  Come ci sono i cattolici, i protestanti, ogni tipo di religione, questa gente – la maggior parte – erano luciferiani.  Potete dire  che sono tutte fantasie, che Dio non esiste, che niente di tutto ciò è  reale … per questa gente è verità e realtà. Sono al servizio di un piano superiore, immateriale, che chiamano Lucifero.

“Io ero in contatto con questi  circoli, queste reti. Per me non erano che clienti.  Quindi ho frequentato dei posti chiamati Chiesa di Satana.  Ho visitato questi culti, ma come un visitatore, un invitato,   lasciato da parte … facevano le loro ‘sante messe’ , con donne nude, alcolici… allora  tutto questo semplicemente mi ha divertito, non  credevo a queste cose,   ero ben lontano dal convincermi che fossero reali”.

Erano solo spettacolo, per voi?

“Sì, appunto”, annuisce lui, “Pensavo che il male era dentro a queste persone… non avevo collegato…”  (indica verso l’alto: credo voglia intendere: credevo che questi fossero malvagi in sé, non che  lo traessero dall’immateriale)…”Ero un semplice invitato e mi divertiva vedere tutte quelle donne nude  eccetera,  la bella vita…”.

“Ma a un certo punto sono stato invitato, ed è per questo che vi racconto questo, a partecipare a dei sacrifici… all’estero…”  – e qui Bernard comincia visibilmente a turbarsi, per lunghi momenti non riesce a parlare, ha il groppo in gola- “Questo è stato il punto di rottura….Dei  bambini”.

“”Volevano che…non ho potuto farlo”.

E’ chiaro che deve aver assistito a  fatti “sacrificali” che ancora lo sconvolgono al ricordo.

Vi hanno chiesto di farlo? Domanda l’intervistatrice. “

“Sì, e non ho potuto farlo”.   Ingoia le lacrime, si sforza di non piangere.  Vuole fare una pausa?

“No … Dopo questo, ho cominciato lentamente a crollare   – Vivevo me stesso come un bambino grande e questo mi ha profondamente scosso.  Tutto è cambiato”.

“Ma  è il  mondo in cui mi sono trovato….Ho cominciato a rifiutare incarichi nella mia professione, non potevo  eseguirli …Questo ha fatto di me una minaccia – per loro, ovviamente.  Non riuscivo  più a funzionare in modo ottimale,  vacillavo,  rifiutavo  alcuni compiti…Non avevo partecipato…”.

E poi, come per spiegare  meglio il motivo di “partecipare”:

“Lo scopo è di tenere tutti in pugno. Col ricatto.  Devi poter essere soggetto al ricatto…e  lo  fanno attraverso i bambini.  Questo mi ha sconvolto”.  Le lacrime adesso gli rigano il volto.

Sono metodi che si ritrovano anche in politica, dice l’interlocutrice.

“Troverete su Internet abbastanza testimonianze per capire che non sono   racconti fantastici … Purtroppo, la verità  è che ciò avviene nel mondo intero, e da migliaia di anni … se studiate la teologia  e la Bibbia, trovate riferimenti  a queste pratiche presso gli israeliti…la messa al bando delle dieci tribù è legata a  questi rituali  coi bambini,compresi sacrifici di sangue con i bambini  – Tutto ciò è significativo, e mi ha mostrato che ci sono realtà al di là di ciò che si può vedere. C’è tutto un mondo invisibile. E reale. Parliamo qui di una forza oscura e di una manifestazione della Luce. Ho  studiato teologia per dare un senso a tutto questo”.

Anche psicologia, vero?

“Sì – questa  era  la mia vita di prima: psicologia applicata al business; la psicologia delle masse.  Ero capace di manipolare le situazioni a mio vantaggio”.

L’intervistatrice evoca  il Tavistock Institute,   il controllo mentale , MK-Ultra  (per il Tavistock, rimando almeno ad un mio articolo  fra molti: http://www.maurizioblondet.it/quel-grande-esperimento-contagio-psichico/  Per l’Italia, sarà utile rileggere questo: http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&task=view&id=318290&Itemid=100021)

Bernard annuisce con forza: “Sì, esattamente, ma questo fa parte del mio lavoro. Mi ci sono interessato per mia formazione, perché quando fate  transazioni, dovete anche manipolare i media; dovete manipolare molte cose, perché niente può essere lasciato al caso…Tutto è falsato.  Ci si abitua a vedere la gente come un gregge di pecore,  usate qualche cane da pastore per mandarle dove volete voi.  E francamente, vedo che questo continua dappertutto.

La  gente non capisce di essere manipolata  – dice: “Finché ho la mia birra, eccetera.  La gente è  completamente assorbita  in un meccanismo di sopravvivenzae questo è programmato.  Scoprite com’è facile manipolare le masse in una direzione, quando siete voi a tirare i fili”.

In un’altra parte del lungo video Bernard –  come esempio di cinismo  da psicopatici dell’ambiente che ha frequentato, evoca la speculazione sulla lira  del 1992  da Georges Soros  (Vedi nota).  Alla fine la lira fu  comunque svalutata (del 30%), dovemmo staccarci dall’aggancio al marco,  noi  contribuenti fummo fatti pagare il conto di 60 miliardi  di dollari.

Bernard. “… Uno dei miei colleghi mi ha detto: ti ricordi quel caso con  la lira italiana? Quando abbiamo fatto quel massiccio dumping che ha svalutato la lira ed ha portato una società italiana alla bancarotta? E poi: “Sai che  il proprietario  si è suicidato, e si è lasciato dietro  una famiglia”. E noi abbiamo riso: ah ah ah, tutti insieme.   Perché [in quei salotti alti] noi le persone   le mastichiamo, sono solo  un prodotto,  spazzatura inutile, da sprecare.   La natura, il pianeta, tutto può bruciare, tutto per noi può essere distrutto: sono solo parassiti inutili. Servono solo a farci crescere, a farci raggiungere i nostri obiettivi”.

Attenzione.  Non solo le masse ovine, ma anche molti nostri lettori  informati restano increduli di fronte ad azioni di personaggi come Soros: a che scopo, poniamo, paga e finanzia per inondare l’Europa di immigrati islamici non-integrabili che producono disordine sociale? E perché politici  come la Merkel insistono in questa “soluzione” alla scarsa demografia, palesemente rovinosa?  Perché  gli stati spendono miliardi per  questa “grande sostituzione” dei loro popoli, mentre non spendono per assegni  di maternità  che  consentano alle famiglie di avere tanti figli (che in Russia, per esempio, sta funzionando bene)?   Perché, poniamo, di colpo, come fosse dato un ordine globale, in Europa si legalizzano le “Nozze gay”, si promuove l’eutanasia legale, si insegna il gender anche negli asili, si rendono obbligatori corsi  pro-LGBT anche nelle scuole cristiane? Perché  i grandi banchieri organizzano la miseria e la disoccupazione di massa?

Cosa ci guadagnano?”.  Questa è la domanda da cui nasce, anche in lettori informati sui retroscena del mondo e delle oligarchie,  l’impossibilità a credere cose così enormi;  gli sembra impossibile che i Soros , i Rotschild, Goldman Sachs, Monsanto, questi “Illuminati”, le direzioni dei media,  le eurocrazie facciano questo “in pura perdita”, e persino “contro i loro interessi” fondamentali.  Ciò perché ci si ostina ad si attribuire a questi  gruppi motivazioni ancora  razionali, l’interesse   materiale, l’avidità, la spinta all’arricchirsi – motivi umani, in fondo  comprensibili da noi comuni mortali.

“Odiano l’umanità, la natura…”

Invece qui, Bernard ci  dice: lo fanno per odio puro. In purezza ascetica.  Odio  al genere umano. Odio alla natura (un tempo si diceva: alla creazione).  Li vogliono  entrambi  annichiliti, distrutti, carbonizzati.  Costoro fanno sacrifici umani e distruggono vite  come  offerta gratuita, liturgica, all’Essere cui danno culto: quello che fu chiamato l’Omicida fin dall’Inizio – che vuole distruggere l’uomo perché ne invidia il destino soprannaturale – che si rifiutò di servirlo, che gridò”Non serviam”;  è quello per cui “tutto ciò che esiste merita di morire”.  Poiché  è Principe di questo mondo, essi ne sono ricompensati con poteri preternaturali,  o almeno così intendono i loro successi finanziari, i  loro posti di comando mondiale, il loro potere di disporre la vita e la morte di milioni di “bestie da soma”.

