MINISTRO ISRAELE: “SE QUALCUNOUCCIDESSE IL PRESIDENTE DELL’IRAN…”

Il ministro della Difesa israeliano Avigdor Lieberman ha detto che l’omicidio di Mazen Faqha, un membro di Hamas, nella Striscia di Gaza a fine marzo (https://southfront.org/hamas-senior-member-killed-gaza-strip/) è stato un lavoro interno, così come ha aggiunto che sarebbe “non sorpreso” se uno dei più ardenti sostenitori della l’organizzazione fondamentalista, il presidente iraniano, fosse eventualmente assassinato da “qualcuno”.

 

“Possiamo dire con certezza che si trattava di un omicidio interno”, il quotidiano Haaretz ha citato Lieberman, che stava parlando sull’omicidio del Faqha.

 

Hamas ha accusato Israele per l’omicidio del suo alto operativo Faqha, commesso il mese scorso, e ha promesso una “punizione divina” per i suoi assassini. Secondo quanto riferito, il movimento di liberazione palestinese ha completato la sua indagine interna sull’omicidio. Subito dopo ciò, il quotidiano Yedioth Ahronoth ha riportato, citando il Ministro della Difesa israeliano, che gli omicidi interni sono caratteristici del gruppo.

 

“Non sarei sorpreso se, durante le elezioni iraniane del 19 maggio, qualcuno uccidesse il presidente iraniano, Hassan Rouhani,” Lieberman ha osservato.

 

Il Ministro della Difesa israeliano non ha specificato la sua dichiarazione circa il potenziale assassinio del presidente iraniano. Tuttavia, sembra improbabile che Hamas cercherebbe di uccidere il presidente di un paese che condivide alcune parti della sua ideologia e aiuta la causa Palestinese (https://southfront.org/israeli-forces-kill-palestinian-teen-wound-3-others-in-west-bank/).

 

Il 24 marzo, Faqha ha subito quattro ferite da arma da fuoco alla testa e, in seguito, è morto a Tell al-Hama, quartiere della Striscia di Gaza. Hamas ha lanciato una massiccia caccia all’uomo per arrestare gli autori del delitto. Secondo quanto riferito, decine di palestinesi sono stati arrestati e accusati di collaborare con l’intelligence israeliana, tre di loro sono stati giustiziati a Gaza la scorsa settimana senza alcun legame diretto apparente con la sparatoria di Faqha.

 

Lunedì, Hamas ha annunciato che un sospetto dell’assassinio è stato arrestato, così come l’indagine è terminata e le sue conclusioni sono state consegnate al suo leader, Yahya Sinwar. Tuttavia, l’organizzazione non ha rivelato alcun dettaglio circa l’identità dell’uomo, tenuto in custodia.

 

(Traduzione di https://southfront.org/israeli-defense-minister-wouldnt-be-surprised-if-somebody-assassinates-iranian-president/)

 

Print Friendly, PDF & Email

1 commento


  1. Il demonio, assassino fin dal principio, suggeriva ai farisei di uccidere Lazzaro. Nello stesso periodo di commemorazioni sacre si rammentava la storia di Lazzaro. Ma, Lazzaro, viveva in un tempo in cui i traditori erano uno su dodici, non undici su dodici, come adesso.

Lascia un commento