Infatti, più oltre  Ronald aggiunge: “Sono pochi quelli che non sottovalutano la gravità di tutto questo. Perché questa è una forza annientatrice, che odia l’umanità.  Odia la creazione, odia la vita.  E farà di tutto per  distruggerci completamente. E il loro modo per  farlo è dividere l’umanità. Divide et impera  è  la loro verità”.

E  poi: “L’umanità e una manifestazione della luce, cioè la vera creazione. Fintanto che riescono a dividere sui partiti politici, colore della pelle, chi più ne ha più  ne metta, allora , da un punto di vista luciferino, si sopprime la piena capacità del nemico,il suo potere integrale. Non possono far niente da soli; senza  di noi, sarebbero finiti. Quest’avido mostro scomparirebbe”.

(“Lo stupido  è la cavalcatura del diavolo”: l’antico detto medievale è letteralmente verificato).

Poco prima, Bernard evoca i servizi segreti, asserisce che essi partecipano a questo mondo luciferino.  “Una delle cose che ho scoperto …riguarda i servizi.  Si crede che esistano per servire e proteggere una nazione, uno stato … in realtà risultano  organizzazioni criminali  – per meglio dire, il sistema è pesantemente così. Parliamo di finanziare guerre, creare guerre,  fondamentalmente creare una quantità di sofferenza e miseria in questo mondo. Quindi, una quantità di conflitti.  […]  I servizi segreti non si fermano davanti a niente. Niente. Hanno anche i loro propri flussi di denaro, perché commerciano in droga, in armi,  se è per questo anche in esseri umani.  Tutto questo denaro deve andare da qualche parte.  Tutto va finanziato”.

Tutti i servizi?, gli vien  chiesto. E lui:

“Tutti, sì. L’intero mondo che crediamo di conoscere è una illusione   che ci vien fatta credere. E’ qualcosa  che scopri in questo tipo di lavoro [il suo]. E qui tutto mi è andato di traverso”.

“Tutto è finanziato”: primavere arabe, rivoluzioni colorate, il Califfato, il terrorismo,  le strategie della tensione, i delinquenti marginali che “si radicalizzano” di colpo e fanno strage a Parigi o a  Nizza  o a Berlino, assassini solitari… ne abbiamo viste di queste scenografie, in questi anni. Eppure la maggior parte dei media  continua a  diramare i comunicati di Al Qaeda o i video dell’IS  emanati dal SITE di Rita  Katz; e il gran gregge pecorile crede  alle versioni ufficiali.  La creazione di assassini solitari e terroristi islamici, di stati d’animo collettivi a Kiev come in Macedonia,  o al Cairo,  non possono non sembrare al gregge fenomeni “spontanei” – non possono credere che sono atti di magia  –  magia nera,  – capacità  speciali che possono persino sorgere dai poteri preternaturali  che Lucifero dona ai suoi adepti. Il  gregge ormai è progressista, si è liberato degli antichi tabù e delle superate superstizioni, è felicemente  e integralmente secolarizzato…

“C’è tutto un mondo invisibile”, dice Bernard.  E  aggiunge: “Nei miei studi e scoperte ho trovato un documento, che loro dicono che son tutte palle ovviamente. I Protocolli di Sion. Un documento incredibilmente noioso. Raccomando a tutti  di leggerlo, perché se lo studi   e lo capisci, è come leggere il giornale della vita quotidiana. Come da questa loro posizione di potere estremo –  ed estremo è letteralmente divenuto – essi [non finisce il pensiero]… Ma questo è  solo perché la gente non si difende, non si oppone. Non capisce  cosa è la realtà. E siamo stati tutti programmati; se osi dirlo, sei bollato di antisemita. Quindi  sei neutralizzato.  Essi si sforzano … Il negativo, chiamalo Male, luciferiani, satanisti, chiamalo come vuoi, è una entità  reale. Si legge nella Bibbia. E non solo nella Bibbia, ma in così tanti libri” [30:31]

Montini autorizzò l’abolizione delle “difese” soprannaturali

Un’ultima parola  sulla  colpa della gerarchia modernista post-conciliare, che ha abolito tutte le “difese” e “protezioni”  contro  il Maligno inserite nella Messa tradizionale, segnatamente la preghiera  esorcistica  all’Arcangelo Michele in fine della Messa feriale  – voluta da Leone XII dopo una visione in cui aveva visto il Vaticano invaso da demoni. Fu una eliminazione deliberata,di qualcuno che sapeva bene ciò che faceva. Monsignor Annibale Bugnini, cui Paolo VI affidò la segretarie della riforma liturgica,  era un comprovato  massone: esistono lettere di questo “mellifluo monsignore”  indirizzate al Gran Maestro, che furono pubblicate dalla rivista “30 Giorni” nel 1991 a firma del vaticanista  Andrea Tornielli.

Orbene: la “riforma” come stava venendo fuori dalla Commissione (presieduta pro-forma dallo stupidissimo cardinal Lercaro di Bologna) era  tale da lasciare sgomenti, in Vaticano, molti prelati importanti, come il cardinal Antonelli. Il quale scoprì poi – lo scrisse nelle sue memorie – che il 19 aprile 1967 Paolo VI si disse amareggiato, perché si facevano esperimenti capricciosi con la liturgia, e più addolorato ancora verso una desacralizzazione della liturgia”.

Bugnini metteva a tacere i membri della Commissione  dubbiosi con una frase: “Lo vuole il papa”. Poi un altro  testimone (Luis Bouyer, un protestante convertito)  scopre che anche il Papa  “aveva approvato queste deformazioni della liturgia senza esserne soddisfatto”, anzi gli chiese: “Ma perché vi siete impegolati in questa riforma?”. L’altro rispose: “Ma perché Bugnini ci assicurò che lei la voleva assolutamente”. Al che Paolo VI: “Ma è mai possibile? Lui mi disse che voi eravate unanimi nell’approvarla…”.

Papa Montini capì di essere stato tradito.  Per punizione, mandò Bugnini ….come nunzio  apostolico a Teheran.  Ma lasciò la Messa mutilata e  priva di  invocazioni angeliche,  come l’aveva ridotta quello.  E  così è ancor oggi.

 

 

 

 Nota sull’assalto alla Lira.

“Soros fece una colossale vendita allo scoperto di lire che non aveva  e che avrebbe comprato dopo la svalutazione  della nostra moneta.  Soros  spalleggiato dai Rotschild ,   che dal 1989 avevano aperto a Milano la Rothschild Italia SpA, il cui direttore, Robert Katz (J), era diventato direttore del Quantum Fund di Soros proprio alla vigilia dell’attacco”, scrissi).  Ma se l’attacco ebbe successo e fece lucrare a  Soros più  di un miliardo di dollari, fu con la complicità dell’allora governatore di Bankitalia – il venerato maestro Carlo Azeglio Ciampi – e di Giuliano Amato, capo del governo. I due  regalarono a Soros   i 48 miliardi di dollari  delle riserve di Bankitalia in quel che i media chiamarono “difesa della lira”, per mantenerne alta la quotazione e l’aggancio al marco (“dovevano entrare nell’euro” quello fu il primo prezzo fatto pagare al gregge  di ovini italiani,  pecore euro-entusiaste”; difesa inutile, dal momento che la  Bundesbank aveva subito detto a Ciampi che non  avrebbe speso un solo marco per partecipare alla “difesa” della lira. Ciampi  doveva subito smettere di svenarci; invece continuò, in una deliberata complicità con questo  mondo luciferino – da cui  stato premiato con  le cariche altissime che sappiamo: capo dello stato, amatissimo padre della patria  eccetera. “

 “Così, quando la lira fu svalutata del 30 % – come i Rothschild e le banche d’affari USA volevano, per poter comprare a prezzi stracciati le imprese dell’IRI – non c’erano più soldi per la difesa della italianità di quelle imprese.  Del resto, la svendita era stata accuratamente preparata da Giuliano Amato che, appena diventato capo del governo, aveva trasformato gli enti statali in società per azioni, in vista delle privatizzazioni, in modo che le oligarchie finanziarie estere potessero controllarle diventandone azioniste, e poi rilevarle per il classico boccone di pane. Il piano era stato probabilmente elaborato nella famosa riunione sul Britannia del giugno ‘92, panfilo della regina d’Inghilterra, su cui era salito Mario Draghi, allora funzionario del Tesoro. I magistrati di Mani Pulite diedero una mano, creando il clima di linciaggio contro Craxi (che si opponeva fieramente alle intrusioni straniere) ed arrestando preventivamente una folla di grand commis di Stato, poi risultati del tutto innocenti, in modo da sguarnire il fronte che si opponeva alle svendite. Così il saccheggio avvenne tra gli applausi degli italiani, ben contenti di vedere Craxi in fuga e la vecchia DC smantellata da Di Pietro.

Jacob Rotschild e David Rockefeller

La cosa fu così sporca che Ciampi (come minimo, se non da complice, si comportò da incompetente) una volta prosciugate le riserve, offrì le sue dimissioni. Gli fu detto di star tranquillo; sarebbe stato premiato con la presidenza della repubblica e santificato per sempre dall’aureola di Venerato Maestro, conferitagli dai grandi giornali, Corriere e soprattutto Repubblica. C’è il sospetto infatti che anche De Benedetti avesse guadagnato dalla speculazione.
Ci fu anche un’inchiesta. Nel ‘96 la Guardia di Finanza indagò se «influenti italiani abbiano operato illegalmente dietro banche e speculatori», ricavando un guadagno accodandosi a Soros nella speculazione contro la lira. Il Mondo del dicembre ’96  scrisse che la «lobby a favore di Soros», secondo gli inquirenti, comprendeva Prodi, Enrico Cuccia (capo di Mediobanca per la Lazard) Guido Rossi, Isidoro Albertini, Luciano Benetton, Carlo Caracciolo.  Naturalmente, le procure insabbiarono. Gli indagati erano tutti padri della patria, venerati maestri, riserve della repubblica”.

 

(Si legga il resto qui: http://dioni.altervista.org/soros/dioni_0110.html)

 

 

 

29 commenti

  1. SpadaccinoNero

    la lettura di tutto ciò non mi stupisce. Gente (se possiamo definirla tale) che ha la possibilità di modificare in peggio la vita di milioni di persone semplicemente schiacciando un bottone ha il diavolo dentro di sé, metaforicamente parlando o no poco importa

    1. Backward

      Non stupisce neppure me, sono fatti abbastanza noti. Eppure, odiatemi e disprezzatemi per quanto sto per dire, ma non riesco a provare empatia per la massa di pecoroni che lorsignori manipolano. Perché quella massa stessa è composta in grande maggioranza dalla stessa qualità di egoisti, maldisposti, approfittatori, superbi, ingordi, e irragionevoli. Sono solo più stupidi, perché nemmeno si accorgono di essere schiavi. Perché quindi dovrei provare empatia per questa marmaglia che tanto male mi ha fatto e continua a fare, e risponde al buon senso e all’amicizia con la follia e la cattiveria? Fede non ne ho, e non entro nel merito per rispetto verso chi mi regala quotidianamente articoli pregevoli e non ha mai chiesto la mia opinione. Ma se fossi al posto di lorsignori non so se avrei molti più scrupoli di loro. Chiamatemi anima persa, se è così credo siano perse praticamente tutte.


  2. Io sono solito recitare anche questa preghiera:
    « Augusta Regina dei cieli, sovrana Maestra degli Angeli, tu che, dall’inizio, hai ricevuto da Dio il potere e la missione di schiacciare la testa di Satana, ti domandiamo, umilmente, di inviare la tua Legione celeste perché, ai tuoi ordini, e per il tuo potere, persegua i demoni, li combatta dappertutto, reprima la loro audacia e li ributti nell’abisso. Chi è come Dio ?
    Buona e tenera Madre, sarai sempre il nostro amore e la nostra speranza. Madre divina, invia i santi Angeli per difendermi e cacciare lontano da me il crudele nemico. Santi Angeli e Arcangeli, difendeteci. Custoditeci.»
    Similmente a Leone XII, anche l’abbé Louis Edouard Cestac ebbe, nel 1864, la visione di una Terra dove spadroneggiavano i demoni.
    Nel contempo, ebbe anche una visione della Vergine Maria, alla quale chiese cosa avrebbe dovuto fare per poter evitare ciò che aveva visto.
    Fu in quell’occasione che gli fu dettata, direttamente dalla Vergine, la preghiera “Augusta Regina”.

  3. Matteo

    Un refuso :
    La preghiera a San Michele alla fine della Santa Messa
    (Preci Leonine) non fu introdotta da Leone XII ma da Leone XIII.

    Montini non punì affatto Bugnini per quello che fece alla Santa Messa, lo allontanò invece per essersi fatto scoprire quale affiliato alla massoneria (nome in codice BUAN). Si guardò pur bene dall’ascoltare le levate di scudi contro lo scempio liturgico nè volle considerare l’esame critico dei Cardinali Bacci e Ottaviani che chiaramente avevano denunciato la deformazione e lo svuotamento desacralizzante e protestantizzato del Novus Ordo.
    Il suo vizio omosessuale gli impedì (in un modo o nell’altro) di opporsi al volere giudaico-massonico di demolizione del culto all’unico e vero Dio che era la Santa Messa di sempre.

    Il Vaticanista ed ex gesuita Malachi Martin riferì con dovizia di particolari di un rito satanico nella Cappella Paolina in San Pietro pochi giorni dopo l’elezione di Montini al papato e precisamente
    il 29 Giugno del 1963.

    La desacralizzazione della liturgia cattolica non fu subita da Montini, fu invece da lui pianificata, come pianificato fu poi
    il finto pianto di coccodrillo da sottoporre ai media e alle anime belle. Fece tutto parte di un piano attuato da un papa pessimo che ancor prima di dare il via libera a Bugnini aveva per anni da Segretario di Stato, tradito la fiducia di Pio XII collaborando strettamente coi servizi sovietici ed agendo da vero traditore fu per questo che non divenne papa subito. Al suo posto si dovette eleggere in transizione Roncalli, che appena eletto gli disse subito: “non si preoccupi le tengo il posto”.

    Montini non fu affatto tradito, fu lui il traditore e recidivo pure.


  4. Provate a fermare per strada una delle nuove risorse boldriniane e mettetela al corrente di quanto scritto in questo articolo, e cioè che il suo arrivo in Italia è stato reso possibile da gente dedita ad un culto luciferino che con il tramite delle immigrazioni incontrollate vuole distruggere l’Europa, la sua cultura, la sua storia, le sue tradizioni, i suoi popoli: in altre parole, la cristianità e la razza bianca.
    Ditele che è grazie a Satana se è qua da noi, perché di fatto è così. Cosa pensate che vi possa rispondere la risorsa?
    ” Oh, non lo sapevo. È una tragedia. Non mi ero mai reso conto di essere strumento del demonio. Mi pento amaramente per questo e prometto che farò presto ritorno al mio paese, perché capisco che fintanto che rimarrò qua sarò in peccato mortale”.
    Vi aspettate che risponda così? Certo che no. Si guarderà attorno con espressione esterrefatta, scrollando le spalle, e poi se ne andrà facendo finta di non aver udito nulla, perché semplicemente se ne fregherà di tutto ciò che gli avete detto. Questa è gente che – per usare un’espressione del Vangelo – cerca solo un pane che non dura, ed è talmente assorbita dalla ricerca di un benessere materiale fine a se stesso da non rendersi conto, o più verosimilmente da rifiutare di volersi rendere conto, di essere a tutti gli effetti strumento del demonio. Nel momento in cui si comportano così, hanno fatto una scelta ben precisa: hanno deciso di stare dalla parte del demonio.
    Ecco perché prego perché la giustizia di Dio si abbatta furente nei loro confronti. Hanno fatto una scelta, hanno scelto il male, hanno scelto di farci del male a noi europei, e fintantoché non vorranno pentirsene in nessun modo sarò disposto ad avere pietà nei loro confronti.
    Quello che dovrà loro succedere sarà talmente brutto per le false anime pie progressiste da non poter essere proferito alle loro delicate orecchie.

    1. SpadaccinoNero

      @Paolo Gianoli
      mi capita spesso di parlare con le “risorse”. Salvo eccezioni, sanno molte più cose dell’Italiano inebetito da tv, giornali ecc ecc
      chiedi loro un’opinione circa quelli che tradirono Gesù, probabilmente rimarrai sorpreso…

  5. Diego Grandi

    Il Potere “liberato” dai Dogmi del Cristianesimo e dalla Morale Cattolica produce questi mostri.

  6. Luigi Copertino

    Grazie Maurizio, come sempre ci fornisci ottimi articoli altrove introvabili.

    Voglio proporti una riflessione partendo dalla citazione di questo passaggio del tuo articolo:

    “… lo fanno per odio puro. In purezza ascetica. Odio al genere umano. Odio alla natura (un tempo si diceva: alla creazione). Li vogliono entrambi annichiliti, distrutti, carbonizzati. Costoro fanno sacrifici umani e distruggono vite come offerta gratuita, liturgica, all’Essere cui danno culto: quello che fu chiamato l’Omicida fin dall’Inizio – che vuole distruggere l’uomo perché ne invidia il destino soprannaturale – che si rifiutò di servirlo, che gridò”Non serviam”; è quello per cui “tutto ciò che esiste merita di morire””.

    Esatto! Questa è la descrizione del luciferinismo che in termini filosofici si chiama nichilismo, volontà di annichilire la creazione. E perché? Perché la creazione, non solo quella invisibile o angelica ma anche, e forse ancora di più, quella materiale, spazio-temporale, è, come attesta il Genesi, “cosa buona”, è l’Opus Magnum di Dio, il suo più grande dono ed atto di Amore, verso l’uomo, che Lucifero odia da quando, sottoposto quale angelo viatore, alla visione dell’Incarnazione del Verbo, colto dalla superbia di essere lo spirito angelico più vicino a Dio, rifiutò di adorare un Dio che si “insozza” con la carne, con la materia, che è “infima”, “bassa”, “impura”. Che il Verbo potesse accettare la kénosi era nella superbia angelica luciferina impensabile e sconcertante.

    Ora – qui sta la riflessione che ti propongo – nei sistemi religiosi e filosofici extrabiblici si incontra di continuo questo disprezzo per la creazione della materia, che viene intesa quale allontanamento dall’Unità informale che ci sarebbe stata alle origini. La creazione spazio-temporale sarebbe negativa perché “addensamento”, “caduta”, dello spirito nell’oscurità della materia.

    Anche l’uomo, che per questi sistemi (guarda caso poi ripresi nei versioni occidentali dello gnosticismo e nella filosofia massonica) sarebbe stato originariamente solo “etereo”, con un corpo immateriale, è considerato il risultato della caduta dello spirito nella oscura materia del suo corpo carnale, che pertanto deve essere annientato affinché lo spirito torni, si fondi, nell’informale inconscio dal quale proviene. Questo, poi, giustifica anche il sadismo e l’omicidio, in particolare l’infanticidio. La storia del catarismo, ad esempio, è in ciò, nell’annientamento del corpo umano mediante l’endura, il suicidio per inedia, esemplare.

    Il corpo dell’uomo non sarebbe, per questa contro-religione, destinato alla resurrezione ma sarà sostituito con un etereo corpo sottile (che, invece, per la Tradizione, corrisponde piuttosto all’anima, alla psiché, portatrice dello spirito).

    San Paolo fu ascoltato con interesse all’Areopago fino a quando non parlo a quei filosofi neoplatonici della resurrezione della carne, da essi rifiutata come assurda pretesa che il corpo possa partecipare della purezza dello spirito.

    Come, dunque, non vedere, caro Maurizio, in queste idee (contro)religiose, il frutto dell’antico, luciferino, “non serviam”?

    E, credimi, René Guénon – che non a caso agli inizi della sua carriera fu “vescovo della chiesa gnostica francese” – con la diffusione di questo genere di spiritualità ambigua ha molto, ma molto, a che fare.

    Cari saluti.

    Luigi Copertino


    1. Cela vous rappelle quelque chose n’est pas? Nell’annosa ricerca di diradare la coltre della disinformatia – Mistero primo e ultima Mistificazione più assoluta – le capacità mentali, anche le più raffinate possibilmente immaginabili riservate a certi individui particolari – non certo a noi – si ottundono, per forza di cose, dinanzi al muro specchiante del Potere Opaco, pena la quasi o totale perdita della sanità mentale, lucidità intellettuale che dir si voglia. Se s’averasse quest’ultima condizione, per paradosso estremo, si darebbe null’altro che manforte tanto alla fenomenologia del Mistero quanto a quella strettamente imparentata alla Mistificazione, il che sarebbe la più palese autoconfutazione di ogni anelito di comprensione. Non solo abbiamo visto, più o meno en passant, stante al cosiddetto ‘eremita di Pechino’ che alfine è la sola ed unica Mistificazione di per sé il fine, ultimo, sovrano dell’Opera al Nero nihilista e non il Mistero giacché come insegna (purtroppo) il Guénon lungi d’essere il Mistero ‘discorribile’, soggetto quindi a chiosa, è solamente da intendersi come ‘inesprimibile’ tout court. Al riguardo ci ha colpito la lettura di due opere profondamente antitetiche l’una all’altra – Il pasto sacro. Dal cannibalismo all’ostia consacrata e poi La massoneria tra esoterismo, ritualità e simbolismo. Studi vari sulla Libera muratoria – ove in ambedue si pone l’accento in maniera che noi riteniamo inequivocabile sulla totale gratuità delle ‘concrezioni’ dell’Ideologia del Regresso, della contro-etica dispiegata dal Nihilismo Totalitario che risponde e si incarna perfettamente nella sequela rutilante di sessioni terroristiche, non ‘spiegabili’ quindi, in ultima istanza, con la prova del nove classica, con il ‘a cui prodest?’ che, per altro, e come minimo da sicuramente una traccia non solo del Tao relativo, motu proprio, generante questi atti scellerati ma anche della ‘direzione’ a cui si vuol far tendere lo spazio psico-socio-geografico immerso in tali nefasti accadimenti. Atti scellerati ‘leggibili’ pur nella loro ‘inesprimibilità’ quali versamento di sangue innocente atto a celebrare la Morte e non la Vita, quintessenza quindi del Nihilismo. Oltrepasseremmo di certo nel puro campo dell’Immaginario sforacchiando forse la Superficie Opaca posta a difesa strenua del Mistero e della Mistificazione se osasissimo e non lo facciamo quindi dacché ne siamo profondamente refrattari, pensare che alla deflagrazione, al compimento delle stragi del Terrore scattasse in perfetta sintonia, in qualche sito del globo incerto, in qualche guisa a noi totalmente ignota, un Rito Celebrativo, consonante, consustanziale per così dire, proprio a quella strage di innocenti. Non intendiamo ovviamente – sia detto chiaramente a scanso di ogni equivoco – le birrette stappate ed i consunti mozziconi di sigarette Merit gettati a terra, trovati sul luogo, ad esempio, da cui s’è consumato l’impulso del telecomando sulla strada di Capaci – evocazione al Male di chiara natura exoterica – quanto invece quello che – ci rammentiamo a braccio – racconta Calasso avvenga in certi mattatoi, in certi laboratori delle università di Chicago… e qui davvero in maniera esoterica. Qui si arresta prima la Logica e subito dopo anche la congettura come parimenti si arresta l’odio degli uomini difronte alla cancellata di quel cimitero umbro o perlomeno è ciò che invoca a mo’ di esergo il monito posto all’entrata: oltre si entrerebbe solo dove c’è stridor di denti, nel Regno del Principe delle Mosche.

      Sentiamo a proposito del Principe delle Mosche cosa riporta un ‘degno’ tovarish di questo ‘Principe’ qual’è il Bacchiega citato, a scanso di equivoci: «[…] nel pasto cannibalico […] non si tratta di una pura e semplice ingestione di parti del corpo altrui […] attraverso l’ingestione del cervello […] trapasso di forze […] connesso e concomitante con una specie di choc spirituale che deve sprigionarsi in colui che mangia questo terribile pasto. L’iniziando deve superare una fase di orrore. Mangiare carne umana o bere il liquido cadaverico, implica per chiunque […] il superamento del limite umano […]. La rottura di questo limite, mediante l’utilizzazione del disumano […] compimento cioè dell’atto estremo, che apre all’esperienza del sacro. L’umano è diventato sovraumano. […] il feroce divoramento del congiunto, dell’amico, del figlio, è un confronto disumano con la morte che, nell’urto, produce uno schianto interiore, un vero ‘salto’ ad un diverso livello esistenziale. […] è inutile parlare di bene o di male, se, in ognuna di queste realtà […] si trova sempre ed egualmente il sacro. Da questo punto di vista, il sangue a rivoli, la crudeltà e la violenza fisica, non sono la storia del male [né] il sangue a rivoli, la crudeltà […]».
      Davvero serve – ci domandiamo – una qualche chiosa a questi terribili proclami, accadimenti presunti, terroristici quanto terrorizzanti ammantati di una luce sinistra di Sacro Invertito di Senso?
      Se li si mettessero in sovrapposizione, come una filigrana di una banconota falsificata contro l’altra, autentica, non si farebbe punto fatica a scorgere che il ‘pasto sacro’ qui evocato e fatto segno di apertissima apologia può coincidere nei nostri tempi moderni agli happening terroristici ove il ‘consumo’ spettacolare, per così dire, gratuito della carne e del sangue dei propri simili, dei propri fratelli, dei congiunti, assume la valenza di un vero e proprio choc ‘spirituale’ come se stessimo proprio noi lì, a consumare, a far perire, i nostri simili, affinchè la ‘rottura del limite’ nonché il ‘superamento dell’orrore’ ci faccia traghettare verso il ‘disumano’. Da qui la ‘fondazione’ di quello che Bacchiega chiama irrispettosamente e blasfemamente un ‘Sacro’ che è per noi il miserrimo Sacro Invertito, dedivinizzato, che si ha nel compimento dell’Illusione gnostica per eccellenza che è il volersi comparare immanentemente dell’individuo a Dio. Il terribile non solo è accaduto ma lo si vuol far accadere, per volontà di questi ‘uomini del dubbio’, affinché si celebri la Perdita del Sé.

      Padre Paolo M. Siano scrive sempre a questo proposito nella sua opera citata : «Massimo Graziani […] risulta essere massone della Gran Loggia Regolare d’Italia. […] l’editrice Le Luci pubblica un libro di Graziani […] Graziani college la morte di Hiram […] ai sacrifici di Fondazione: riti sacrificali (anche umani) […] Graziani elogia il sacrificio umano e ne afferma la necessità […]. Infatti se la vittima morisse semplicemente di morte naturale […] sarebbe sterile […] la morte violenta di una vittima […] permette alla stessa di rinascere in una nuova forma. […] l’innocente muore […]. Nel libro Il Mistero delle Cattedrali, l’esoterista ed alchimista Fulcanelli spiega […] allegoria, per gli Alchimisti, il massacro di un Innocente o degli Innocenti […] La studiosa Matilde Battistini osserva che nella letteratura […] alchemica sono […] i giovani […] che vengono torturati, uccisi e smembrati […]».

      Si può esser più chiari di così nel dipingere l’identità di genere tra questi ‘agenti di influenza’ ed il divampare degli atti di terrorismo?

  7. Marco Sbarra

    Quello che racconta la persona intervistata è terribile, ma ricorda a noi credenti una realtà di Fede incontrovertibile: che l’uomo lontano da Dio non può non essere soggetto all’azione senza freni dello spirito del Male che, se invocato, può portare a compiere atti inimmaginabili di depravazione.
    A questo proposito vorrei chiederle Dottor Blondet di trattare dello stesso fenomeno satanico che si ripresenta nei più alti gradi della scala massonica, come rivelato, se non ricordo male, da suoi ex esponenti fuoriusciti (nel caso, probabile, che ne avesse già trattato in passato, la pregherei di segnalare i suoi interventi.
    Personalmente le sarei grato poi se potesse dire qualcosa sull’influenza della massoneria sul Monte dei Paschi di Siena, con particolare riferimento alle sue ultime vicende).

    P.S. Signor Matteo, le sue accuse infamanti rivolte, da cattolico, contro un grande Papa come Montini (si fa presto ad accusare per sentito dire o peggio per astio ideologico-religioso) lasciano una grande amarezza, ma sono sicuro che il Papa riconosciuto Beato nell’ottobre del 2014 non mancherà di pregare misericordiosamente per Lei.


    1. ..quelle di Matteo, che Lei ritiene accuse infamanti, sono condivise anche da molti altri ma, per darle alcuni spunti di riflessione maggiore, l’invio alla lettura del mensile Chiesaviva del settembre 2011;

      https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=2&ved=0ahUKEwig8JjTrszTAhWLvhQKHSawDCwQFggtMAE&url=http%3A%2F%2Fwww.chiesaviva.org%2Fanno-2011.html%3Fdownload%3D9%253Achiesa-viva-nd-441&usg=AFQjCNHIRtpgP96xodS3x7UYgM4iGyLP7w&cad=rja
      dal titolo : Presentazione
      PAOLO VI il Papa che cambiò la Chiesa. Autore : sac. dott. Luigi Villa.
      Sia gentile, lo legga attentamente.

    2. Matteo

      Io non ho alcun astio ideologico-religioso verso Montini e la prego di spiegarmi Sig. Sbarra quali sarebbero le accuse infamanti a cui Lei fa riferimento.

      Io nel mio commento ho rappresentato solo fatti e nessuna accusa, né tantomeno infamie:

      1) Montini era ricattabile per il suo vizio contronatura
      noto e denunciato ormai da oltre mezzo secolo, legga almeno in proposito quanto le suggerisce il Sig. Franco Rossi se non vuole scomodarsi a fare ricerche più specifiche al riguardo sugli archivi di stampa dell’epoca.
      2) Montini fu Segretario di Stato di Pio XII ed in quel periodo passava di nascosto informazioni riservate alla Russia comunista, quando Pio XII lo scoprì lo rimosse immediatamente, è tutto documentato.
      3) Montini incaricò personalmente Bugnini della riforma liturgica e dopo averlo rimosso a causa dello scandalo
      della affiliazione alla massoneria non modificò una sola virgola di quello che il frammmassone “BUAN” aveva fatto; questi sono solo fatti.

      Anche il resoconto della messa satanica non può imputarlo a me, sono purtroppo cronache vaticane che mi sono limitato a riportare per far comprendere meglio a chi legge quanto sia grave la questione affrontata nell’articolo. Non è certo il desiderio di calunniare un papa che mi muove caro amico e mi spiace che Lei non lo abbia compreso.

      Montini fu un pessimo papa, spero per lui che si sia pentito di tutti i guai che ha combinato e se può pregare per me o per altri sono felice, vuol dire che è almeno in Purgatorio assieme a tante altre anime che pure hanno commesso errori, questo però non cambia i fatti che restano quelli che sono.

      Si fa presto a definire grande qualcuno per sentito dire o peggio per catto-conformismo ideologico, la Chiesa vede ha avuto molti papi, alcuni ottimi, altri mediocri
      ed altri pessimi, Montini è tra questi ultimi e non lo sostengo per astio ideologico ma per quei fatti che ho accennato e per tanti altri che pure vi sono e che ovviamente trascuro in questa sede. Chi ama veramente Cristo Verità e la Sua Chiesa non teme la Verità ma la cerca e la segue in serena fortezza.

      Un caro saluto.

  8. Alexi

    Purtroppo non sono nuove notizie… già nel libro ‘l’eletta del dragone’ si racconta dei sacrifici umani e del culto lucifero nei minimi particolari dell’elite massonica. Con molti riferimenti precisi alla geopolitica di fine 800.
    Poi in ‘Michela fuggita da satana’ che consiglio a tutti se riuscite ancora a trovarlo, vengono raccontati i ‘poteri’ preternaturali del culto satanico e non da ultimo purtroppo tutto ciò che fanno ai bambini… e parliamo della nostra civile Italia…

    1. luca

      Buona sera. Anche il film di Pasolini “Salò o le 120 giornate di Sodoma” racconta di questi rituali sarificali. Forse è il motivo del suo assassinio. Per molti anni l’avv. Franceschetti ha studiato il fenomeno e le sue ricerche hanno svelato questa infamia. Anche lui ha subito due tentativi di omicidio. Ha documentato tutto nei suoi libri. I popoli ne sono all’oscuro. Penso che se questi fatti demoniaci venissero a conoscenza del popolo bue, becero e semianalfabeta, assisteremmo a un sano repulisti. Cmq l’argomento è molto più complesso e trae origine addirittura da Babilonia. Nessuno si è mai chiesto che fine facciano i 500 bambini che ogni anno scompaiono in Italia e non vengono ritrovati (dato Ministero Interni). Bene, anzi, male! Ora possiamo immaginarlo.

  9. Oriundo2006

    Salve, volevo solo aggiungere a parziale rettifica che tutto il potere massonico nasce, cresce e diventa mondiale a partire dall’Inghilterra: gli inizi con John Dee ( satanista anche se parzialmente inconsapevole ma grandemente sfruttato dalla corona inglese ), poi con le costituzioni massoniche di Anderson a Londra a coronamento del potere mondiale che si andava profilando e poi con Disraeli l’intesa ‘cordiale’ con le pratiche cabalistiche dei rabbini. Dunque non bisogna pensare che gli ‘ebrei’ in generale siano i colpevoli di tutto: non è vero: si servono gli uni degli altri a loro piacere, unica rimanendo indivisa ( per ora ) la finalità di dominio sulle genti. Come ? L’esoterismo si serve abbondantemente della ‘magia’ sia ‘bianca’ che ‘nera’ e c’è solo da chiedersi il perché: è semplice, FUNZIONA. Con apposite pratiche si raggiungono facilmente i propri obiettivi e nessuno si tira indietro se queste pratiche implicano il sangue, il dolore, la disgrazia per singoli esseri umani o per nazioni intere. Le guerre mondiali sono solo degli immensi riti volti a rinforzare la schiavitù umana a partire dal sangue versato da milioni di uomini, spesso inconsapevoli, sempre manipolati ed illusi sulle finalità di questi ‘auto-da-fè’ mostruosi: auto-da-fè perché volti a ‘purificare’ dal ‘male’ l’umanità attraverso il sangue profuso senza pietà a FAVORE di un popolo, una lingua, una religione specifica: quella essoterica è il cristianesimo quella esoterica è ben altra, della prima servendosi e della seconda professandola nel segreto elitario di ristretti circoli internazionali. Oggi è indubbio che l’Inghilterra domina nè più nè meno che secoli fa: anglosassoni sono le categorie mentali, il modo di rappresentare il potere e la società: il potere esternamente è americano, ma la musica, lo stile di vita, fianco la sessualità ed il modo di esercitarla è suggerito, ma in realtà imposto ( attraverso rituali specifici ) da massoni cabalisti di origine, mentalità, inclinazioni ed obbedienza anglosassoni. Hanno vinto loro le due guerre mondiali, hanno vinto loro la competizione con la Russia comunista, hanno imposto in tutto il mondo il loro capitalismo, la loro finanza deregolamentata ( a parole: ma assai ben da loro manipolata ), il loro modo di far pensare a comando le masse completamente appecorate e ben felici di esserlo. Di questa mostruosa e vincente subcultura abbiamo a che fare ogni giorno, nel lessico come nelle cose di uso quotidiano, nella pubblicità come nei media: ed è stato il trionfo di questa monocultura a motivare Putin a resistere volendo preservare i valori e l’identità tradizionale CONTRO la manipolazione cabalistica e massonica della realtà, oggi assolutamente vincente nei cuori e nelle teste delle masse. E state tranquilli che anche il papato non è secondo a nessuno quanto a poteri esoterici utilizzati per finalità deviate.

    1. Nico-

      Secondo me Hitler è stato uno strumento del capitalismo finanziario americano.
      Hanno devastato la Russia finanziando la rivoluzione bolscevica,per poi aggredirla e portargli via le risorse.
      I tedeschi sono un popolo prevaricatore,basta guardare quanti danni hanno fatto oggi con l’euro e l’unione europea.

  10. lady Dodi

    La Finanza e gli orrori contro i bambini ( Gender compreso ), sono il Male. Se poi sono il Frutto del Male, vuol dire che combatteremo contro il Male e contro i suoi Frutti. E se se inventeranno un’altra, andremo avanti a oltranza.

  11. lady Dodi

    Saremo giudicati ad uno ad uno….


  12. A proposito del Tavistock Institute e di quel giro di psichiatri della Scuola di Francoforte che si ritrovò a lavorare con altri psichiatri che avevano condotti gli stessi studi all’università di Berkeley, centro focale da dove si propagò il ’68…
    Vorrei segnalare all’attenzione del direttore questo articolo:
    http://yournewswire.com/berkeley-protestors-pedophilia/
    Si parla del fatto di come l’organizzazione antifa che inscenò violente proteste a Berkeley contro la conferenza di Milo Yannopoulos, uno dei giornalisti del sito alt-right Breitbart, quello di Bannon, fosse originariamente un’organizzazione trotzkista i cui membri, dal cognome che a me sembra tipicamente ebreo, erano a loro volta collegati ad un’altra organizzazione che si batte (sic) anche per la legalizzazione della pedofilia, la lotta alla quale viene considerata come caccia alle streghe.
    In altre parole, considerando come queste organizzazioni godano di ampio finanziamento dai soliti noti (ho forse detto Soros?), è purtroppo lecito immaginare che il prossimo passo che i padroni del discorso hanno in mente per la plebaglia goym sarà la legalizzazione della pedofilia.
    Ma credo che questa notizia possa non sorprendere i lettori di questo sito.

  13. Bruno

    E con estrema gioia che ringrazio il caro Maurizio Blondet per questo articolo, con la speranza che molti lo leggano. per molti intendo chiaramente non quelli che hanno la mente annebbiata dai vari giornali e canali televisivi di regime al servizio di chi si si sa. personalmente non mi ha sconvolto più di tanto. E’ da molto che offro le mie preghiere , rosari coroncine per la vittoria di Cristo su costoro e spero di riuscire a vederla. Speranza umana si intende . Se invece non sarà così ho però la certezza che comunque vada la vittoria ci sarà ( i miei tempi non sono i vostri tempi, le mie vie non le vostre vie ricordiamoci) . mi ricorda questo articolo i vari contenuti letti circa 25 anni fa su un libro scritto sempre dal Dottor Blondet. La storia prosegue fino al suo completo fine quando il nostro caro Gesù avrà raccolto i suoi e gettato gli adoratori di >Lucifero nel posto a loro assegnato.
    Un caro saluto a tutti.

  14. JK

    ottimo articolo caro direttore. grazie. riguardo la preghiera di Leone XIII deve dirsi che quella che fu abolita con Paolo VI é la terza versione annacquata molto giá… ma anche questa fu tolta. l’originale scritta dal pontefice dopo la visione tenuta il 13 maggio 1884, esattamente 33 anni prima dell’apparizione della Madonna ai pastorelli ve la passo qui, prima in italiano, dopo in latino per chi c’é la fa ancora a capirlo. merita accennare che lí nell’originale va citato il profeta Zaccaria ove si parla d’intrusione nel Tempio santo di Dio… cioé l’Abominazione della Desolazione… il Papa capii benissimo dove puntava Satana e a cui sarebbe arrivato… per chi ci crede basta vedere anche i messaggi dati a Don Gobbi dalla Madonna per capirci che Satana sarebbe arrivato fino al vertice… cioé un uomo vestito in bianco che usurpa il Trono della Veritá. il resto guardatelo aprendo la finistra verso Roma da quattro anni… in tedesco diciamo: un Putsch, hanno fatto un Golpe e ironicamente con un argentino… anche il Padrone del Mondo ne ha qualche umore… vada detto per chi vuole un ‘bel romanzo’ leggasi il libro di mgr Benson (anglicano convertito al cattolicesimo) The Lord of the World che guarda caso é il libro preferito di Bergoglio… e lí si parla di un Fr. Francis… é tutto davvero programmato… eccovi la preghiera:

    Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

    Gloriosissimo Principe della Milizia Celeste, Arcangelo San Michele, difendeteci in questa ardente battaglia contro tutte le potenze delle tenebre e la loro spirituale malizia.
    Venite in soccorso degli uomini creati da Dio a sua immagine e somiglianza e riscattati a gran prezzo dalla tirannia del demonio. Combattete oggi le battaglie del Signore con tutta l’armata degli Angeli beati, come già avete combattuto contro il principe dell’orgoglio lucifero ed i suoi angeli apostati; e questi ultimi non potettero trionfare e ormai non v’è più posto per essi nei cieli. Ma è caduto questo grande dragone, questo antico serpente che si chiama lo spirito del mondo, che tende trappole a tutti. Sì, è caduto sulla terra ed i suoi angeli sono stati respinti con lui.
    Ora ecco che, questo antico nemico, questo vecchio omicida, si erge di nuovo con una rinnovata rabbia. Trasfiguratosi in angelo di luce, egli nascostamente invase e circuì la terra con tutta l’orda degli spiriti maligni, per distruggere in essa il nome di Dio e del suo Cristo e per manovrare e rubarvi le anime destinate alla corona della gloria eterna, per trascinarle nell’eterna morte.
    Il veleno delle sue perversioni, come un immenso fiume d’immondizia, cola da questo dragone malefico e si trasfonde in uomini di mente e spirito depravato e dal cuore corrotto; egli versa su di loro il suo spirito di menzogna, di empietà e di bestemmia ed invia loro il mortifero alito di lussuria, di tutti i vizi e di tutte le iniquità.
    La Chiesa, questa Sposa dell’Agnello Immacolato, è ubriacata da nemici scaltrissimi che la colmano di amarezze e che posano le loro sacrileghe mani su tutte le sue cose più desiderabili. Laddove c’è la sede del beatissimo Pietro posta a cattedra di verità per illuminare i popoli, lì hanno stabilito il trono abominevole della loro empietà, affinché colpendo il pastore, si disperda il gregge.
    Pertanto, o mai sconfitto Duce, venite incontro al popolo di Dio contro questa irruzione di perversità spirituali e sconfiggetele. Voi siete venerato dalla Santa Chiesa quale suo custode e patrono ed a Voi il Signore ha affidato le anime che un giorno occuperanno le sedi celesti. Pregate, dunque, il Dio della pace a tenere schiacciato Satana sotto i nostri piedi, affinché non possa continuare a tenere schiavi gli uomini e a danneggiare la Chiesa.
    Presentate all’Altissimo, con le Vostre, le nostre preghiere, perché scendano presto su di noi le Sue Divine Misericordie e Voi possiate incatenare il dragone, il serpente antico Satana ed incatenarlo negli abissi. Solo così non sedurrà più le anime. Amen.

    In Nomine Patris, et Filii et Spiritus Sancti.

    Princeps gloriosissime caelestis militiae, sancte Michael Archangele, defende nos in proelio et colluctatione, quae nobis adversus principes et potestates, adversus mundi rectores tenebrarum harum, contra spiritualia nequitiae, in caelestibus.
    Veni in auxilium hominum, quos Deus creavit inexterminabiles, et ad imaginem similitudinis suae fecit, et a tyrannide diaboli emit pretio magno. Proeliare hodie cum beatorum Angelorum exercitu proelia Domini, sicut pugnasti contra ducem superbiae Luciferum, et angelos eius apostaticos: et non valuerunt, neque locus inventus est eorum amplius in coelo. Sed proiectus est draco ille magnus, serpens antiquus, qui vocatur diabolus et Satanas, qui seducit universum orbem; et proiectus est in terram, et angeli eius cum illo missi sunt.
    En antiquus inimicus et homicida vehementer erectus est. Transfiguratus in angelum lucis, cum tota malignorum spirituum caterva late circuit et invadit terram, ut in ea deleat nomen Dei et Christi eius, animasque ad aeternae gloriae coronam destinatas furetur, mactet ac perdat in sempiternum interitum.
    Virus nequitiae suae, tamquam flumen immundissimum, draco maleficus transfundit in homines depravatos mente et corruptos corde; spiritum mendacii, impietatis et blasphemiae; halitumque mortiferum luxuriae, vitiorum omnium et iniquitatum.
    Ecclesiam, Agni immaculati sponsam, faverrimi hostes repleverunt amaritudinibus, inebriarunt absinthio; ad omnia desiderabilia eius impias miserunt manus. Ubi sedes beatissimi Petri et Cathedra veritatis ad lucem gentium constituta est, ibi thronum posuerunt abominationis et impietatis suae; ut percusso Pastore, et gregem disperdere valeant.
    Adesto itaque, Dux invictissime, populo Dei contra irrumpentes spirituales nequitias, et fac victoriam.
    Te custodem et patronum sancta veneratur Ecclesia; te gloriatur defensore adversus terrestrium et infernorum nefarias potestates; tibi tradidit Dominus animas redemptorum in superna felicitate locandas. Deprecare Deum pacis, ut conterat Satanam sub pedibus nostris, ne ultra valeat captivos tenere homines, et Ecclesiae nocere.
    Offer nostras preces in conspectu Altissimi, ut cito anticipent nos misericordiae Domini, et apprehendas draconem, serpentem antiquum, qui est diabolus et Satanas, ac ligatum mittas in abyssum, ut non seducat amplius gentes. Amen.

  15. Marco Sbarra

    IL BEATO PAOLO VI “SOMMO PONTEFICE LUCIFERINO”

    Trovarmi Papa Montini come protagonista di uno sceneggiato luciferino mi rattrista e mi inquieta perché mi mostra nella sua crudezza e nel suo fulgore il sentire profondo di una parte del mondo cattolico che si attribuisce l’esclusiva della Verità.
    Proverò, con le mie poche armi a disposizione, a tessere l’elogio di un Papa bistrattato da tutti senza rispetto, progressisti e iper tradizionalisti che siano.
    Ringrazio il Signor Franco Rossi per avermi fatto scoprire il pensiero di Don Luigi Villa. A me pare che il suo linguaggio, il suo argomentare non si adattino a quello di un Sacerdote, ma piuttosto a quello di un Marco Travaglio che ha un nemico da abbattere a tutti i costi.
    Io diffido di coloro che si ritengono depositari del compito supremo di ristabilire quello che ritengono sia la Verità violata. Lucifero, che tra i suoi titoli può vantare anche quello di Grande Calunniatore, spesso si serve delle più sante intenzioni per spargere dubbi e veleni contro la Chiesa Cattolica, unica depositaria della Verità, fino a prova contraria.
    Fin dall’inizio del suo pamphlet contro Papa Montini nella Rivista Chiesa Viva, Don Luigi pare presentarsi come un novello autoritario Vysinskji, nel contempo pubblico accusatore e giudice che con toni inquisitori condanna senza appello il reprobo, attribuendogli ogni nefandezza personale e la rovina della Chiesa Cattolica e del mondo intero.
    Il Beato Paolo VI è stato “di sinistra” (diciamo pure comunista, aggiungo io), “modernista”, “massone”, “omosessuale”, anti mariano e così via, adducendo prove da lui ritenute inattaccabili, ma che a me sembrano alquanto sospette e spesso sostenute dai “si dice” e dai “mormorii”. A discolpa del reo? Nessun teste, nessun documento, nessun atto: Montini è colpevole e deve essere condannato. Forse perché la colpa più grande attribuitagli è stata quella di aver condotto a termine il Concilio Vaticano II?

    Ecco allora che non contano le due encicliche sulla Vergine Maria, in una delle quali, la Mense Maio raccomanda: ” non mancate di inculcare con ogni cura la pratica del santo Rosario, la preghiera così cara alla Vergine e tanto raccomandata dai Sommi Pontefici, per mezzo della quale i fedeli sono in grado di attuare nella maniera più soave ed efficace il comando del divino Maestro: Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto”.
    Così ci si dimentica di citare l’enciclica Sacerdotalis Coelibatus che difende con forza la tradizione della Chiesa sul celibato dei chierici contro le tendenze moderniste.
    Ma quello che più lascia perplessi sulle buone intenzioni di Don Villa riguarda il mancato rilievo dato alla Humane Vitae, che tanti dolori e accuse calunniose costò a Papa Montini, soprattutto da parte progressista e che ha dimostrato, se mai ce ne fosse bisogno, il suo attaccamento alla Tradizione ed all’insegnamento dei suoi Predecessori.
    Noto che le accuse di omosessualità a lui rivolte provenienti da ambienti gay sono tutte successive a quell’enciclica. Don Luigi parla di voci, di mormorazioni, e dà peso alle dichiarazioni di personaggi di dubbia reputazione mentre non tiene in nessuna considerazione la presa di posizione pubblica di smentita del Papa.
    Montini è ricattato dalla massoneria, anzi è un grande massone, giura Don Villa. Ma allora mi si spieghi perché non si è piegato ai voleri di quella setta satanica riguardo alla contraccezione o al celibato sacerdotale, che pure costituiscono due punti fondamentali del suo programma di distruzione della Chiesa.
    Addirittura si afferma che fu una spia sovietica, traditore del Grande Pio XII e dei sacerdoti in Russia. Attenzione a certa documentazione di dubbia provenienza: ricordiamoci delle calunnie costruite così bene dal KGB contro Pio XII, che ancora impediscono la sua elevazione sugli altari. E’ certo che Montini fornì agli Alleati nella seconda guerra mondiale preziose informazioni contro i nazisti sotto le direttive di Pio XII, così come affiancò Papa Pacelli nella costituzione dei Comitati Civici di Gedda che sbaragliarono i comunisti.
    Vorrei ricordare inoltre che nella Lettera Apostolica Octogesima Adveniens Paolo VI, conformemente ai suoi predecessori, sconfessò l’ideologia marxista.
    Come può Don Villa avere il coraggio di affermare poi che il Beato Montini ha provocato o favorito lo scempio del divorzio e dell’aborto quando è documentato che si oppose con forza e determinazione all’introduzione in Italia delle leggi che li ammettevano?

    Se Montini era un modernista, allora lo sono stati tutti i Papi almeno da San Pio X in poi, visto che quest’ultimo aveva già rilevato nella Chiesa dell’epoca tutte le tendenze secolariste in atto. Anche San Giovanni Paolo II allora è da considerarsi tale, visto che non è riuscito a fermare quella marea dilagante? Ed infatti in certi ambienti retro’ è stato considerato progressista.
    Diamoci una calmata e mettiamoci d’accordo una volta per tutte. Se un cattolico può mettere in discussione la santità di una persona proclamata solennemente dalla Chiesa (e per quanto riguarda Papa Montini mi risulta siano state valutate tutte le accuse di Don Villa), allora vuol dire considerare la Chiesa Cattolica defunta e sostituita da una chiesa simil protestante dove ognuno proclama la sua Verità.
    Attenzione a non fare il gioco perfetto per il Nemico Numero Uno.


    1. “Io diffido di coloro che si ritengono depositari del compito supremo di ristabilire quello che ritengono sia la Verità violata. ”
      ..e, dunque, noi dovremmo credere a Lei piuttosto che a Don Luigi Villa?
      “allora vuol dire considerare la Chiesa Cattolica defunta e sostituita da una chiesa simil protestante ..”
      ..non è forse quello che sta cercando di fare eRpapa argentino, unificando la celebrazione della Messa per compiacere agli altri culti?
      A proposito di Karol, posso suggerirle questa lettura :
      IL LIBRO ERETICO DEL SACERDOTE
      KAROL WOJTYLA : http://www.salpan.org/SCANDALI/Giovanni%20Paolo%20II/Tesi%20eretiche.htm

      In ogni caso, Lei può stare tranquillo, la Chiesa, come ” popolo di Dio in cammino” non può essere distrutta…

  16. Sergio82

    Non so cosa dire.. che il mondo dei padroni della Terra sia pieno di marciume e segreti da far accapponare la pelle non lo metto in dubbio.. ma sacrifici di bambini in riti satanici.. Fatico a crederlo onestamente.

    Se comunque fosse vero e questa gente odiasse davvero l’umanità allora questa voglia irrefrenabile di immigrati non integrabili è subito spiegata:hanno già stabilito che un giorno qualcuno metterà loro delle armi in mano e noi dovremo soccombere o fare altrettanto. Ci faranno ammazzare tra di noi.
    Perchè? Soldi alle industrie belliche, riduzione della popolazione mondiale, speculazione finanziaria in un paese instabile, umani da sacrificare al demonio o chissà cos’altro.


    1. …lei non deve Credere perché non gli viene chiesto un atto di Fede per le cose indimostrabili con la ragione; le messe nere sataniche sono fatti concreti. Vi è ampia documentazione.
      Per esempio il primo caso registrato in Europa è attribuito a tale Catherine La Voisin : [ https://it.wikipedia.org/wiki/La_Voisin ] primo caso di processo per satanismo, conclusosi con la condanna a morte dell’imputata ed altri complici.
      Prima messa nera della storia recente documentata.
      La messa nera veniva celebrata da un prete apostata, che fungeva da intermediario tra Satana ed il gruppo.
      Alcuni materassi disposti a strati servivano a far distendere una donna nuda che faceva da altare ; in sacrificio, al momento dell’offertorio, venivano offerti FETI ABORTITI, BAMBINI che venivano sgozzati e sacrificati, oppure una colomba bianca.Al posto del vino veniva bevuto il sangue delle vittime sacrificate.
      Al momento dell’eucarestia il sacerdote introduceva un’ostia consacrata nelle parti intime della donna che fungeva da altare e, successivamente aveva un rapporto sessuale con lei, che si concludeva con un’orgia collettiva.
      Durante la messa si consumava l'”elisir” che veniva bevuto dal calice, costituito dallo sperma maschile e dalle secrezioni sessuali femminili, unite al sangue mestruale.
      In Italia, si registra il caso di tale Giovanni Cerbotti, che si faceva chiamare <> e, quello che hanno dimostrato le indagini della magistratura, lo può reperire comodamente da Google.
      [ articolo a caso : http://archivio.panorama.it/archivio/Il-sacerdote-dell-orrore ]
      Se vuole approfondire le suggerisco il libro : “Il libro nero del satanismo” Ed. San paolo; di Tonino Cantelmi e Cristina Cacace.

  17. SpadaccinoNero

    @Francesca R A
    non si tratta di odiare o provare invidia, si tratta (secondo loro) di percorsi per raggiungere ciò che chiamano luce.
    Concetti come male e bene non esistono ma solo la realizzazione di un sogno. Chi è al di sotto di tutto ciò fornisce la forza o meglio il nutrimento a chi è sopra affinché questi continui la sua scalata.
    Per chiunque sono concetti assurdi, per loro evidentemente no.
    Saluti

Comments are closed.